isslogo.gif (13316 byte)

Stazione Spaziale Internazionale

Missione 2R - Spedizione Uno

Giorno per giorno


werhsepd.gif (1132 byte)

Qui di seguito un dettagliato rapporto quasi giornaliero di quello che accade a bordo della ISS-Alpha

werhsepd.gif (1132 byte)

iss_ex1_indoor.gif (48126 byte)Giorno 1 - 2/11/2000 - Oggi alle 9.21 GMT (le 10.21 italiane) la navicella Soyuz TM-31 ha attraccato  al boccaporto assiale del modulo Zvezda della Stazione Spaziale Internazionale mentre stava sorvolando la Russia. I tre uomini dell'equipaggio della Spedizione UNO hanno effettuato poi tutti i controlli ed alle  10.23 GMT (le 11.23 italiane) hanno aperto il portello e Krikalev e Gidzenko sono entrati per la prima volta all'interno della stazione seguiti dal comandante Shepherd. Adesso è iniziata una prima fase di attivazione di tutte le apparecchiature di bordo. Durante il primo collegamento televisivo  fra l'equipaggio e il centro controllo Korolev di Mosca il comandante Shepherd ha chiesto all'Amministratore della NASA Dan Goldwin se durante le comunicazioni fra la Terra e la ISS quest'ultima potesse essere nominata come "Alpha". La richiesta è stata accettata e quindi durante tutta la permanenza di Spedizione Uno la stazione sarà chiamata Alpha. Nella foto l'equipaggio all'interno del modulo Zvezda mentre riceve l'ok da Goldwin sul nome della stazione.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-48

 

Giorno 2 - 3/11/2000 - Dopo l'attracco con la ISS l'equipaggio di "Spedizione Uno" ha iniziato il suo secondo giorno a bordo della stazione. Fra i compiti che sono stati svolti oggi l'installazione del sistema russo Vozdukh che permette l'eliminazione dell'anidride carbonica dall'atmosfera della stazione. Lunedì verrà installato il dispositivo Elektron che invece ricava ossigeno dall'acqua e che fornirà aria all'equipaggio. Fino a quel momento i tre cosmonauti respireranno aria fornita da serbatoi di ossigeno che si trovano a bordo. Shepherd ha installato il sistema di rete interna fra computer che permetterà comunicazioni sia all'interno della stazione che verso la Terra con scambi di messaggi, immagini e filmati. Krikalev ha attivato il computer centrale del modulo Zvezda anche se ha trovato alcuni problemi nella connessione dei vari cavi mentre più tardi, assieme a Gidzenko, ha controllato la batteria che non funziona fin da quando venne installata dalla missione shuttle STS-106 . Sembra che alcuni contatti siano danneggiati o rotti ed allora il centro controllo missione russo ha deciso di aspettare prima di effettuare una sostituzione. L'equipaggio è andato a riposare alle 21.00 (ora italiana) è si sveglierà domattina alle 5.00.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-49

 

Giorno 3 - 4/11/2000 - L'equipaggio internazionale di Spedizione Uno continua il proprio lavoro di rendere la ISS-Alpha pienamente operativa. Dopo l'installazione, avvenuta ieri, del sistema Vozdukh oggi è stato installato e testato il dispositivo Elektron. Questo dispositivo è vitale per la produzione dell'ossigeno occorrente ai tre membri dell'equipaggio per respirare. Purtroppo, a causa della limitazione dell'energia elettrica a bordo della stazione, non verrà attivato fino ai primi di dicembre, ovvero dopo che la missione shuttle STS-97 avrà installato i grandi pannelli solari. Fino a quel momento l'aria della stazione verrà fornita tramite delle bombole di ossigeno che vengono consumate al ritmo di una al giorno. E' stato anche installato un compressore per il condizionamento dell'aria che dovrebbe mantenere la temperatura e l'umidità costante.  Completata l'installazione del computer centrale del modulo Zvezda. Inoltre è' stato comunicato, dal centro di controllo della missione, che un detrito orbitante passerà a circa 2 chilometri dalla stazione alle 7.43 di domenica ma non verrà messa in atto nessuna manovra di correzione di orbita, considerato che il pericolo di uno scontro è pressoché inesistente. L'equipaggio è andato a dormire alle 19.30 GMT (le 20.30 italiane) e domani, domenica,   verrà dedicata al riposo dopo questi primi giorni veramente faticosi per Spedizione Uno.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-50

 

Giorno 5 - 6/11/2000 - Il quinto giorno di permanenza di Spedizione Uno a bordo della ISS-Alpha ha visto il Comandante Shepherd ed il resto dell'equipaggio al lavoro con l'installazione di altri cavi del dispositivo Elektron e della rete dei computer interni. Gidzenko e Krikalev   hanno poi installato un sistema televisivo chiamato TORU nel modulo Zvezda. Questo sistema permette di eseguire l'aggancio manuale dei cargo automatici Progress in caso quello automatico non funzionasse bene. Infatti il 16 novembre verrà lanciato un cargo Progress di cui è previsto l'attracco automatico alla ISS il giorno 18 novembre. Tornando al dispositivo Elektron, a differenza di quanto affermato ieri,  sembra che possa essere attivato entro questa settimana visto che una delle batterie del modulo Zvezda che non funzionavano è stata riparata. A questo punto solo una delle otto batterie rimane disattivata e potrebbe essere riparata con i pezzi fatti arrivare con il Progress il 18 novembre. Oggi l'equipaggio ha effettuato, per la prima volta, ginnastica utilizzando una specie di cyclette ed un tappeto mobile installato a bordo di Zvezda dall'equipaggio della missione STS-106.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-51

 

iss_exp1_crewatwork.gif (36190 byte)Giorno 6 - 7/11/2000 - Oggi l'equipaggio di Spedizione Uno ha continuato il lavoro di cablaggio dei vari cavi dei dispositivi installati nei giorni scorsi e si prepara a completare la sua prima settimana di permanenza a bordo della ISS-Alpha. Durante un collegamento con il centro controllo missione il comandante Sheperd ha detto che questo posto comincia ad assomigliare sempre di più ad una casa. Krikalev invece ha affermato che la ISS di questi primi giorni gli ricorda un po la MIR, dove c'era sempre qualcosa da riparare e dove ci si doveva arrangiare per farlo. E' stato deciso che il dispositivo Elektron verrà attivato giovedì. Il Progress previsto per il 18 novembre trasporterà diverso materiale per l'equipaggio ed una volta scaricato dei rifornimenti e riempito con i rifiuti verrà sganciato un giorno prima del lancio della missione shuttle STS-97 per lasciare spazio per l'aggancio della navetta. Nella foto Shepherd e Krikalev al lavoro dentro il modulo Zarya che funge da magazzino.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-52

 

Giorno 7 - 8/11/2000 - Continua la missione di Spedizione Uno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale Alpha ed il traguardo della prima settimana è stato raggiunto. Completato dall'equipaggio il lavoro di cablaggio iniziato nei giorni scorsi e Krikalev ha riattivato il condizionatore d'aria spento a causa di un eccesso di acqua di condensa che deve essere svuotata periodicamente. Intanto a Baikonur nel Kazakstan continua la preparazione del Cargo Progress P2 che verrà lanciato il 16 novembre alle 1.32 GMT e che si attraccherà al portello radiale di Zvezda il 18 novembre alle 3.07 GMT. Ma anche negli USA fervono i preparativi per il lancio della missione STS-97 che porterà la navetta Endeavour alla ISS-Alpha per l'istallazione dei più grandi pannelli solari mai dispiegati nello spazio. Il lancio è previsto per il 30 novembre.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-53

 

Giorno 9 - 10/11/2000 - Oggi l'equipaggio della ISS-Alpha ha reso operativo il sistema che permette alla stazione spaziale di attivare i jet di manovra dopo che un cargo Progress od una Soyuz hanno attraccato. Infatti appena poco prima di un aggancio con una capsula questi piccoli razzi di assetto vengono spenti per evitare che inavvertitamente possano danneggiare i delicati pannelli solari. Poi i tre uomini a bordo di ISS-Alpha hanno preparato il portello radiale del modulo Zvezda che vedrà l'aggancio con il cargo automatico Progress in arrivo il 18 novembre con due tonnellate di rifornimenti. Dopo questa prima settimana di lavoro per rendere la stazione abitabile il centro controllo missione, su richiesta del comandante Shepherd, ha deciso di concedere tre giorni di riposo all'equipaggio. Questo anche perché la settimana prossima ci sarà la delicata operazione di aggancio del cargo automatico Progress.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-55

 

iss_exp1_primafoto_nuvole.gif (33417 byte)Giorno 13 - 14/11/2000 - La ISS-Alpha orbita regolarmente ad una quota di 384 chilometri e dopo tre giorni di riposo concesso all'equipaggio Spedizione Uno oggi i tre astronauti sono tornati al lavoro. Gidzenko e Krikalev hanno testato e simulato tutte le procedure per l'attracco del cargo automatico Progress provando anche il sistema chiamato TORU, per eseguire manualmente l'aggancio in caso il sistema automatico KURS dovesse incontrare delle difficoltà. Inoltre l'equipaggio ha attivato e controllato le apparecchiature mediche per monitorare le proprie condizioni fisiche ed ha iniziato ad eseguire esercizi sul tappeto mobile e sulla ciclette in dotazione alla stazione. Shepherd ha condotto un inventario di routine del materiale a bordo aiutato da Krikalev che ha lavorato usando un software del suo computer portatile dotato di lettore di codice a barre. Nei tre giorni di riposo concessi l'equipaggio ha passato una parte del proprio tempo libero osservando la Terra dagli oblò della stazione ed ha ripreso questa prima foto giunta a Terra.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-56

 

Giorno 14 - 15/11/2000 - E' stato lanciato oggi alle 1.33 GMT (del 16 novembre, le 2.33 ora italiana) dalla base di Baikonur nel Kazakhstan, il veicolo automatico Progress M1-4 destinato ad attraccare alla ISS il 18 novembre. Intanto l'equipaggio di Spedizione Uno ha continuato oggi l'inventario di tutto il materiale a bordo per poter essere in grado, una volta che il cargo avrà attraccato, di destinare e sistemare il materiale velocemente. Infatti il tempo concesso agli astronauti per scaricare il materiale arrivato e caricare i rifiuti sul Progress è di due settimane. Infatti il giorno prima dell'arrivo dello shuttle Endeavour/STS-97 il Progress verrà sganciato dalla ISS e si disintegrerà nell'atmosfera terrestre. Krikalev ha ispezionato nuovamente la batteria del modulo Zvezda che non si carica regolarmente ed ha confermato che uno dei connettori è piegato. Comunque le sei batterie, delle otto a disposizione, funzionano perfettamente e sono più che sufficenti per l'energia richiesta a bordo. La ISS orbita perfettamente a 384 chilometri di altezza e compie un'orbita ogni 90 minuti.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-57

 

iss_progressm1_4_dock.gif (30396 byte)Giorno 16 - 17/11/2000 - Oggi il cargo di rifornimento Progess M1-4 è stato attraccato alla ISS con una manovra manuale eseguita dal cosmonauta russo Gidzenko dopo che il sistema automatico KURS aveva fallito. Infatti il sistema automatico TORU del Progress ha tentato ripetutamente di trovare il collegamento con la sua controparte sul modulo Zvezda ma quando è stato chiaro che non ci sarebbe riuscito il controllo missione ha deciso di chiedere a Gidzenko di prendere i controlli manuali del Progress. In pratica con una specie di joystik e con un monitor, che trasmetteva le immagini prese da una telecamera piazzata sul muso del Progress, il cosmonauta russo ha pilotato la capsula fino all'aggancio con il portello. Questo è riuscito solo al secondo tentativo dopo che il primo era stato fermato per la cattiva condizione di illuminazione del punto di attracco. Soltanto 40 minuti di ritardo ha portato questo imprevisto sulla tabella di marcia. Al termine dell'operazione il centro controllo missione di Mosca si è complimentato con l'equipaggio. Adesso il fine settimana dell'equipaggio sarà di riposo dopo di che inizieranno le operazioni di scarico della capsula. Nella foto, presa dal Progress, si vede la ISS durante il primo tentativo fallito di aggancio.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-58

 

Giorno 21 - 22/11/2000 - A tre settimane dall'arrivo dell'equipaggio di Spedizione Uno a bordo della ISS continuano le operazioni di attivazione dei sistemi di supporto e lo scarico dei rifornimenti giunti con il cargo Progress che ha attraccato la settimana scorsa. Durante un collegamento con il centro controllo missione il comandante Shepherd e i due cosmonauti Gidzenko e Krikalev hanno affermato di aver ormai scaricato il 70% dei rifornimenti del Progress consistenti in cibo, abbigliamento, attrezzature e regali da parte delle famiglie e quindi di essere in anticipo sulla tabella di marcia. In seguito i tre uomini dell'equipaggio hanno fatto un loro "Ringraziamento" ad entrambi i centri di controllo, Jonhson Space Center ad Houston e Korolev di Mosca per il duro lavoro fatto in supporto di Spedizione Uno. Domani e venerdì l'equipaggio svolgerà due giorni di normale lavoro mentre il fine settimana sarà di riposo.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-59

Giorno 30 - 1/12/2000 - Ad un mese di permanenza dell'equipaggio Spedizione Uno a bordo della ISS-Alpha oggi, dopo oltre due settimane di scarico di rifornimenti dal cargo automatico Progress M1-4 e suo carico con i rifiuti accumulati,  alle 10.20 a.m. CST (le 17.20 ora italiana) la capsula è stata distaccata dalla stazione per fare posto allo shuttle Endeavour in arrivo domani. Contrariamente al programma originario, che prevedeva il rientro distruttivo nell'atmosfera terrestre del Progress, questo  è stato posto in parcheggio a circa 2.500 chilometri dalla ISS e verrà deciso in seguito se farlo di nuovo attraccare alla stazione. Con il montaggio dei grandi pannelli solari sarà possibile entrare anche nel modulo Unity, chiuso per il momento all'equipaggio russo-americano a causa della insufficiente energia dei pannelli solari dei modulo Zarya e Zvezda.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-60

 

Giorno 32 - 2/12/2000 - La navetta Endeavour si è agganciata alla ISS-Alpha alle ore 2.00 p.m. (le 21 ora italiana) con una perfetta manovra. Dopo l'aggancio l'equipaggio dello shuttle ha lasciato dei rifornimenti di vario tipo nel compartimento PMA3 ove aveva agganciato e che verrà ritirato domani. L'equipaggio della ISS ha effettuato alcune riprese dello shuttle poco prima dell'aggancio e qui sotto potete scaricare il filmato compresso con WINZIP   e in formato Quik Time che puoi scaricare qui: getqt.gif (2199 byte).

sts97_shuttle_piccolo.gif (3168 byte)  Qui accanto potete scaricare il filmato compresso, ripreso dall'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale Alpha mentre lo shuttle Endeavour si avvicina. (formato Quik Time, durata 1m.4s., 501 k)

Giorno 33 - 3/12/2000 - Oggi alle 10.38 ora italiana, l'equipaggio di Spedizione Uno, composta dal comandante Shepherd e dai russi Gidzenko e Krikalev è entrato all'interno del modulo Unity per la prima volta da quando si trova a bordo. Infatti a causa della insufficiente energia fornita dai pannelli solari di Zarya e Zvezda non era possibile rendere riscaldata e confortevole questa parte della stazione. Comunque, dato che lì si trovano soltanto i portelli di attracco, non era neanche una mancanza eccessiva. L'occasione per far visita in questo modulo è stata data dal materiale di rifornimento lasciato dall'equipaggio dello shuttle STS-97 dentro il PMA3. Oltre ad un nuovo hard disk per il computer portatile russo c'erano anche due grosse taniche di acqua, un nuovo computer portatile, un set per teleconferenze e diverse confezioni di cibo americano e russo. "Sembra di essere a Natale" ha affermato il comandante Shepherd poco dopo. Dopo aver terminato di recuperare il materiale il modulo Unity è stato nuovamente sigillato e non verrà riaperto fino a venerdì prossimo, quando i due equipaggi potranno finalmente incontrarsi faccia a faccia.

 

Giorno 42 - 14/12/2000 - Con cinque volte più energia elettrica di quella disponibile soltanto due settimane fa, l'equipaggio della ISS-Alpha sta lavorando per distribuirla in tutta la stazione e sommarla a quella che proviene dai pannelli dei moduli Zvezda e Zarya. Adesso la potenza generata dal nuovo gigantesco pannello solare installato dagli astronauti dell'Endeavour durante la missione STS-97 è di circa 50 kilowatt. Sono stati anche testati i nuovi radiatori che serviranno per smaltire il calore generato dalle apparecchiature elettriche della stazione. I controllori di volo al Centro Controllo di Houston nel Texas, hanno iniziato a provare la nuova antenna in banda S che permetterà un aumento della copertura dell'invio dei dati a Terra dalla Stazione di circa il 15%. Anche le misure provenienti dall'Unità Contatore di Plasma dimostrano che la nuova apparecchiatura montata dagli astronauti funziona a dovere e scarica l'elettricità statica che si accumula sulle strutture della ISS. Spedizione Uno si prepara anche all'arrivo della prossima missione di costruzione, la STS-98 che porterà il modulo laboratorio americano Destiny. Come potete leggere però nelle news il lancio della navetta Atlantis verrà rinviato di alcuni giorni per i problemi riscontrati nei booster. Anche la missione STS-102 prevista per metà febbraio con la navetta Discovery e che riporterà a Terra il primo equipaggio e porterà sulla ISS il secondo è stata rinviata al 1° marzo a causa dell'imprevista sostituzione dei dieci razzi di manovra dello shuttle. Comunque l'equipaggio di Spedizione Uno ha provviste a sufficienza per questo prolungamento non previsto della missione. Intanto si discute fra controllori russi e americani sull'opportunità di tentare un riaggancio del cargo Progress M1-4 che era stato allontanato dalla stazione per permettere l'attracco dell'Endeavour il 1° dicembre scorso. Questo ritorno permetterebbe di testare se il software di aggancio automatico russo adesso funziona e renderebbe disponibile altro spazio per i rifiuti degli astronauti a bordo della stazione prima dell'arrivo della prossima missione. Nella foto la ISS ripresa dall'Endeavour al termine della missione.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-61

Giorno 48 - 20/12/2000 - A quasi due mesi dall'inizio della missione di Spedizione Uno, l'equipaggio composto dal comandante Shepherd, il pilota Gidzenko e l'ingegnere di volo Krikalev hanno passato la settimana controllando i sistemi della Stazione Spaziale Internazionale Alpha, condotto esperimenti biomedici e preparandosi per il riaggancio del cargo automatico Progress M1-4 che avverrà dopo aver festeggiato il Natale. Il sistema di generazione dell'ossigeno Elektron, il sistema di rimozione dell'anidride carbonica Vozdukh e il sistema di condizionamento dell'aria funzionano perfettamente. Adesso si cerca di calcolare quali parti di ricambio, di questi tre importantissimi sistemi di sopravvivenza, devono essere spedite a bordo della ISS con la prossima missione shuttle o con un cargo Progress. Infatti un nuovo guasto ad uno dei tre sistemi renderebbe necessario l'immediato abbandono della stazione da parte dei tre astronauti. Shepherd, Gidzenko e Krikalev si preparano a festeggiare un tranquillo Natale aprendo i regali inviati a loro con la missione shuttle STS-97 e parlando con le loro famiglie in videoconferenza privata. Il comandante Shepherd ha detto ieri che l'equipaggio pensa di passare buona parte della giornata di Natale semplicemente osservando la Terra dagli oblò. Approvato intanto per il 26 dicembre il riaggancio del cargo Progress M1-4. Fino a 200 metri dalla stazione sarà il sistema automatico a portare il cargo verso l'aggancio e poi interverrà il pilota Gidzenko che, con il sistema manuale, guiderà la fase finale di docking. Nella foto Yuri Gidzenko alle prese con i computer portatili a bordo di Zvezda.

 Fonte: ISS Status Reports ISS 00-62 

 

Giorno 54 - 26/12/2000 - Dopo aver passato tre settimane in orbita di parcheggio, il cargo automatico russo Progress M1-4 è stato riagganciato manualmente alla ISS-Alpha per essere di nuovo usato come ricettacolo di rifiuti per l'equipaggio di Spedizione Uno e ulteriore combustibile per manovre. Operando da un pannello di controllo all'interno del modulo Zvezda, il pilota russo Gidzenko, ha manovrato la capsula di sette tonnellate e mezzo ad un perfetto aggancio con la ISS-Alpha alle 5.03 a.m. CST (le ore 12.03 ora italiana) mentre sorvolavano la Mongolia. Mentre Gidzenko guidava il Progress i suoi due compagni di missione, il comandante Shepherd e l'ingegnere di volo Krikalev osservavano dagli oblò il corretto avvicinamento del cargo automatico. Infatti durante l'avvicinamento fino a circa 200 metri dalla stazione è stato usato il sistema di aggancio automatico (che aveva fallito nel primo aggancio avvenuto il 18 novembre) e da quel momento è intervenuto Gidzenko. Dopo circa due ore dal riaggancio e quando la pressione dell'interno del Progress era stata equalizzata a quella della stazione è stato aperto il portello e l'equipaggio di Spedizione Uno ha potuto disattivare tutti i sistemi della capsula. Verrè anche rimosso, per essere inviato a Terra per analisi, il sistema di aggancio automatico KURS. L'equipaggio riprenderà gli esperimenti biomedici nel corso della settimana e rivedrà i piani per l'arrivo dello shuttle con il modulo Destiny in gennaio. Dopo aver passato un tranquillo Natale parlando anche con le loro famiglie a Terra e con il Direttore della NASA Daniel Goldwin si prevede che anche il capodanno sarà con un programma di lavoro leggero e nuovi contatti con le famiglie. Nella foto la ISS-Alpha ripresa dalla telecamera sul Progress durante le fasi dell'avvicinamento.

Fonte: ISS Status Reports: ISS 00-63

 

Giorno 59 - 31/12/2000 - L'equipaggio di Spedizione Uno, dopo aver trascorso un tranquillo fine settimana di riposo a bordo della Stazione Spaziale Internazionale Alpha, ha mantenuto fede ad una tradizione della Marina mentre sta per entrare nella decima settimana di permanenza a bordo. Con i suoi colleghi di missione Yuri Gidzenko e Sergei Krikalev al suo fianco il comandante Bill Shepherd, capitano della Marina USA, ha scritto una poesia captando i pensieri e le riflessioni di tutto l'equipaggio mentre stanno per entrare nel 2001. E' una tradizione della Marina che, all'inizio di un nuovo anno, la persona al comando della nave scriva qualcosa sul diario di bordo. Ecco qui quello che ha scritto il comandante Shepherd:

"Nella tradizione della marina la prima iscrizione nel diario della nave, all'inizio di nuovo anno, viene sempre trascritta in versi. A noi piacerebbe dividerla con tutti voi e la prima iscrizione fatta nel diario questa sera si intitola 'Alpha' saluta il Nuovo Anno"-

DIARIO DI BORDO 0000 01 GEN 2001

Noi navighiamo a bordo della Stazione Spaziale 'Alpha'.
 Orbita alta sopra la Terra, immobile nella notte.
 Trasportati nel nostro viaggio destinato
 oltre il regno del viaggio marino o volo.
 
 Un primo Nuovo Anno è su di noi 
Otto colpi sulla campana sono ora uno solo
Il Globo gira sotto di noi in
Contando l'ultimo migliaio d'anni trascorso
 
15 mezzanotti di questa notte in orbita
Un meccanismo di orologeria non di pace terrena
Il nostro giorno ora con un significato diverso
In questo, una nuova età e un nuovo luogo
 
Ci muoviamo con la velocità ed il tempo
Passato che alcune mani umane hanno fatto
Cabine programmate come computer
Dove solo le ombre dei pensieri dimorano
 
"Postazione Centrale" è il nostro ponte di comando a bordo
Sugli schermi danzano forme illuminate debolmente
Noi guidiamo la sua rotta con impulsi elettronici
Con dati che nessuna bussola potrebbe indicare
 
I nostri pannelli solari sembrano vele al Sole
Con una scia che non si può vedere ma che c'è
Solo i giroscopi sentono il silenzioso sforzo
Sbuffi, vortici di questo raro oceano
 
Alla sedia del timoniere della nave non c'è nessuno ora
Timone, fogli e righello sono da lungo tempo andati
Ma qui ci sono, luoghi che siamo spinti a raggiungere
Oltre le linee dove il cielo incontra l'alba
 
Sebbene i tracciatori di stelle segnalino Altair e Vega
Le stesse che i marinai vedevano ad occhio nudo tempo fa
Noi siamo rimasti come cercatori della via della conoscenza
Cercando nuove cose che l'umanità deve sapere
 
Noi raccomandiamo agli equipaggi che ci seguiranno
I meriti della buona nave sulla quale noi navighiamo
Lasciamo che il Sole brilli forte sulle ali di Alpha
Un simbolo, una luminosa stella che saluteremo a lungo.

(Si ringrazia per la consulenza linguistica Manuela Martini del Babilonia Studio)

La ISS-Alpha è in ottime condizioni e l'equipaggio comincerà presto i preparativi per l'arrivo della missione shuttle STS-98 alla fine di gennaio.

Fonte: ISS Status Reports ISS 00-64

 

Giorno 62 - 3/1/2001 - L'equipaggio di Spedizione Uno sta entrando nella decima settimana di permanenza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e si prepara per il prossimo importante evento, la missione dello shuttle per l'assemblaggio del laboratorio Destiny. Il Comandante Bill Shepherd, il pilota Yuri Gidzenko e l'ingegnere di volo Sergei Krikalev conducono esperimenti biomedici e di ingegneria, manutenzione della Stazione ed esercizi fisici e tutto sta procedendo regolarmente a più di metà della loro permanenza a bordo della ISS. Il solo problema tecnico coinvolge i controllori di volo russi e la batteria n.3 del modulo Zvezda che è stata temporaneamente scollegata per permettere a Krikalev di controllare i suoi connettori dopo che era stato notato un funzionamento anormale. Questo piccolo problema non ha nessun impatto nella gestione energetica della stazione dal momento che tutte le altre batterie funzionano regolarmente e il nuovo pannello solare P6, installato con la passata missione shuttle, fornisce regolarmente tutta la stazione ed i sistemi di bordo. Però a causa della posizione del Sole relativa ai pannelli solari dei moduli russi è stato deciso di abbassare l'erogazione di ossigeno da parte del sistema Elektron per risparmiare energia.  Per ovviare a questo verranno accesi oggi e domani due cartucce per produrre ossigeno all'interno dei moduli fino al ritorno a pieno regime del sistema venerdì, quando i raggi solari colpiranno di nuovo i pannelli solari dei due moduli russi in modo perpendicolare. Tutti i sistemi funzionano regolarmente e la ISS-Alpha orbita ogni 90 minuti a circa 370 chilometri di altitudine sopra la Terra.

Fonte: ISS Status Reports: ISS 01-01

 

Giorno 70 - 11/01/2001 – L’Equipaggio di Spedizione Uno è occupato con la preparazione della ISS-Alpha per l’arrivo dei suoi prossimi visitatori: i cinque astronauti della missione Atlantis STS-98, che verrà lanciata dal KSC il 19 gennaio e che porterà nella stiva il prezioso carico del modulo laboratorio "Destiny". In preparazione dell’arrivo della navetta il comandante Bill Shepherd, il pilota Yuri Gidzenko e l’ingegnere di volo Sergei Krikalev stanno conducendo un inventario del materiale a bordo della stazione e cominciano a imballare l’equipaggiamento e i rifornimenti per liberare i passaggi che saranno usati dai due equipaggi durante i sette giorni di operazioni congiunte. Per Spedizione Uno rimane il lavoro di rivedere la documentazione per l’attivazione del laboratorio e varie conferenze con i tecnici e con l’equipaggio di STS-98. In preparazione del riposizionamento del portello di attracco PMA-2 è stato notato, dal comandante Shepherd, che qualcosa è rimasto incastrato durante l’ultimo attracco della missione precedente dello shuttle ma i controllori a Terra confidano che pressurizzando il portello questo ostacolo possa essere rimosso senza problemi. La sola nota negativa rimane l’apparente guasto al convertitore di corrente di una delle otto batterie del modulo Zvezda anche se questo non ha nessun impatto sulla capacità elettrica della stazione da quando sono stati installati i pannelli solari durante la missione Discovery STS-97. Tutti i sistemi di supporto vitale funzionano bene e la Stazione Spaziale Internazionale Alpha continua ad orbitare ogni 90 minuti ad un’altezza di 368 chilometri.

Fonte: ISS Status Reports ISS 01-02

 

Giorno 76 - 17/01/2001 - Con la missione della navetta Atlantis STS-98 rinviata di tre settimane, l'equipaggio Spedizione Uno a bordo della ISS-Alpha continua a ricontrollare i documenti e le procedure in preparazione dell'arrivo del nuovo modulo laboratorio USA "Destiny". Il comandante Shepher, il pilota Gidzenko e l'ingegnere di volo Krikalev hanno passato la scorsa settimana con un uso minimo di tutte ed otto le batterie del modulo Zvezda per sostituire un convertitore di corrente guasto. Intanto l'equipaggio ha pressurizzato ed è entrato nel portello di aggancio degli shuttle, che verrà spostato nella prossima missione, ed ha spostato il condotto di aria che bloccava il meccanismo di distacco del portello. Infatti questo portello verrà spostato con l'arrivo del modulo "Destiny" e verrà successivamente piazzato al lato finale del laboratorio. Durante la prossima settimana i tre uomini di equipaggio continueranno l'inventario del materiale e stiveranno l'equipaggiamento ed inoltre effettueranno degli esercizi di abbandono della stazione in caso di emergenza oltre a prendere parte a diverse conferenze con i tecnici specilizzati a Terra. Adesso il lancio dello shuttle Atlantis non avverrà prima del 6 febbraio con attracco l'8. Mentre la navetta è stata riportata al VAB il modulo "Destiny" è stato lasciato in una speciale stanza protettiva posta sulla rampa di lancio. La ISS-Alpha è in perfette condizioni ed orbita attorno alla Terra ogni 90 minuti ad un'altezza di 368 chilometri.

Fonte: ISS Status Reports ISS 01-03

 

Giorno 84 - 25/1/2001 – Con l’avvicinarsi della fine del loro terzo mese nello spazio, i tre membri dell’equipaggio di Spedizione Uno hanno trascorso una settimana molto indaffarata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. I tre hanno preso pratica con le procedure di emergenza, hanno eseguito ispezioni ed eseguito operazioni di routine oltre a prepararsi per l’espansione della stazione con il lancio della navetta fissato per il mese prossimo. Infatti, completati, senza rilevare problemi, gli ulteriori controlli ai cavi elettrici dei razzi a propellente solido dello shuttle, adesso il lancio della missione Atlantis STS-98 è stato fissato per le ore 6.11 p.m. del 7 febbraio (le ore 0.11 ora italiana dell’8 febbraio). Il Comandante della stazione Bill Shepherd, l’ingegnere di volo Sergei Krikalev ed il pilota Yuri Gidzenko hanno eseguito delle procedure di emergenza durante le quali hanno simulato una falla che rendesse necessario evacuare l’avamposto spaziale. Queste simulazioni verranno eseguite regolarmente dagli equipaggi della stazione per manetnerli sempre pronti a queste emergenze. Sempre durante la settimana l’equipaggio ha tenuto aggiornato l’inventario del materiale a bordo della stazione in preparazione dell’arrivo dell’equipaggiamento a seguito del modulo laboratorio "Destiny". I tre astronauti hanno continuato anche gli esercizi fisici e le ispezioni a tutte le apparecchiature vitali della stazione. La prossima settimana verranno eseguiti test delle procedure per l’attracco della navetta. Orbitando ad una quota di circa 368 chilometri di altezza la Stazione Spaziale Internazionale-Alpha funziona perfettamente. Prossimo rapporto il 31 gennaio 2001. Nella foto il comandante Sheperd al lavoro.

Fonte: ISS Status Reports ISS 01-04

 

Giorno 90 - 31/01/2001 – L’attività a bordo della Stazione Spaziale Internazionale-Alpha continua in preparazione dell’arrivo dello space shuttle Atlantis STS-98 la prossima settimana che porterà con se il primo modulo laboratorio scientifico "Destiny". Il lancio rimane fissato per il 7 febbraio 2001 alle ore 6.11 p.m. EST (le 0.11 del 8 febbraio ora italiana). Intanto a bordo della stazione l’Equipaggio Uno continua i suoi esercizi di routine per mantenersi in forma. Alcuni problemi sono stati riscontrati la scorsa settimana quando il Comandante Bill Shepherd ha ripreso l’esperimento chiamato MACE (Middeck Active Control Experiment – Esperimento di controllo attivo), che serve per misurare l’impatto sugli esperimenti dato dal movimento degli astronauti a bordo della stazione. Comunque l’esperimento sembra adesso funzionare a dovere ed i tecnici a Terra stanno cercando di trovare, nell’affollata agenda dei lavori degli astronauti, del tempo per poterlo continuare. I controllori del volo stanno pianificando un esperimento per misurare la carica elettrostatica che si accumula sulla stazione, nel suo viaggio attorno alla Terra, e se questo è correlato alla posizione assunta dai nuovi pannelli solari. Il PCU (Plasma Contactor Units), installato sull’unità fotovoltaica P6 assemblata durante l’ultima missione shuttle, è designato per eliminare tale carica facendo scoccare un arco elettrico e questo test servirà per verificare che tale sistema sia funzionante e pianificare ulteriori sistemi. Inoltre l’equipaggio ed i controllori di volo stanno preparando una simulazione delle procedure di attracco alla ISS-Alpha che avverranno due giorni dopo il lancio dell’Atlantis. Orbitando ogni 90 minuti attorno alla Terra ad una quota di 328 chilometri la Stazione Spaziale Internazionale-Alpha ed il suo equipaggio sono in eccellenti condizioni. Prossimi aggiornamenti saranno nelle pagine dedicata alle missione STS-98. I resoconti settimanali riprenderanno dopo questa missione.

ISS Status Reports ISS 01-05

 

Giorno 115 - 24/02/2001 - Il comandante di Spedizione Uno Bill Shepherd, il pilota Yuri Gidzenko e l'ingegnere di volo Sergei Krikalev hanno effettuato un breve volo con la attorno alla Stazione Spaziale Internazionale e riposizionando la capsula Soyuz dal portello di aggancio assiale del modulo Zvezda a quello radiale che punta verso la Terra del modulo Zarya. Questa manovra durata 30 minuti serviva per liberare il portello di attracco di Zvezda all'arrivo del cargo automatico Progress in arrivo con rifornimenti all'inizio della prossima settimana. Con Gidzenko ai comandi, la Soyuz si è staccata dalla ISS alle 11.06 ora italiana e si è allontanata di circa 900 metri dal modulo Zvezda che l'ha poi fatta ruotare di 45° per posizionarsi direttamente sotto il portello radiale del modulo Zarya. Dopo una breve attesa per controllare che tutto fosse in posizione Gidzenko ha mosso la Soyuz verso l'attracco avvenuto alle 11.37 mentre la ISS sorvolava l'Europa Centrale. L'equipaggio ha poi passato le ore successive a riaprire i portelli fra la Soyuz e la ISS ed ad attivare nuovamente i sistemi ambientali e di telecomunicazioni, che erano stati momentaneamente spenti nel malaugurato caso che Gidzenko non avesse potuto di nuovo attraccare alla ISS e l'equipaggio fosse stato costretto a tornare sulla Terra abbandonando così la stazione. Il Progress verrà lanciato lunedì ed attraccherà alla stazione mercoledì. L'equipaggio scaricherà il cargo e lo caricherà con i rifiuti preparandosi poi all'arrivo della navetta Discovery che li riporterà a Terra.

ISS Status Reports ISS 01-06

 

Giorno 119 - 28/02/2001 - Un cargo automatico Progress ha attraccato alle 10.50 ora italiana al portello posteriore del modulo russo Zvezda, portando all'equipaggio della stazione oltre una tonnellata di rifornimenti. Mentre l'equipaggio di Spedizione Uno guardava dall'interno della stazione il veicolo automatico effettuava un aggancio perfetto. Due ore dopo veniva aperto il portello fra Zvezda e il Progress ed il comandante Shepherd, aiutato dai due cosmonauti russi Gidzenko e Krikalev, iniziavano a scaricare il materiale arrivato da Terra. A bordo vestiario, pezzi di ricambio, computer e materiale di uso per il comandante Shepherd, Gidzenko e Krikalev ed i loro rimpiazzi composti dal comandante di Spedizione Due, il russo Yury Usachev ed i due astronauti americani Jim Voss e Susan Helms che arriveranno la prossima settimana con la navetta Discovery STS-102. Ma oltre al nuovo equipaggio lo shuttle porterà anche equipaggiamento e il primo apparato scientifico da installare all'interno del modulo laboratorio Destiny. Il materiale verrà trasportato con il modulo pressurizzato Leonardo costruito in Italia da Alenia Spazio. Verranno effettuate anche due EVA per completare il lavoro all'esterno di Destiny. La Stazione Spaziale Internazionale-Alpha continua regolarmente la sua missione orbitando ad una altezza di 376 chilometri. Il prossimo aggiornamento quando Discovery verrà lanciato verso la ISS-Alpha.

ISS Status Reports ISS 01-07

RIENTRO AVVENUTO IL 21/3/2001 - vedi missione STS-102

DURATA FINALE DELLA MISSIONE 138g.17h.39m.


QUESTO RAPPORTO CONTINUO DI QUELLO CHE ACCADE A BORDO DELLA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE VIENE TRADOTTO DALL'ORIGINALE NASA CHE POTETE TROVARE A QUESTO INDIRIZZO: http://www.spaceflight.nasa.gov/station/index.html

 

Ultimo aggiornamento 23/3/2001

Sito curato da Massimo Martini