Stazione Spaziale Internazionale

Missione 5A.1 - Spedizione Due

Giorno per giorno


werhsepd.gif (1132 byte)

Qui di seguito un dettagliato rapporto quasi giornaliero di quello che accade a bordo della ISS-Alpha

werhsepd.gif (1132 byte)

Giorno 1 - 19/3/2001 - Alle 3.32 ora italiana l'equipaggio di Spedizione Due ha iniziato ufficialmente il suo soggiorno sulla Stazione Spaziale Internazionale-Alpha. Infatti a quell'ora i portelli fra la stazione e lo shuttle Discovery sono stati chiusi per l'ultima volta e la navetta ha poi lasciato l'avamposto orbitante. Fra i compiti principali del comandante Yuri Usachev ed i due ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms vi è quello di attivare il primo rack di esperimenti installato sul modulo laboratorio Destiny. 

Giorno 10 – 28/3/2001 – La Stazione Spaziale Internazionale è diventata la casa dei nuovi residenti, l’equipaggio di Spedizione Due composto dal comandante Yury Usachev e dagli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms, che si preparano a trascorrevi quattro mesi di permanenza. Alcuni lavori minori devono essere svolti dall’equipaggio e dalla squadra di controllo di volo a Terra a Houston e Mosca ma questo non ha, per il momento, conseguenze sull’operatività e la salute dell’avamposto anche se tiene occupato il tempo degli ingegneri per risolvere alcune procedure problematiche. L’attivazione dell’antenna in banda KU è ancora in attesa a causa di un possibile errore nel software di puntamento della parabola verso Terra. Il sistema di trasmissioni in banda KU verrà usato per le trasmissioni televisive, vocali e dei dati ad alta velocità fra la ISS e la Terra. Le comunicazioni audio normali avverranno invece tramite il sistema di trasmissione in banda S. Per il momento la richiesta di immagini TV viene trasmessa utilizzando un computer portatile con un sistema video digitale. Fino a che il problema non verrà risolto la trasmissione dei dati dall’esperimento HRF (Human Research Facility – Apparecchiatura di Ricerca Umana) posto nel rack del laboratorio Destiny è sospesa. Un sistema di condensazione posto in Destiny non funziona correttamente e così è stata aumentato il ciclo della temperatura per evitare che la condensa si formi. E’ stato svolto un giro di controllo delle apparecchiature e l’equipaggio è stato occupato anche a sistemare altre attrezzature e condurre controlli sullo stato di alcuni carichi utili. Una cyclette (CEVIS) per effettuare esercizio fisico è stata installata questa settimana. Intanto i tecnici a Terra stanno lavorando per riparare il tapis roulant che si era guastato nelle scorse settimane e che permetteva all’equipaggio di eseguire esercizi fisici per combattere l’assenza di gravità senza influire, con le vibrazioni prodotte, sugli esperimenti a bordo. Dal cargo Progress, attraccato alla parte terminale del modulo Zvezda, sono stati trasferiti 89 chilogrammi di Ossidante nelle cisterne del modulo di servizio utilizzando un comando remoto da Terra. Il Progress verrà sganciato dalla Stazione a metà aprile in preparazione dell’arrivo della prossima missione shuttle che porterà il braccio robotico canadese e un altro modulo logistico italiano chiamato "Raffaello". Lo sgancio del Progress servirà a liberare un portello di attracco dove verrà riposizionata la capsula Soyuz nei giorni 16/18 aprile permettendo un maggiore spazio all’arrivo di "Raffaello" che arriverà alcuni giorni dopo. Durante questa settimana è previsto che l’equipaggio di Spedizione Due esegua alcuni lavori di riparazione per tentare di far funzionare l’apparecchiatura di rimozione dell’anidride carbonica posta in un rack del laboratorio Destiny. Il piano prevede di testare un cavo per essere sicuri che funzioni prima di cambiare la pompa di ricambio giunta con la recente missione shuttle. Per il momento, con soltanto tre persone a bordo della stazione, la rimozione dell’ossido di carbonio dalla cabina è condotto adeguatamente dal sistema Vozdukh posto nel modulo russo Zvezda. L’equipaggio prenderà parte venerdì ad un’intervista con i giornalisti della CBS. Intanto al Kennedy Space Center in Florida l’equipaggio della missione STS-100 sta conducendo le attività in preparazione del lancio verso la ISS previsto per il 19 aprile. L’equipaggio internazionale è composto dal comandante Kent Rominger, il pilota Jeff Ashby, l’ingegnere di volo John Phillips, specialisti di missione Scott Parazynski, l’astronauta canadese Chris Hadfield, l’astronauta italiano dell’ESA Umberto Guidoni e il cosmonauta russo Yuri Lonchakov. La Stazione Spaziale Internazionale continua la sua orbita attorno alla Terra in buone condizioni ed a un’altitudine di 384 chilometri. Il prossimo ISS Status Report verrà pubblicato il 4 aprile.

ISS Status Reports ISS 01-08

 

Giorno 16 - 4/4/2001 - L’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale – il comandante Yury Usachev e gli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms – ha trascorso la loro settimana conducendo esperimenti, eseguendo mansioni di routine ed alcuni lavori di riparazione. L’attivazione dell’antenna in banda KU rimane sospesa fino a che un nuovo software verrà inviato da Terra ai computer della Stazione. Questo comando è stato preparato per correggere un apparente errore di puntamento della parabola. Il sistema di trasmissione in banda KU verrà usato per le trasmissioni televisive, voce e dati ad alta velocità. Le comunicazioni normali avvengono attraverso il sistema in banda S e, nel frattempo, ogni richiesta di immagini avviene tramite l’uso di un computer portatile usando il suo sistema video digitale. L’equipaggio ha anche sostituito alcuni componenti del sistema di rimozione dell’ossido di carbonio posto nel modulo laboratorio Destiny tentandone il suo recupero. Ma i problemi di funzionamento continuano e gli ingegneri a Terra pensano di aver individuato una valvola difettosa nell’unità. Il sistema di rimozione del CO2 del modulo Zvezda funziona perfettamente ed è più che sufficiente a pulire l’aria all’interno dei moduli. L’ossigeno per l’equipaggio viene fornito dai serbatoio posti nel cargo automatico Progress che, anche ieri, ha pompato aria nella stazione. Senza il Progress attraccato toccherebbe al dispositivo Elektron, posto nel modulo Zvezda, ha fornire ossigeno ma in questo momento, non essendocene bisogno, è disattivato. Oltre a queste operazioni di revisione l’equipaggio ha lavorato agli esperimenti a bordo. Il rack del modulo Destiny contenente il HRF (Human Research Facility), viene seguito e telecontrollato da una squadra del Centro Telescienza di Supporto che si trova al Centro Controllo Missione di Houston nel Texas. Tutti i carichi utile della stazione vengono gestiti dal Centro di Volo Spaziale Marshall di Huntsville in Alabama dove è situato il Centro Operativo per i Carichi Utili. Per ulteriori dettagli sugli esperimenti scientifici a bordo della ISS, visitate il sito:

http://www1.msfc.nasa.gov/NEWSROOM/news/releases/2001/01-105.html

Il cargo Progress, attualmente attraccato al portello di coda del modulo Zvezda, è previsto che venga sganciato intorno al 15 aprile in preparazione dell’arrivo del prossimo shuttle. La missione STS-100 porterà sulla ISS il braccio robotico canadese della Stazione e il secondo modulo logistico italiano chiamato "Raffaello". Il portello lasciato libero dal Progress verrà occupato dalla Soyuz che verrà spostata a sua volta intorno al 17 aprile lasciando più spazio alle manovre di aggancio del MPLM-2 Raffaello. La data di lancio di STS-100 è attualmente fissata intorno al 19 aprile. Oggi è stato eseguito un piccolo test di accensione dei razzi di manovra del cargo Progress tramite i comandi del modulo Zvezda. Si è trattato della prima volta che questa manovra veniva eseguita ed è avvenuto tutto regolarmente. Questo test serve per preparare la manovra che verrà compiuta la prossima settimana quando, usando i motori del Progress verrà leggermente ridefinita l’orbita della stazione per preparare l’arrivo della capsula Soyuz che deve rimpiazzare l’attuale attraccata alla ISS. Infatti le capsule Soyuz vengono sostituite ogni 180 giorni per avere sempre una nave spaziale in buono stato. E’ stato eseguito anche una prova con i motori di assetto del modulo Zvezda in caso i 4 giroscopi (CMG) della stazione dovessero fermarsi. Il test è stato positivo, è stato fatto credere al computer di Zvezda che i giroscopi si erano fermati e subito sono entrati in funzione automaticamente i razzi di manovra per mantenere l’assetto. La Stazione Spaziale Internazionale continua in buono stato la sua orbita attorno alla Terra ad un’altitudine di 384 chilometri. Il prossimo rapporto sarà divulgato l’11 aprile.

ISS Status Reports ISS 01-09

 

Giorno 23 - 11/4/2001 - L'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale ha trascorso la settimana caricando il  Progress con tutti i rifiuti e le cose non più utilizzate in preparazione del distacco del cargo automatico. Questo per lasciare il portello di coda del modulo Zvezda libero all'aggancio della Soyuz spostata dalla sua precedente posizione. Questi spostamenti vengono effettuati per lasciare più spazio alla navetta Endeavour STS-100 che arriverà alla ISS la prossima settimana portando il braccio robotico canadese e un nuovo modulo logistico italiano carico di rifornimenti. Il resto del combustibile rimasto nel Progress è stato trasferito nei serbatoi del modulo russo Zvezda ieri ed oggi ed è previsto che il rimanente finisca nei serbatoio di Zarya oggi e domani. Il Progress è previsto che effettui lo sgancio automatico alle 9.03 di lunedì dopodiché accenderà i suoi motori di rientro e si disintegrerà nell'atmosfera. Il riposizionamento della Soyuz è previsto per il 18 aprile. La procedura durerà 35 minuti e vedrà i tre astronauti entrare nella Soyuz, sganciarsi dal portello radiale di Zarya, effettuare un volo fino ad agganciarsi al modulo Zvezda al portello di coda. Questo per lasciare lo spazio necessario al modulo logistico "Raffaello" di essere agganciato al portello radiale inferiore del modulo Unity durante la missione STS-100. L'equipaggio di Spedizione Due, composto dal comandante russo Yury Husachev e dai due americani Jim Voss e Susan Helms si avvicina al primo mese di permanenza a bordo della stazione spaziale. L'attivazione del sistema di comunicazione in banda KU è completato e diversi collegamenti questa settimana hanno mostrato l'equipaggio alle prese con la routine giornaliera di esperimenti, controllo delle attrezzature e mantenimento della stazione. Uno dei risultati maggiori è stato il test completo delle due postazioni di controllo del Sistema di Manipolazione Remota conosciuto come Canadarm2. Questo sofisticato braccio robotizzato e il secondo modulo logistico italiano "Raffaello" sono i principali carichi della navetta Endeavour. L'equipaggio di sette persone lunedì mattina sarà in Florida per iniziare gli ultimi tre giorni prima del lancio previsto per il 19 aprile alle 1.41 p.m. CDT (le 19.41 ora italiana) e l'aggancio con la ISS il 21 aprile. Intanto l'equipaggio di Spedizione Due continua gli esperimenti nel modulo laboratorio Destiny con il primo rack HRF e prepara l'arrivo con lo shuttle di altri rack. La Stazione Spaziale Internazionale continua la sua orbita attorno alla Terra in ottime condizioni ad una quota di 386 chilometri. Il prossimo Rapporto ISS verrà pubblicato dopo la missione dell'Endeavour. Fino a quel momento gli aggiornamenti della stazione saranno inseriti nei rapporti giornalieri dello shuttle. Nella foto i tre astronauti, da sinistra Voss, Husachev e Helms.

ISS Status Reports ISS 01-10

 

Giorno 45 - 2/5/2001 -Con l’atterraggio dell’Endeavour a seguito della missione STS-100 e l’arrivo alla Stazione Spaziale Internazionale dell’equipaggio Taxi della Soyuz che ha portato il nuovo veicolo adesso l’equipaggio di Spedizione Due ha iniziato a sistemare le circa due tonnellate di nuovi rifornimenti e materiale. I tre computer di comando e controllo di bordo sono stati recuperati, in buona parte, con il C&C n.2 usato come principale e C&C n.1 come copia. Il terzo correntemente è in attesa mentre continuano i lavori per caricare tutti i programmi sull’hard disk come sul computer principale. Mentre continua l’investigazione a Terra sui problemi subiti dai computer di bordo continua l’attività scientifica sulla Stazione. Il comandante Yury Usachev e gli ingegneri di bordo Jim Voss e Susan Helms stanno procedendo alla supervisione dei diversi rack di esperimenti incluso uno che viene controllato da Terra e questo è il primo che funziona in questo modo. Eccetto che per il HRS (Human Research Facility - ), tutti i carichi utili della stazione sono supervisionati dal Centro NASA di Huntsville, in Alabama. Infatti il HRS viene controllato dal Centro di Supporto per la Telescienza del Centro Spaziale Johnson del Texas. Il sistema di rimozione del biossido di carbonio del modulo laboratorio Destiny funziona soltanto alla metà della sua capacità ma assieme a quello russo provvede ad una adeguata rimozione di CO2 per tutti e sei i membri dell'equipaggio. L'equipaggio della Soyuz dovrebbe lasciare la stazione sabato notte alle 9.19 p.m.CDT (le 4.19 ora italiana di domenica) con la capsula che, lo scorso novembre portò Spedizione Uno. La nuova Soyuz resterà attraccata alla stazione per i prossimi sei mesi come veicolo di ritorno in caso di necessità. In preparazione per il cambio delle Soyuz un test di accensione dei razzi è stato programmato per i prossimi giorni ed è simile a quello effettuato dallo shuttle prima di rientrare sulla Terra. Dal 10 maggio, e per ogni giovedì fino all'arrivo della prossima missione shuttle, l'equipaggio effettuerà delle prove con il Canadarm2. Questo per verificare la sua operatività in vista dell'installazione del prossimo componente della stazione, il Joint Airlock (la camera di equilibrio per le attività extraveicolari). Infatti questo elemento potrà essere installato soltanto usando il nuovo braccio robotico della stazione. La ISS continua la sua orbita attorno alla Terra in buone condizioni alla quota di 395 chilometri.

ISS Status Reports ISS 01-11

 

Giorno 49 - 6/5/2001 - L’equipaggio della Soyuz 2 si è staccato con successo dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) nella tarda serata di sabato, ora USA, ed è atterrato in sicurezza nelle steppe Centrali del Kazakhstan la mattina di domenica ed ha cosi completato il trasporto della nuova Soyuz utilizzata come capsula di ritorno di emergenza per l’equipaggio di Spedizione Due. La capsula Soyuz, che aveva portato l’equipaggio di Spedizione Due verso la ISS lo scorso novembre, si è sganciata dal portello di poppa del Modulo di Servizio Zvezda alle 9.21 p.m. (le 3.21 ora italiana) mentre la ISS sorvolava l’Est della Russia. Circa due ore e mezzo dopo sono stati accesi i motori della Soyuz per oltre quattro minuti nella manovra di uscita dall’orbita che permette alla capsula di prepararsi a scendere sulla Terra. I controllori di volo Russi confermano l’atterraggio dell’equipaggio della Soyuz 2 alle 6.42 ora italiana di domenica mattina. Con il nuovo veicolo Soyuz sicuramente agganciato alla porta che guarda verso la Terra del modulo Zarya, l’equipaggio di Spedizione Due ha preso un giorno e mezzo di riposo prima di riprendere il lavoro nel pomeriggio di lunedi. La ISS continua la sua orbita attorno alla Terra in ottime condizioni all’altitudine di 395 chilometri.

ISS Status Reports ISS 01-12

 

Giorno 52 - 9/5/2001 - L’equipaggio di Spedizione Due della Stazione Spaziale Internazionale ha focalizzato la sua attenzione ai controlli iniziali del nuovo braccio robotico adesso che i computer di comando e controlli dell’avamposto funzionano regolarmente. Iniziando circa alle 15 ora italiana di oggi (giovedì) e proseguendo ogni giovedì per le prossime sei settimane, il SSRM (Space Station Remote Manuipulator) costruito dal Canada e consegnato durante il recente volo dello shuttle, verrà testato in preparazione della sua prima operazione con l’installazione del portello di uscita il prossimo Giugno. Il controllo di domani verte sul test del sistema di cattura e sulla possibilità di spostarsi fra i punti di aggancio del Canadarm2: uno posto sul laboratorio Destiny ed uno sul tunnel di trasferimento fra il laboratorio e il modulo Unity. Gli ingegneri a Terra hanno lavorato 24 ore su 24 per ripristinare alla piena operatività i computer di Comando e Controllo da quando, la scorso mese durante la visita dell’Endeavour, ci fù il guasto di due delle tre unità. I computer – conosciuti come C&C (Comando e Controllo) 1, 2 e 3, agiscono da interfaccia fra i sistemi della stazione, i il software e gli hard disk che contengono i programmi per le varie attività richieste, comprese le operazioni del braccio robotico conosciuto come Canadarm2. La configurazione attuale utilizza il C&C 2 come computer principale, il C&C 1 come copia perfettamente funzionante e il C&C 3 è disponibile in attesa senza però utilizzare le unità di stoccaggio dati. L’hard disk del C&C 3 ha mostrato le stesse caratteristiche potenziali di guasto del C&C1. Come risultato di questo l’equipaggio ha costruito un computer di ricambio questa settimana ed è pronto a rimpiazzarlo al posto del C&C3, se necessario. A proposito di questo addizionali parti di ricambio di computer sono state caricate a bordo del prossimo veicolo di rifornimento Progress previsto per il lancio il 20 maggio dal Cosmodromo di Baikonur nel Kazakhstan. Questo veicolo dovrebbe agganciarsi il 22 maggio al portello di coda del modulo russo Zveda. L’hard disk guasto era stato riportato a Terra a bordo dell’Endeavour il 1° maggio e sono tuttora in corso controlli per capire la causa del problema. Con una nuovo veicolo Soyuz disponibile per la ISS, il comandante di Spedizione Due Yury Usachev (nella foto all'interno del modulo Zvezda) e gli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms sono tornati al lavoro di bordo e si preparano a seguire il braccio robotico utilizzando la postazione posta nel laboratorio Destiny. Fra le loro attività c’è anche il completamento della riparazione del tapis roulant di Zvezda riportandolo al pieno utilizzo per la prima volta dopo che si era rotta durante la missione di Spedizione Due. Le attività scientifiche continuano a bordo, predisposte attorno al lavoro del braccio robotico e delle operazioni di manutenzione. Eccetto che per il HRF (Human Research Facility – Apparecchiatura di Ricerca Umana) che è monitorato e controllato dal Centro di Supporto della Telescienza di Houston nel Texas tutti gli altri esperimenti sono supervisionati dal Centro di Volo Spaziale Marshall di Huntsville in Alabama. Per ulteriori dettagli su questi esperimenti a bordo della ISS, visita il seguente sito web: http://www.scipoc.msfc.nasa.gov/ .   La Stazione Spaziale Internazionale opera in buone condizioni all’altitudine di 395 chilometri. Il prossimo rapporto verrà divulgato il 16 maggio.

ISS Status Reports ISS 01-13

 

Giorno 59 - 16/5/2001 - Le attività dell'equipaggio di Spedizione Due a bordo della Stazione Spaziale Internazionale questa settimana si sono concentrate sull'arrivo di due navi spaziali - il prossimo cargo automatico Russo Progress previsto per l'inizio della prossima settimana e la navetta Atlantis fra circa un mese. Il quarto veicolo Progress destinato a portare rifornimenti verrà lanciato da un vettore Soyuz alle 22.33, ora italiana, domenica prossima dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan ed il suo aggancio al portello di coda del modulo Zvezda è prevista approssimativamente alle 0.20 di martedì. Il comandante Yuri Usachev ha controllato il sistema di aggancio manuale della stazione nel caso la procedura automatica non funzionasse. Il Progress porterà oltre una tonnellata di rifornimenti che includono cibo, pezzi di ricambio per computer ed altro materiale logistico. Intanto Jim Voss e Susan Helms continuano con successo i vari test del nuovo braccio robotico della stazione che verrà usato per installare il portello di uscita il prossimo mese. Questi test verranno effettuati ogni giovedì per le prossime settimane fino all'arrivo delI'Atlantis. I computer della ISS sono tutti e tre di nuovo perfettamente funzionanti. I grandi pannelli solari installati lo scorso novembre funzionano regolarmente anche se i controllori del volo hanno riscontrato un livello di corrente elettrica più elevato nei motori che permettono l'inseguimento del sole. Continuano regolarmente anche tutti gli esperimenti scientifici a bordo della ISS che orbita a 401 chilometri sopra la Terra.

ISS Status Reports ISS 01-14

 

Giorno 65 - 22/5/2001 - A due giorni dal lancio di domenica, un cargo russo Progress ha attraccato in modo automatico alla parte posteriore del modulo Zvezda della Stazione Spaziale Internazionale alle 2.24 di oggi. Questo è il quarto Progress dedicato al rifornimento dell'avamposto orbitante. Il Progress ha trasportato circa 1500 chilogrammi di rifornimenti comprendenti cibo, pezzi di ricambio per computer ed altro materiale logistico che inizierà ad essere scaricato mercoledì dal comandante di Spedizione Due Yury Usachev e dagli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms. Il Progress si unisce alla capsula Soyuz, che si trova attraccata al portello radiale del modulo Zarya che guarda verso Terra, e spiana la strada all'arrivo, fra tre settimane, della navetta Atlantis con il suo equipaggio di cinque astronauti con la missione STS-104 che installerà la gigantesca camera di equilibrio che completerà la seconda fase di assemblaggio della stazione. In attesa dell'arrivo del Progress, Voss e la Helms hanno passato il lunedì a manovrare il braccio robotico canadese della stazione per acquisire dati ulteriori sulla causa del problema intermittente, riscontrato la scorsa settimana, nell'attività di un sistema di riserva del software del braccio. Il test di ieri ha ripetuto alcune operazioni ed il sistema ridondante ha funzionato perfettamente. Mentre il lavoro sul braccio procedeva Usachev testava il sistema di aggancio manuale ed automatico della stazione in preparazione dell'arrivo del veicolo Progress. Ora tutto è pronto per eseguire giovedì una simulazione completa del braccio robotico per l'installazione del Joint Airlock (la camera di equilibrio). Il Canadarm2 è il solo che può eseguire la manovra di assemblaggio dell'Airlock al modulo Unity perchè il braccio dello shuttle non può raggiungere quel punto. In preparazione di questa operazione, la simulazione di giovedì rifletterà tutti i movimenti pianificati per Giugno quando l'Airlock sarà attaccata al braccio.  Questo test non solo accerterà la capacità operativa del braccio, ma anche sui sistemi ridondanti di hardware e software. I sistemi principali vennero testati due settimane fa senza problemi. se il controllo di questa settimana procederà con successo venerdì ci sarò un incontro del Team di Supervisione della Missione ISS che deciderà la necessità di un rimpiazzo di uno dei computer del braccio posti sopra di esso. Se richiesto il cambio della unità sarà aggiunta alla prevista EVA "interna" dell'8 giugno. Questa passeggiata servirà a riposizionare il cono di attracco nel compartimento cilindrico di trasferimento dove il modulo Zvezda è collegato al modulo Zarya. Il cono di attracco serve come obiettivo e punto iniziale di contatto per il Compartimento Russo di Aggancio (RDC) il cui arrivo alla stazione è previsto alla fine di agosto o primi di settembre. Mentre continuano le attività orbitali lo Space Shuttle Atlantis viene preparato al lancio che avverrà il 14 giugno alle 22.00, ora italiana. L'orbiter verrà portato alla rampa di lancio del Centro Spaziale Kennedy la prossima settimana. Le attività scientifiche a bordo della stazione continuano regolarmente mentre il complesso orbita a 401 chilometri sopra la Terra. Il prossimo rapporto di stato della ISS verrà pubblicato il 30 maggio.

ISS Status Reports ISS 01-15

 

Giorno 73 - 30/5/2001 - Gli ingegneri della Stazione Spaziale Internazionale continuano ad incontrare problemi con il braccio robotico canadese Canadarm2 dopo aver tentato ieri, senza successo, di risolvere l'interruzione delle comunicazioni con uno dei giunti attraverso una modifica del software. Dovendo necessitare di maggiore tempo per studiare il problema di comunicazione del sistema secondario i direttori del programma Shuttle e ISS hanno deciso di posporre il lancio di Atlantis per la missione STS-104 non prima dell'inizio di luglio. Di conseguenza il prossimo volo di assemblaggio dopo questo, il Discovery STS-105, è stato rimandato non prima di agosto. In questo modo i direttori del programma potranno considerare la decisione di rimpiazzare il giunto durante il volo di agosto durante una delle due EVA pianificate da parte degli astronauti Dan Barry e Patrick Forrester. Comunque nessuna decisione finale è stata ancora presa. Il Canadarm2, recentemente installato, ha un sistema di controllo computerizzato pienamente ridondante. Tutti gli snodi funzionano perfettamente attraverso il canale di controllo principale, ma il sistema di riserva ha incontrato una serie di problemi. Questi problemi non si sono ripetuti in test successivi ma il problema è di nuovo sbucato fuori durante un ulteriore controllo la settima scorsa quando il giunto ha sperimentato interruzioni nelle comunicazioni con l’unità computer di riserva. Le speranze erano che si trattasse di un problema di software che potesse essere risolto dagli ingegneri canadesi che hanno ideato il braccio ma così non è stato e quindi il problema ha bisogno di ulteriori test ed analisi. Gli esperti di robotica sospettano che il problema risieda nel giunto stesso e non nel software o nei computer destinati alle comunicazioni. Gli ingegneri di volo Voss ed Helms di Spedizione Due avrebbero dovuto effettuare una simulazione dell’installazione dell’Airlock oggi ma è stata rinviata. Il Canadarm 2 è indispensabile per prendere l’Airlock dal vano di carico dell’Atlantis e portarlo fino all’aggancio con il portello laterale del modulo Unity. L’Airlock, del peso di 12 tonnellate e mezzo, permetterà future attività EVA sia con tute spaziali russe che USA. Il braccio robotico dello shuttle non può raggiungere il punto dove deve essere installato l’Airlock. Nel frattempo i direttori del programma ISS decideranno venerdì se chiedere a Voss ed al comandante Usachev di aggiungere alla loro passeggiata "interna", prevista per l’8 giugno, anche la sostituzione del computer del braccio. La prima EVA effettuata dalla ISS prevede infatti il riposizionamento del meccanismo di aggancio nel modulo Zvezda in preparazione all’arrivo, nel corso dell’anno, del modulo russo di aggancio (DM). Se venisse effettuata questa scelta Voss e Usachev uscirebbero fuori dalla stazione prima di effettuare il lavoro con il meccanismo di aggancio che è all’interno del modulo russo. Gli ingegneri a terra hanno anche controllato le prestazioni di uno dei due motori delle ali di pannelli solari del modulo P6. Sebbene l’energia elettrica generata sia più che sufficiente per i fabbisogni di bordo il motore in questione (che serve ad inseguire costantemente il Sole) genera più calore del normale e potrebbe dover essere sostituito in una delle missioni shuttle future. Nel frattempo Usachev, Voss e la Helms hanno completato lo scarico del cargo automatico Progress arrivato alla ISS la scorsa settimana con un carico di oltre 1.5 tonnellate di rifornimenti, cibo, vestiario e pezzi di ricambio. Fra questi anche un nuovo hard disk che verrà installato in uno dei tre computer principali della Stazione riportando l’avamposto alla piene operatività. Gli esperimenti scientifici a bordo del laboratorio Destiny continuano regolarmente. La Stazione Spaziale Internazionale continua ad orbitare regolarmente ad un’altezza di circa 401 chilometri. Nella foto l'astronauta Susan Helms mentre osserva la Terra dall'oblò posto nel laboratorio Destiny.

ISS Status Reports ISS 01-16

 

Giorno 80 - 6/6/2001 - L'equipaggio di Spedizione Due questa settimana è occupato nella  preparazione della prima passeggiata spaziale (EVA) con uscita dalla Stazione Spaziale pianificata per venerdì e continua ad assistere il personale a Terra per risolvere il problema con il braccio robotico nella modalità ausiliaria. Il comandante Yuri Usachev e l'ingegnere di volo Jim Voss apriranno il portello del modulo Zvezda venerdì mattina alle 9.30 (le 16.30 ora italiana) e riposizieranno il meccanismo di aggancio in preparazione dell'arrivo del modulo di aggancio russo previsto per quest'anno. Entrambi gli astronauti indosseranno le loro tute russe per le attività extraveicolari ed entreranno nel compartimento di trasferimento giovedì e condurranno un addestramento pratico per l'operazione che verrà effettuata in circa 30/40 minuti. Per precauzione i vari portelli all'interno della stazione verranno chiusi in modo che il piccolo compartimento di trasferimento sferoidale possa essere depressurizzato. Durante tutta l'EVA l'ingegnere di volo Susan Helms rimarrà nel modulo Zarya. Intanto l'Agenzia Spaziale Canadese (CSA) ha previsto per oggi l'invio di comandi al computer che controlla il braccio robotico Canadarm 2 nel tentativo di risolvere il problema  con uno dei sette snodi nella modalità ausiliaria. Infatti attraverso il sistema principale il braccio funziona regolarmente ma, prima di effettuare il lancio di Atlantis con il nuovo Airlock per le uscite nello spazio, il braccio deve funzionare regolarmente sia con il sistema principale che con quello secondario. Fino a che, alla fine di questa settimana, non sarà stato valutata la situazione del Canadarm2 non sarà fissata la data di lancio delle prossime due missioni shuttle di assemblaggio. Il prossimo volo, fissato all'incirca all'inizio di luglio, rimane in forse fino a che non possa essere condotta una simulazione completa dell'installazione dell'Airlock mentre il volo seguente rimane fissato all'inizio di agosto e porterà l'equipaggio di ricambio di Spedizione Due. Il comandante di Spedizione Tre Frank Culbertson e gli ingegneri di volo Vladimir Dezhurov e Mikhail Turin hanno completato oggi la loro fase di addestramento presso la Città delle Stelle, nei pressi di Mosca. Gli esperimenti scientifici a bordo di ISS continuano regolarmente mentre il complesso orbita ad un'altezza di 385 chilometri.

ISS Status Reports ISS 01-17

Giorno 82 - 8/6/2001 - Il comandante di Spedizione Due Yuri Usachev e l'astronauta Jim Voss hanno compiuto la loro prima passeggiata spaziale della ISS (Stazione Spaziale Internazionale) venerdì, completando tutti i loro compiti in anticipo con le previsioni. Usachev e Voss sono entrati nel piccolo compartimento sferico posto nella zona anteriore del modulo di servizio Zvezda per iniziare la prima passeggiata della ISS senza la presenza di uno shuttle. Hanno rimosso un portello del compartimento che guarda verso la Terra  esponendosi al vuoto dello spazio ed hanno così iniziato la loro EVA alle 16.21 ora italiana. Dopo aver aperto il portello vi hanno installato il cono di aggancio che era stato temporaneamente posto all'interno del compartimento e lo hanno fissato richiudendo poi il portello verso le 16.40 e concludendo così ufficialmente la passeggiata spaziale "interna". Con l'aiuto della loro collega Helms, che coordinava l'attività dall'interno del modulo Zarya tutto si è svolto molto più velocemente del previsto. L'EVA è infatti durata soltanto 19 minuti contro i 30/40 previsti. Il cono di aggancio è stato posizionato in preparazione dell'arrivo del compartimento di aggancio russo (DC) previsto durante l'anno. Intanto i direttori del programma shuttle hanno rinviato il lancio della navetta Atlantis STS-104 a non prima del 7 luglio. Infatti i problemi con il braccio robotico canadese non sono ancora stati risolti. Anche il volo STS-105 della navetta Discovery, che porterà l'equipaggio di Spedizione Tre sulla ISS e riporterà sulla Terra quello di Spedizione Due, sarà lanciato non prima del 5 agosto.

ISS Status Reports ISS 01-18

 

Giorno 87 – 13/06/2001 – Mentre l’equipaggio di Spedizione Due si avvicina al suo centesimo giorno nello spazio, continua il lavoro per prendere confidenza con l’operazione che il braccio robotico della stazione dovrà eseguire nell’installazione del Portello Congiunto (Joint Airlock). Venerdì segnerà il centesimo giorno nello spazio per i tre membri dell’equipaggio, il comandante Yuri Usachev e gli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms fin dal loro lancio avvenuto il 3 marzo per rimpiazzare l’equipaggio di Spedizione Uno. Intanto per venerdì è fissato un completo controllo del braccio robotico della stazione chiamato Canadarm 2 e verranno provate tutte le manovre che dovranno essere effettuate durante l’installazione del prossimo componente pressurizzato, il portello, di cui è previsto il lancio a bordo del traghetto spaziale Atlantis il 12 luglio dal Kennedy Space Center in Florida. Il previsto controllo della durata di 4 ore è fissato per le 10 a.m. CET (le 18 ora italiana) e servirà per due scopi. Il primo verificherà l’abilità del braccio di effettuare l’installazione dell’Airlock sul modulo Unity della stazione mentre il secondo permetterà di continuare ad investigare sui motivi della intermittente perdita di comunicazioni fra il computer di controllo ed uno dei giunti snodati. Un software diagnostico è stato caricato sui computer di bordo della stazione nel tentativo di ottenere ulteriori dati sull’operatività del braccio. A causa di ciò i direttori del programma shuttle e della ISS hanno deciso di rinviare il viaggio dell’Atlantis dal VAB alla rampa di lancio fino a che i problemi con il braccio robotico continuano. Fino a questo momento il rollout è previsto per martedì per poter effettuare il lancio intorno alle 4 a.m. CET del 12 luglio (le 11 ora italiana) . L’altra scelta esistente è quella di rinviare la missione fino a settembre e far volare per primo il Discovery con la missione STS-105 non prima del 5 agosto per portare l’equipaggio di Spedizione Tre a sostituire quello di Spedizione Due. Questa settimana è stata molto indaffarata a bordo della stazione per gli esperimenti scientifici effettuati e che hanno occupato ben 25 ore del tempo dell’equipaggio. La Stazione Spaziale Internazionale orbita ad un’altezza di 385 chilometri. Il prossimo rapporto della ISS verrà pubblicato il 20 giugno o prima se interverranno eventi significativi. Nella foto l'equipaggio durante una conferenza stampa in collegamento con il Controllo Missione di Houston.

ISS Status Reports ISS 01-19

 

Giorno 94 - 20/06/2001 - Dopo un intenso lavoro di analisi, compiuto dai dirigenti del Programma della Stazione Spaziale, martedì è stata data la luce verde per procedere al lancio di Atlantis non prima del 12 luglio per portare il portello congiunto (Joint Airlock) pesante 6.5 tonnellate al complesso orbitale. La decisione del lancio di Atlantis in luglio arriva dopo diverse revisioni nelle quali squadre di ingegneri della NASA, dell'Agenzia Spaziale Canadese e dell'industria costruttrice del braccio la MD Robotics, concludevano che l'errore di comunicazione, fra il giunto snodato del Canadarm2 e il computer principale che comanda l'unità, era attribuibile ad un problema intermittente con un chip del sistema elettronico del giunto e non un era dovuto ad un problema del giunto stesso. Come risultato di questo gli ingegneri canadesi hanno completato un'aggiunta al software che indichi al Canadarm2 di ignorare errori di comunicazione simili che potrebbero capitare dal chip mentre il braccio sta spostando l'Airlock dal vano di carico dell'Atlantis al modulo Unity. Il braccio, in realtà, funziona perfettamente sia con il sistema primario che con quello di riserva con tutti e sette gli snodi e soltanto un comando non è stato eseguito diverse settimane fa nel sistema di riserva di uno snodo. Gli ingegneri di volo di Spedizione Due jim Voss e Susan Helms hanno in programma di completare un secondo test completo giovedì usando il sistema principale del braccio. Il braccio ha funzionato perfettamente con il sistema secondario in un test condotto la scorsa settimana. Con il braccio dichiarato in ottima condizione e pronto a supportare le operazioni di installazione dell'Airlock, i manager del Programma Shuttle hanno ordinato che Atlantis venisse trasportato alla rampa di lancio 39/B del KSC giovedì mattina. Il rollout doveva avvenire questa mattina ma è stato rinviato a causa di fulmini nella zona caduti durante la notte. I direttori si incontreranno al KSC il 28 giugno per il tradizionale  controllo precedente al volo per fissare la data definitiva del lancio di Atlantis. La navetta Discovery, che si trova anch'essa nel VAB, rimane fissata per essere trasportata alla rampa 39/A la prossima settimana per effettuare il lancio non prima del 5 agosto con la missione STS-105 che trasferirà l'Equipaggio Tre alla ISS assieme a cibo, vestiario e supporti logistici per l'avamposto. Il Comandante di Spedizione Due Yury Usachev, assieme a Voss ed Helms continuano una varietà di investigazioni scientifiche con più di 17 ore di esperimenti programmati. La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) orbita regolarmente ad un'altezza di 385 chilometri. Il prossimo rapporto missione verrà distribuito il 27 giugno o prima se interverranno eventi significativi. Nella foto la Helms al lavoro alla console del sistema HRF all'interno del modulo laboratorio Destiny.

ISS Status Reports ISS 01-20

 

Giorno 101 - 27/6/2001 - Mentre i direttori dei programmi shuttle e ISS preparano un'incontro per decidere la data definitiva di lancio dello shuttle Atlantis missione STS-104 diretta all'avamposto, l'equipaggio di Spedizione Due continua i test del braccio robotico in preparazione per il suo primo compito operativo nell'istallazione del Portello Congiunto sul modulo Unity. Questo faccia a faccia chiamato Flight Readiness Review (Revisione di Prontezza Volo) viene effettuato al Centro Spaziale Kennedy (KSC) giovedì ed allora si aspetta che venga fissata la data di lancio per il 12 luglio alle ore 4.04 a.m. CDT (le 10.04 ora italiana). Questa decisione dipende dal completamento dei controlli del braccio robotico in orbita ed in caso positivo la navetta Atlantis arriverà con il nuovo componente per la stazione nel tardo pomeriggio del 13 luglio. Il Portello è un componente critico che permetterà di effettuare EVA (Attività extraveicolare) o passeggiate spaziali sia con tute spaziali USA che con le russe Orlan senza la presenza della navetta. Il Portello aggiungerà anche circa 60 metri cubi di spazio alla stazione portandolo ad un totale di circa 600 metri cubi totali. Il modulo, pesante sei tonnellate e mezzo, è stato costruito dalla Boeing al Centro di Volo Spaziale Marshall della NASA e può essere agganciato alla stazione soltanto usando il nuovo braccio robotico canadese che è stato aggiunto nella più recente missione shuttle di aprile. Sin da quel momento il Canadarm2, com'è adesso conosciuto, è stato sottoposto ad intensi controlli. Alcuni problemi durante i  test hanno rimandato il lancio, ma questi sono al momento risolti. Gli ingegneri di volo di spedizione Due Jim Voss e Susan Helms condurranno una simulazione addizionale della installazione del Portello giovedì e che segue una identica avvenuta una settimana fa. In preparazione per il lancio, l'equipaggio di STS-104 è nello spazioporto della Florida per la tradizionale simulazione del conto alla rovescia che si concluderà venerdì. Il comandante di Spedizione Due Yury Usachev e gli ingegneri di volo Voss ed Helms continuano una varietà di investigazioni scientifiche questa settimana con oltre 25 ore di lavoro sugli esperimenti previsto per l'equipaggio. La Stazione Spaziale Internazionale orbita ad un'altezza di 385 chilometri. Il prossimo rapporto sullo stato verrà pubblicato giovedì 5 luglio o prima se interverranno eventi significativi.

ISS Status Reports ISS 01-21

 

Giorno 109 - 05/07/2001 - Un'altra settimana di test per il braccio robotico della Stazione Spaziale Internazionale oltre al lavoro di inventario del materiale a bordo da parte dell'equipaggio di Spedizione Due ed il prossimo lancio dell'Atlantis che trasporterà l'Airlock. Il controllo del Sistema di Manipolazione Remota della Stazione Spaziale (SSRMS), conosciuto come Canadarm2, sono proseguiti questa settimana testando le posizioni e le sequenze che saranno utilizzate durante l'installazione dei serbatoio ad alta pressione di Ossigeno ed Idrogeno all'esterno dell'Airlock dopo che questo sarà stato fissato sul modulo Unity della stazione. Lavorando dalla postazione di controllo del Canadarm2, posta nel modulo laboratorio Destiny, gli ingegneri di volo Susan Helms e Jim Voss hanno manovrato il braccio con il sistema secondario o di riserva compiendo operazioni previste dopo l'arrivo dell'Atlantis la prossima settimana. Il lancio di Atlantis è fissato per le 4.04 a.m. Central Time (le 10.04 ora italiana) del 12 luglio e l'aggancio alla stazione è previsto per il pomeriggio del 13 luglio. All'interno del vano di carico si trova l'Airlock pesante 6.5 tonnellate e che aggiungerà la capacità di eseguire passeggiate spaziali (EVA) dall'avamposto orbitante. Mentre Atlantis è vicino alla sua visita alla stazione anche la navetta Discovery è stata portata sulla rampa di lancio dalla quale partirà ad agosto per trasferire il prossimo equipaggio residente alla stazione. Spedizione Tre sarà comandata dall'astronauta veterano Frank Culbertson assieme ai due cosmonauti russi Vladimir Dezhurov e Mikhail Turin. L'equipaggio di Spedizione Due continua intanto una varietà di esperimenti scientifici. Per un dettaglio delle esperienze scientifiche a bordo della ISS visita il seguente sito:

http://www.scipoc.msfc.nasa.gov/

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) orbita in eccellenti condizioni ad un'altitudine di circa 385 chilometri e le varie opportunità di poterla osservare da vari punti della Terra possono essere visti al seguente sito: 

http://www.spaceflight.nasa.gov/realdata/sightings/

Da questo momento le informazioni della ISS saranno combinate assieme a quelle dello status dello shuttle e riprenderanno separatamente dopo il completamento della missione STS-104. 

ISS Status Reports ISS 01-22

 

Giorno 131  - 1/8/2001 - Dopo una settimana e mezzo passata dall'ultima visita dello shuttle alla Stazione Spaziale Internazionale l'equipaggio di Spedizione Due continua la preparazione per il termine della sua permanenza a bordo del complesso spaziale. La navetta Discovery missione STS-105 partirà fra una settimana per trasferire rifornimenti, apparecchiature e il prossimo equipaggio che dovrà vivere a bordo dell'avamposto orbitante. Immediatamente dopo la partenza di Atlantis il comandante della stazione Yury Usachev e gli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms hanno iniziato a disfare e  sistemare i rifornimenti portati dalla navetta mentre, nello stesso tempo, si preparavano per l'arrivo dei loro rimpiazzi. L'equipaggio di Spedizione Tre consiste nel comandante Frank Culbertson nel pilota Vladimir Dezhurov e nell'ingegnere di volo Mikhail Tyurin. I tre verranno trasportati a bordo del Discovery dal comandante Scott Horowitz, il pilota Rick Sturckow e gli specialisti di missione Dan Barry and Pat Forrester. Gli equipaggi di STS-105 e Spedizione Tre  arriveranno al Kennedy Space Center in Florida domenica prossima e il conto alla rovescia inizierà lunedì. Intanto a mezzo mondo di distanza, al cosmodromo di Baikonur nel Kazakhstan il quinto cargo automatico Progress è pronto al lancio, previsto per il 21 agosto, e che verrà seguito, il 15 settembre, dal prossimo componente della stazione, il compartimento di aggancio russo chiamato "Pirs" che in russo vuol dire molo. L'equipaggio di Spedizione Due ha continuato a controllare tutta una serie di esperimenti  mentre impacchettava la sua roba per il ritorno a casa. La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) orbita attorno alla Terra alla quota di 385 chilometri ed è in perfette condizioni. Il prossimo rapporto verrà rilasciato mercoledì 8 agosto. Nella foto, ripresa dell'equipaggio, l'eruzione del vulcano Etna il 22 luglio scorso.

ISS Status Reports ISS 01-23

 

Giorno 138 - 8/8/2001 - Con il Discovery sulla rampa 39-A del Centro Spaziale Kennedy pronta per il lancio domattina con obiettivo la Stazione Spaziale Internazionale, l'equipaggio di Spedizione Due ha completato di impacchettare i suoi effetti personali e le apparecchiature per il loro rientro sulla Terra, dopo più di cinque mesi in orbita, ed attendono l'arrivo dei loro rimpiazzi. La missione STS-105, che trasporterà il terzo equipaggio residente sulla ISS, ha il lancio previsto per domani alle 4.38 p.m. CET (le 23.38 ora italiana) quando la stazione passerà sopra il sud dell'Australia ad un'altezza di circa 384 chilometri. Il comandante del Discovery Scott Horowitz, il pilota Rick Sturckow e gli specialisti di missione  Pat Forrester e Dan Barry sono pronti a trasportare l'equipaggio di Spedizione Tre con il comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin verso la stazione per una permanenza di quattro mesi e succedono a Usachev, Voss ed Helms che si trovano lì fin dall'8 marzo. La navetta Discovery è stata dichiarata pronta al lancio questa settimana dopo che i responsabili dello NASA hanno effettuato un controllo delle unità idrauliche che permettono agli ugelli dei booster di orientarsi leggermente durante il lancio. La notte scorsa, a bordo della ISS, uno dei tre computer di comando e controllo (C&C 1) e che viene usato come riserva per le operazione di alcune attività della stazione, ha sperimentato un problema nella lettura del suo hard disk. L'hard disk contiene una varietà di comandi per le attività dei segmenti USA del complesso. I controllori di volo hanno tentato di ricaricare il computer ma senza successo e stanno continuando a provare a farlo tornare operativo. Questo computer ha soltanto perso alcune delle sue funzionalità. I computer principale della stazione (C&C 3) opera normalmente mentre il terzo computer (C&C 2) si trova in uno stato di standby per essere pronto ad entrare in funzione come backup del C&C 3. Un nuovo computer di comando e controllo si trova a bordo del Discovery per essere portato sulla ISS come ricambio e può essere istallato, se richiesto. Il problema al computer di riserva non ha comunque impatto sulle operazioni della stazione e non ha nemmeno effetto sulla missione che porterà il nuovo equipaggio sull'avamposto orbitale.  Mentre attende l'arrivo del nuovo equipaggio i tre astronauti a bordo della ISS continuano anche a controllare gli esperimenti. Se volete sapere di più sugli esperimenti scientifici a bordo della ISS visitate il sito: http://www.scipoc.msfc.nasa.gov/  La Stazione Spaziale Internazionale orbita ad un'altezza di 385 chilometri ed il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la conclusione della missione STS-105. Gli aggiornamenti delle condizioni della ISS verranno pubblicati assieme a quelli della missione del Discovery STS-105.

ISS Status Reports ISS 01-24

 

Giorno 167 - 22/8/2001 - L'equipaggio di Spedizione Tre, composto dal comandante Yuri Usachev, e gli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms è rientrato sulla Terra a bordo della navetta Discovery concludendo la sua permanenza di cinque mesi e mezzo sulla Stazione Spaziale Internazionale.


QUESTO RAPPORTO CONTINUO DI QUELLO CHE ACCADE A BORDO DELLA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE VIENE TRADOTTO DALL'ORIGINALE NASA CHE POTETE TROVARE A QUESTO INDIRIZZO: http://www.spaceflight.nasa.gov/station/index.html

 

Ultimo aggiornamento 23/8/2001

Sito curato da Massimo Martini