Stazione Spaziale Internazionale

Missione 7A.1 - Spedizione Tre

Giorno per giorno

werhsepd.gif (1132 byte)

Qui di seguito un dettagliato rapporto quasi giornaliero di quello che accade a bordo della ISS-Alpha

werhsepd.gif (1132 byte)

Giorno 3 - 23/8/2001 - Poche ore dopo il ritorno dell'equipaggio di Spedizione Due al Centro Spaziale Kennedy l'equipaggio di Spedizione Tre a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS-nella foto) ha ricevuto nuovi rifornimenti e combustibile questa mattina a seguito dell'aggancio senza problemi del cargo Progress. Il cargo automatico Progress 5 ha attraccato regolarmente al portello di poppa del modulo Zvezda alle 4.51 a.m. CET (le 11.51 ora italiana) dopo un viaggio di due giorni seguito al lancio dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan. L'aggancio è avvenuto sopra l'asia Centrale. Alcuni minuti dopo l'attracco sono stati fissati i vari ganci  e si è così formato una chiusura stabile e sigillata fra i veicoli. I portelli sono stati aperti e più avanti nella giornata avverrà lo scarico di oltre una tonnellata e mezza di rifornimenti ed effetti personali da parte dell'equipaggio di Spedizione Tre composto dal comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin. L'arrivo del veicolo Progress alla Stazione prepara l'arrivo del prossimo modulo dell'avamposto, il Compartimento Russo di Aggancio (RDC) dal nome "Pirs", la parola russa per molo. Il Compartimento di Aggancio si aggancerà automaticamente al portello radiale che guarda verso la Terra del modulo Zvezda due giorni dopo il lancio, provvedendo così una porta addizionale per i futuri veicoli russi in arrivo alla ISS. Al Centro Spaziale Kennedy il comandante di Spedizione Due Yuri Usachev e gli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms sono in forma eccellente. I tre si stanno riadattando alla gravità ed alla vita sulla Terra dopo 167 giorni passati nello spazio dei quali 163 passati a bordo della ISS. Mentre attendevano l'arrivo del veicolo Progress l'equipaggio di Spedizione Tre ha continuato una serie di esperimenti scientifici. Tutti gli esperimenti, salvo l'Impianto di Ricerca Umana (HRF) che viene monitorato dal Centro di Controllo di Houston, sono tenuti sotto controllo dal Centro di Volo Spaziale Marshall di Huntsville, Alabama. Per ulteriori dettagli sulla scienza a bordo della ISS visitate il seguente sito (in inglese):

   http://www.scipoc.msfc.nasa.gov/

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) orbita ad un'altitudine di circa 385 chilometri e la possibilità di poterla vedere da Terra nel cielo di molte città attorno al mondo potete vederlo al seguente sito:

http://spaceflight.nasa.gov/realdata/sightings/

Il prossimo rapporto sullo stato della ISS verrà pubblicato mercoledì 29 agosto, o prima, se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Reports ISS 01-25

 

Giorno 9 - 29/8/2001 - L'equipaggio di Spedizione Tre continua il suo periodo di quattro mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) proseguendo nello scaricare e sistemare il materiale arrivato con il cargo russo Progress circa una settimana fa. Il comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin hanno quasi completamente svuotato il Progress 5, sistemando il materiale all'interno della ISS. L'arrivo del veicolo Progress alla stazione prepara la strada all'arrivo del prossimo modulo dell'avamposto, previsto per il prossimo mese, il Compartimento Russo di Aggancio chiamato Pirs. Il Compartimento di Aggancio si aggancerà automaticamente al portello radiale che guarda verso la Terra del modulo Zvezda due giorni dopo il lancio, fornendo così una porta addizionale per i futuri veicoli russi in arrivo alla ISS. Un modulo propulsivo e di strumentazione simile al Progress è attaccato al Pirs e gli permetterà di raggiungere la ISS, per poi essere sganciato una volta che il nuovo componente sarà agganciato al modulo Zvezda. L'equipaggio ha anche lavorato su un equipaggiamento portato sulla stazione dalla missione STS-105. Hanno installato l'Analizzatore Volatile Organico (VOA) questa settimana e lo attiveranno più in avanti sempre questa settimana. Il VOA è stato progettato per prendere campioni di aria all'interno della ISS per segnalare e identificare possibili contaminanti. I Controllori del Centro Missione di Houston potranno comandare il VOA a prendere campioni di aria giornalieri. Anche l'equipaggio di Spedizione Tre può comandare l'acquisizione di campioni da ogni posto della ISS. Uno dei convertitori di voltaggio di Zvezda associato ad una delle otto batterie del Modulo di servizio è stato rimpiazzato con successo questa settimana, dopo che aveva recentemente dato dei problemi. Adesso tutti i sistemi di Zvezda funzionano normalmente. Oltre all'arrivo dei nuovi rifornimenti, l'equipaggio di Spedizione Tre continua a seguire tutta una serie di esperimenti. La ISS orbita regolarmente ad una quota di circa 385 chilometri. Il prossimo rapporto sullo stato della ISS verrà rilasciato il 5 settembre, o prima, se gli eventi lo richiederanno. Nella foto Culbertson e Dezhurov al lavoro nel modulo laboratorio Destiny.

 ISS Status Reports ISS 01-26

 

Giorno 16 - 5/9/2001 - Dopo aver completato un fine settimana di tre giorni con un carico di lavoro leggero per continuare a sistemare la loro nuova casa, i tre membri della ISS hanno iniziato a lavorare sugli esperimenti di bordo, hanno eseguito alcune riparazioni e preparato per l'espansione continua del complesso orbitale con il prossimo lancio del nuovo modulo russo. Il comandante di Spedizione Tre, il comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo  Mikhail Tyurin sono nella loro quarta settimana a bordo della stazione. Molto del loro tempo questa settimana è stato dedicato agli esperimenti ed interrotto soltanto da alcuni problemi ai sistemi della stazione. Alcune piccole riparazioni compiute dall'equipaggio hanno incluso il controllo di alcuni cavi che permettono il funzionamento del tappeto mobile per gli esercizi fisici a bordo, il controllo di una tubazione di gas freon del sistema di condizionamento e l'installazione di un nuovo videoregistratore nel laboratorio Destiny in sostituzione di uno guasto. Questa mattina i controllori di volo hanno assistito l'equipaggio nell'operazione di orientare la stazione verso il Sole per assicurare una produzione di energia elettrica ottimale. Infatti, al cambiamento della stagione cambia la posizione relativa della Terra nei confronti del Sole e quindi anche della ISS stessa.Orientando la stazione in una posizione più naturale per i pannelli solari permette a questi ultimi di lavorare meglio. Più tardi il comandante Culbertson eseguirà una manovra con il Canadarm 2 mettendolo in posizione per riprendere, con la telecamera di cui è dotato,  uno scarico di acqua dal modulo Destiny prevista per venerdì 7 settembre. Circa 22 litri di acqua saranno espulsi dalla stazione come scarico e verranno ripresi con telecamere e fotografati per vedere la formazione dei cristalli ed il loro impatto sulla stazione. Il lavoro scientifico a bordo è stato monopolizzato dal completamento delle culture di vari tipi di cellule, anche tumorali, nello spazio per poter essere poi usati per ricerche mediche una volta che torneranno sulla Terra più avanti quest'anno. L'equipaggio ha anche installato uno strumento per poter misurare le vibrazioni di bordo che potrebbero disturbare gli esperimenti ed inoltre è proseguita la raccolta dei dati ambientali in orbita. I controllori di volo e l'equipaggio continuano a preparare il seguito dell'assemblaggio della stazione con l'arrivo del prossimo modulo russo. Il lancio di Pirs (questo il nome del nuovo compartimento di aggancio russo) è previsto per le ore 1.35 ora italiana del 15 settembre dal Cosmodromo di Baikonur nel  Kazakhstan a bordo di un razzo vettore Soyuz. Pirs attraccherà poi in modo automatico al portello puntato verso Terra del modulo Zvezda circa due giorni dopo. La ISS orbita regolarmente ad un'altezza di 385 chilometri. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato il 12 settembre o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto Dezhurov mentre prepara il pranzo a bordo del modulo Zvezda. 

ISS Status Reports ISS 01-27

 

Giorno 24 - 13/9/2001 - A bordo della Stazione Spaziale Internazionale, l'equipaggio di Spedizione Tre composto dal Comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin continuano il loro lavoro nel laboratorio orbitante. L'equipaggio di Spedizione Tre è nella sua quarta settimana di una permanenza a bordo di circa quattro mesi. L'equipaggio continua a lavorare ad una varietà di esperimenti scientifici a bordo della stazione oltre che ad un periodico lavoro di manutenzione che richiesto dai sistemi di bordo. L'equipaggio ed i controllori di volo si preparano inoltre per il lancio del nuovo modulo russo Pirs previsto per venerdì dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan. Il lancio del vettore russo Soyuz, che trasporta il Compartimento di Aggancio Pirs, è previsto per le 1.35, ora italiana, del 15 settembre. Il modulo si aggancerà automaticamente al modulo Svezda due giorni dopo. Lo scorso venerdì, l'equipaggio, ha rilasciato circa 22 litri di acqua ormai inutilizzata dal modulo Destiny per effettuare un esperimento sulla formazione di cristalli di ghiaccio ed il loro impatto con la struttura della ISS. L'equipaggio ha inoltre effettuato le prime misurazioni con l'esperimento PuFF che studia le funzioni dei polmoni degli astronauti nel corso di voli spaziali di lunga durata. L'equipaggio ha testato la capacità dei propri polmoni usando l'attrezzatura del rack contenente il HRF (Human Research Facility). La ISS orbita regolarmente ad una quota di circa 385 chilometri. Mercoledì mattina l'equipaggio ha inviato a Terra un video ripreso il giorno prima quando la stazione è passata sopra la costa est degli USA e nel quale è ben visibile un lungo pennacchio di fumo che si estende dall'area dove si trovavano i due grattacieli gemelli del World Trade Center di New York. Ieri Culbertson ha espresso le sue condoglianze, e quelle del suo equipaggio, per le vittime dell'attentato terroristico di New York e Washington. Il prossimo rapporto della ISS verrà trasmesso il 19 settembre, o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto la ripresa di New York dopo l'attentato kamikaze alle torri gemelle del WTC.

ISS Status Reports ISS 01-28

 

Giorno 25  – 14/09/2001 – Sulla strada di aggiungere maggiori capacità alla Stazione Spaziale Internazionale, il Compartimento di Aggancio Russo (DC-1) è decollato dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan oggi. Pirs, la parola russa per molo, è stato lanciato con successo con un vettore russo Soyuz alle 6.35 p.m. CDT (le 1.35 ora italiana del 15 settembre). Il comandante di Spedizione Tre, Frank Culbertson, ha riportato di aver visto il razzo alzarsi verso l'orbita mentre la stazione passava sopra il sudovest del Mar Caspio. Culbertson ha detto che era la prima volta che era testimone di un evento del genere dall'orbita. Usando uno stadio propulsivo e strumentale tipo Progress, il Pirs navigherà verso la ISS per un aggancio totalmente automatico previsto per le ore 8.08 p.m. CDT (le 3.08 ora italiana di domenica). Culbertson ed i suoi colleghi, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin hanno trascorso parte di questa settimana in preparazione dell'arrivo di Pirs. Parte di questa preparazione include il controllo del sistema automatico e manuale di aggancio e la configurazione delle telecamere esterne per riprendere l'avvicinamento del Compartimento di Aggancio. L'equipaggio ha preso anche pratica con il sistema manuale di aggancio che dovrebbe essere utilizzato soltanto se quello automatico fallisse. Il nuovo componente russo servirà sia come porta di aggancio ulteriore per i futuri veicoli russi in arrivo alla stazione, sia come area di stoccaggio che come portello di uscita per il segmento russo. Tre EVA verranno condotte in ottobre dal Pirs dall'equipaggio di Spedizione Tre per completare i collegamenti elettrici del Compartimento di Aggancio e Zvezda ed installare ulteriore materiale all'esterno del modulo. L'equipaggio inizierà a spostare il periodo di sonno, recandosi a dormire alle 7.30 a.m. (le 14.30 ora italiana) di domenica, soltanto sei ore e mezzo dopo la sveglia. L'equipaggio verrà successivamente svegliato alle 4 p.m. (le ore 23 ora italiana) ed immediatamente inizierà la preparazione finale all'aggancio fissato circa quattro ore dopo. Oltre alla preparazione per l'arrivo del nuovo componente, l'equipaggio ha monitorato diverse attività scientifiche. Ricordiamo che la supervisione degli esperimenti scientifici a bordo della stazione è affidata al Payload Operations Center della NASA al  Marshall Space Flight Center in Huntsville, Alabama. Invece lo Human Research Facility è controllato dal Johnson Space Center ad Houston, Texas. La ISS orbita regolarmente a circa 385 chilometri di quota. Il prossimo rapporto verrà pubblicato il 16 settembre o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto i tre astronauti all'interno della stazione.

ISS Status Reports ISS 01-29

 

Giorno 27 – 16/09/2001 – La Stazione Spaziale Internazionale ha guadagnato un ‘altra porta d’ingresso questa notte quando Pirs, il nuovo Compartimento di Aggancio Russo, ha attraccato in modo automatico al portello del modulo di servizio Zvezda alle 8.05 p.m. CDT (le ore 3.05 ora italiana di lunedì 17 settembre) mentre la stazione orbitava a 385 chilometri di altezza sopra la Mongolia. Al momento in cui Pirs si è unito al modulo Zvezda, il comandante di Spedizione Tre Frank Culbertson, ha esclamato "C'e l'abbiamo fatta", descrivendo il nuovo componente sistemato nella sua nuova casa. L’aggancio è avvenuto secondo i piani, con il sistema di aggancio automatico, che controllava un sistema di guida e propulsione simile a quello di un cargo Progress sistemato sul retro del compartimento Pirs stesso. Il modulo, lungo circa 5 metri e pesante sulle 3 tonnellate e mezzo, si è avvicinato alla stazione da sotto e dietro, iniziando la sequenza automatica di aggancio poco dopo le 5.30 p.m. (le 0.30 ora italiana). Circa 20 minuti dopo i piccoli razzi di manovra della stazione sono stati accesi per orientare il complesso orbitale all’aggancio. I grandi pannelli solari della stazione sono stati posizionati per eliminare possibili contaminazioni dovute ai getti del modulo Pirs durante le fasi finali dell’aggancio. Una volta che il sistema meccanico di aggancio ha unito i due moduli sono entrati in azione i 12 grossi bulloni che hanno reso sicura e definitiva l’unione. Dopo l’aggancio, l’equipaggio di Spedizione Tre, ha controllato che ci fosse una perfetta tenuta d’aria fra la stazione ed il nuovo modulo ed ha iniziato ad equalizzare la pressione fra i due veicoli prima di aprire il portello di Pirs, previsto per il tardo pomeriggio. Il compartimento strumentale e di propulsione, ancora agganciato alla parte posteriore del modulo, verrà sganciato il prossimo mese, permettendo così di eseguire le varie passeggiate spaziali (EVA) che dovrà effettuare l’equipaggio per completare la sistemazione del modulo. Pirs, che in russo vuol dire "molo", è stato lanciato con un razzo vettore Soyuz alle 6.35 p.m. CDT (le 1.35 ora italiana di sabato). Il nuovo componente aggiunge un portello addizionale per i futuri veicoli russi in arrivo alla stazione, aggiunge ulteriore spazio per immagazzinare materiale ed un nuovo portello per EVA nel settore russo. Tre EVA verranno condotte in ottobre e novembre dal Pirs, dall’equipaggio di Spedizione Tre, due dal pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnere di volo Mikhail Tyurin ed una da Culbertson e Dezhurov, per connettere elettricamente il Compartimento di Aggancio con il modulo di servizio Zvezda ed installare altro equipaggiamento all’esterno del modulo. La ISS orbita regolarmente a 385 chilometri di altezza ed il prossimo rapporto verrà pubblicato il 19 settembre o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto il Pirs mentre si avvicina alla stazione.

ISS Status Reports ISS 01-30

 

Giorno 30 – 20/09/2001 – L’equipaggio di Spediziome Tre della Stazione Spaziale Internazionale –comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnare di volo Mikhail Tyurin – hanno trascorso questa settimana ad allestire ed attivare l’ultimo pezzo arrivato sulla stazione, il modulo Russo, pesante quattro tonnellate, con funzione di portello di uscita e di aggancio, chiamato Pirs che è giunto al complesso orbitale domenica. Il Pirs, lungo circa 5 metri, con il modulo propulsivo di sei metri ancora attaccato, è ora agganciato al portello radiale che guarda verso la Terra del modulo di servizio della stazione, Svezda. Pirs provvederà sia come nuovo portello di uscita per i cosmonauti con le tute spaziali russe modello Orlan, che come portello di aggancio per capsule. L’equipaggio è entrato all’interno di Pirs nel pomeriggio di domenica, poche ore dopo il suo arrivo ed ha trascorso lunedì e martedì nello scaricare il materiale e l’equipaggiamento del nuovo modulo. Mercoledì è stato rimosso l’equipaggiamento per l’aggancio automatico, che verrà riportato sulla Terra per essere riutilizzato in successive missioni. Più avanti nella settimana l’equipaggio ha aggiornato il software che permette il controllo, dai computer di bordo di Zvezda, di funzionare con i sistemi di Pirs. Inoltre è stato installato ed attivato in Pirs il sistema di allarme, la ventilazione e l’illuminazione e testato il nuovo software del computer. Tutte le attività si sono svolte senza problemi e Pirs è in condizioni eccellenti. Verso la fine della settimana l’equipaggio ha pianificato di attivare il sistema di comunicazioni e condurre ulteriori test del nuovo modulo. Mentre lavorava sul Pirs l’equipaggio ha condotto anche gli esperimenti scientifici previsti come lo studio dei riflessi muscolari durante i lunghi voli spaziali, controllo dell’interazione fra i membri dell’equipaggio ed il personale a Terra, testare un sistema che permette ad esperimenti sensibili di essere isolati dalle vibrazioni della stazione. L’equipaggio ha anche condotto esami fisici su se stessi per tenere sotto controllo gli effetti dell’assenza di peso. Un punto cruciale del lavoro con Pirs sarà lo sgancio del compartimento propulsivo e strumentale. Lo sgancio da Pirs del segmento è previsto per il 1° ottobre Una volta allontanato dalla stazione verrà spostato su un’orbita che gli permetterà di rientrare nell’atmosfera e bruciare. L’operazione preparerà la strada per la passeggiata spaziale (EVA) di Dezhurov e Tyurin prevista per l’8 ottobre, la prima delle tre previste dal Pirs usando tute spaziali russe, per continuare la sistemazione e l’attivazione del modulo durante Spedizione Tre. Alcuni giorni dopo, il 19 ottobre, l’equipaggio sposterà la capsula Soyuz dal portello del modulo Zarya che guarda verso Terra al nuovo portello di Pirs. Questo in preparazione per l’arrivo della nuova capsula Soyuz con l’equipaggio "taxi", composto dal comandante Victor Afanasyev e gli ingegneri di volo Konstantin Kozeev e il francese Claudie Haignere dell’ESA. La nuova Soyuz verrà lanciata il 21 ottobre e si attraccherà alla stazione il 23 ottobre per una permanenza di otto giorni. Al termine del soggiorno l’equipaggio della Soyuz rientrerà sulla Terra utilizzando la vecchia capsula e lasciando la nuova come scialuppa di salvataggio per l’equipaggio di Spedizione Tre. La ISS orbita ad una quota di circa 385 chilometri di altezza. Il prossimo rapporto verrà pubblicato mercoledì 26 settembre o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto il comandante Culbertson al lavoro su alcune apparecchiature della ISS.

ISS Status Reports ISS 01-31

 

Giorno 36 – 26/09/2001 – L’equipaggio di Spedizione Tre della Stazione Spaziale Internazionale, il comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnere di volo Mikhail Tyurin – si stanno preparando per la prima, delle tre previste, passeggiate spaziali che seguono l’espulsione, avvenuta oggi con successo, del segmento propulsivo del nuovo portello di aggancio e di uscita ora agganciato al complesso orbitale. Oggi. alle 10.36 a.m. CDT (le ore 17.36 ora italiana), dal centro controllo missione a Mosca, gli operatori hanno inviato il comando che ha attivato il sistema di sgancio a molle del segmento propulsivo e di strumentazione, lungo 6 metri, del Compartimento di Aggancio Pirs. Il segmento si è allontanato dalla stazione alla velocità di circa 4 metri al secondo fino a che ha raggiunto una distanza di sicurezza per poter accendere i motori di manovra. Si è mosso avanti e sopra la stazione fino ad una distanza di circa 24 chilometri e qui è stato attivato il motore di rientro che lo farà scendere nell’atmosfera e bruciare. Ancorato alla stazione è rimasto il modulo Pirs, di circa 4 tonnellate di peso e che servirà come nuovo punto di aggancio per capsule russe e come portello per le uscite degli astronauti dal segmento russo della ISS. L’attività di oggi si è concentrata sulla preparazione della prima EVA da effettuare dal Pirs di Dezhurov e Tyurin prevista per l’8 ottobre. In quella passeggiata spaziale la coppia userà le tute russe Orlan per connettere i cavi elettrici e di trasmissione fra il Compartimento di Aggancio e il Modulo di Servizio Zvezda. Una seconda EVA è prevista per il 14 ottobre ed una terza all’inizio di novembre. Le squadre di controllori missione ad Houston e Mosca stanno lavorando ad un piano per rispondere allo spegnimento del generatore di ossigeno Elektron e di una unità di condizionamento d’aria all’interno del segmento russo Zvezda. I controllori di volo russi stanno ricontrollando i dati per cercare di determinare le cause degli spegnimenti e lavorano con i loro colleghi americani per provvedere ad una capacità di riserva di ossigeno fino al momento in cui i componenti russi non saranno riparati o sostituiti. L’equipaggio ha circa una settimana di ossigeno nell’atmosfera all’interno della stazione ed ha ampie scorte di ossigeno nei serbatoio del modulo Quest oltre a candele di ossigeno per mesi. Altro lavoro completato dall’equipaggio questa settimana include la sostituzione di 10 sensori di fumo nel modulo Zvezda. Lo spegnimento di Elektron non avrà conseguenze sulle operazioni della stazione. Intanto nel Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan, un equipaggio per rimpiazzare la Soyuz è pronto al lancio per il 21 ottobre. L’equipaggio della stazione sposterà la Soyuz, attualmente attraccata, il 19 ottobre dal portello di Zarya che guarda verso Terra al nuovo portello di aggancio di Pirs. Tutto questo per aprire la strada alla nuova Soyuz con l’equipaggio cosiddetto "taxi". Il comandante Victor Afanasyev e gli ingegneri di volo Konstantin Kozeev e Claudie Haignere arriveranno alla stazione il 23 ottobre per una permanenza di otto giorni. Il trio orbitante ha ampliato le sperimentazioni scientifiche in nuovi campi, incluso lo studio di alcuni componenti chimici di impedire la formazione di calcoli renali. Culbertson si è sottoposto per primo come cavia a questa sperimentazione ingerendo pillole che possono contenere il principio attivo oppure un placebo. Vengono prelevati anche campioni di urine dagli altri membri dell’equipaggio e dettagliate informazioni sui liquidi ed il cibo che viene consumato a bordo. L’equipaggio continua anche a provare il Sistema Attivo di Isolamento Rack attraverso una serie di "scuotimenti" per testare il grado di protezione fornito agli esperimenti dalle vibrazioni causate dall’attività giornaliera degli astronauti. La ISS continua ad orbitare ad un’altezza di 385 chilometri. Il prossimo rapporto verrà pubblicato mercoledì 3 ottobre, o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto l'ingegnere di volo Tyurin mentre suona la chitarra all'entrata del modulo di decompressione Quest.

ISS Status Reports ISS 01-32

 

Giorno 43 – 3/10/2001 – L’equipaggio Spedizione Tre della Stazione Spaziale Internazionale – Comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnere di volo Mikhail Tyurin – hanno passato la settimana preparandosi per la prima delle tre passeggiate spaziali prevista per lunedì per sistemare il nuovo Compartimento di Aggancio Pirs ed attaccare, all’esterno del modulo Zvezda, alcuni esperimenti scientifici. L’inizio della prima EVA di Dezhurov e Tyurin è prevista attorno alle 17 ora italiana. Durante questa prima passeggiata verranno connessi diversi cavi fra Pirs e Zvezda per telemetria e trasmissione dei dati dalle tute spaziali Orlan, verranno montati alcuni passamani ed un traliccio per facilitare gli spostamenti. Dezhurov e Tyurin condurranno una seconda EVA il 15 ottobre mentre Culbertson e Dezhurov eseguiranno la terza escursione fuori dalla stazione il 5 novembre completando la sistemazione del modulo Pirs. Dezhurov, che ha condotto cinque passeggiate sulla MIR nel 1995, e Tyurin, che effettuerà la sua prima escursione extraveicolare, hanno controllato le tute, i sistemi di comunicazione e gli strumenti che utilizzeranno ed i tempi e le procedure. Questa sarà la prima EVA eseguita dalla ISS senza che vi sia attraccata una navetta spaziale in visita e la 27° in supporto della costruzione del complesso orbitale. Lunedì, Dezhurov e Tyurin chiuderanno i portelli fra il compartimento di trasferimento del modulo Zvezda, al quale Pirs è agganciato, e la parte abitativa e Zarya prima di depressurizzare il modulo Pirs. Dezhurov, che indosserà una tuta spaziale Orlan con le strisce rosse, e Tyurin, che invece avrà le strisce blu, usciranno poi ad uno ad uno dal portello di Pirs ed inizieranno la loro passeggiata spaziale. Culbertson monitorerà la passeggiata dall’interno di Zarya, al quale è attraccato il veicolo Soyuz di rientro. Il comandante avrà accesso, durante la passeggiata, alla parte di stazione dove di sono i moduli USA ma non a Zvezda. L’EVA ha una durata prevista di 4h.30m. Il nuovo Compartimento di Aggancio sarà utilizzato per la prima volta il 19 ottobre, quando l’equipaggio lascerà la stazione a bordo del veicolo Soyuz per riagganciarlo a Pirs. La manovra in questione dovrebbe durare circa un’ora. Questa operazione preparerà la stazione al lancio di un nuovo veicolo Soyuz, previsto per il 21 ottobre dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazaksthan. L’equipaggio "taxi" consiste nel comandante Victor Afanasyev e degli ingegneri di volo Konstantin Kozeev e Claudie Haignere del CNES (Agenzia Spaziale Francese), che arriveranno alla stazione il 23 ottobre per una permanenza di otto giorni e ritorno a Terra il 31 ottobre con la Soyuz correntemente attraccata alla ISS. Intanto a bordo continuano le esperienze scientifiche e il complesso orbita regolarmente ad una quota minima di 385 chilometri. L’EVA verrà trasmessa in diretta dal NASA TV dal Centro Spaziale Johnson che inizierà il collegamento alle 9.30 a.m. EDT di lunedì. Per ricevere il NASA TV la vostra parabola deve essere puntata sul satellite GE-2, trasponder 9C a 85° longitudine Ovest, polarizzazione verticale, con frequenza 3880 Mhz e audio di 6.8 Mhz. Il prossimo rapporto verrà pubblicato lunedì 8 ottobre dopo la passeggiata spaziale di Dezhurov e Tyurin o prima, se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Report – 01-33

 

Giorno 48 – 8/10/2001 – L’assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha fatto un grosso passo in avanti oggi, quando due cosmonauti russi hanno eseguito una passeggiata spaziale di 4h.58m. all’esterno del complesso orbitale iniziando l’allestimento del modulo più recente. Con il comandante Frank Culbertson che coordinava l’attività dall’interno della ISS, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnere di volo Mikhail Tyurin hanno aperto il portello del Compartimento di Aggancio Pirs per la prima volta alle 9.23 a.m. CET (le 16.23 ora italiana) per connettere i cavi di telemetria e comunicazioni fra Pirs e il modulo di servizio Zvezda al quale è connesso da oltre tre settimane, ed installare un corrimano, una scala a pioli , una speciale asta per spostare i carichi, un segnale di riferimento per gli agganci dei veicoli ed un’antenna di navigazione automatizzata. Questa è stata la 27° passeggiata spaziale in supporto della costruzione della ISS portando il totale a 172h.22m., è la terza EVA eseguita dalla stazione e la prima passeggiata esterna eseguita senza la presenza di una navetta spaziale in visita e la 100° attività extraveicolare nella storia dei voli spaziali Russi. Si è trattata della sesta in due voli per Dezhurov e della prima per Tyurin, che è a metà del suo primo volo nello spazio. Movendosi con facilità e sicurezza, Dezhurov e Tyurin sono stati ripresi con una telecamera posta sul braccio robotico canadese Canadarm2 e un’altra all’interno del veicolo di rientro Soyuz catturando spettacolari immagini della passeggiata. A causa del protarsi della passeggiata oltre il tempo previsto Dezhurov e Tyurin non hanno completato il test della rigidità della speciale asta per spostare i carichi. I controllori di volo prevedono di recuperare questa operazione in una EVA futura dell'equipaggio di Spedizione Tre. Con tutti gli altri compiti eseguiti il portello di Pirs è stato chiuso alle 2.21 a.m. CET (le ore 21.21 ora italiana) ed il nuovo compartimento ripressurizzato. Con tutti i sistemi operanti in buone condizioni la stazione orbita a circa 385 chilometri dalla Terra ed il prossimo rapporto verrà pubblicato il 10 ottobre o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto il cosmonauta Tyurin al lavoro all'esterno di Pirs.

ISS Status Reports ISS 01-34

 

Giorno 50 - 10/10/2001 - Dopo aver completato con successo la prima passeggiata nello spazio, l'equipaggio di Spedizione Tre si prepara ad effettuare la seconda, che verrà condotta lunedì 15 ottobre, sempre dai cosmonauti Vladimir Dezhurov e Mikhail Tyurin mentre il comandante Frank Culbertson rimarrà all'interno della stazione per coordinare l'attività. Questa sarà la 28° EVA destinata all'assemblaggio della ISS. Intanto al Centro Controllo Missione di Mosca i controllori di volo stanno preparandosi per far accendere i motori del cargo Progress, attraccato alla stazione, per rialzare l'orbita del complesso nell'imminente arrivo della nuova capsula Soyuz il prossimo mese. La manovra prevede due accensioni che sono fissate per le 5.32 a.m. CDT e le 10.55 a.m. (le 12.32 e le  17.55 ora italiana) di giovedì. La passeggiata spaziale prevista per lunedì prossimo dovrebbe iniziare attorno alle 4.15 a.m. CDT (le 11.15 ora italiana) ed il suo scopo è l'installazione di esperimenti scientifici all'esterno del modulo di servizio Zarya che analizzeranno gli effetti del bombardamento dei micrometeoriti ed i loro effetti di deterioramento sui materiali utilizzati. La passeggiata verrà condotta dal nuovo Compartimento di Attracco "Pirs". I controllori di volo russi ed americani hanno deciso oggi di far accendere tre candele per la produzione di ossigeno per eseguire un test dei sistemi interni della stazione.  Questo tipo di candele dovrebbe essere usato in caso di guasto al sistema di generazione di ossigeno russo Elektron posto nel modulo Zvezda. Sia Elektron che il sistema di rimozione dell'anidride carbonica russo Vozdukh funzionano normalmente. E' stato deciso anche di spostare il punto dove verrà installato l'esperimento esterno Kromka, destinato allo studio della contaminazione di particelle dello scafo durante le accensione dei motori a razzo nelle vicinanze della stazione. Più tardi i membri dell'equipaggio hanno installato e collegato la macchina fotografica EarthKam. Questa speciale macchina fotografica permetterà, agli studenti a Terra, di puntarla comandandola via internet, verso ogni punto della superficie terrestre sorvolato dalla ISS e scattare immagini che poi torneranno a Terra nello stesso modo. Il 19 ottobre i membri dell'equipaggio di Spedizione Tre saliranno a bordo della capsula Soyuz attraccata al portello che guarda verso Terra del modulo Zarya, la sganceranno e attraccheranno al modulo Pirs. Questo libererà il portello diZarya all'arrivo della Soyuz di rimpiazzo  che verrà lanciata il 21 ottobre dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan con un "equipaggio taxi" composto dal comandante Victor Afanasyev e gli ingegneri di volo Konstantin Kozeev e Claudie Haignere del CNES, l'Agenzia Spaziale Francese. Essi attraccheranno con la stazione spaziale il 23 ottobre. L'equipaggio taxi lascerà la stazione il 31 ottobre con la Soyuz che attualmente si trova agganciata alla ISS. Con i sistemi ottimamente funzionanti la stazione orbita ad un'altezza minima di 385 chilometri di altezza. Continuano regolarmente gli esperimenti scientifici previsti a bordo. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo che la passeggiata di Spedizione  Tre sarà stata eseguita lunedì 15 ottobre, o prima se gli eventi lo richiederanno. 

ISS Status Reports ISS 01-35

 

Giorno 55 - 15/10/2001 - La ricerca scientifica ha mosso dei passi all'esterno della Stazione Spaziale Internazionale oggi, quando due cosmonauti russi hanno installato una varietà di strumentazione all'esterno del modulo di servizio Zvezda in una passeggiata spaziale di 5h.52m. Il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin hanno aperto il portello del Compartimento di Attracco Pirs alle 4.17 a.m. CDT (le 11.23 ora italiana) ed hanno installato tre gruppi separati di esperimenti studiati appositamente per imparare di più sull'ambiente esterno dell'avamposto. Il comandante di Spedizione Tre, Frank Culbertson, ha aiutato dall'interno, posizionando il Canadarm2 in modo che le sue telecamere potessero fornire immagini degli uomini al lavoro nello svolgimento del loro compito. Dezhurov e Tyurin si sono mossi aiutandosi ai corrimani e sono arrivati alla parte finale del modulo Zvezda dove hanno installato l'esperimento russo chiamato Kromka, designato per raccogliere i contaminanti causati dai jet di Zvezda e poterli analizzare per aiutare a costruirne di migliori. La coppia si è poi spostata di poco ed ha installato un esperimento della NASDA, l'Ente spaziale giapponese. Il Catturatore di Micro Particelle impiega un aerogel e schiuma per collezionare i micrometeoriti e le particelle di detriti prodotte dagli umani a bordo della ISS. Un'altro esperimento invece esporrà diversi tipi di materiali all'ambiente estremo dello spazio per verificarne l'impatto. Mentre erano di ritorno verso il portello di Pirs, i due cosmonauti, hanno rimosso una placca con l'immagine della bandiera della Federazione Russa e l'hanno rimpiazzata con un altro esperimento di esposizione parte di un accordo commerciale. Questa  è stata la 28° passeggiata spaziale in supporto della costruzione della stazione, portando il totale a 178h.14m, la quarta eseguita dalla stazione stessa e la 104° EVA nella storia dei volo spaziali russi. E' stata la settima passeggiata spaziale di Dezhurov in due voli e la seconda per Tyurin. Con tutti i compiti eseguiti i due cosmonauti sono rientrati nel compartimento del Pirs e chiuso il portello alle 5.09 a.m. CDT (le 17.08 ora italiana). La terza EVA, che verrà eseguita da Culbertson e Dezhurov è prevista per il 5 novembre per completare la sistemazione esterna di Pirs iniziata nella prima passeggiata spaziale di Dezhurov e Tyurin l'8 ottobre. Tutti i ssitemi funzionano regolarmente e la stazione orbita ad un'altezza minima di 395 chilometri. Mentre, la prossima settimana, il trio si preparerà al riposizionamento della Soyuz continueranno gli esperimenti scientifici a bordo della ISS. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato il 17 ottobre, o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto uno dei due cosmonauti durante la seconda EVA eseguita oggi.

ISS Status Reports ISS 01-36

 

Giorno 57 – 17/10/2001 – I membri dell’equipaggio di Spedizione Tre si preparano a salire sul loro veicolo di rientro Soyuz sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) venerdì per spostarlo dal portello di attracco che guarda verso Terra sul modulo Zarya al nuovo boccaporto del nuovo Compartimento di Aggancio Pirs. La breve manovra inizierà con il distacco della Soyuz alle 5.48 a.m. CDT (le 12.48 ora italiana) e si concluderà con il riattracco alle 6.06 a.m. CDT (le ore 13.06 ora italiana). L’equipaggio composto dal comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegner di volo Mikhail Tyurin, prepareranno la stazione per un periodo di assenza di equipaggio, prima di salire sulla Soyuz. Questa è una precauzione nello spiacevole evento che l’equipaggio non possa ritornare sulla stazione. Lo spostamento della Soyuz segnerà la prima volta del nuovo Pirs, che è arrivato alla stazione il 17 settembre, come portello di attracco. La Soyuz verrà spostata per preparare l’arrivo del nuovo veicolo Soyuz, che verrà lanciato il 21 ottobre dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazhastan. La Soyuz viene utilizzata come veicolo di ritorno dell’equipaggio per un massimo di sei mesi. Oggi i membri dell’equipaggio hanno ricontrollato le procedure e condotto un test del sistema di comunicazione della Soyuz. Mercoledì prepareranno la stazione per la loro partenza e sempre mercoledì passeranno un po di tempo a stivare alcuni materiali che dovranno rientrare sulla Terra con la Soyuz. L’equipaggio "taxi" della Soyuz, composto dal comandante Victor Afanasyev, e gli ingegneri di volo Konstantin Kozeev e la francese Claudie Haignere, salperanno da Baikonur domenica attorno alle 10.59 ora italiana per concludere poi due giorni dopo il viaggio verso la stazione. Haignere è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e vola per un programma francese del CNES, l’Agenzia Spaziale Francese, con un contratto commerciale con l’Aviazione e l’Agenzia Spaziale Russa. Il loro arrivo alla stazione è previsto per il 23 ottobre con un soggiorno di otto giorni ed il ritorno, con la vecchia Soyuz ora attraccata al modulo Zarya della ISS, per il 31 ottobre. Due passeggiate spaziali, condotte da Dezhurov e Tyurin, hanno connesso i cavi di trasmissione ed energia fra il Pirs e il modulo di servizio Zvezda al quale è agganciato, ed hanno installato degli esperimenti all’esterno. La terza ed ultima EVA di Spedizione Tre di Culbertson e Dezhurov è stata spostata dal 5 all’8 novembre per dare più tempo all’equipaggio di prepararsi dopo la partenza dell’equipaggio "taxi" della Soyuz. La passeggiata è destinata a completare l’allestimento esterno di Pirs iniziato da Dezhurov e Tyurin con la loro passeggiata iniziale dell’8 ottobre. Intanto, i responsabili della ISS a Mosca e Houston si sono accordati per far eseguire un test di produzione di ossigeno con le speciali candele sulla stazione per il 29 ottobre. Il test viene eseguito come passo conclusivo per l’estensione della data di scadenza delle candele. Il test era inizialmente previsto per l’11 ottobre ma fu spostato per affinare le procedure. Le candele possono essere usate nello spiacevole evento che il generatore di ossigeno russo Elektron, situato nel modulo Zvezda, si guastasse. Tutti i sistemi operano normalmente e la stazione orbita ad un’altezza minima di 395 chilometri. Continueranno anche tutta una serie di esperimenti scientifici a bordo della stazione, appena verrà completato lo spostamento della Soyuz. Il prossimo rapporto missione è previsto per il 19 ottobre, dopo il riposizionamento della Soyuz, o prima se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Reports ISS 01-37

 

Giorno 59 - 19/10/2001 - I membri dell'equipaggio di Spedizione Tre sono saliti oggi a bordo della loro Soyuz , hanno allontanato  il veicolo di ritorno dal boccaporto della Stazione Spaziale Internazionale e lo hanno riagganciato con successo usando il nuovo portello del modulo Pirs per la prima volta. Il comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin hanno iniziato il loro breve viaggio con la Soyuz sganciandola alle 5.48 a.m. CDT (le 12.48 ora italiana) e concludendo con una connessione con il nuovo compartimento di aggancio alle 6.04 a.m. CDT (le 13.06 ora italiana) dopo un tempo totale di volo di 16 minuti. Lo sgancio è avvenuto sopra l'Africa del nord e il riaggancio sopra il Kazakhstan appena a nord del Mar Caspio. La mossa compiuta oggi con successo apre la strada all'arrivo del nuovo veicolo di rientro Soyuz ed al suo equipaggio "taxi" - il comandante Victor Afanasyev, l'ingegnere di volo Konstantin Kozeev e l'ingegnere di volo francese Claudie Haignere. Haignere è un'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea con un programma di volo del CNES, l'Agenzia Spaziale Francese, sotto un contratto commerciale con l'Aviazione e l'Agenzia Spaziale Russa. La nuova Soyuz verrà lanciata verso le 3.59 a.m. CDT (le 10.59 ora italiana) del 21 ottobre dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazhakstan, ed arriverà alla stazione il 23 ottobre per una permanenza di una settimana. L'equipaggio "taxi" riporterà la Soyuz, ora agganciata al Pirs, sulla Terra il 31 ottobre. Lo spostamento di oggi, simile a quando si sposta un'auto da un posto di un parcheggio ad un altro, permetterà a Tyurin di rmanere dentro la stazione quando Culbertson e Dezhhurov condurranno la terza, ed ultima, passeggiata spaziale prevista l'8 novembre. Se la nuova Soyuz avesse attraccato al portello del Pirs, Tyurin sarebbe dovuto rimanere dentro la Soyuz, durante la passeggiata spaziale di novembre, incapace di assistere i due colleghi manovrando il Canadarm2 per provvedere alla ripresa delle telecamere ed alla illuminazione della zona di lavoro. La preparazione per lo spostamento della Soyuz è iniziata all'inizio della settimana, con l'equipaggio che ha preparato la stazione ad un lungo periodo di assenza di abitanti, come precauzione, nello spiacevole evento che l'equipaggio non potesse ritornare sulla stazione. La preparazione finale è iniziata giovedì notte quando l'equipaggio è stato svegliato verso le 7.30 p.m. CDT (le 2.30 ora italiana di venerdì). Il trio ha indossato le tute di volo ed è entrato nella Soyuz, chiudendo il portello alle 1.20 a.m. (le 8.20 ora italiana). E' previsto che l'equipaggio equalizzi la pressione e riapra il portello, rientrando nella stazione, alle 7.40 a.m. (le 14.40 di oggi). Con tutti i sistemi che funzionano normalmente la stazione orbita ad un'altezza minima di 395 chilometri. Il trio riposerà domenica e lunedì e poi darà il benvenuto ai visitatori e continuerà le investigazioni scientifiche la prossima settimana. Il prossimo rapporto missione seguirà il lancio di Baikonur, domenica, o prima se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Reports ISS 01-38

 

Giorno 61 - 21/10/2001 - Due cosmonauti russi ed una ricercatrice francese sono stati lanciati questa mattina dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan per un viaggio di due giorni per portare un nuovo veicolo di rientro Soyuz per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). L'equipaggio "taxi" ha al comando il russo Victor Afanasyev, il novellino ingegnere di volo Konstantin Kozeev e l'ingegnere di volo dell'Agenzia Spaziale Europea Claudie Haignere hanno  iniziato il loro volo verso la ISS alle 10.59 ora italiana quando la loro Soyuz ha bucato le nubi che coprivano il deserto del sito di lancio dell'Asia Centrale. Al momento del lancio l'equipaggio di Spedizione Tre a bordo della ISS stava dormendo e sorvolava il confine fra il Camerun e il Sudan, in Africa. Meno di nove minuti dopo il lancio, il nuovo veicolo Soyuz TM-33 era in orbita ed i suoi pannelli solari dispiegati e pronta per il contatto con la ISS previsto per martedì mattina. Afanasyev, al suo quarto volo nello spazio, e Haignere, al suo secondo volo, sono veterani di precedenti voli sulla Stazione Spaziale MIR. Haignere vola per l'ESA, ma rappresenta il CNES, l'Agenzia Spaziale Francese, sotto contratto commerciale per l'Aviazione e l'Agenzia Spaziale Russa. In aggiunta ad aiutare a portare la nuova Soyuz a Culbertson, Dezhurov e Tyurin, li aiuterà a condurre esperimenti scientifici durante gli otto giorni a bordo della ISS. E' previsto che l'equipaggio "taxi" attracchi al boccaporto che guarda verso Terra del modulo Zarya martedì alle 12.41 ora italiana, con l'apertura dei portelli circa 90 minuti dopo per permettere agli equipaggi di salutarsi. Afanasyev ed il suo equipaggio partiranno con la Soyuz adesso attraccata al modulo Pirs nelle prime ore del mattino del 31 ottobre ed atterreranno due ore dopo nel Kazakhstan. L'equipaggio di Spedizione Tre a bordo della ISS è previsto che rientri sulla Terra in dicembre dopo che il rimpiazzo di Spedizione Quattro sarà arrivato a bordo dello shuttle Endeavour missione STS-108. Tutti i sistemi funzionano normalmente e la stazione orbita ad una quota minima di 395 chilometri. Il prossimo rapporto verrà pubblicato martedì 23 ottobre, dopo che l'equipaggio "taxi" sarà arrivato alla stazione o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto l'equipaggio della Soyuz TM-33 che saluta prima di salire sulla rampa di lancio: in alto il comandante Afanasyev, al centro la francese Haignere ed in basso l'ingegnere di volo Kozeev.

ISS Status Reports ISS 01-39

 

Giorno 63 - 23/10/2001 - Due cosmonauti russi ed una ricercatrice francese sono arrivati sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) questa mattina, portando un nuovo veicolo di rientro Soyuz per i residenti a bordo ed inizando otto giorni di operazioni congiunte e ricerche scientifiche. Il comandante russo dell'equipaggio "taxi", Victor Afanasyev, assieme al novellino ingegnere di volo Konstantin Kozeev e l'ingegnere di volo dell'ESA Claudie Haignere hanno agganciato la loro Soyuz TM-33 al boccaporto inferiore del Modulo di Controllo Zarya alle 5.44 a.m. CDT (le 12.44 ora italiana) mentre il complesso sorvolava l'Asia. Il perfetto aggancio è avvenuto due giorni dopo che l'equipaggio era stato lanciato dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazzkhstan. Sulla ISS, il comandante di Spedizione Tre Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin hanno controllato l'aggancio e preparato per l'apertura dei portelli fra la Soyuz e Zarya dopo aver testato la perfetta tenuta, dopo di che hanno dato il benvenuto ai loro primi visitatori fin da quando si trovano sulla stazione da agosto. Entro alcune ore dopo l'aggancio, per i membri dell'equipaggio in visita è previsto una riunione sui sistemi di sicurezza della stazione da parte del Comandante Culbertson, prima che la Haignere inizi ad attivare e condurre gli esperimenti sui materiali, medicina e fenomeni meteorologici. La ISS è perfettamente funzionante ed orbita ad un'altezza minima di 395 chilometri. L'attività scientifica di Spedizione Tre continuerà durante la settimana assieme all'equipaggio "taxi". Il prossimo rapporto missione ci sarà martedì 30 ottobre, dopo che l'equipaggio "taxi" avrà lasciato la stazione, o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto, ripresa dalla ISS, si vede in primo piano la Soyuz TM-33 appena prima dell'attracco alla stazione, sullo sfondo la vecchia Soyuz attraccata al modulo Pirs.

ISS Status Reports ISS 01-40

 

Giorno 70 - 30/10/2001 - Due cosmonauti russi ed una ricercatrice francese hanno lasciato questo pomeriggio la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dopo più di otto giorni di esperimenti ed attività congiunte con i residenti della stazione ai quali hanno portato un nuovo veicolo di rientro Soyuz per l'avamposto orbitale. L'equipaggio russo "taxi" composto dal comandante Victor Afanasyev, l'ingegnere di volo Konstantin Kozeev e l'ingegnere di volo dell'Agenzia Spaziale Europea Claudie Haignere, hanno sganciato la Soyuz TM-32 dal compartimento di attracco Pirs alle 3.39 del 31 ottobre ora italiana mentre la Soyuz e la ISS sorvolavano il confine russo-cinese a circa 395 chilometri di altezza. Il veicolo Soyuz TM-32 era arrivato alla ISS il 30 aprile scorso ed era vicino al termine della sua vita operativa. Una nuova Soyuz deve volare alla Stazione ogni sei mesi per provvedere ai suoi residenti di essere sicuri di poter rientrare sulla Terra in caso di una emergenza. Il distacco è avvenuto dieci giorni dopo che l'equipaggio "taxi" era stato lanciato dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan, con il nuovo veicolo Soyuz TM-33 e che rimarrà alla ISS fino alla prossima primavera. La vecchia Soyuz è previsto che accenda i suoi motori di rientro appena dopo le 6.00 ora italiana del 31 ottobre, per permettere al trio di taxisti di rientrare nell'atmosfera terrestre. L'atterraggio è previsto per le 6.58 nelle steppe del Kazakhstan. Sulla ISS, l'equipaggio di Spedizione Tre ha seguito il distacco ed hanno iniziato il loro turno con attenzione alle fasi finali della loro permanenza di quattro mesi a bordo del complesso spaziale. Il loro rientro sulla Terra è previsto per dicembre dopo essere stati rimpiazzati da un comandante russo e due astronauti americani. Dopo aver fatto i saluti reciprochi, i due equipaggi hanno chiuso i portelli fra il modulo di servizio Zvezda e Pirs, al quale la vecchia Soyuz è attraccata. Il distacco è avvenuto dopo che i bulloni di fissaggio che bloccavano la Soyuz e il Pirs erano stati allentati. Afanasyev ha allontanato la Soyuz dalla ISS fino ad una distanza di sicurezza alla quale ha potuto accendere i motori di deorbita della capsula. Con tutti i sistemi operanti regolarmente la stazione orbita ad un'altezza minima di 395 chilometri mentre a bordo continuano a svolgersi gli esperimenti scientifici. Il prossimo rapporto verrà pubblicato mercoledì 7 novembre, o prima se gli eventi lo richiedessero. Nella foto i due equipaggi durante una conferenza stampa. 

ISS Status Reports ISS 01-41

 

Giorno 77 - 07/11/2001 – L’equipaggio di Spedizione Tre composto dal comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnere di volo Mikhail Tyurin, continuano la loro preparazione in vista della terza ed ultima passeggiata spaziale della loro missione e che verrà condotta lunedì, e sarà la quinta EVA eseguita dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Durante la passeggiata di lunedì , il cui inizio è previsto attorno alle 3 p.m. CST (le 22 ora italiana), Culbertson e Dezhurov completeranno l’allestimento esterno del compartimento di aggancio russo Pirs iniziato da Dezhurov e Tyurin con la prima passeggiata del 8 ottobre scorso. Inoltre ispezioneranno uno dei due pannelli solari del modulo di servizio Zvezda che non si era dispiegato dopo il lancio, avvenuto nel luglio 2000, ma che non aveva avuto impatti sulle operazioni della stazione. Durante le due precedenti passeggiate spaziali, condotto da Dezhurov e Tyurin, la coppia collegò i cavi elettrici e di comunicazione fra Zvezda e il modulo Pirs, al quale è agganciato. I due installarono anche degli esperimento all’esterno di Zvezda. Lunedì, Dezhurov indosserà una tuta spaziale con le strisce rosse e questa sarà l’ottava EVA della sua carriera. Culbertson indosserà una tuta spaziale con le strisce blu ed eseguirà la sua prima passeggiata nello spazio. Tyurin controllerà la passeggiata dall’interno della ISS e manovrerà il braccio robotico Canadarm2 per illuminare i due astronauti all’esterno e fornire immagini televisive per i controllori di volo. Il rientro sulla Terra per l’equipaggio di Spedizione Tre è previsto in dicembre con la navetta spaziale STS-108, che verrà lanciata con i loro rimpiazzi, il comandante di Spedizione Quattro Yuri Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz e Dan Bursh. Il lancio della navetta spaziale Endeavour missione STS-108 è previsto per il 29 novembre. La data certa del lancio verrà stabilita la prossima settimana dopo una Revisione del Volo (Flight Readiness Review) condotta dei responsabili della stazione e dello shuttle. Gli equipaggi di STS-108 e Spedizione Quattro si trovano questa settimana al Centro Spaziale Kennedy per condurre una simulazione del conto alla rovescia e del lancio. STS-108, oltre a portare il modulo logistico multi-funzione italiano Raffaello riempito con equipaggiamenti e rifornimenti per la ISS, due degli astronauti dell’Endeavour eseguiranno una passeggiata spaziale per piazzare delle protezioni termiche attorno alla zona di puntamento del traliccio P6. Secondo gli ingegneri della NASA, queste protezioni dovrebbero eliminare il problema riscontrato durante la rotazione dei pannelli solari e che causava cali nella erogazione dell’energia. Oltre a preparare le tute spaziali e le attrezzature per la passeggiata di lunedì, l’equipaggio di Spedizione Tre continua gli esperimenti scientifici a bordo della stazione. Questa settimana gli esperimenti includono una misura delle radiazioni spaziali a bordo della ISS e la crescita di cristalli che potrebbero aiutare i ricercatori a preparare medicinali per combattere malattie come il diabete. La supervisione degli esperimenti scientifici a bordo della ISS è sotto la supervisione del Centro di Volo Spaziale Marshall ad Huntsville, Alabama mentre l’attrezzatura per le ricerche Umane è controllata del Centro Spaziale Johnson. Dettagli sugli esperimenti possono essere trovati al seguente sito web: http://www.scipoc.msfc.nasa.gov/  Con i sistemi che operano tutti normalmente la stazione orbita ad un altezza minima di 247 miglia (395 chilometri). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato lunedì 12 novembre dopo l’EVA di Spedizione Tre o prima se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Reports ISS 01-42

 

Giorno 82 – 12/11/2001 – Il comandante di Spedizione Tre, Frank Culbertson e il pilota Vladimir Dezhurov hanno completato l’allestimento esterno del Compartimento di Aggancio Pirs sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) questo pomeriggio, conducendo una passeggiata spaziale di 5 ore e 4 minuti all’esterno dell’avamposto orbitale. Culbertson, che conduceva la sua prima passeggiata spaziale, e Dezhurov, che completava la sua terza EVA in questa missione e portava il suo totale ad otto, hanno aperto il portello del compartimento Pirs alle 3.41 p.m. CST (le 22.41 ora italiana) e proseguito il loro lavoro connettendo oltre sette cavi di telemetria fra il Pirs ed il Modulo di Servizio Zvezda completando l’installazione del sistema di aggancio automatico Kurs, che verrà usato in futuro per guidare l’avvicinamento dei veicoli russi all’aggancio del Pirs. Pirs svolge la doppia funzione di portello di aggancio e di boccaporto per le passeggiate spaziali fuori dal segmento russo della ISS. L’ingegnere di volo Tyurin, che aveva condotto le due precedenti EVA in ottobre assieme a Dezhurov, ha monitorato le attività di oggi dall’interno della ISS e manovrato il braccio robotico Canadarm2 fornendo immagini televisive ai controllori di volo ad Houston e Mosca ed illuminando i due astronauti mentre conducevano le loro attività. Camminando in piedi su Zvezda, Culbertson e Dezhurov hanno condotto anche un’ispezione al pannello solare del modulo di servizio che ha fallito il dispiegamento durante il lancio del 12 luglio 2000. Il pannello ripiegato non ha comunque conseguenze sulle operazioni della stazione o sulle capacità elettriche del segmento russo. Culbertson ha ripreso una serie di fotografie del pannello per permettere un’analisi agli ingegneri russi. Culbertson e Dezhurov hanno anche condotto un test sulla capacità della nuova specie di gru russa Strela attaccata al Pirs l’8 ottobre. I due hanno usato una manovella per estendere Strela per tutta la sua lunghezza di circa 10 metri ed alzato ed abbassato la gru da un operatore posto alla base del traliccio. Strela verrà usata per spostare cosmonauti e materiali attorno ai moduli russi durante le future passeggiate spaziali dalla ISS. Finalmente i due astronauti sono rientrati nel Pirs e chiuso il portello alla 8.45 p.m. CST (le 4.45 ora italiana del 13 novembre) completando la 29° passeggiata spaziale in supporto della costruzione della ISS e la quinta condotta dalla stazione stessa. In tutto, le attività di assemblaggio della ISS condotte con passeggiate spaziali assommano a 183 ore e 18 minuti. L’equipaggio prevede una giornata di riposo martedì per poi ricominciare mercoledì una intensa giornata di lavoro iniziando ad impacchettare tutto il loro vestiario per il ritorno a Terra, previsto in dicembre con la navetta Endeavour alla conclusione della missione STS-108, la quale porterà i loro rimpiazzi, l’equipaggio di Spedizione Quattro, alla ISS. Gli esperimenti scientifici a bordo della stazione verranno ripresi questa settimana dopo la passeggiata effettuata. Tutti i sistemi funzionano normalmente e la stazione orbita ad un’altezza minima di 395 chilometri. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato mercoledì 14 novembre, o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto Culbertson mentre lavora vicino al modulo Pirs in primo piano.

ISS Status Reports ISS 01-43

 

Giorno 85 – 15/11/2001 – Dopo aver completato la passeggiata finale pianificata per Spedizione Tre, l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale questa settimana ha iniziato a prepararsi per l’arrivo di un vascello cargo, una navetta spaziale ed l’equipaggio di rimpiazzo che arriverà a fine mese. Gli ingegneri del Centro Controllo Missione vicino Mosca hanno condotto una serie di test e verificato che le connessioni esterne, eseguite dal Comandante Culbertson e dal pilota Vladimir Dezhurov durante la passeggiata spaziale di lunedì, del Compartimento di Aggancio Pirs e il sistema automatico telemetrico Kurs fossero perfettamente funzionanti. Con l’aiuto dell’ingegnere di volo Mikhail Tyurin, la giornata è proseguita con la pulizia e il riporre le tute spaziali Orlan usate durante l’EVA di 5 ore e 4 minuti. Sono trascorsi anche venti minuti a rispondere alle domande di studenti di scuole medie di Texas e Kansas come parte di una conferenza regionale educativa. Con tutte queste attività completate, il trio di ricercatori spaziali è pronto ad una serie di arrivi e partenze ed ha iniziato ad impacchettare per il loro rientro a casa. Il veicolo di rifornimento Progress 5, attualmente attraccato al modulo di servizio Zvezda, è previsto che venga sganciato il 22 novembre: esso più tardi verrà comandato per il rientro nell’atmosfera terrestre dove brucerà con tutto il materiale di rifiuto imbarcato questa settimana dall’equipaggio. Un altro veicolo di rifornimento, Progress 6, è previsto per il lancio il 26 novembre dak Cosmodromo di Baikonur, nel Kazhakstan e si aggancerà alla stazione il 28 novembre. Tutti i preparativi per il lancio della navetta spaziale Endeavour e dell’equipaggio di Spedizione Quattro – Comandante Yuri Onufrienko e gli ingegneri di volo Dan Bursch e Carl Walz – sono in orario per il lancio previsto per le 6.42 p.m. CST del 29 novembre (le 1.42 ora italiana del 30 novembre). I responsabili della missione si incontreranno questa settimana al Centro Spaziale Kennedy per rivedere tutte le procedure di lancio e la data finale verrà comunicata alla fine di queste riunioni. L’equipaggio dello shuttle – Comandante Dom Gorie, pilota Mark Kelly e specialisti di missione Linda Godwin e Dan Tani – si sono uniti al nuovo equipaggio della stazione in Florida per la simulazione finale di lancio prevista questa settimana. Mentre visiterà la stazione l’equipaggio della navetta eseguirà una passeggiata spaziale per installare una copertura isolante sulla cima del traliccio che tiene i due bracci con i grandi pannelli solari. Questi grandi perni, che permette ai pannelli solari di seguire i raggi del Sole e provvedere così alla massima generazione di energia, sembrano aver sperimentato strani comportamenti dovuti alle temperature molto elevate quando questi sono puntati verso la direzione della luce solare. Questa copertura multistrato dovrebbe ridurre la temperatura e permettere normali operazioni ai pannelli solari. Intanto in Florida il prossimo componente che deve essere assemblato sulla stazione spaziale ha superato con successo i vari test e viene spostato per i controlli finali. Rimane un ultimo test del software che verrà completato in gennaio. Il traliccio S-zero, che servirà come base di partenza per il lungo traliccio a cui verranno montati gli altri pannelli solari, il cui lancio è previsto con la missione STS-110 del marzo 2002. Con tutti i sistemi che funzionano normalmente la stazione orbita ad una quota minima di 395 chilometri. Continuano anche gli esperimenti scientifici sulla fisiologia umana anche mentre l’equipaggio è vicino al termine della missione. Il prossimo rapporto sulla stazione verrà pubblicato il 21 novembre, o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto l'uragano Michelle mentre si trovava sopra Cuba ripreso il 4 novembre da uno degli astronauti a bordo della ISS con una macchina fotografica digitale.

ISS Status Reports ISS 01-44

 

Giorno 91 - 21/11/2001 – Durante il loro 103° giorno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, il Comandante di Spedizione Tre Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnere di volo Mikhail Tyurin, hanno iniziato mercoledì l’attivazione del veicolo di rifornimento Progress in preparazione per il suo sgancio. Il Progress, attraccato al portello posto al termine del modulo di servizio Zvezda, è il quinto che ha visitato la stazione. Lo sgancio è previsto per le 10.06 a.m. CST di giovedì (le 17.06 ora italiana) poi verrà manovrato per rientrare nell’atmosfera terrestre dove si disintegrerà con tutti i rifiuti che si trovano a bordo. Il suo sgancio farà posto al Progress 6, il cui lancio è previsto dal Cosmodromo di Baikonur nel Kazakhstan alle 12.24 p.m. CST di lunedì (le 19.24 ora italiana). Il nuovo Progress, carico di rifornimenti freschi, è previsto che agganci la stazione alle 1.45 p.m. di mercoledì 28 novembre (le 20.45 ora italiana). Il trio di Spedizione Tre ha iniziato anche i preparativi per il loro ritorno a casa dopo circa quattro mesi nello spazio. Hanno iniziato ad impacchettare il vestiario e sistemare l’equipaggiamento della stazione in previsione dell’arrivo della navetta spaziale Endeavour, il cui lancio verso la stazione spaziale è previsto dal KSC il 29 novembre alle 6.41 p.m. CST (le 1.41 ora italiana del 30 novembre) con la missione STS-108. Endeavour ha al comando Dom Gorie, il pilota Mark Kelly e gli specialisti di missione Linda Godwin e Dan Tani. Lo scopo principale della missione è quello di portare l’equipaggio di Spedizione Quattro, composto dal comandante russo Yuri Onufrienko e dagli astronauti Dan Bursch e Carl Walz, alla stazione e di riportare sulla Terra Spedizione Tre. Durante il volo Godwin e Tani effettueranno una passeggiata spaziale per installare una copertura termica sugli snodi dei tralicci delle ali dei pannelli solari , che misurano oltre 70 metri da un lato all’altro. Gli snodi provvedono a far seguire il sole ai pannelli per produrre il massimo di energia. I controllori di volo del Centro Controllo Missione di Houston hanno notato in questo meccanismo occasionali ed imprevisti sbalzi nell’energia richiesta a girare le ali. I controllori credono che questo dipenda dalle estremi sbalzi di temperatura che si producono quando la stazione entra ed esce dalla luce solare. L’installazione delle coperture dovrebbe ridurre le fluttuazioni della temperatura eliminando così gli sbalzi di potenza osservati sui giunti delle ali. I due astronauti usciranno dal portello dell’Endeavour, poi saranno sollevati dal braccio robotico della navetta fino a circa 15 metri e da lì si arrampicheranno per altri 10 metri sul traliccio P6 dove sono posti gli snodi delle ali dei pannelli solari. I due lavoreranno così a circa 25 metri di distanza dal vano di carico della navetta. Con i sistemi che operano normalmente, la stazione orbita ad una quota minima di 397 chilometri ed anche se l’equipaggio si sta preparando a tornare a casa stanno continuando tutta una varietà di esperimenti scientifici. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo il lancio del Progress previsto per lunedì 26 novembre o prima se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Reports ISS 01-45

 

Giorno 96 – 26/11/2001 – Durante il loro 107° giorno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, il Comandante di Spedizione Tre Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnere di volo Mikhail Tyurin hanno continuato i preparativi per l’arrivo della navetta spaziale Endeavour e dell’equipaggio di Spedizione Quattro. Il lancio di Endeavour è previsto per giovedì alle 6.41 p.m. CST (le 1.41 ora italiana di venerdì) dal Centro Spaziale Kennedy per la missione STS-108. Alle 20.24 ora italiana di oggi il veicolo di rifornimento Progress 6, carico di freschi rifornimenti per la stazione, è stato lanciato dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan ed ha raggiunto felicemente l’orbita nove minuti dopo. Il suo arrivo alla ISS è previsto per mercoledì alle 21.40 ora italiana. La capsula Progrerss 5, che si trovava attraccata al portello posteriore del modulo di servizio Zvezda si è sganciata dalla stazione lo scorso giovedì ed è rientrata nell’atmosfera dove si è distrutta. Oggi l’equipaggio ha testato il sistema manuale di aggancio chiamato TORU e con il quale potrebbe essere fatto attraccare il Progress 6 se ci fossero problemi con il sistema automatico. Inoltre l’equipaggio ha anche preparato alcuni strumenti che verranno usati durante la passeggiata spaziale degli astronauti del STS-108 Linda Godwin e Dan Tani. I due condurranno una EVA di 4 ore la prossima settimana quando l’Endeavour sarà agganciata alla ISS ed installeranno una copertura termica sul meccanismo che permette ai pannelli solari di seguire la nostra stella e produrre l’energia necessaria alla stazione. Lo scopo principale della missione STS-108 rimane il cambio dell’equipaggio permanente della ISS. Tutti i sistemi operano normalmente e la ISS orbita ad una quota minima di 397 chilometri. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato mercoledì 28 novembre, dopo l'aggancio del Progress 6 o prima se gli eventi lo richiederanno. 

ISS Status Reports ISS 01-46

 

Giorno 98 – 28/11/2001 – Un veicolo automatico di rifornimento Russo Progress ha attraccato con successo alla Stazione Spaziale Internazionale questo pomeriggio, trasportando cibo, combustibile e rifornimenti per i prossimi residenti dell’avamposto orbitale. Il Progress 6, lanciato dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan lunedì, si è gentilmente agganciato al portello posteriore del Modulo di Servizio Zvezda mentre sorvolavano l’Asia Centrale alle 1.43 p.m. CST (le 20.43 ora italiana), completando un volo automatico di due giorni. A bordo della stazione i tre astronauti monitoravano le fasi dell’aggancio e si preparavano per l’apertura del portello fra il Progress e Zvezda previsto nella giornata. Il Progress trasporta più di una tonnellata di cibo, combustibile e rifornimento per l’equipaggio di Spedizione Quattro, composta dal comandante Russo Yury Onufrienko e gli astronauti americani Dan Bursch and Carl Walz, il cui arrivo è previsto con la navetta Endeavour STS-108 e che verrà lanciata domani. Con la stessa missione verrà riportato sulla Terra l’equipaggio di Spedizione Tre che si trova in orbita fin da agosto. Il lancio di Endeavour è previsto per le 6.41 p.m. CST (le 2.41 ora italiana del 30 novembre). Sulla stazione tutti i sistemi operano normalmente e l’orbita minima è di 397 chilometri di quota. Nonstante la preparazione per il rientro a casa l’equipaggio di Spedizione Tre continua a far funzionare tutti gli esperimenti a bordo. Il prossimo rapporto sarà pubblicato inserito in quello di STS-108 e fino alla fine di quella missione. Nella foto il Progress, ripreso dalla ISS, mentre effettua le ultime accensioni dei razzi di manovra poco prima dell'attracco alla stazione.

ISS Status Report 01-47

 

Giorno 99 – 29/11/2001 – La Stazione Spaziale Internazionale ha assunto nuovamente l’orientazione normale circa tre ore oltre il previsto questo pomeriggio per permettere ai controllori di volo Russi di avere il tempo per valutare un potenziale problema tecnico seguito all’aggancio del veicolo da rifornimento Progress. La stazione è rimasta in volo libero, con il controllo della orientazione disattivato, come di regola avviene durante un aggancio di un Progress. Il sistema di controllo dell’orientazione della stazione viene normalmente riattivato alcuni minuti dopo l’aggancio, quando i controllori di volo Russi ricevano indicazioni dalla strumentazione che i vari bulloni che rendono saldo l’aggancio dal veicolo con la stazione sono chiusi e bloccati. Il Controllo Missione di Korolev non ha avuto questi attesi segnali dopo che il Progress ha attraccato al complesso orbitale alle 1.43 p.m. CST (le 20.43 ora italiana). La stazione è rimasta così in volo libero, con i sistemi di orientamento disattivati, fino alle 5 p.m. CST (le 24 ora italiana), quando i controllori hanno concluso che il Progress era attraccato abbastanza sicuramente alla stazione per poter tornare operativi con il controllo di assetto. Infatti con la stazione in volo libero l’energia elettrica prodotta dai pannelli solari si riduce sensibilmente e diversi apparecchi non vitali devono essere spenti per conservare elettricità. I riscaldatori che controllano la condensazione nello scafo del laboratorio Destiny, il nodo Unity e il PMA della stazione sono stati spenti per alcune ore come anche un monitor che controlla la circolazione dell’aria nel modulo di decompressione Quest. Una volta che la stazione è tornata nell’orientazione normale, tutta la strumentazione momentaneamente disattiva è stata riaccesa e non ci sono state conseguenze sulle operazioni della stazione. I controllori di volo russi continuano a valutare il problema seguito all’aggancio del Progress. Indicazioni mostrano che i vari ganci di fissaggio non si sono chiusi come previsto. Un'ulteriore valutazione della situazione verrà fatta domattina quando la stazione entrerà nel raggio di collegamento con i controllori russi. Intanto al Centro Spaziale Kennedy tutto procede per il lancio della navetta spaziale Endeavour previsto per le 6.41 p.m. CST (le 2.41 ora italiana del 30 novembre). La stazione orbita regolarmente ad una quota minima di 397 chilometri. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato assieme a quello di STS-108 oppure prima se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Report 01-48

RIENTRO AVVENUTO IL 17/12/2001 - vedi missione STS-108

DURATA FINALE DELLA MISSIONE 129g.


QUESTO RAPPORTO CONTINUO DI QUELLO CHE ACCADE A BORDO DELLA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE VIENE TRADOTTO DALL'ORIGINALE NASA CHE POTETE TROVARE A QUESTO INDIRIZZO: http://www.spaceflight.nasa.gov/station/index.html

 

Ultimo aggiornamento 26/12/2001

Sito curato da Massimo Martini