Stazione Spaziale Internazionale

Spedizione Quattro

Giorno per giorno

werhsepd.gif (1132 byte)

Qui di seguito un dettagliato rapporto quasi giornaliero di quello che accade all'equipaggio di Spedizione Quattro ora a bordo della ISS-Alpha.

werhsepd.gif (1132 byte)

Giorno 13 - 21/12/2001 - Il comandante di Spedizione Quattro Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Waltz e Dan Bursch hanno completato la loro prima settimana di operazioni indipendenti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Lo scorso sabato, i tre nuovi uomini di equipaggio hanno salutato i loro predecessori, l'equipaggio di Spedizione Tre e l'equipaggio di Endeavor quando lo shuttle si è sganciato per fare ritorno a casa. A bordo della ISS i tre nuovi inquilini hanno trascorso la settimana attivando esperimenti scientifici, incluso un esperimento di crescita di cellule per studiare i tumori. I tre hanno poi continuato a familiarizzare con la loro nuova casa, scaricato il cargo Progress 6 e sistemato materiale ed equipaggiamenti arrivati con l'Endeavour. L'equipaggio continuerà gli esperimenti la prossima settimana ed avrà un giorno di riposo per Natale. Il cibo della stazione include il tacchino ed altri cibi tradizionali. L'equipaggio effettuerà un altro giorno di riposo per il Capodanno. Tutti i sistemi della stazione funzionano regolarmente. Sebbene martedì i controllori del volo hanno notato che il meccanismo che serve per ruotare il pannello solare di sinistra aveva manifestato sforzi sul motore elettrico e brevi interruzioni. Il meccanismo era stato fatto ripartire e da qual momento il problema non si era più ripresentato. Il blocco non ha avuto impatto significativo sulle operazioni della stazione ed è simile ad altri accaduti in passato. Il meccanismo (Beta Gimbal Assemblies) ruotando i pannelli della stazione, permette di tenerli puntati sempre precisamente verso il Sole, generando la massima energia possibile per la stazione. Durante il volo di Endeavour sono stati installate delle coperture termiche su entrambi questi meccanismi per isolare in modo migliore e sperare di alleviare questo problema. I tecnici hanno fiducia che il meccanismo continuerà ad operare e stanno continuando a ricevere dati sia dal meccanismo di destra che da quello di sinistra per valutare i positivi effetti della nuova copertura isolante. La supervisione delle ricerche svolte a bordo della stazione sono sotto la responsabilità del Centro Operativo Carichi Utili del Centro di Volo Spaziale NASA Marshall ad Huntsville, in Alabama. Invece lo Human Research Facility è sotto il controllo del Centro Spaziale Johnson, in Texas. Il prossimo rapporto sullo stato operativo della ISS verrà pubblicato il 4 gennaio 2002. Nella foto, da sinistra, Bursch, Onufrienko e Walz posano all'interno del modulo Destiny.

ISS Status Reports ISS 01-50

 

Giorno 27 - 4/1/2002 - L'equipaggio di Spedizione Quattro della Stazione Spaziale Internazionale ha iniziato il nuovo anno questa settimana conducendo una varietà di esperimenti, testando nuove tecniche con il braccio robotico della stazione ed iniziando la preparazione per la passeggiata spaziale programmata questo mese. Il comandante Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz e Dan Bursch hanno trascorso un tranquillo Capodanno in orbita passando il tempo in tranquillità e comunicando con amici e parenti. Nel corso della settimana hanno ripreso il lavoro conducendo due esperimenti sullo studio delle reazioni degli astronauti all'assenza di gravità. Walz e Bursch hanno partecipato all'esperimento "H-Reflex" (che studia l'effetto dell'assenza di gravità sulla spina dorsale e sui riflessi) e al "Pulmonary Function" (sugli effetti del volo spaziale e delle passeggiate spaziali sull'attività polmonare). Bursch e Walz hanno avuto poi l'opportunità di allenarsi alle operazioni con il braccio robotico della stazione, Canadarm2, mentre lo spostavano e lo riagganciavano all'esterno della stazione. Oltre a far esercitare l'equipaggio, le operazioni con il braccio testavano una nuova tecnica per alleggerire la tensione che è stata osservata quando il braccio rilascia la sua posizione. Il test ha fornito una serie di dati che verranno studiati dagli ingegneri a Terra per sviluppare queste tecniche e test simili verranno condotti più avanti nella missione. I membri dell'equipaggio ha completato la sistemazione e lo stivaggio di oltre tre tonnellate di rifornimenti ed equipaggiamenti che sono stati portati a bordo della stazione per mezzo dello shuttle a dicembre. La loro attenzione, la prossima settimana, verrà assorbita sul prossimo passo importante del loro volo, la prima delle due attività extraveicolari (EVA) previste questo mese oltre alle quattro previsti durante tutta la loro missione. Walz e Onufrienko (nella foto al lavoro con delle apparecchiature) condurranno una EVA di oltre sei ore e che inizierà alle 21.50 del 14 gennaio. Questa settimana l'equipaggio inizierà a spostare il periodo di sonno ed aggiustarlo sui tempi della passeggiata spaziale e, la prossima settimana, inizieranno i controlli delle tute spaziali e dell'abbigliamento che verrà usato per il lavoro all'esterno. Per l'EVA i due astronauti useranno le tute spaziali russe Orlan ed usciranno dal compartimento di aggancio e pressurizzazione russo Pirs. Walz e Onufrienko dovranno riposizionare una pertica per lo spostamento dei materiali dall'adattatore pressurizzato numero uno all'esterno del modulo della stazione Zarya e piazzandolo vicino ad un'altra asta posta al modulo Pirs. Queste due pertiche serviranno in coppia nelle future passeggiate spaziali. 

ISS Status Reports ISS 02-01

 

Giorno 37 - 14/1/2001 - Il comandante Yuri Onufrienko e l'ingegnere di volo Carl Walz sono usciti fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale per la loro prima passeggiata della Spedizione Quattro ed hanno completato l'installazione della seconda pertica russa per spostare i carichi, portata alla ISS oltre due anni e mezzo fa. Con la coordinazione dall'interno della stazione dall'ingegnere di volo Dan Bursh, i due astronauti hanno anche installato un'antenna per le trasmissioni con i radioamatori all'esterno del modulo di servizio Zvezda. La prima EVA dell'equipaggio di Spedizione Quattro è iniziata alle 2.59 p.m. CST ( le 21.59 ora italiana) e si è conclusa alle 9.02 p.m. CST (le 4.02 ora italiana del 15 gennaio) per un totale di 6h.3m. La passeggiata di lunedì era la 32° eseguita per la costruzione della stazione, la settima condotta dalla ISS e la sesta basata sul segmento russo. Il tempo totale trascorso nello spazio con EVA eseguite partendo dalla stazione è ora a 29h.4m. mentre il tempo totale di passeggiate spaziali trascorso per la costruzione della ISS è di 196h.19m. Dopo essere usciti dal compartimento di aggancio russo Pirs, Onufrienko e Walz hanno assemblato una pertica estensibile che era stata precedentemente installata sul Pirs. Hanno usato la prima pertica chiamata Strela-1 (Strela è la parola russa per Freccia) per prendere e riposizionare una pertica simile temporaneamente fissata fuori del tunnel di connessione fra i moduli Zarya e Unity. Questa seconda pertica è conosciuta come Strela-2, ed è stata spostata lungo il modulo Pirs e fermata al lato opposto del compartimento di aggancio ale 6.31 p.m. CST (le 1.31 ora italiana del 15 gennaio). Il primo pezzo di Strela-2 era stato portato ed installato nel maggio del 1999 ed il secondo pezzo nel maggio 2000. Durante future passeggiate spaziali, le due pertiche potranno essere usate per spostare equipaggiamenti ed astronauti. Onufrienko e Walz hanno anche installato un'antenna per radioamatori su un corrimano posto alla fine del modulo di servizio Zvezda. L'antenna è una delle quattro che permetteranno agli equipaggi di contattare i radioamatori rimanendo nei comodi alloggi del modulo Zvezda, In questo momento infatti la stazione amatoriale radio si trova nel modulo Zarya. La prossima EVA della spedizione. che verrà condotta da Onufrienko e Bursh, è prevista per il 25 gennaio. I piani includono che durante questa passeggiata spaziale vengano installate le rimanenti tre antenne radioamatoriali ed uno scudo deflettore per i getti di manovra in coda al modulo Zvezda. Nella foto un momento di lavoro all'esterno dei due astronauti, si nota la pertica Strela che stanno manovrando. 

 ISS Status Reports ISS 02-03

 

Giorno 41 - 18/1/2002 - L'equipaggio di Spedizione Quattro ha completato venerdì una settimana molto occupata, installando una nuova, e più capiente unità di memoria del computer e preparandosi per la seconda passeggiata a poco più di una settimana dalla prima. L'ingegnere di volo Carl Walz ha lavorato con gli esperti di computer a terra per installare ed attivare una nuova memoria a stato solido per uno dei tre computer principali di comando e controllo conosciuto con l'acronimo di "C&C1". Walz ha impiegato circa due ore per rimuovere la vecchia unità che usava un disco in rotazione, ed altre due ore ai controllori di volo a terra per completare la riattivazione di C&C1. Gli esperti di computer a terra stanno continuando a valutare i dati e lo stato del computer ma pensano di inserirlo come computer di riserva del principale C&C2 il 23 gennaio. C&C2 ha ricevuto il cambio di memoria all'inizio del mese. L'ultima unità di memoria verrà istallata sul computer C&C3 il primo febbraio. Inoltre i controllori di volo questa settimana hanno anche installato un nuovo software nei due computer di navigazione e controllo della stazione. Nel frattempo il comandante Yuri Onufrienko (nella foto al lavoro con delle attrezzature) e l'ingegnere di volo Dan Bursch hanno continuato la preparazione per la prossima EVA, prevista per il 25 gennaio. Questa settimana riforniranno le tute spaziali usate da Onufrienko e Waltz lunedì e verranno preparate per l'istallazione del materiale sullo scafo della stazione. L'inizio della passeggiata è previsto per le 9.35 a.m. CST (le 4.35 ora italiana) di venerdì e dovrebbe durare circa 5h.30m. Onufrienko e Bursch indosseranno le tute spaziali russe Orlan ed usciranno dalla stazione attraverso il modulo Pirs, che serve sia come modulo di aggancio che camera di decompressione. Walz provvederà supporto dall'interno, monitorando le attività e movendo il braccio robotico della stazione Canadarm2 per riprendere con la telecamera il lavoro all'esterno. Questa sarà la 33° attività extraveicolare in supporto della costruzione della stazione spaziale e l'ottava condotta dalla stazione stessa. I due lavoratori spaziali installeranno undici differenti sistemi all'esterno del modulo di servizio Zvezda, incluso sei deflettori di scarico, la seconda delle quattro antenne per radioamatori, un esperimento per studiare la contaminazione dovute alle particelle espulse dai razzi di manovra e vari esperimenti di fisica. Gli EPA (Efflux Protection Assembly) sono deflettori e sono disegnati per deviare gli scarichi dei razzi di controllo della stazione per il suo orientamento in modo da non lasciare residui potenzialmente pericolosi all'esterno della stazione dove poi gli astronauti devono lavorare. Il contenitore dell'esperimento Kromka 1 rimpiazzerà l'esperimento esistente Kromka 1-0 che contiene campioni di vari materiali posti per evidenziare come possono essere contaminati dai razzi di manovra. Il Kromka 1-0 verrà imballato e ritornerà dalla stazione verso Terra a bordo di un veicolo Soyuz. L'esperimento Platan-M è una ricerca che mira alla misura dei nuclei pesanti a bassa energia di origine solare o galattica.  L'antenna per radioamatori è una delle quattro che permetterà agli astronauti di contattare i vari "baracchini" dal confortevole alloggio all'interno del modulo Zvezda. Mentre i membri dell'equipaggio erano occupati sulla costruzione e il mantenimento della stazione, all'interno del modulo laboratorio Destiny una serie di esperimenti scientifici continuavano a collezionare informazioni sugli effetti a lungo termine del volo spaziale sugli esseri umani, biotecnologia, medicina, agricoltura, elettronica e componenti farmaceutici. Per ulteriori dettagli sull'attività scientifica a bordo della stazione si può contattare il sito http://www.scipoc.msfc.nasa.gov/ mentre per ulteriori dettagli sull'attività degli astronauti e la possibilità di vedere il passaggio nel cielo di casa vostra la ISS potete andare al seguente indirizzo: http://spaceflight.nasa.gov/. Il prossimo rapporto sullo status della stazione verrà pubblicato il 25 gennaio dopo l'esecuzione della passeggiata.

ISS Status Reports ISS 02-04

 

Giorno 48 - 25/1/2002 - Il Comandante di Spedizione Quattro Yuri Onufrienko e l'astronauta Dan Bursch hanno completato una passeggiata spaziale della durata di  5h59m all'esterno della Stazione Spaziale Internazionale oggi installando sei deflettori degli ugelli nella parte posteriore del Modulo di Servizio Zvezda, recuperando e rimpiazzando un'apparecchiatura per misurare la contaminazione dei materiali da parte degli ugelli ed installando un'antenna per comunicare con i radioamatori. Inoltre sono stati anche installati tre esperimenti sui materiali e sulla fisica all'esterno del modulo Zvezda. Mentre Onufrienko e Bursch lavoravano all'esterno, l'astronauta Carl walz aiutava a coordinare la passeggiata spaziale e manovrava il braccio robotico della stazione Canadarm2, permettendo alle telecamere installate sopra di esso di riprendere l'EVA. Questa è stata la 33° attività axtraveicolare per l'assemblaggio della ISS e l'ottava condotta direttamente dalla stazione. Onufrienko e Bursch, indossando le tute spaziali russe Orlan, hanno installato sei deflettori dei getti dei motori di manovra nella sona posteriore del modulo Zvezda. I deflettori sono designati per limitare i depositi all'esterno della stazione risultanti dall'accensione di questi razzi di manovra. Gli astronauti hanno rimosso un esperimento chiamato Kromka posto vicino ad uno dei gruppi di ugelli. Questo esperimento cattura i materiali risultanti dalle accensioni dei getti. Verrà riportato sulla Terra all'inizio di maggio a bordo di una capsula Soyuz. Studiando questi residui gli ingegneri aumenteranno la loro conoscenza sulla natura di questo tipo di depositi. Onufrienko e Bursch hanno installato un identico nuovo esperimento Kromka al posto di quello recuperato. Future analisi del nuovo esperimento piazzato oggi aggiungeranno ulteriori informazioni sugli effetti dei deflettori dei getti che sono stati installati. Inoltre è stata installata una antenna radio per radioamatori ed i cavi ad essa associati sulla parte terminale di Zvezda. L'antenna è la seconda di quattro che verranno piazzate attorno al retro del modulo. Onufrienko e Walz avevano installato la prima antenna durante la passeggiata del 14 gennaio. Onufrienko e Bursch hanno inoltre installato un esperimento fisico chiamato Platan su Zvezda. Platan è stato costruito per catturare nuclei pesanti a bassa energia espulsi dal Sole e dall'esterno del sistema solare. Inoltre sono stati piazzati anche tre esperimenti sui materiali chiamati SKK, acronimo russo, sempre sullo scafo esterno di Zvezda. Questi esperimenti esaminano l'effetto del severo ambiente dello spazio per una vasta parte di materiali. I due passeggiatori spaziali hanno inoltre installato dei punti di presa sui corrimani all'esterno di Zvezda. Questi punti di presa saranno utilizzati dagli astronauti per ancorare i diversi equipaggiamenti sull'esterno del modulo. Durante la passeggiata spaziale i due hanno anche preso foto per documentare il loro lavoro. Il prossimo rapporto sullo stato della ISS verrà pubblicato il 1° febbraio. Nella foto i due astronauti al lavoro all'esterno della stazione, in primo piano il modulo Pirs.

 ISS Status Reports ISS 02-05

 

Giorno  55 - 1/2/2002 - Concludendo un mese nel quale l'equipaggio di Spedizione Quattro ha compiuto due passeggiate spaziali questa settimana i tre astronauti l'anno trascorsa con più calma dedicandosi all'attività fisica, esperimenti scientifici ed operazioni di revisione di apparecchiature di bordo. L'equipaggio ha poi preso un po di pausa dal programma di attività eseguendo varie interviste con televisioni e radio degli USA e parlando all'annuale conferenza degli Educatori della Stazione Spaziale che si è svolta ad Houston. Le attività di revisione hanno incluso riparazioni minori al sistema ARIS, rimpiazzo del disco rigido di uno dei computer di Comando e Controllo, risolvere problemi causati da un eco durante le comunicazioni con la Terra, rimuovere il meccanismo di aggancio automatico dal cargo Progress ed installare un computer portatile nel modulo di decompressione Quest. ARIS ha lo scopo di isolare gli esperimenti, posti nel modulo laboratorio Destiny, dalle vibrazioni causate dal movimento dell'equipaggio, tramite delle molle. Una di queste è stata rimpiazzata dopo che aveva iniziato a non funzionare bene a causa della normale usura. L'equipaggio ha rimpiazzato il disco rigido del terzo ed ultimo computer di Comando e Controllo con una nuova memoria di massa a stato solido che dovrebbe funzionare meglio nell'ambiente a microgravità che l'unità a disco rigido ruotante. La nuova unità è stata attivata e funziona perfettamente. I tecnici di Volo del Centro Controllo di Houston e di Mosca hanno guidato l'equipaggio lungo una serie di test con il sistema di comunicazione della stazione. L'equipaggio ha provato diverse configurazioni al sistema per aiutare a trovare il modo di eliminare un effetto eco. Questo problema non ha influenza sulle operazioni di volo ma peggiora sensibilmente la qualità delle comunicazioni con la Terra. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato l'8 di febbraio o prima se gli eventi lo richiederanno. 

ISS Status Reports ISS 02-06

 

Giorno 59 - 4/2/2002 - Il normale lavoro dell'equipaggio di Spedizione Quattro è stato interrotto questa mattina quando il computer principale della Stazione Spaziale Internazionale posto nel modulo abitato Zvezda si è inaspettatamente spento, disattivando il sistema di orientamento della nave spaziale per alcune ore. Il computer è ora di nuovo in funzione e tutti i sistemi della stazione operano normalmente. L'equipaggio - comandante Yuri Onufrienko e gli ingegneri di volo Dan Bursh e Carl Walz - non sono stati mai in pericolo ma avevano iniziato a spegnere l'equipaggiamento di riserva ed alcuni esperimenti nel caso l'energia prodotta dai pannelli solari della stazione iniziasse a calare. Con l'orientamento della stazione fuori controllo i pannelli solari non sono capaci di puntare nella direzione del Sole per generare il massimo dell'energia elettrica per tutto il complesso. Il computer è andato fuori uso verso le 14 ora italiana. I controllori di volo di Houston e Mosca hanno lavorato assieme per ripristinare tutte le operazioni della stazioni durante la mattinata e, ad un certo punto, l'equipaggio ha eseguito dei comandi manuali per assicurarsi che i pannelli solari puntassero sul Sole. I controllori russi non hanno ancora determinato le cause del malfunzionamento del computer e stanno continuando a studiare il problema. Alle 9.30 a.m. (le 16.30 ora italiana) i controllori di volo di Mosca hanno riavviato con successo il computer, e circa due ore dopo il sistema di orientamento della stazione ha iniziato a riprendere le sue funzioni. L'equipaggio ha iniziato il periodo di riposo verso le 3.30 p.m. CST (le 22.30 ora italiana) e verranno svegliati domani verso le 4 e trascorreranno un po di tempo nel proseguire il recupero dell'equipaggiamento che era stato spento per il problema di oggi. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato l'8 di febbraio o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto una splendida Luna fotografata dagli astronauti di Spedizione Quattro.

ISS Status Reports ISS 02-07

 

Giorno 63 - 8/2/2002 - Questa settimana l'equipaggio di Spedizione Quattro, composto dal comandante Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz e Dan Bursch hanno lavorato con diversi esperimenti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Hanno testato diversi strumenti ultrasonori su HRF, attivato l'esperimento EarthKam ed il settimo cilindro di campioni di Crescita di Proteine Cristalline e la Fornace sulla crescita di cristalli di Zaolite. L'equipaggio ha completato anche una serie di test periodici sulle condizioni fisiche. Walz e Bursh hanno preparato una serie di tre dosimetri con i quali verranno misurate le radiazioni ricevute durante la prevista passeggiata spaziale prevista per il 20 febbraio. I dosimetri fanno parte dell'esperimento EVARM che studia il totale di radiazioni che gli astronauti ricevono durante le attività extraveicolari e che aiuterà i tecnici a preparare future tute spaziali con nuovi tipi di protezioni. Oggi l'equipaggio ha trascorso il suo 64° giorno nello spazio facendo l'inventario delle scorte a bordo della stazione. L'inventario aiuterà a pianificare quanto e di che tipo di scorte avrà bisogno il prossimo equipaggio della stazione. L'equipaggio ha iniziato l'inventario oggi e verrà compiuto entro il tempo previsto. Lunedì il normale lavoro della stazione è stato interrotto per alcune ore quando il computer principale del modulo Zvezda è andato senza preavviso fuori linea bloccando il sistema che controlla l'orientamento del veicolo. Il computer è stato rimesso in funzione ed ha operato bene da quel momento. I controllori di volo russi stanno ancora lavorando per determinare le cause dell'interruzione. Mercoledì Onufrienko ha celebrato il suo 41° compleanno. Lui ed i suoi compagni sono nello spazio dal 5 dicembre. L'equipaggio ha un fine settimana di attività leggera nel quale potranno svolgere una serie di compiti che non devono essere eseguiti in tempi predefiniti. Il prossimo rapporto della ISS verrà pubblicato il 15 febbraio o prima se gli eventi lo richiederanno. 

ISS Status Reports ISS 02-08

 

Giorno 71 - 15/2/2002 - L'attività a bordo della Stazione Spaziale Internazionale questa settimana è focalizzata sulla preparazione per la passeggiata prevista per la prossima settimana - la prima condotta dal modulo di decompressione USA Quest senza una navetta spaziale attraccata. Il comandante di Spedizione Quattro Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz e Dan Bursch hanno iniziato la loro decima settimana in orbita ricevendo volumi di informazioni e materiale di studio dai controllori di volo a Terra ed hanno partecipato a sessioni di prova, controllando le loro tute spaziali, i portelli di decompressione e gli esperimenti che verranno usati il 20 febbraio. Un completo test della depressurizzazione di Quest verrà eseguito venerdì. L'escursione segnerà il primo utilizzo del modulo di decompressione sin dal luglio 2001 e servirà come test per sperimentare tecniche ed equipaggiamenti che verranno utilizzati durante la missione di assemblaggio STS-110 di aprile, quando verranno effettuate quattro EVA dal modulo Quest per istallare il primo pezzo dello scheletro strutturale ed elettrico della stazione. Bursch e Walz eseguiranno un controllo dei sistemi del compartimento, connetteranno e scollegheranno diversi cavi elettrici, rimuoveranno protezioni isolanti dalla struttura a traliccio Z1 e porteranno con loro diversi attrezzi che serviranno durante il lavoro pianificato in STS-110. Questa volta useranno le tute spaziali USA con Walz che avrà quella con la riga rossa sulle gambe e Bursh quella tutta bianca. La passeggiata spaziale è prevista per iniziare alle 13 ore italiana di mercoledì. La copertura televisiva della NASA inizierà mezzora prima. Intanto gli esperimenti continuano a bordo della stazione con la crescita della terza generazione di colture impiantate sulla ISS. L'equipaggio ha anche smontato un'attrezzatura chiamata ARIS e che permette di isolare gli esperimenti dalle vibrazioni indotte dall'equipaggio e che aveva smesso di funzionare. L'equipaggio ha anche eseguito una serie di piccole riparazioni al sistema di distribuzione elettrico della stazione. Il previsto invio di nuovo software alla stazione è stato rinviato fino a dopo il 20 febbraio per non interferire con la EVA. Questo nuovo software sarà utilizzato con l'arrivo del traliccio S0 durante la missione STS-110. Il prossimo rapporto della ISS verrà pubblicato il 21 febbraio o prima se gli eventi lo richiederanno. 

ISS Status Reports ISS 02-09

 

Giorno 76 - 20/2/2002 - Gli astronauti di Spedizione Quattro Carl Waltz e Dan Bursh hanno completato con successo una passeggiata spaziale della durata di 5h.47minuti, provando procedure ed equipaggiamenti della camera di equilibrio Quest ed eseguendo una serie di test in preparazione della missione della navetta spaziale Atlantis STS-110 prevista per aprile. La passeggiata è iniziata alle 5.38 a.m. CST (le 12.38 ora italiana) e si è conclusa alle 11.25 a.m. (le 18.25 ora italiana). Si è trattato della prima EVA eseguita dal modulo Quest senza la presenza di uno shuttle alla stazione, le è stato dato la designazione ufficiale di U.S. EVA 1. Questo ha anche segnato il primo uso americano di un Ufficiale Intraveicolare (IV), l'astronauta Joe Tanner, che ha lavorato dal Centro di Controllo di Houston invece che a bordo dell'astronave, come veniva fatto di solito. Inoltre sono state eseguite nuove procedure per accelerare la pressurizzazione della camera di equilibrio e l'inizio della passeggiata. L'STS-110 porterà il Traliccio S0 alla stazione, il primo segmento di quello che diventerà la spina dorsale della stazione. Verranno condotto quattro passeggiate spaziali durante quel volo, tutte dalla camera di equilibrio e tutte usando il protocollo di esercizi ossigenanti per spurgare l'azoto dal sangue degli astronauti. Walz e Bursch hanno usato questo protocollo oggi. Durante la passeggiata di oggi, Walz e Bursch hanno deposto due cavi elettrici dalla zona di stoccaggio sul Laboratorio Destiny e connessi ad altri cavi vicino alla base del Traliccio Z1. I piani per disconnettere e riporre i cavi sono stati congelati mentre gli ingegneri stanno valutando inaspettati letture di valori di conversione nei circuiti dei cavi completati. Waltz ha rimosso una protezione termica dal Traliccio Z1 e l'ha riposta all'interno del traliccio stesso, mentre Bursch recuperava gli attrezzi che verranno usati dagli astronauti di STS-110 e li riportava nel modulo. I due, controllavano anche i ganci che tengono fissati i due serbatoi di ossigeno ed azoto alla camera di equilibrio. Walz e Bursch rimuovevano gli adattatori con i quali l'asta russa era stata installata ed attaccavano uno di essi all'esterno del modulo Zarya e riportavano gli altri, americani, nel modulo di equilibrio. Inoltre ispezionavano i cavi connettori all'esterno della stazione e fotografavano il MISSE (Esperimento Materiali Stazione Spaziale Internazionale). Alcuni di questi campioni di materiali esposti alle condizioni estreme dello spazio apparivano come spellati sulle loro montature. Gli scienziati useranno i dati ulteriori di questa passeggiata per un esperimento che osserva gli effetti di una lunga permanenza alla microgravità sulla funzione dei polmoni. Inoltre Walz e Bursch indossavano un sensore per l'esperimento EVARM, uno studio sulle dosi di radiazioni sperimentate dagli astronauti in attività extraveicolare. Walz e Bursch avevano già fatto una precedente EVA dalla stazione lo scorso mese, e Walz aveva fatto anche una EVA durante la missione shuttle STS-51 nel settembre 1993. Durante la passeggiata di oggi, il comandante di Spedizione Quatto Yury Onufrienko ha manovrato le telecamere sul braccio robotico canadese per documentare l'attività esterna. Un aggiornamento del software della stazione è previsto più avanti questa settimana per preparare i computer di bordo all'arrivo del Traliccio S0 ed altri equipaggiamenti che verranno portati nelle missioni successive. Il prossimo rapporto sulla ISS verrà messo on-line il 22 febbraio o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto i due astronauti al lavoro all'esterno di Quest.

ISS Status Reports ISS 02-10

 

Giorno 76 - 20/2/2002 – L’equipaggio di Spedizione 4 della Stazione Spaziale Internazionale ha riportato di sentire un forte odore apparentemente originato dal sistema utilizzato per ripulire l’aria all’interno delle tute spaziali e posto nella camera di equilibrio del modulo Quest. L’equipaggio ha iniziato subito a spegnere tutti i sistemi sospetti. Circa trenta minuti dopo dal primo segnale del forte odore i controllori di volo hanno chiesto all’equipaggio di chiudere il portello interno del modulo per evitare che l'odore si diffondesse in tutta la stazione. I controllori hanno poi spento alcuni dei ventilatori ed attivato un purificatore d'aria del modulo Destiny per ripulire l'atmosfera da ogni traccia di contaminante. I Controllori di Volo sospettano che l'odore sia stato causato dalla fuoriuscita di uno speciale gas che viene usato per ripulire l'interno delle tute spaziali dal biossido di carbonio delle tute americane nel modulo Quest. Alcuni membri dell'equipaggio hanno lamentato brevi mal di testa dopo l'esposizione all'odore. Comunque i medici a Terra hanno rassicurato l'equipaggio che l'odore non può causare nessun problema di salute. L'equipaggio ha riportato il primo segnale di odore appena dopo le 4 p.m. CST (le 23 ora italiana) e il portello interno di Quest è stato chiuso alle 4.30 p.m. e l'equipaggio si è recato a dormire alle 5.30 p.m. CST (le 0.30 del 21 febbraio ora italiana). A causa del leggero odore nel segmento USA della stazione tutti i membri dell'equipaggio si sono recati a dormire, per questa notte, nel modulo Zvezda . 

ISS Status Reports ISS 02-11

 

Giorno 78 - 22/2/2002 - L'equipaggio di Spedizione Quattro della ISS è tornato alle normali attività oggi dopo una passeggiata spaziale di successo di mercoledì ed un giorno di riposo seguente. Il comandante Yury Onufrienko e gli astronauti Carl Walz e Dan Bursch hanno eseguito numerosi esami medici, inclusi i controlli post-passeggiata spaziale di Walz e Bursch. Sempre oggi, con il Centro Controllo Missione di Houston e l'equipaggio, è iniziata la transizione del nuovo software nei computer della stazione, un processo che prosegue bene e che continuerà con diversi controlli per diversi giorni. Buona parte dei test medici si sono svolti nel Laboratorio Destiny, nel quale l'equipaggio ha ripreso il lavoro questa mattina. Come precauzione gli astronauti hanno passato le precedenti 48 ore nel segmento russo mentre un sistema di depurazione rimuoveva il cattivo odore che si era diffuso mercoledì nei i moduli USA. L'odore era stato causato dal sistema della camera di equilibrio Quest che era usato per ripulire le tute spaziali mercoledì dopo la passeggiata spaziale. L'equipaggio ha riportato che vi era ancora un leggero odore nella stazione ancora questa mattina. I controllori di volo Russi hanno eseguito un innalzamento dell'orbita della stazione ieri utilizzando il veicolo Progress attraccato alla parte posteriore del modulo abitativo Zvezda. L'innalzamento, eseguito in due fasi successive, è stato di circa 5 chilometri portando la quota della ISS ad un'altezza di 382 chilometri. Il prossimo rapporto della ISS verrà pubblicato il 1° marzo o prima se gli eventi lo richiederanno. 

ISS Status Reports ISS 02-12

 

Giorno 92 - 8/3/2002 - Esperimenti scientifici ed operazioni con il braccio robotico sono stati al centro dell'attività dell'equipaggio di Spedizione Quattro a bordo della Stazione Spaziale Internazionale questa settimana. L'equipaggio ha iniziato riportando in vita ARIS (Active Rack Isolation System) dopo aver installato un nuovo ammortizzatore di urti all'armadio. Uno degli otto ammortizzatori non funzionava correttamente ed è stato rimpiazzato dall'equipaggio. Il sistema funziona assorbendo le vibrazioni generate dai movimenti degli astronauti attraverso la stazione. Queste vibrazioni potrebbero avere effetti sui delicati esperimenti scientifici posti nell'apposito armadio. Campioni di aria ed acqua sono stati prelevati dall'esperimento di Astrocultura Avanzata posto all'interno di Destiny. I campioni verranno inviati sulla Terra permettendo agli scienziati di studiarli. Gli scienziati sperano così di determinare quali nutrienti e quali condizioni sono necessarie alle piante per crescere in microgravità. L'esperimento EarthKam è stato attivato nuovamente questa settimana. L'equipaggio ha sistemato la fotocamera digitale all'oblò di Destiny, permettendo agli studenti delle scuole medie sulla Terra di telecomandarla e riprendere immagini del nostro pianeta da un punto privilegiato posto a 384 chilometri d'altezza. Per preparare l'attivazione della Earthkam, il braccio robotico è stato spostato per non bloccare la vista della Terra dal laboratorio Destiny. L'equipaggio ha utilizzato il sistema secondario per muovere il braccio nonostante quello primario funzioni ma a causa di alcuni problemi riscontrati in passato e che sono ancora investigati si è preferito non rischiare. L'equipaggio ha poi fatto un po di pratica con i movimenti del braccio robotico canadese che verrà usato durante la prossima visita della navetta spaziale alla stazione, la STS-110 in aprile. Il braccio verrà utilizzato per attaccare il prossimo maggior elemento della stazione, il Traliccio S0. I controllori di volo hanno anche eseguito un test sulle postazioni computer primarie e secondarie che gestiscono il braccio. La postazione secondaria non è stata in grado di avviarsi durante il test e gli ingegneri stanno valutando i motivi. Con questo problema il braccio è stato parcheggiato in posizione di riposo mentre gli ingegneri studiano come risolvere questo intoppo. Il prossimo rapporto stazione verrà pubblicato il 15 marzo o prima se gli eventi lo richiederanno. In questa incredibile foto, ripresa il 1° marzo dalla ISS, si vede la scia, e relativa ombra, dello shuttle Columbia STS-109 appena partito dal KSC,  che si staglia sulle nubi.

ISS Status Reports ISS 02-13
 

Giorno 99 - 15/3/2002 - Il comandante di Spedizione Quattro Yury Onufrienko e gli ingengeri di volo Dan Bursch e Carl Walz hanno continuato i loro esperimenti scientifici a bordo della ISS e si preparano per l'arrivo delle prossime due astronavi alla stazione. I primi campioni di tessuti sono stati presi dall'Esperimento di Astrocultura Avanzata posto nel modulo Laboratorio Destiny. Aria, acqua, terreno e campioni di piante saranno inviati a Terra per essere studiati dagli scienziati e comparati con analoghi cresciuti sulla Terra. L'esperimento EarthKAM ha completo le osservazioni per questa missione ed è stato disattivato sabato dopo che la macchina digitale aveva preso 425 immagini la scorsa settimana. L'esperimento ha permesso agli studenti delle medie USA di poter controllare a distanza una macchina fotografica digitale e riprendere 2271 immagini delle componenti morfologiche della Terra avvantaggiati da un punto privilegiato posto a circa 380 chilometri di altezza. Le ultime letture dell'esperimento Hoffmann Reflex sono state prese questa settimana. Questo esperimento misura l'abilità della spina dorsale di rispondere agli stimoli dopo essere stata esposta alla microgravità e dovrebbe aiutare ad escogitare esercizi da eseguire durante le lunghe missioni spaziali. Otto membri degli equipaggi delle varie Spedizioni hanno partecipato a questo esperimento. Per il corrente equipaggio rimangono soltanto i controlli post-missione. L'equipaggio ha iniziato ad imballare l'equipaggiamento non utilizzato nel veicolo da rifornimento Progress agganciato alla parte posteriore del modulo Zvezda. Il Progrress verrà sganciato martedì e brucerà nel rientro nell'atmosfera. Un nuovo Veicolo da rifornimento Progress verrà lanciato dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan il 21 marzo ed arriverà alla stazione tre giorni dopo. Una riunione si è tenuta a bordo della stazione in preparazione dell'arrivo della prossima navetta in Aprile. Utilizzando un sistema elettronico di inventario i membri della stazione hanno incrementato l'efficienza e migliorato l'organizzazione del materiale. Quando lo space shuttle Atlantis aggancerà la stazione ci saranno un totale di dieci astronauti all'interno delle due astronavi per oltre una settimana. Walz e Bursch hanno ,manovrato il braccio robotico della stazione, Canadarm2, per osservare l'esterno dell'avamposto utilizzando le telecamere poste sul braccio. Le telecamere hanno ispezionato l'esterno nel modulo laboratorio Destiny e i radiatori ed i pannelli della ISS. Durante la prossima missione shuttle STS-110, prevista il prossimo mese, Canadarm2 verrà utilizzato per muovere il Traliccio S-zero dal vano di carico della navetta all'apposito posto sito sul Destiny e verrà installato con successive quattro EVA. I controllori di volo a terra continuano a seguire le prestazioni del braccio dopo che sono state incontrate difficoltà con il sistema principale la scorsa settimana. Il braccio ha funzionato con successo con il sistema secondario questa settimana. Il prossimo rapporto sulla stazione verrà pubblicato il 19 marzo o prima se gli eventi lo richiederanno. Nella foto Walz mentre effettua fotografie dall'oblò del modulo Destiny.

ISS Status Reports ISS 02-14

 

Giorno 103 - 19/3/2002 - Un veicolo automatico Progress si è sganciato dalla ISS oggi per fare posto all'arrivo nel fine settimana di un nuovo veicolo di rifornimento Progress. Al comando dei controllori di volo russi, il Progress 6 si è sganciato dal portello posteriore del modulo Zvezda alle 18.43 ora italiana. Il Comandante di Spedizione Quattro Yury Onufrienko ha osservato il distacco dal compartimento di aggancio Pirs mentre gli ingegneri di volo Dan Bursch e CArl Walz hanno monitorato la partenza dalle postazioni robotiche del Laboratorio Destiny. I motori del Progress hanno eseguito le prime due manovre pochi minuti dopo lo sgancio. I controllori di volo hanno in programma di deporre un piccolo satellite studentesco dal Progress prima che il veicolo venga inserito nell'orbita di rientro e distruzione nell'atmosfera terrestre. Al Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan, i preparativo sono ultimati per il lancio di giovedì del nuovo veicolo Progress 7 che porterà diverse tonnellate di cibo, carburante e rifornimenti alla ISS. Il Progress 7 si aggancerà con la ISS domenica pomeriggio. Il prossimo rapporto stazione verrà pubblicato il 21 marzo a seguito del lancio del Progress 7 o prima se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Reports ISS 02-15

 

Giorno 105 - 21/3/2002 - Un veicolo non pilotato di rifornimento russo Progress è stato lanciato con successo oggi dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan per portare cibo, combustibile e rifornimenti ai residenti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Il Progress 7 è stato lanciato con un razzo Soyuz alle 21.13 ora italiana e meno di dieci minuti dopo era regolarmente in orbita. Il programma automatico ha comandato il dispiegamento dei pannelli solari e delle antenna di navigazione. Al momento del lancio l'equipaggio di Spedizione Quattro stavano sorvolando l'Africa e quindi fuori dalla vista del lancio stesso. Una serie di manovre dei motori del nuovo Progress verranno effettuate nei prossimi tre giorni con l'aggancio finale alla ISS al portello posteriore del modulo Svezda previsto per domenica alle 21.55 ora italiana sopra l'Asia Centrale. Il portello di Zvezda era vuoto dal momento che il precedente Progress era stato sganciato e fatto scendere nell'atmosfera terrestre dove si era distrutto. Il prossimo rapporto stazione verrà pubblicato il 24 marzo a seguito dell'aggancio del Progress 7 o prima se gli eventi lo richiederanno. 

ISS Status Reports ISS 02-16

 

Giorno 108 - 24/3/2002 - Un veicolo non pilotato di rifornimento russo Progress ha con successo attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale oggi, tre giorni dopo il suo lancio avvenuto dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan, portando rifornimento ai residenti a bordo. Il Progress 7 ha dolcemente agganciato al portello posteriore di Zvezda alle 2.58 p.m. CST (le 21.58 ora italiana) quando i due veicoli sorvolavano l'Asia Centrale ad un altezza di circa 384 chilometri. Alcuni minuti dopo i vari ganci e bulloni hanno reso l'aggancio perfettamente completato e senza perdite. Il comandante Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Walz e Bursch dovranno controllare prima la tenuta dell'aggancio e poi provvederanno ad aprire i portelli fra i due veicoli. L'equipaggio inizierà lo scarico del materiale lunedì. Il perfetto aggancio prepara la strada al lancio di Atlantis fra meno di due settimana con la missione di assemblaggio che porterà il traliccio centrale S-Zero alla stazione e che verrà agganciato al modulo laboratorio Destiny durante quattro passeggiate spaziali. Il lancio di Atlantis è previsto per il 4 aprile e la conferma si avrà soltanto questa settimana. Il prossimo rapporto stazione verrà pubblicato il 29 marzo o prima se gli eventi lo richiederanno. 

ISS Status Reports ISS 02-17

 

Giorno 113 - 29/03/2002 - Gli astronauti di Spedizione Quattro Carl Walz e Dan Bursh hanno completato oggi con successo una simulazione con il braccio robotico della Stazione Spaziale usando sei giunti e con un software che maschera la presenza del settimo, il giunto che ha già dato problemi in passato. La simulazione consiste nella stessa manovra che il Canadarm2 userà durante l'installazione del Traliccio S-Zero durante la missione Atlantis STS-110. Mentre gli ingegneri sulla Terra continuano a studiare i risultati della simulazione questo passo prova la ridondanza del braccio e convalida il sistema di riserva. Questo test era in preparazione del volo STS-110 che verrà lanciato il 4 aprile prossimo. Il test di oggi ha completato una dura settimana di lavoro per l'equipaggio, comandante Yury Onufrienko, Walz e Bursch. Tutto è iniziato con l'arrivo domenica con l'arrivo del cargo automatico Progress 7 e concluso con il successo dell'operazione con il braccio.  Intanto l'attività scientifica continua con esperimenti che coinvolgono monitorizzazione delle radiazioni durante le EVA e astroculture avanzate. Tutti i principali sistemi a bordo della ISS funzionano regolarmente e la stazione orbita regolarmente alla quota di 387 chilometri. 

International Space Station Status Report 02-18

 

Giorno 134 - 20/04/2002 - L'equipaggio residente a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ha eseguito un breve viaggio sulla loro capsula Soyuz questa mattina, riposizionando la nave usata come navicella di salvataggio da un portello ad un'altro per lasciare il posto libero all'arrivo di un nuovo veicolo di rientro previsto fra una settimana. Il comandante di Spedizione Quattro Yury Onufrienko e l'ingegnere di volo Carl Walz e Dan Bursch (nella foto) hanno sganciato la Soyuz 3 dal portello puntato verso Terra del modulo Zarya alle 9.16 GMT (le 11.16 ora italiana) ed ha eseguito un volo a breve distanza dalla stazione per attraccare al Compartimento di Aggancio Pirs alle 11.37 ora italiana. I sistemi chiave della stazione sono stati disattivati per il breve volo nello spiacevole evento che Onufrienko non potesse riagganciare il veicolo. Il portello del modulo Zarya è ora libero per l'arrivo della nuova capsula Soyuz 4 previsto il prossimo sabato con un equipaggio "taxi" di tre uomini composto dal comandante Yuri Gidzenko, che è stato parte del primo equipaggio della ISS, Roberto Vittori dell'Agenzia Spaziale Europea e il Sud Africano partecipante al volo Mark Shuttleworth. Il loro lancio è previsto per giovedì dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakistan, alle 6.26 GMT (le 8.26 ora italiana) e il suo aggancio con la ISS è previsto attorno alle 10 ora italiana. L'equipaggio "taxi" trascorrerà almeno otto giorni a bordo della ISS conducendo esperimenti. Una nuova Soyuz viene portata alla stazione ogni sei mesi per assicurare che l'equipaggio abbia una capsula di emergenza in ottime condizioni nel caso di dover evacuare il complesso. Il riposizionamento della Soyuz arriva un giorno dopo che la navetta Atlantis è atterrata al Centro Spaziale Kennedy dopo un volo di 11 giorni nel quale sono state condotte quattro EVA per installare ed attivare il Traliccio S-Zero di 13 tonnellate alla ISS. Il Traliccio, l'ossatura della costruzione futura, funziona perfettamente. Tutti i sistemi a bordo della Stazione funzionano regolarmente e la quota orbitale è di 392 chilometri. 

ISS Status Reports ISS 02-19

 

Giorno 139 - 25/04/2002 - Un razzo Soyuz è decollato oggi dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakistan, trasportando un equipaggio "taxi" multinazionale verso la Stazione Spaziale Internazionale per consegnare un nuovo veicolo di rientro all'avamposto orbitale. Il comandante russo Yuri Gidzenko, l'ingegnere di volo Roberto Vittori dell'ESA e l'uomo d'affari Sud Africano Mark Shuttleworth sono decollati dal sito dell'Asia Centrale alle 6.26 GMT (le 8.26 ora italiana) sulla loro Soyuz TM-34. Meno di nove minuti dopo, con i pannelli solari e le antenne dispiegate, hanno raggiunto l'orbita ed iniziato un inseguimento di due giorni per raggiungere la ISS nella mattina di sabato. Al momento del lancio la ISS sorvolava l'IRAQ ad un'altezza di circa 390 chilometri. L'equipaggio di Spedizione Quattro a bordo della stazione si era appena svegliato al momento che la Soyuz ha iniziato il suo viaggio. Gidzenko, al suo terzo volo nello spazio, è il primo residente della ISS a tornare nell'avamposto dopo essere stato membro dell'Equipaggio di Spedizione Uno, il primo equipaggio a vivere a bordo della stazione. Gidzenko arrivò per la prima volta sulla stazione nel novembre del 2000. Vittori, un astronauta professionista, è al suo primo volo spaziale e viaggia verso la ISS con un contratto fra l'Agenzia Spaziale Italiana e l'Agenzia Spaziale e dell'Aviazione Russa. Shuttleworth è un giovane uomo d'affari Sud Africano che vola grazie ad un contratto stipulato con l'Agenzia Spaziale e dell'Aviazione Russa ed è alla sua prima missione. I tre uomini dell'equipaggio attraccheranno al modulo Zarya della ISS sabato alle 7.57 GMT (le 9.57 ora italiana). Il portello di attracco è stato reso libero lo scorso sabato quando l'equipaggio di Spedizione Quattro ha riposizionato il veicolo Soyuz che si trovava attraccato al modulo Zarya e lo ha portato al Compartimento di Aggancio Pirs. Gidzenko, Vittori e Shuttleworth trascorreranno circa otto giorni sulla stazione conducendo esperimenti ed attività educative. Ripartiranno dalla ISS il 4 maggio con la Soyuz che si trova ora attraccata alla Stazione ed atterreranno alcune ore dopo nelle steppe Kazake. Tutti i sistemi a bordo della ISS funzionano regolarmente e la stazione orbita all'altezza di circa 392 chilometri. Il prossimo rapporto sulla stazione  verrà rilasciato il 27 aprile dopo l'attracco della Soyuz.

International Space Station Status Report 02-20

 

Giorno 141 - 27/4/2002 - Un equipaggio multinazionale "taxi" è arrivato alla Stazione Spaziale Internazionale oggi, portato da un nuovo veicolo di rientro Soyuz ed iniziando otto giorni di attività congiunte con i residenti a bordo del complesso. Due giorni dopo il lancio dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakistan, il comandante russo Yuri Gidzenko, l'ingegnere di volo Roberto Vittori dell'Agenzia Spaziale Europea e l'uomo d'affari Sudafricano Mark Shuttleworth (da sinistra nella foto) hanno agganciato la loro Soyuz TM-34 al portello orientato verso Terra del modulo Zarya della ISS alle 7.56 GMT (le 9.56 ora italiana) mentre i due veicoli sorvolavano l'Asia Centrale. A bordo della ISS, l'ingegnere di volo di Spedizione Quattro Dan Bursch, un capitano della Marina degli USA, ha mantenuto la tradizione facendo suonare la campana posta nel modulo Unity per segnalare l'arrivo dei nuovi visitatori. Il comandante della ISS Yuri Onufrienko e l'ingegnere di volo Carl Walz hanno seguito l'attracco assieme e Bursch. Parcheggiata a poca distanza al Compartimento di Aggancio Pirs si trovail veicolo Soyuz TM-33, che venne portato alla ISS da un altro equipaggio lo scorso autunno. Gidzenko, Vittori e Shuttleworth lo useranno per rientrare sulla Terra ed atterrare sulle steppe del Kazakistan il 5 maggio prossimo. Gidzenko, al suo terzo volo nello spazio, è il primo residente della stazione a ritornarvi, essendo stato membro dell'equipaggio di Spedizione Uno, il primo equipaggio a vivere sulla stazione. La prima volta che Gidzenko arrivò alla ISS era il novembre del 2000. Vittori, un astronauta professionista, è al suo primo volo nello spazio e viaggio sulla ISS grazie ad un accordo fra l'Agenzia Spaziale Italiana e l'Agenzia Spaziale e dell'Aviazione Russa. Shuttleworth è invece un turista Sudafricano anch'egli alla prima missione grazie al pagamento di circa 20 milioni di Euro all'Agenzia Spaziale e dell'Aviazione Russa. Gidzenko, Vittori e Shuttleworth trascorreranno il tempo della loro permanenza a bordo della stazione conducendo esperimenti ed attività educative. Circa un'ora e mezzo dopo l'attracco e dopo aver controllato che la tenuta fra i due veicoli fosse perfetta il portello che divideva la Soyuz dalla ISS è stato aperto alle 11.25 ora italiana ed i due equipaggi si sono incontrati e salutati calorosamente. Congratulazioni sono state fatte ad entrambi gli equipaggi da parte delle autorità Russe, Italiane, dell'ESA e del Sud Africa presenti al Centro Controllo Missione Russo situato poco fuori Mosca. Tutti i sistemi a bordo della ISS funzionano regolarmente e il complesso orbitale viaggia ad una quota di 392 chilometri. Il prossimo rapporto sulla stazione verrà pubblicato sabato 4 maggio, dopo che la Soyuz si è sganciata, o prima se gli eventi lo richiederanno.

International Space Station Status Report 02-21

 

Giorno 147 - 04/05/2002 - Un equipaggio Soyuz "taxi" multinazionale è partito oggi dalla ISS lasciando un nuovo veicolo Soyuz attraccato alla stazione. Il comandante Russo Yuri Gidzenko, l'ingegnere di volo Roberto Vittori dell'ESA e il miliardario Sudafricano Mark Shuttleworth hanno sganciato la Soyuz TM-33 dal modulo Pirs della ISS alle 2.31 ora italiana del 5 maggio sopra la Cina dopo otto giorni di attività in comune con il Comanante di Spedizione Quattro Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz and Dan Bursch. Dopo aver portato la vecchia Soyuz lontana dal portello del modulo di attracco Pirs, Gidzenko ha acceso i piccoli razzi della Soyuz per iniziare una manovra di allontanamento dalla stazione. Più tardi questo pomeriggio, Gidzenko condurrà un'accensione di quattro minuti del motore di rientro della Soyuz per inizare la discesa della capsula verso Terra. Gidzenko, Vittori e Shuttleworth sono previsti scendere nelle steppe del f Kazakhstan alle 5.55 del 5 maggio al termine della loro missione. Tutti i sistemi a bordo della stazione funzionano regolarmente e la stazione orbita ad un'altezza di circa 392 chilometri. Il prossimo rapporto missione verrà publicato il 10 maggio o prima se gli eventi lo richiederanno. 

INTERNATIONAL SPACE STATION STATUS REPORT 02-22

 

Giorno 153 – 10/05/2002 – Il comandante di Spedizione Quattro Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz e Dan Bursch hanno trascorso la maggior parte della loro settimana imballando per l’arrivo dell’equipaggio di Spedizione Cinque a bordo della STS-111. Endeavour trasporterà inoltre il Modulo Logistico Multi-Funzionale Leonardo con al suo interno rifornimenti ed equipaggiamenti per l’equipaggio di Spedizione Cinque. Spedizione Quattro sta lavorando per fare spazio a questi nuovi rifornimenti ed inoltre prepara gli equipaggiamenti e i risultati scientifici che verranno riportati a casa assieme a loro a bordo di Leonardo. L’equipaggio di Spedizione Quattro ha iniziato la sua settimana di lavoro dopo aver trascorso la domenica, il lunedì e metà di martedì, in riposo dopo gli otto giorni molto occupati con i tre visitatori. L’equipaggio "taxi" Soyuz multinazionale ha lasciato la Stazione Spaziale Internazionale sabato 4 maggio dopo aver consegnato un nuovo veicolo di rientro Soyuz all’avamposto. Onufrienko, Walz e Bursch hanno inoltre lavorato con l’esperimento di crescita di cristalli di Zeolite (Zeolite Crystal Growth) e con il sistema di produzione di biomassa, un esperimento di crescita di piante che è il secondo di questo tipo per l’equipaggio di Spedizione 4. I controllori del volo russi continuano a lavorare con Onufrienko per risolvere il problema sorto con il sistema di generazione dell’ossigeno Elektron posto nel modulo di servizio Zvezda che ha funzionato a intermittenza la scorsa settimana. L’Elektron, che scompone l’acqua in idrogeno ed ossigeno respirabile è spento. Quando si rende necessario l’equipaggio accende delle speciali candele che rilasciano ossigeno ed hanno rifornito la ISS anche con l’ossigeno dei serbatoio del modulo Progres. Inoltre, sebbene non sia previsto per il momento il loro utilizzo, l’equipaggio ha anche una riserva di ossigeno nei serbatoi ad alta pressione agganciati al modulo di decompressione Quest. Il problema con l’attrezzatura Elektron non ha conseguenze sulle operazioni a bordo della stazione. Il prossimo rapporto sulla stazione verrà rilasciato il 17 maggio o prima, se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Reports ISS 02-23

 

Giorno 160 - 17/05/2002 - Con l'equipaggio di Spedizione Quattro che è entrato nella 24° settimana di permanenza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, gli uomini passano il tempo alternando la preparazione per il rientro sulla Terra previsto per il prossimo mese, gli esperimenti scientifici e il recupero del generatore di ossigeno di bordo. Il comandante Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz e Dan Bursh hanno continuato ad imballare esperimenti ed altro materiale in preparazione dell'arrivo della navetta spaziale Endeavour e del loro ritorno a casa, previsto all'inizio del prossimo mese. I responsabili della NASA hanno deciso ieri che la navetta Endeavour STS-111 è pronta per il lancio previsto per il 30 maggio con aggancio alla stazione il 1° giugno. Con l'assistenza di Onufrienko i controllori di volo russi hanno riparato il sistema Elektron della stazione, uno dei diversi metodi disponibili per fornire l'ossigeno nel veicolo spaziale. Elektron divide l'acqua in idrogeno ed ossigeno che viene rilasciato nella cabina come parte del riciclo a bordo. L'unità aveva iniziato a funzionare in modo intermittente nelle passate due settimane ed i controllori di volo russi e 'equipaggio a bordo aveva fatto diversi tentativi di riparazione. Il problema venne riscontrato in un errato sensore che è stato bypassato con un software apposito inviato dal Centro Controllo Missione Russo. Sebbene Elektron abbia avuto questo problema non c'è stata mai carenza di ossigeno all'interno della stazione. Mentre Elektron non funzionava l'equipaggio ha supplito alla sua mancanza usando diverse cartucce di Ossigeno Combustibile Solido che rilasciano, bruciando, ossigeno all'interno della cabina. Anche senza Elektron in funzione fra l'utilizzo delle cartucce e l'ossigeno stivato nei serbatoi del modulo USA si poteva andare avanti ancora per tre mesi. Inoltre le riserve di ossigeno vengono alimentate ogni volta che uno shuttle od un Progress fanno visita alla stazione. Nel laboratorio Destiny l'equipaggio ha lavorato sull'esperimento di crescita di cristalli di Zeolite, un elemento chiave nel processo di raffinazione usato nell'industria petrolchimica sulla Terra. Questo esperimento era stato portato sulla stazione lo scorso mese a bordo della navetta Atlantis ed i cristalli verranno riportati agli scienziati a Terra da Endeavour. Inoltre continua il lavoro sul Sistema di Produzione di Biomassa, un esperimento di crescita di piante nel quale l'equipaggio controlla regolarmente i campioni di pianta Brassica e la sua crescita. L'equipaggio ha passato diverse ore questa settimana rivedendo i piani di lavoro congiunto con gli astronauti che arriveranno a bordo della Endeavour durante la missione STS-111 e il cambio di responsabilità con l'equipaggio di Spedizione Cinque. Oltre al cambio di equipaggio della stazione la missione STS-111 porterà il contributo canadese Mobile Base System che permetterà al Canadarm2 di muoversi su e giù per il traliccio della stazione installato lo scorso mese dallo shuttle. Inoltre l'equipaggio di Endeavour sostituirà un giunto rotante difettoso del braccio robotico canadese preparando il braccio e la sua rotaia all'uso nelle future missioni di assemblaggio che si susseguiranno nel corso di quest'anno e del 2003 quando verranno aggiunti altri segmenti al traliccio centrale. Il prossimo rapporto sulla stazione verrà rilasciato venerdì 24 maggio o prima, se gli eventi lo richiederanno.

ISS Status Reports ISS 02-24

 

Giorno 167 – 24/05/2002 – L’equipaggio di Spedizione Quattro della Stazione Spaziale Internazionale ha trascorso questa settimana preparandosi all’arrivo della Endeavour STS-111 e del loro ritorno a casa. Hanno imballato equipaggiamenti e rifornimenti per il ritorno sulla Terra a bordo della Endeavour. Inoltre hanno riconfigurato e controllato le tute spaziali ed i portelli di decompressione in preparazione per le tre passeggiate spaziali che verranno effettuate dalla stazione dagli astronauti di Endeavour Franklin Chang-Diaz e Philippe Perrin. Il comandante di Spedizione Quattro Yury Onufrienko e gli astronauti Carl Walz e Dan Bursch vennero lanciati lo scorso 5 dicembre a bordo della Endeavour missione STS-108 e sono stati sulla ISS dal 7 dicembre 2001. Il lancio di Endeavour è previsto per il 30 maggio. L’aggancio con la stazione è fissato per il primo giugno. Il comandante di Endeavour Ken Cockrell, il pilota Paul Lockhart e gli specialisti di missione Chang-Diaz and Perrin porteranno l’equipaggio di Spedizione Cinque alla stazione. Questo nuovo equipaggio residente è composto dal comandante Valery Korzun ed include l’astronauta Peggy Whitson e il cosmonauta Sergei Treschev. Le prime due, delle tre passeggiate previste, vedranno Chang-Diaz e Perrin alle prese con l’installazione del Sistema Base Mobile per il braccio robotico della stazione, Canadarm2. Questo permetterà al braccio di muoversi lungo una specie di rotaia sul traliccio principale e di poter viaggiare per tutta la sua lunghezza di circa 110 metri. La terza EVA vedrà la sostituzione del giunto difettoso del Canadarm2. Venerdì, Dan Bursch e Carl Walz hanno lavorato all’esperimento di Produzione di Biomassa su un particolare sistema per far crescere le piante. Ogni componente dell’equipaggio era previsto che utilizzasse circa un’ora per imballare i propri effetti personali e questo è stato fatto durante la settimana. Inoltre è stato fatta l’ultima sessione di Walz e Bursch con il PuFF (funzioni polmonari in volo) che serve a mostrare gli effetti della microgravità sui polmoni. Diversi esperimenti sono stati disattivati, incluso quello chiamato Fisica dei Colloidi nello Spazio e che verrà spento per essere riportato sulla Terra su Endeavour. Questo esperimento studia particelle finissime sospese in un fluido fra i quali, ad esempio la vernice. Tutti i sistemi principali della stazione funzionano bene e la ISS orbita ad un’altezza di circa 389 chilometri. I prossimi rapporti della stazione verranno incorporati con quelli della missione STS-111. Il prossimo rapporto della stazione verrà pubblicato il 31 maggio.

ISS Status Reports ISS 02-25

RIENTRO AVVENUTO IL 19/06/2002 - vedi missione STS-111

DURATA FINALE DELLA MISSIONE 196 giorni

 


QUESTO RAPPORTO CONTINUO DI QUELLO CHE ACCADE A BORDO DELLA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE VIENE TRADOTTO DALL'ORIGINALE NASA CHE POTETE TROVARE A QUESTO INDIRIZZO: http://www.spaceflight.nasa.gov/station/index.html

 

Ultimo aggiornamento 19/06/2002

Sito curato da Massimo Martini