stspatch-small.gif (8401 byte)

Shuttle - 1994


werhsepd.gif (1132 byte)

Oltre allo stemma della missione abbiamo inserito numero STS, il numero progressivo del lancio fra parentesi, l'Orbiter ed il suo numero progressivo di volo, il numero di astronauti a bordo fra parentesi e abbreviato Comandante in com., il Pilota in pil., gli Specialisti di Missione in sm., il luogo del lancio è sempre la base del Kennedy Space Center in Florida abbreviata in KSC, AFB sta per Air Force Base di Edwards in California.

werhsepd.gif (1132 byte)

STS-60 (60) - OV103 Discovery (18) - Equipaggio (6): com. Charles Bolden Jr, pil. Kenneth F. Reightler Jr, comandante del carico utile Franklin R. Chang Diaz, specialisti di missione N. Jan Davis, Rodald M. Sega e Sergei K. Krikalev (Agenzia Spaziale russa) - Lancio 3/2/1994 - Rientro KSC 11/2/1994 - Durata 8g.7h.9m.22s. - Orbite 130 - Carico utile: WSF1 - Spacehab-2. Note: Primo volo di un cosmonauta russo (Krikalev) su uno shuttle. Secondo volo del modulo pressurizzato spacehab. WSF-1 una piattaforma che viene deposta nello spazio con il canadarm e nella quale vengono effettuati degli esperimenti di materiali in ambiente di microgravità e poi recuperati prima della fine della missione. Il primo e secondo tentativo di rilascio ebbero dei problemi e il WSF-1 venne tenuto agganciato al braccio robotizzato solo il giorno 6 di missione. L'equipaggio condusse il primo esperimento medico congiunto NASA-Agenzia Spaziale Russa. Altri piccoli esperimenti a bordo della stiva.

 

STS-62 (61) - OV102 Columbia (16) - Equipaggio (5): com. John H. Casper, pil. Andrew M. Allen, sm. Charles D. Cemair, Marsha S. Ivins e Piene J. Thout - Lancio 4/3/1994 - Rientro KSC 18/3/1994 - Durata 13 g 23h.16 m. - Orbite 224. Carico utile: USMP2 (U.S. Microgravity Payload 2) e OAST 2 (Office of Aeronautics and Space Tecnology-2). Note: Lancio previsto originariamente per il 3 marzo rinviato al giorno successivo per le condizioni meteo avverse nella zona di KSC. USMP-2 includeva 5 esperimenti sui materiali e la crescita di cristalli a gravità zero mentre OAST-2 aveva 6 esperimenti sulla tecnologia e il volo spaziale. Entrambi erano piazzati nel vano di carico e gli esperimenti erano attivati sia dall'equipaggio che da Terra. Altri esperimenti si trovavano nel piano inferiore e nella baia di carico. L'equipaggio ha condotto anche una serie di attività biomediche sugli effetti prolungati del volo spaziale.

 

STS-59 (62) - OV105 Endeavour (6) - Equipaggio (6): Com. Sidney M. Gutierrez, pil. Kevin P. Chilton, comandante del carico utile Linda M.Godwin, sm Jay Apt, Michale R. Clifford e Thomas D. Jones. Lancio 9/4/1994 - Rientro Edward AFB 20/4/1994 Durata 11g 5h.49 m.30s. - Orbite 183 - Carico utile SRL-1 (Space Radar Laboratory) posto nella stiva e composto di SIR-C e X-SAR (strumenti forniti dalla DARA Agenzia Spaziale Tedesca e ASI Agenzia Spaziale Italiana). Note: lancio previsto per il 7 aprile rinviato per una ispezione del vano motori principali. Lancio previsto per l'8 aprile rinviato per le condizioni meteo non favorevoli. Rientro previsto al KSC spostato ad Edwards per le condizioni meteo avverse. Con il radar ad apertura sintetica SIRC/X-SAIR è stato mappato cielo 20% della superficie terrestre. Un altro importante esperimento MAPS è servito per misurare l'inquinamento dell'atmosfera da parte del monossido di carbonio. Altri esperimenti a bordo sulla produzione di cristalli nel vano di carico e di crescita di tessuti nel piano inferiore. 

 

STS-65 (63) - OV102 Columbia (17) - Equipaggio (7): Com. Robert D. Cabana (3), pilota James D. Halsell (1), comandante del carico utile Richard J. Hieb (3), specialisti di missione Carl E. Walz (2), Leroy Chiao (1), Donald A. Thomas (1), Chiaki Naito-Mukai (1). Lancio 8/7/1994 - Rientro KSC 23/7/1994. Durata 14g.17h. 55m. Orbite: 235. Carico Utile: IML-2 International Microgravity Laboratory. Note: secondo volo per il laboratorio Spacelab missione ILM. A bordo più di 80 esperimenti da sei agenzie spaziali fra le quali la Germania e l'ESA. Tutti gli esperimenti vertevano sulla microgravità nei più svariati campi: dalla biochimica alla medicina allo studio di nuovi materiali. A bordo la prima donna giapponese a volare nello spazio: Chiaki Mukai. Il rientro, previsto inizialmente per il 22 luglio venne rimandato al giorno seguente per la possibilità di pioggia al Kennedy Space Center. Per la prima volta il lancio ed il rientro è stato videoregistrato dall'interno della cabina. Un piccolo problema tecnico fu rilevato sulla Inertial Measurement Unit 1 ma non ebbe impatto sulla missione. Altri esperimenti nel vano di carico della navetta: Orbital Acceleration Research Experiment (OARE); Commercial Protein Crystal Growth (CPCG); Military Application of Ship Tracks (MAST); Shuttle Amateur Radio Experiment (SAREX); and Air Force Maui Optical Site (AMOS).

 

STS-64 (64) - OV103 Discovery (19) - Equipaggio (6): Com. Richard N. Richards, pil. L. Blaine Hammond Jr., sm. Susan J. Helms, Carl J. Meade, Mark C. Lee e J.M. Linenger - Lancio 9/9/1994 - Rientro Edwards AFB 20/9/1994 - Durata 10g.22h.49m57s. Orbite 176 - Carico utile: LITE (esperimento tecnologico di LIDAR dello spazio) e SPARTAN 201 (piccolo osservatorio astronomico autonomo) Note: missione estesa di un giorno a causa delle condizioni meteo avverse al KSC e poi spostata a Edwards. Primo volo di un esperimento con un LIDAR (un radar che usa un laser ottico invece che le onde radio) usato per misurare l'inquinamento e molti altri parametri dell'atmosfera terrestre,. Lee e Meade effettuano una EVA della durati di 61.15m. per sperimentare un nuovo zaino a razzo (SAFER) che potrà aiutare gli astronauti in caso di sgancio del cavo di collegamento. Il quinto giorno lo Spartan 201 viene rilasciato libero fuori del vano di carico per studiare il vento solare e la corona, dopo 2 giorni di volo libero è stato recuperato. Altri esperimenti posti nel vano di carico fra cui SPIFEX (una strumentazione per lo studio degli effetti dei motori di manovra sulle grandi strutture spaziali come la MIR o la futura stazione spaziale) e vari altri fra la robotica e lo studio delle fiamme nello spazio.

 

STS-68 (65) - OV105 Endevour (7) - Equipaggio (6): Com. Michale A. Baker, pil. Terrence W. Wilcutt, comandante del carico utile Thomas D. Jones, sm. Daniel W. Bursh, Peter J.K. Wisoff e Steven L. Smith - Lancio 30/9/1994 - Rientro Edwards AFB 11/10/1994. Durata 11g.5h.46m.8s. - Orbite 182 - carico utile: SRL 2 (space radar laboratory) posto nella stiva al suo secondo volo dopo quello del STS-59. Note: primo tentativo di lancio il 18 agosto abortito a T -1,9s. quando i computer hanno comandato lo spegnimento di tutti e tre i motori principali della navetta dopo aver rilevato una temperatura troppo alta nella turbo pompa del motore n. 3. Endevour ritorno al VAB e tutti e tre i motori rimpiazzati. Atterraggio ad Edwards a causa delle condizioni meteo avverse al KSC. Secondo volo del radar ad apertura sintetica dopo quello effettuato in aprile. Equipaggio diviso in due turni per ottimizzare le osservazioni compiute in questo particolare radar per lo studio dell'atmosfera terrestre, topografia, vulcani, deforestazione, ect. Etc. Altri esperimenti ospitati a bordo CPCG, BRIC-01, CHROMEX-05, CREAM. MAST.

 

STS-66 (66) - OV104 Atlantis (13) - Equpaggio (6): Com. Donald R. McMonagle, pil. Curtis L. Brown, com. del carico utile Ellen Ochoa, sm. Joseph R.Tanner, Scott E.Parazynski, Jean-Francois Clervoy (ESA). Lancio 3/11/1994 - Rientro Edwards AFB 14/11/1994. Durata 10g.22h.34m.2s. Orbite 174 - Carico utile: ATLAS 3 (Laboratorio per ricerche ed applicazioni atmosferiche al suo terzo volo) e CRISTA-SPAS (telescopio all'infrarosso per lo studio dell'atmosfera montato su un satellite recuperabile). Note: Primo volo della navetta Atlantis dalla missione STS-46 nel 1992. In questo periodo l'Atlantis è stato sottoposto ad intense modifiche per permettergli l'aggancio con la stazione spaziale MIR. Rientro ad Edwards per le piogge della Tempesta Tropicale Gordon sul Kennedy. Secondo giorno di missione rilascio con il canadarm della piattaforma scientifica CRISTA-SPAS per lo studio dell'alta atmosfera e della fascia d'ozono. Dopo otto giorni di misurazioni a circa 50 Km. Dalla navetta è stato recuperato con il braccio canadese e riposto nella stiva. Fra gli esperimenti condotti dalla missione ATLAS-3 misurazioni dell'attività solare e dell'atmosfera terrestre con diversi strumenti posti nella stiva di carico.

 

werhsepd.gif (1132 byte)

Ultima modifica 13/05/2017

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Sito curato da Massimo Martini