stspatch-small.gif (8401 byte)

Shuttle - 1998


werhsepd.gif (1132 byte)

Oltre allo stemma della missione abbiamo inserito numero STS, il numero progressivo del lancio fra parentesi, l'Orbiter ed il suo numero progressivo di volo, il numero di astronauti a bordo fra parentesi e abbreviato Comandante in com., il Pilota in pil., gli Specialisti di Missione in sm., il luogo del lancio è sempre la base del Kennedy Space Center in Florida abbreviata in KSC, AFB sta per Air Force Base di Edwards in California.

werhsepd.gif (1132 byte)

STS-89 (89) - OV-105 Endeavour (12) - Equipaggio (7): com. Terrence W. Wilcutt (3), pil. Joe Frank Edwards Jr. (1), sm. Michael P. Anderson (1), Bonnie J. Dunbar (5), James F. Reilly II (1), Salizhan Shakirovich Sharipov (Russia - RSA - 1), trasportato verso la MIR sm. e cosmonauta ricercatore Andrew S. W. Thomas (2 shuttle - 1 MIR) e riportato a Terra dalla MIR sm. e cosmonauta ricercatore David A. Wolf (3 shuttle - 1 MIR). Lancio: 22/1/1998 Pad 39/A - Rientro: 31/1/1998 - Durata: 8g.19h.46m.54s. - Orbite: 139 - Carico utile: SPACEHAB DM ottavo aggancio alla MIR. Note: Endeavour rientra in sevizio dopo un periodo di manutenzione e diventa il secondo orbiter, dopo Atlantis, ad attraccare alla MIR. A maggio 1997 venne deciso che la missione STS-89 sarebbe stata effettuata con l'orbiter Endeavour invece del Discovery, come previsto. La prima data di lancio prevista era il 15 gennaio ma venne spostata su richiesta dei russi che dovevano completare delle attività sulla stazione. L'aggancio con la MIR avvenne il 24 gennaio e lo stesso giorno furono aperti i portelli fra lo shuttle e la stazione. Scambio fra l'astronauta Wolf (che aveva trascorso 119 giorni sulla MIR e 128 in totale nello spazio) e Thomas che saliva a bordo e sarebbe stato l'ultimo astronauta USA a soggiornare sulla MIR. Oltre tre tonnellate e mezzo di materiale e rifornimenti venne trasferito dalla Endeavour alla MIR. Il distacco avvenne il 29 gennaio e soltanto due giorni dopo la MIR ricevette un nuovo equipaggio russo a far compagnia a Thomas assieme a l'astronauta francese Eyharts che però rimarrà soltanto 20 giorni e rientrerà con il primo equipaggio.

 

STS-90 (90) - OV- 102 Columbia (25) - Equipaggio (7): com. Richard A. Searfoss (3), pil. Scott D. Altman (1), comandante del carico utile e sm. Richard M. Linnehan (2), sm. Dafydd "Dave" Rhys Williams (Canadese - CSA - 1), Kathryn P. "Kay" Hire (1), specialisti del carico utile Jay C. Buckey (1) e James A. "Jim" Pawelczyk (1). Lancio: 17/4/1998 Pad 39/B - Rientro: 3/5/1998 KSC Pista 33 - Durata: 15g.21h.49m.59s. - Orbite 256 - Carico Utile: NEUROLAB. Note: Ultima missione (la 16ma) del laboratorio Spacelab e dedicata allo studio del sistema nervoso umano in condizioni di microgravità. Lancio previsto originariamente per il 16 aprile rinviato per un problema ad un'apparecchiatura elettronica del Columbia. A bordo 26 esperimenti in collaborazione fra diverse nazioni ed agenzie spaziali: NASA (Stati Uniti), CSA (Canada), CNES (Francia), DARA (Germania), ESA (Europa) e NASDA (Giappone). In orbita l'equipaggio riuscì a riparare il sistema di rimozione dell'anidride carbonica che avrebbe rischiato di far rientrare la missione. L'astronauta Kay Hire è la prima impiegata del Kennedy Space Center ad essere scelta come astroanuta.

 

STS-91 (91) - OV-103 Discovery (24) - Equipaggio (6 su, 7 giù): com. Charles J. Precourt, (4), pil. Dominic L. Pudwill Gorie (1), sm. Wendy B. Lawrence (3), Franklin R. Chang-Diaz (6), Janet Lynn Kavandi (1), Valery Victorovitch Ryumin (Russo - 1 Shuttle, 1 Mir, 4 totale) e rientro a Terra dello specialista di missione e cosmonauta ricercatore Andrew S. W. Thomas (2 Shuttle, 1 Mir). - Lancio: 2/6/1998 Pad 39/A - Rientro: 12/6/1998 KSC pista 15 - Durata: 9g.19h.54m.2s. - Orbite 155 - Carico Utile: SPACEHAB SM nono ed ultimo aggancio alla MIR. Note: Ritorno sulla Terra del settimo ed ultimo astronauta USA a soggiornare sulla MIR, Thomas che vi ha trascorso 130 giorni. Attracco alla stazione il 4 giugno e distacco avvenuto l'8 giugno dopo aver trasferito acqua dalla navetta alla MIR ed aver imbarcato sullo shuttle gli esperimenti USA. Con questa missione la cosiddetta "Fase 1" del programma della Stazione Spaziale Internazionale si concludeva. In toale sette astronauti USA avevano vissuto per un totale di 907 giorni sulla MIR e tre orbiter diversi avevano attraccato alla stazione russa per un totale di nove visite. A bordo si trovava anche uno spettrometro (AMS) per cercare la materia oscura dell'Universo. L'antenna del sistema in banda KU per la trasmissione televisiva e di dati a Terra si guastò e non fu possibile avere immagini TV dalla missione. Altri esperimenti vennero condotti nella cabina inferiore del Discovery.

 

STS-95 (92) - OV-103 Discovery (25) - Equipaggio (7): com. Curtis L. Brown (5), pil. Steven W. Lindsey (2), sm. Scott E. Parazynski (3), Stephen K. Robinson (2), Pedro Duque (Spagnolo - ESA -1), specialisti del carico utile Chiaki Mukai (Giappone - NASDA - 2) e John H. Glenn Jr (shuttle 1 - 2 totali). - Lancio: 29/10/1998 Pad 39/B - Rientro: 7/11/1998 KSC Pista 33 - Durata: 8g21h44m - Orbite: 135 - Carico Utile: SPACEHAB - SPARTAN - PANSAT. Note: secondo volo, dopo 36 anni, del primo astronauta USA John Glenn all'età di 76 anni. Un problema con un allarme scattato in cabina a T-9 minuti venne risolto e successivamente un piccolo aereo entrò nello spazio interdetto del Centro Spaziale e ci vollero alcuni minuti per allontanarlo. Al momento dell'accensione dei motori principali lo sportello di coda del Discovery contenente il paracadute si aprì e quindi al momento del rientro venne deciso di non usarlo per precauzione. Una lunga serie di esperimenti medici vennero compiuti a bordo del modulo Spacehab, molti dei quali sul veterano John Glenn stesso. L'equipaggio compì circa 80 esperimenti a bordo del modulo Spacehab mentre venne anche rilasciato un piccolo satellite PANSAT con tecnologie innovative sulla trasmissione e ricezione di segnali radio. Venne anche rilasciata la piattaforma SPARTAN per studiare il vento solare poi recuperata prima del termine della missione.

 

STS-88/ISS-2A (93) - OV-105 Endeavour (13) - Equipaggio (6): com. Robert D. Cabana, (4), pil. Frederick W. "Rick" Sturckow (1), sm. Nancy J. Currie (3), Jerry L. Ross (6), James H. Newman (3) e cosmonauta Sergei Konstantinovich Krikalev (2 Shuttle, 2 Mir - totali 4) - Lancio: 4/12/1998 Pad 39/A - Rientro: 15/12/1998 KSC pista 15 - Durata: 11g.19h.18m - Orbite: 186 - Carico Utile: UNITY, primo modulo americano della Stazione Spaziale Internazionale. Note. Prima missione della navetta destinata alla costruzione della ISS. Lancio originariamente previsto per il 3 dicembre rinviato per un allarme associato al sistema idraulico che non poté essere controllato prima che la finestra di lancio, di pochi minuti, si chiudesse. Il giorno seguente tutto si svolse regolarmente. Il rientro fu notturno, il decimo nella storia dello shuttle e segnò anche il diciassettesimo rientro consecutivo al Kennedy Space Center. Il 5 dicembre con il Canadarm venne estratto dalla stiva di carico il modulo UNITY e connesso con il sistema di aggancio di Endeavour. Il giorno seguente la navetta si avvicinò al modulo di controllo della Stazione Spaziale, Zarya lanciato un mese prima, lo agganciò con il Canadarm e poi lo ancorò ad Unity. A questo punto i primi due moduli della ISS erano stati assemblati assieme. Furono necessarie tre EVA da parte di Ross e Newman per completare il lavoro di collegamento fra i vari moduli. Durante le EVA furono anche provati degli speciali zaini razzo di emergenza chiamati SAFER . Il 10 dicembre furono aperti i portelli della stazione spaziale e per la prima volta vi entrarono gli astronauti, per primi Cabana e il russo Krikalev seguiti poi da tutti gli altri. Nei due giorni seguenti vennero eseguiti anche dei lavori di attivazione all'interno della ISS. Il 13 dicembre avvenne lo sgancio fra l'Endeavour e la ISS e il pilota Sturckow eseguì un giro attorno alla stazione per controllare che fosse tutto in ordine. Si concludeva così la prima storica missione di uno shuttle verso la Stazione Spaziale Internazionale.
Qui altri dettagli sulla missione e foto dell'equipaggio.

 

werhsepd.gif (1132 byte)

Ultima modifica 13/05/2017

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Sito curato da Massimo Martini