stspatch-small.gif (8401 byte)

Shuttle - 1999


werhsepd.gif (1132 byte)

Oltre allo stemma della missione abbiamo inserito numero STS, il numero progressivo del lancio fra parentesi, l'Orbiter ed il suo numero progressivo di volo, il numero di astronauti a bordo fra parentesi e abbreviato Comandante in com., il Pilota in pil., gli Specialisti di Missione in sm., il luogo del lancio è sempre la base del Kennedy Space Center in Florida abbreviata in KSC, AFB sta per Air Force Base di Edwards in California.

werhsepd.gif (1132 byte)

STS-96/ISS-2A.1 (94) - OV-103 Discovery (26) - Equipaggio (7): com. Kent V. Rominger (4), pil. Rick D. Husband (1), sm. Ellen Ochoa (3), Tamara E. Jernigan (5), Daniel T. Barry (2), Julie Payette (CSA - Canada - 1) e Valery Ivanovich Tokarev (RSA - Russia - 1) - Lancio: 27/5/1999 Pad 39/B - Rientro: 6/6/1999 KSC Pista 15 - Durata: 9g.19h.13m.57s. - Orbite: 154 - Carico Utile: SPACEHAB DM, Starshine - Note: il lancio, originariamente previsto per il 20 maggio venne rinviato perché l'8 il maltempo danneggiò l'isolamento del serbatoio esterno e la riparazione non poté essere eseguita sulla rampa. Lo shuttle venne riportato nel VAB dove fu riparato. Seconda missione di uno shuttle alla stazione spaziale. Il Discovery si agganciò alla ISS tremite il PMA-2 e successivamente venne eseguita una EVA, da parte di Jernigan e Barry, della durata di 7h.55m., durante la quale vennero installati all'esterno di Unity diverse attrezzature per facilitare le passeggiate delle successive missioni. Poi l'equipaggio di STS-96 entrò all'interno della Stazione Spaziale Internazionale e vennero eseguiti diversi lavori di manutenzione sul sistema energetico del modulo Zarya. Furono inoltre trasferiti a bordo oltre una tonnellata di scorte, provviste, abbigliamento. Dopo aver passato un totale di 79h.30m. all'interno di ISS l'equipaggio del Discovery rientrò sulla navetta ed i portelli vennero chiusi. Rominger e Husband comandarono una serie di accensioni dei motori per alzare l'orbita della stazione prima di sganciarsi. Dopo aver effettuato un giro completo attorno alla stazione per controllare le sue condizioni la navetta si allontanò definitivamente e venne rilasciato dalla stiva il piccolo satellite Starshine. Il piccolo e sferico satellite è altamente riflettente e fa parte di un progetto studentesco. Il rientro avvenne al KSc al primo tentativo.

 

STS-93 (95) - OV-102 Columbia (26) - Equipaggio (5): com. Eileen M. Collins (3). pil. Jeffrey S. Ashby (1), sm. Steven A. Hawley (5), Catherine G. "Cady" Coleman (2) e Michel Tognini (CNES - Francia -2 ) - Lancio: 23/7/1999 Pad 39/B - Rientro: 27/7/1999 KSC Pista 33 - Durata: 4g.22h.49m.37s. - Orbite: 80 - Carico Utile: CHANDRA (osservatorio a raggi X) - Note: Il lancio, previsto originariamente per il 20 luglio, venne fermato a T-7 secondi per il rilevamento di un'anormale concentrazione di idrogeno nel compartimento motori. A seguito dei controlli eseguiti fu dimostrato che si era trattato di un falso allarme. Il secondo tentativo, 48 ore più tardi, venne rinviato per il maltempo mentre il 23 luglio si ebbe un problema di comunicazioni con l'orbiter  che causò un rinvio del lancio di sette minuti. 5 secondi dopo il lancio i controllori di volo notarono un'anomalia nel voltaggio di uno dei motori ma, grazie ai sistemi di riserva, venne evitato uno spegnimento di due dei tre motori principali. L'orbita ottenuta risultò 7 chilometri più bassa del previsto a causa dello spegnimento dei tre motori un istante prima di quanto calcolato. La causa fu una perdita di idrogeno nel motore n.3. Comunque questo non ha impedito il successo del rilascio dell'Osservatorio a raggi X Chandra. Questa è stata la prima missione di uno shuttle con al comando una donna e la più breve dal 1990. Nel primo giorno di missione viene rilasciato l'Osservatorio a raggi X Chandra che successivamente, con i suo i motori d'apogeo si inserisce nell'orbita prevista. A bordo del Columbia trovavano posto altri esperimenti come SWUIS per riprendere immagini nell'ultravioletto dei pianeti, diverse piante per controllarne la crescita a gravità zero e anche un equipaggiamento televisivo per l'alta definizione. 

 

STS-103 (96) - OV-103 Discovery (27) - Equipaggio (7): com. Curtis L. Brown Jr. (6), pil. Scott J. Kelly (1), comandante del carico utile Steven L. Smith (3) e sm. C. Michael Foale (5), John M. Grunsfeld (3), Claude Nicollier (ESA - Svizzera - 4) e Jean-Francois Clervoy (ESA - Francia - 3) - Lancio: 19/12/1999 Pad 39/B - Rientro: 27/12/1999 KSC Pista 33 - Durata: 7g.23h.10m.47s. - Orbite 119 - Carico Utile: Hubble Space Telescope missione di servizio N.3 - Note: Il lancio di questa missione era previsto originariamente per il 14 ottobre ma seguirono ben nove rinvii di varia natura, dai problemi ai cavi elettrici iniziati a metà agosto dopo quanto scoperto con la missione precedente, ai motori principali, perdite da condotti di idrogeno e poi alle condizioni meteo. Tutti questi rinvii portarono il lancio a dicembre e la missione, per non incontrare i problemi relativi al millennium bug, venne accorciata da 10 ad 8 giorni. Il Telescopio Spaziale Hubble venne agganciato alla stiva di carico dello shuttle e seguirono ben 3 EVA per sostituire i giroscopi che erano entrati in avaria e rischiavano di bloccare l'attività dell'osservatorio. La prima EVa durò 8h.15m. da parte di Steven Smith e John Grunsfeld che sostituirono i giroscopi difettosi, la seconda fu eseguita da Michael Foale e Claude Nicollier e durò 8h.10m. durante i quali venne installato un nuovo e più potente computer di bordo. Nella terza ed ultima EVA di nuovo Smith e Grunsfeld installarono un nuovo tipo di registratori dati digitale e rimasero fuori al lavoro per oltre 8 ore. Hubble venne rilasciato dalla navetta il giorno di Natale e l'equipaggio di STS-103 è stato il secondo, nella storia del Programma Spaziale USA che ha passato le feste natalizie in orbita.

 

werhsepd.gif (1132 byte)

Ultima modifica 22/7/2001

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Sito curato da Massimo Martini