Shuttle - STS 104

 

werhsepd.gif (1132 byte)

In alto a sinistra l'orbiter Atlantis mentre si stacca dalla rampa 39/B, qui sopra lo stemma della missione e l'equipaggio: in piedi da sinistra gli specialisti di missione Michael L. Gernhardt, Janet L. Kavandi e James F. Reilly, mentre seduti a sinistra il pilota Charles O. Hobaugh ed il comandante Steven W. Lindsey

STS-104 (105) OV-104 Atlantis (24)

 

Volo: ISS 7A (Decimo Volo di assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale).

Carico Utile: Joint Airlock (Camera di equilibrio) per poter effettuare attività extraveicolare degli astronauti a bordo della stazione spaziale senza l'ausilio di uno shuttle attraccato. Si tratta di un modulo pressurizzato che verrà attaccato ad un portello laterale del modulo Unity utilizzando, per la prima volta, il braccio robotico Canadarm2 installato durante la precedente missione STS-100. Verranno trasportati anche quattro grossi serbatoi di ossigeno ed azoto ad alta pressione che serviranno per fornire la giusta pressione al Joint Airlock. 

Equipaggio (5): Comandante Steven W. Lindsey (3), pilota Charles O. Hobaugh (1), specialisti di missione: Michael L. Gernhardt (4), James F. Reilly (2) e Janet L. Kavandi (3)

Lancio: 12 luglio 2001, ore 4.03.59 a.m. CDT (le 11.03.59 ora italiana) dal Pad 39/B del Kennedy Space Center in Florida.

Rientro: 24 luglio 2001, ore 11.38.55 p.m. CDT (le 6.38 ora italiana del 25 luglio) al KSC in Florida, pista n.15.

Durata della missione: 13g.

Obiettivi della missione: i principali obiettivi della missione sono l'installazione della Camera di equilibrio (Joint Airlock) che renderà indipendente dallo shuttle la possibilità di effettuare EVA da parte degli astronauti a bordo della ISS. Si tratta di un modulo pressurizzato che verrà attaccato ad un portello laterale del modulo Unity utilizzando, per la prima volta, il braccio robotico Canadarm2 installato durante la precedente missione STS-100. Verranno installati anche quattro grossi serbatoi di ossigeno e azoto ad alta pressione che serviranno per fornire la giusta pressione al Joint Airlock. Questa missione shuttle vede anche il debutto dei nuovi motori principali più sicuri ed affidabili dei precedenti chiamati configurazione Block II.

Video e animazioni:

Animazione della manovra che verrà eseguita dal braccio robotico della stazione per installare il Portello Congiunto (182K, 28 secondi in formato Quick Time 4). 
Video del lancio dello shuttle Atlantis (604K, 47 secondi in formato Quick Time 4)

 

Quick Time 4 è scaricabile a questo indirizzo

werhsepd.gif (1132 byte)

Giorno 1 - 12/7/2001 - La navetta spaziale Atlantis è stata lanciata questa mattina in perfetto orario alle 4.04 a.m. EDT (le ore 11.04 ora italiana) dal Centro Spaziale Kennedy in Florida ed al momento è in rotta verso l'avamposto spaziale per portare il nuovo ingresso della ISS. Il comandante di Atlantis Steve Lindsey, il pilota Charlie Hobaugh e gli specialisti di missione Janet Kavandi, Jim Reilly e Mike Gernhardt installeranno la camera di equilibrio chiamata "Quest" sulla stazione aumentando così la capacità operativa della ISS. L'equipaggio di spedizione Due a bordo della stazione è stato informato dopo pochi minuti dell'avvenuto lancio. L'equipaggio aveva passato gli ultimi giorni preparandosi per l'arrivo della navetta ed erano stati effettuati gli ultimi test del braccio robotico della stazione, Canadarm2, che sarà utilizzato durante l'installazione di "Quest" alla stazione. Questi ultimi test dimostravano che il braccio era in perfette condizioni. Per Atlantis è previsto l'attracco alla ISS alle 9.51 p.m. CDT di venerdì (le 3.51 di sabato ora italiana). Dopo aver aperto i portelli del vano di carico ed iniziato le operazioni in orbita, l'equipaggio di Atlantis si è recato a dormire alle 9.04 a.m. CDT (le 16.04 ora italiana) ed ha iniziato un periodo di sonno di otto ore. L'equipaggio di Spedizione Due, ora al suo quarto mese di permanenza nello spazio, si è recato a dormire alle 5.30 a.m. CDT (le 12.30 ora italiana). L'equipaggio della stazione verrà svegliato alle 2 p.m. e quello di Atlantis alle 5.30 p.m. (rispettivamente le 21.00 e le 0.30 ora italiana). Dopo il loro risveglio, l'equipaggio di Atlantis inizierà il suo primo giorno completo in orbita e si preparerà per l'importante evento di venerdì. Sabato poi, dopo l'aggancio, avverrà la prima EVA per coadiuvare l'installazione della camera di equilibrio. Nella foto l'equipaggio di Atlantis che si avvia verso la rampa di lancio.

 

 

 

Giorno 2 - 13/7/2001 - I cinque membri dell'equipaggio della navetta spaziale Atlantis sono stati svegliati alle 5.38 p.m. (le 0.38 ora italiana) per il loro primo giorno completo di attività orbitale con la canzone "Wallace Courts Murron” tratta dalla colonna sonora del film "Braveheart". Il brano, di James Horner, era cantato dal pilota di Atlantis Charlie Hobaugh. Lo shuttle è in rotta verso la Stazione Spaziale Internazionale per deliberare la nuova camera di equilibrio, "Quest" ed è previsto l'aggancio alle 9.53 p.m. CDT (le 4.53 ora italiana di sabato).  Il comandante di Atlantis Steve Lindsey, il pilota Charlie Hobaugh e gli Specialisti di Missione Janet Kavandi, Jim Reilly e Mike Gernhardt hanno trascorso il loro primo giorno pieno in orbita controllando tutto l'equipaggiamento in preparazione del docking con la stazione a cui seguiranno tre passeggiate spaziali (EVA).  Gernhardt e Reilly saranno assistiti, durante la prima passeggiata prevista per sabato, dall'ingegnere di volo Susan Helms che userà il nuovo braccio robotico della stazione - Canadarm2 - per rimuovere "Quest" dal vano di carico della navetta ed agganciarlo al alto destro del modulo connettivo Unity. Il nuovo portello permetterà di eseguire le EVA sia con tute USA che Russe, senza bisogno di uno shuttle attraccato, e questo aumenterà la capacità di mantenimento e costruzione della stazione compiendo un passo importante verso il suo completamento. L'equipaggio della ISS - Comandante Yuri Usachev e gli ingegneri di volo Helms e Voss - si sono svegliati alle 2 p.m. (le 21 ora italiana) ed hanno trascorso la giornata preparandosi all'aggancio di Atlantis ed all'installazione della camera di equilibrio Quest sabato. L'equipaggio di Spedizione Due si trova nello spazio dall'8 marzo ed è al lavoro sulla stazione dal 18 marzo quando ha dato il cambio a Spedizione Uno. Nella foto Atlantis in avvicinamento alla ISS ripresa dall'equipaggio della stazione.

 

Giorno 3 - 14/7/2001 - L'equipaggio della navetta spaziale Atlantis è stato svegliato alle 3.04 p.m. CDT (le 22.04 ora italiana di venerdì) con la canzone “God of Wonders” del complesso  Caedmon’s Call. In questo loro terzo giorno nello spazio i cinque membri dell'equipaggio si sono concentrati sull'aggancio con la Stazione Spaziale Internazionale. Alle 4.34 p.m. è iniziata l'operazione di randez-vous da parte dello shuttle che si trovava a circa 450 chilometri dalla ISS. Ieri sono stati attivati i vari meccanismi del sistema di aggancio ed è stata installata una telecamera per aiutare nelle fasi di aggancio con il portello della stazione. Una successiva accensione dei motori orbitali di Atlantis è stata effettuata alle 6 p.m. per rifinire le fasi finali di avvicinamento. Alle 7.33 p.m. è avvenuta l'accensioene finale dei motori da parte del comandante Steve Lindsey e il pilota Charlie Hobaugh a circa 15 chilometri dalla stazione. L'Atlantis era direttamente sotto alla ISS e  quando è giunta a circa 180 metri sotto la stazione Lindsey ha preso i comandi manuali mentre gli specialisti di missione Michael Gernhardt, Janet Kavandi e Jim Reilly assistevano nell'operazione e riprendevano con la cinepresa IMAX montata nel vano di carico. Lindsey ha fatto compiere un quarto di giro attorno alla stazione in modo da trovarsi a circa 30 metri di fronte al portello di attracco del modulo Destiny. A quel punto Lindsey ha iniziato l'avvicinamento a circa 3 centimetri al secondo fino all'aggancio avvenuto alle 10.08 p.m. CDT (le 5.08 ora italiana di sabato). A mezzanotte (le 7 ora italiana) sono stati aperti i portelli mettendo in comunicazione i due equipaggi. I cinque astronauti di Atlantis sono entrati nella ISS per effettuare un controllo delle procedure per la prima delle tre EVA previste per l'installazione della camera di equilibrio "Quest". La passeggiata spaziale di Gernhardt e Reilly inizierà alle 9.10 p.m. di sabato (le 4.10 ora italiana di domenica) è durerà almeno sette ore. Nelle successive due EVA previste verranno installati i serbatoio di Idrogeno e Azoto all'Airlock. Dopo l'incontro, durato circa un'ora, dei due equipaggi, sono iniziate le operazioni di preparazione di entrambi i bracci robotici, sia quello della navetta che quello della stazione Canadarm2.  Sono state anche controllate le batterie delle due tute spaziali dopo che venerdì era stata scoperta una perdita di idrossido di potassio da una di esse. La batteria che perdeva è stata sostituita ed è stata controllata anche una tuta di ricambio. I portelli fra Atlantis e la ISS sono stati chiusi alle 4.45 a.m. (le 11.45 ora italiana) per poter ridurre la pressione all'interno dello shuttle in preparazione della prima passeggiata spaziale. Nella foto i due equipaggi all'interno della stazione spaziale durante la riunione per coordinare la prima EVA prevista.

 

Giorno 4 - 15/7/2001 - L'equipaggio dell'Atlantis è stato svegliato questa mattina alle 4.04 p.m. (le 23.04 ora italiana) dal Centro di Controllo di Houston con la canzone "Space Cowboy” del complesso N’Sync. Anche l'equipaggio di Spedizione Due a bordo della ISS è stato svegliato alle stessa ora. La prima EVA prevista è iniziata alle 10.10 p.m. (le 5.10 ora italiana) quando i due astronauti Mike Gernhardt e Jim Reilly sono usciti dalla navetta ed hanno iniziato a togliere le coperture di sicurezza dal modulo "Quest". In questa operazione erano seguiti, dall'interno della navetta, dal pilota Charlie Hobaugh. Poi, due ore dopo, Susan Helms, con il braccio robotico della stazione - Canadarm2 - ha agganciato il modulo, pesante 6 tonnellate e mezzo, e lo ha estratto dalla stiva ed agganciato al lato destro del modulo Unity. Mentre eseguiva questa operazione i due astronauti controllavano che tutta la manovra fosse eseguita perfettamente. Alle 2.40 a.m. (le 9.40 ora italiana) la nuova camera di equilibrio era fissata alla Stazione Spaziale Internazionale e Gernhardt e Reilly iniziavano a connettere i vari cavi fra i moduli. I due astronauti fissavano poi, sul modulo Quest, dei nuovi punti di ancoraggio e delle barre sui quali verranno, nella seconda e terza EVA, installati i serbatoi di idrogeno ed azoto. La EVA si concludeva alle 4.09 a.m. (le 11.09 ora italiana) dopo 5h.59m, con il rientro dei due astronauti nella navetta. Più tardi i membri della ISS, Usachev, Helms e Voss aprivano il portello del nuovo modulo ed iniziavano a controllare che fosse tutto in ordine. Veniva eseguita anche una piccola cerimonia di taglio del nastro da parte del comandante Usachev e del comandante Lindsey come inaugurazione di Quest. Entrambi gli equipaggi si sono poi recati a dormire verso le 16 ora italiana. Adesso la Stazione Spaziale Internazionale è pesante circa 130 tonnellate. Nella foto Quest mentre viene spostato, con il Canadarm2, dalla stiva dello shuttle verso la ISS.

 

Giorno 5 - 16/7/2001 - Sveglia per l'equipaggio di Atlantis alle 4.04 p.m. (le ore 23.04 ora italiana) da parte del Centro Controllo Missione con il brano "No Woman No Cry" di Bob Marley per lo specialista di missione Mike Gernhardt. L'equipaggio di Spedizione Due invece è stato svegliato un'ora più tardi. Lo specialista di missione Janet Kavandi, assistito dall'ingegnere di volo di Spedizione Due  Jim Voss, hanno controllato una perdita di liquido dall'impianto di refrigerazione avvenuta nella notte. La perdita era localizzata nel punto di connessione fra il nuovo modulo Quest ed Unity. Dopo un attento esame i due non riuscivano a trovare la causa del problema e così veniva messo una specie di copertura alla valvola fermando, momentaneamente, la perdita. Inoltre veniva anche notata una piccola perdita di pressione Intanto il comandante di Atlantis Steve Lindsey e l'ingegnere di volo di Spedizione Due Susan Helms hanno controllato che le linee di rifornimento di ossigeno fra la stazione e la camere di equilibrio fossero perfettamente operative. Il comandante Lindsey, il pilota Hobaugh e il comandante di Spedizione Due Usachev hanno effettuato, alle 11.34 p.m. (le 5.34 ora italiana) un'intervista di circa 20 minuti in collegamento con i giornalisti della CBS, Space.com e la KNBC-TV di Los Angeles. Oggi è stata eseguita dal comandante Lindsey e dal pilota Hobaugh un'accensione dei motori della navetta per alzare l'orbita della stazione da 375 a 383 chilometri. Gli equipaggi si sono recati entrambi a dormire alle 8 a.m. (le 15.00 ora italiana). Nella foto, da destra, Usachev, Voss e Gernhardt all'interno della nuova camera di equilibrio Quest.

 

Giorno 6 - 17/7/2001 - L'equipaggio di Atlantis è stato svegliato questa mattina alle 4.19 p.m. (le 23.19 ora italiana) dal Centro Controllo Missione di Houston con il brano “Nobody Does it Better” eseguita da Carly Simon per lo specialista di missione Jim Reilly. Intanto oggi l'equipaggio di Spedizione Due composto dal comandante Yuri Usachev e dagli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms iniziavano il loro 131° giorno nello spazio. Mike Gernhardt e Jim Reilly passavano la giornata preparando le due EVA conclusive della missione che si svolgeranno nei prossimi giorni con l'installazione dei quattro serbatoi di idrogeno ed azoto. Intanto, il Centro Controllo Missione di Houston, sta ancora valutando l'opportunità di utilizzare una delle valvola di riserva, che si trovano a bordo della ISS, per sostituire quella che ieri ha avuto una perdita di liquido. I portelli fra l'Atlantis e la ISS venivano chiusi alle 6.30 a.m. (le 13.30 ora italiana) permettendo così di abbassare la pressione nella navetta in preparazione della seconda EVA di domani. Intanto è stato deciso di prolungare di un giorno la missione permettendo agli equipaggi di recuperare il tempo perso con la perdita di liquido di ieri. Anche una terza tuta che doveva essere lasciata nel modulo Quest verrà riportata a Terra perchè era quella che aveva avuto una perdita da una batteria nel giorno 2 di missione. Adesso la terza EVA verrà effettuata venerdì invece di giovedì come previsto originariamente.

 

Giorno 7 - 18/7/2001 - Oggi è stata eseguita la seconda passeggiata spaziale da parte dei due astronauti dell'Atlantis Gernhardt e Reilly. E' iniziata alle 10.04 p.m. (le ore 5.04 ora italiana)  con un leggero ritardo a causa di un nuovo problema con i computer di Controllo e Comando del modulo laboratorio Destiny e che servono anche per manovrare il Canadarm2. Questa volta, a differenza di quanto successo in aprile durante la missione STS-100, dal Centro Controllo veniva richiesto un restar dei computer che, una volta riavviati, non presentavano nessun problema. I due astronauti erano coadiuvati, nel loro lavoro all'esterno, dai due bracci robotici, quello della navetta guidato dalla specialista di missione Janet Kavandi, mentre il suo fratello maggiore della stazione spaziale dagli ingeneri di volo Susan Helms e Jim Voss. Per primo veniva preso dalla stiva dell'Atlantis un serbatoio di Idrogeno e posizionato sull'esterno del modulo Quest. A questo seguiva una manovra identica con un serbatoio di Azoto. Il lavoro procedeva così velocemente che veniva installato anche un terzo serbatoio, invece dei due previsti, lasciando così soltanto un serbatoio di azoto per l'ultima EVA di venerdì. L'EVA si concludeva alle 4.33 a.m. (le ore 11.33 ora italiana) dopo 6h.29m. Dopo il completamento dell'EVA il comandante Steve Lindsey e il pilota Charlie Hobaugh hanno eseguito la seconda serie di accensioni dei motori per alzare ulteriormente l'orbita del complesso orbitale. Nella foto il serbatoio di idrogeno mentre viene sollevato con il Canadarm2 dalla stiva di Atlantis sotto lo sguardo attento dell'astronauta Gernhardt.

 

Giorno 8 - 19/7/2001 - L'equipaggio di Atlantis è stato oggi risvegliato alle 4.04 p.m. (le ore 23.04 ora italiana) con il brano di Sheryl Crow's "All I Wanna Do" eseguito dalla squadra di allenamento di questa missione. Il lavoro eseguito questa giornata si è focalizzato sull'attivazione della nuova camera di equilibrio Quest. Il comandante di STS-104 Steve Lindsey e l'ingegnere di volo si Spedizione Due Jim Voss hanno sostituito una valvola di ventilazione nel modulo Unity utilizzandone una presa dal modulo laboratorio Destiny e che non sarebbe comunque stata utilizzata fino al 2003. L'operazione si è conclusa positivamente alle 7.30 p.m. (le ore 2.30 ora italiana del 20 luglio) anche con l'aiuto del comandante di Spedizione Due Yury Usachev. Kavandi, Gernhardt e Reilly hanno eseguito il trasferimento di materiale dalla navetta alla stazione spaziale e Susan Helms ha sostituito uno dei tre computer di Comando & Controllo che era stato prelevato, durante la precedente missione STS-100, da un computer utilizzato per gestire gli esperimenti. Linsey ed il pilota Charlie Hobaugh hanno eseguito la terza manovra di accensione dei motori di Atlantis incrementando l'altezza dell'orbita dell'avamposto spaziale di circa otto chilometri e portandola ad un totale di 390x384 chilometri.

 

Giorno 9 - 20/7/2001 - Oggi preparazione per la terza ed ultima EVA per l'equipaggio di Atlantis e che verrà eseguita inaugurando la nuova camera di equilibrio Quest. La sveglia è arrivata alle 4.04 p.m. (le ore 23.04 ora italiana) con il brano "A Time To Dance" di Janet Giroux ed eseguito dalla Banda della Scuola del Centro Spaziale e cantato dall'astronauta  Reilly. Entrambi gli equipaggi si sono poi riuniti per discutere i dettagli di questa prima passeggiata spaziale che verrà eseguita dal nuovo modulo Quest. durante l'EVA i due astroanuti Gernhardt e Reilly seguiranno il montaggio dell'ultimo serbatoio di azoto sul modulo Quest e si recheranno sopra il traliccio P6 per controllare lo stato dei pannelli solari e dare un'occhiata all'apparecchiatura FPB che dovrebbe misurare la carica elettrostatica della ISS ma che non ha mai funzionato bene fin dalla sua installazione. In seguito gli equipaggi hanno partecipato ad una conferenza stampa congiunta. Usachev ha eseguito delle operazioni periodiche di mantenimento delle attrezzature della stazione ed ha coadiuvato Voss ed Helms nel testare il Canadarm2 per l'EVA di domani. Dopo alcuni momenti di riposo, in questa settimana molto indaffarata, gli equipaggi si sono recati a dormire alle 8 a.m. (le 15.00 ora italiana). 

 

Giorno 10 - 21/7/2001 - L'equipaggio di Atlantis è stato svegliato alle 4.04 p.m. (le ore 23.04 ora italiana di venerdì) con il brano "I Could Write A Book" tratto dal film "Harry, ti presento Sally" e cantata dal comadante Lindsey. Oggi, nel 32° anniversario del primo passo dell'uomo sulla Luna, è stata eseguita la prima EVA direttamente dalla Stazione Spaziale Internazionale. Alle 11.35 p.m. (le ore 6.35 di sabato mattina) gli specialisti Mike Gernhardt e Jim Reilly sono usciti dal portello della nuova camera di equilibrio Quest. Con l'ausilio del Canadarm2 della ISS, manovrato dall'ingegnere di volo Jim Voss, e dal braccio dello shuttle, con ai comandi Lindsey, è stato installato l'ultimo serbatoio di Azoto sull'esterno di Quest. La depressurizzazione del modulo è durata più del previsto (40 minuti invece dei sei-sette previsti) e gli ingegneri della NASA stanno valutandone il motivo. I due astronauti si sono poi arrampicati sulla cima del traliccio P6 per controllare le condizioni del meccanismo che permette ai pannelli solari di seguire il movimento del Sole. Alle 3.37 a.m. (le 10.37 ora italiana) si è conclusa l'EVA durata 4h.21m. e portando così ad un totale di 155h.39m. il tempo totale di assemblaggio esterno della ISS con 24 passeggiate spaziali. Gli equipaggi si sono recati a dormire alle 8.04 a.m. (le ore 15.04 ora italiana) e verranno svegliati domani per preparare il distacco di Atlantis dalla ISS. 

 

Giorno 11 - 22/7/2001 - L'equipaggio dell'Atlantis è stato svegliato alle 4.14 p.m. (le ore 23.14 ora italiana) con il brano "Who Let The Dogs Out" dei  Baha Men cantata da Hobaugh. Dopo un breve saluto fra i due equipaggi i portelli fra le due astronavi sono stati chiusi alle 9 p.m. e il distacco fra Atlantis ed ISS è avvenuto alle 11.54 p.m. (le ore 6.54 ora italiana). Il pilota Hobaugh ha poi eseguito un giro attorno all'avamposto spaziale per controllare visivamente la situazione. L'equipaggio di STS-104 composto dal comandante Steve Lindsey, il pilota Hobaugh e gli specialisti di missione Janet Kavandi, Mike Gernhardt e Jim Reilly, hanno trascorso 196 ore e 46 minuti agganciati alla stazione lavorando assieme all'equipaggio di Spedizione Due composto dal comandante Yuri Usachev e dagli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms installando la nuova camera di equilibrio. Un'ulteriore accensione dei motori di manovra alle 1.14 a.m. ha immesso Atlantis in corsa verso casa. L'atterraggio è previsto alle 11.37 p.m. CDT (le 6.37 ora italiana di lunedì) . Nella foto la ISS vista dalla navetta dopo il distacco.

 

 

Giorno 12 - 23/7/2001 - Oggi, a causa delle pessime condizioni meteo al KSC, in Florida, è stato annullato il rientro, previsto per oggi, della navetta spaziale Atlantis dalla missione STS-104. L'equipaggio era stato svegliato alle 3.04 p.m. CDT (le ore 22.04 ora italiana) con la canzone "Honey, I'm Home" di Shania Twaine interpretata da Kavandi ed aveva inizato le procedure per il rientro anche se le previsioni meteo sulla Florida era negative e prevedevano nubi basse e piogga. Dopo che il controllo missione ha informato l'equipaggio del rinvio sono stati riaperti i portelli del vano di carico e l'equipaggio si è recato a riposare verso le 6 a.m. e verrà svegliato domani alle 2 p.m. per ricominciare le procedure di rientro. Per domani le previsioni meteo sono più ottimistiche rispetto ad oggi. Intanto a bordo della ISS l'equipaggio è stato svegliato alle 9.30 p.m. (le ore 4.30 ora italiana) per un'altro giorno di lavoro leggero nel quale è previsto soltanto di continuare a sistemare i rifornimenti portati da Atlantis. Sia lo shuttle che la stazione spaziale continuano a funzionare perfettamente e si trovano ad orbitare a circa 384 chilometri di quota.

 

Giorno 13 - 24/7/2001 - Atlantis è atterrato al KSC, in Florida, alle 11.38 p.m. (le ore 6.38 ora italiana) dopo una missione di tredici giorni nei quali ha portato ed installato il nuovo modulo di equilibrio Quest alla Stazione Spaziale Internazionale Alpha. Lindsey and Hobaugh hanno acceso i motori orbitali alle 9.32 p.m. CDT permettendo la discesa verso la Terra. Questo è stato il 55° atterraggio in Florida ed il 13 notturno. Le condizioni meteo hanno cooperato senza nessuno scroscio di pioggia che aveva causato il rinvio nell'atterraggio previsto ieri. L'equipaggio era stato svegliato alle 2.30 p.m. CDT (le ore 21.30 ora italiana) con il brano "Hold Back the Rain" dei Duran Duran. Le porte del vano di carico erano state chiuse alle 6.52 p.m. e l'equipaggio aveva preso posto nei loro seggiolini alle 8.30 p.m. L'equipaggio della ISS-Alpha sono stati svegliati appena prima della mezzanotte per riprendere il loro lavoro a pieno ritmo dopo due giorni quasi di riposo. I controllori di volo di Mosca hanno eseguito la quarta e quinta accensione dei motori orbitali del cargo Progress. Queste manovre sono necessarie per ottimizzare l'orbita della stazione in preparazione dell'arrivo del prossimo cargo di rifornimenti Progress ad agosto e del Compartimento di Aggancio russo previsto per settembre. Nella foto la navetta Atlantis mentre sta per toccare terra al Kennedy Space Center in Florida.

werhsepd.gif (1132 byte)

 

 

Nel disegno la Stazione Spaziale Internazionale, come appare dopo l'installazione del modulo di decompressione Quest, che si può notare agganciato al modulo Unity, sulla sinistra sotto ai pannelli solari.

 

werhsepd.gif (1132 byte)

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Ultimo aggiornamento 23/07/2007

 Sito curato da Massimo Martini