Shuttle - STS 105

 

werhsepd.gif (1132 byte)

In alto a sinistra l'orbiter Discovery appena decollato dalla rampa, qui sopra lo stemma della missione ed, in basso al centro, i quattro dell'equipaggio: da sinistra il pilota  Frederick W. (Rick) Sturckow, gli specialisti di missione Patrick G. Forrester e Daniel T. Barry e il comandante Scott J. Horowitz. In alto a sinistra l'equipaggio di Spedizione Due ed a destra quello di Spedizione Tre.

STS-105 (106) OV-103 Discovery (30)

 

Volo: ISS 7A.1 (Undicesimo Volo di assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale).

Carico Utile: Modulo Logistico Multifunzionale MPLM-1 "Leonardo" al suo secondo volo con a bordo vari rifornimenti per la stazione ed esperimenti.

Equipaggio (7): Comandante Scott J. Horowitz (4), pilota Frederick W. (Rick) Sturckow (2), specialisti di missione Patrick G. Forrester (1) e Daniel T. Barry (3). Poi abbiamo l'equipaggio di Spedizione Tre che viene portato verso la ISS e composto da: l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin (Russia - 1)), il comandante Frank L. Culbertson, Jr. (USA - 3) e l'ingegnere di volo Vladimir Dezhurov (Russia - 2) e l'equipaggio di Spedizione Due che viene riportato a Terra e composto da l'ingegnere di volo Jim Voss (USA - 5), il comandante Yury Usachev (Russia - 4) e l'ingegnere di volo Susan Helms (USA - 5)

Lancio: 10 agosto 2001, ore 5.10 p.m. CDT (le 23.10 ora italiana) dal Pad 39/A del Kennedy Space Center in Florida.

Rientro: 22 agosto 2001, ore 1.23 p.m. CDT (le 20.23 ora italiana del 22 agosto) al KSC in Florida.

Durata della missione: 11g.21h.13m.

Obiettivi della missione: i principali obiettivi della missione sono stati il ricambio degli equipaggi sulla Stazione Spaziale Internazionale portando su Spedizione Tre e riportando a Terra Spedizione Due e l'invio di materiali e rifornimenti con il modulo di costruzione italiana Leonardo che è stato estratto dalla stiva di carico della navetta ed agganciato alla ISS-Alpha per poi essere riportato a Terra al termine della missione. 

Video e animazioni: Alla seguente pagina della NASA si possono scaricare le animazioni di tutte le principali fasi di questa missione. Il formato video è l'MPEG che si può visionare con  Windows MediaPlayer.

Giorno 1 - 10/8/2001 -  Con un giorno di ritardo a causa del maltempo, la navetta spaziale Discovery è stata lanciata questo pomeriggio trasportando un equipaggio di quattro uomini e tre nuovi residenti per la Stazione Spaziale Internazionale. Mentre la ISS passava sopra l'Oceano Pacifico a sud est del confine fra Messico e Guatemala, il Discovery è partito dalla rampa 39/A del KSC alle 4.10 p.m. CET (le 23.10 ora italiana) ed in rotta per il randezvous e l'aggancio previsto per domenica pomeriggio. A bordo del Discovery si trovano il comandante Scott Horowitz, il pilota Rick Sturckow e gli specialisti di missione Pat Forrester and Dan Barry assieme con il comandante di Spedizione Tre Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin. Essi rimpiazzeranno l'equipaggio di Spedizione Due composto dal comandante Yury Usachev e gli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms, che hanno trascorso il loro 155° giorno nello spazio al momento del lancio del Discovery. Trascorsi nove minuti dal lancio l'equipaggio del Discovery ha iniziato le operazioni orbitali preliminari con l'apertura del vano di carico e con la preparazione dell'equipaggiamento. L'equipaggio ha iniziato il periodo di sonno dopo le ore 11 p.m. (le 7.00 di sabato ora italiana) ed il risveglio è previsto alle 7.15 a.m. (le 15.15 ora italiana) per iniziare il primo giorno completo in orbita. Nella foto il comandante Horowitz mentre si issa sulla sua poltrona alcune ore prima del lancio. 

 

Cliccando sulla piccola foto sulla sinistra potrete scaricare direttamente dal sito NASA il video del lancio della navetta Discovery in formato Quick Time (durata 3m.7sec., dimensioni 2,70 megabyte, commento in inglese).

 

Giorno 2 - 11/8/2001 - L'equipaggio di Discovery è stato svegliato alle 7.15 a.m. (le 15.15 ora italiana) ed ha iniziato il primo giorno completo nello spazio con la preparazione per l'aggancio con la ISS previsto per domani. La sveglia è stata data dal brano "Back in the Saddle Again" di Gene Autry eseguito per l'astronauta Culbertson, comandante di Spedizione Tre, che effettua il suo terzo volo nello spazio a distanza di ben otto anni dall'ultima volta. Al momento del risveglio il Discovery si trovava a circa 12.800 chilometri dalla ISS. La navetta ha effettuato una seconda accensione dei motori orbitali per aggiustare l'orbita in relazione alla Stazione Spaziale Internazionale. Forrester e Horowitz hanno attivato il braccio robotico della navetta che verrà usato per spostare il modulo logistico italiano Leonardo dalla stiva del Discovery alla ISS e per aiutare Barry e Forrester durante le due EVA previste la prossima settimana. L'equipaggio ha poi passato alcune ore libere da impegni prima di andare a dormire poco dopo le 9 p.m. CDT (le ore 4 del mattino di domenica ora italiana). Intanto a bordo della ISS il comandante di Spedizione Due Yury Usachev e gli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms completavano di impacchettare i loro effetti personali in preparazione dell'arrivo dei loro rimpiazzi. Questo era il loro 156° giorno nello spazio per gli occupanti della ISS. Lo scambio degli equipaggi avverrà lunedì sebbene il cambio formale del comando  della stazione fra Usachev e Culbertson avverrà soltanto poche ore prima della partenza della navetta, il 20 agosto. Il modulo logistico italiano (MPLM-1) Leonardo trasporta circa una tonnellata e mezza di cibo, rifornimenti ed effetti personali dell'equipaggio di Spedizione Tre oltre a due nuovi rack di esperimenti scientifici da trasferire nel modulo laboratorio Destiny. Una volta svuotato Leonardo verrà riempito con equipaggiamento non più utilizzato sulla stazione, inclusi i vestiti di Spedizione Due e la spazzatura per essere riportata sulla Terra. Nella foto Horowitz e Sturckow nel vano inferiore della navetta.

 

Giorno 3 - 12/8/2001 - Sveglia alle 5.10 a.m. CET (le 12.10 ora italiana) con il brano tradizionale russo "The White Eagle" eseguito in onore del pilota di Spedizione Tre Vladimir Dezhurov quando la navetta si trovava ancora e circa 3.200 chilometri dalla ISS. Il comandante del Discovery Scott Horowitz, aiutato dal pilota Rick Sturckow e dagli specialisti di missione Pat Forrester e Dan Barry hanno iniziato le procedure finali di avvicinamento verso le 9 del mattino (le 16 ora italiana) a circa 14 chilometri dietro la ISS. Il Discovery si è portato lentamente in un punto sotto la stazione e poi ha effettuato un quarto di giro posizionandosi di fronte al portello del modulo Unity. Manovrando la navetta sempre più vicino alla Stazione Spaziale Internazionale fino all'aggancio, avvenuto alle 1.42 p.m. (le 20.42 ora italiana). Dall'interno del modulo laboratorio Destiny l'equipaggio di Spedizione Due composto dal comandante Usachev e dagli ingegneri di volo Jim Voss e Susan Helms hanno guidato visivamente l'attracco e poi assicurato che i due veicoli fossero perfettamente agganciati. Alle 3.41 p.m. (le 22.41 ora italiana) sono stati aperti i portelli fra i due veicoli e gli equipaggi si sono salutati calorosamente entrando tutti nel grande modulo laboratorio Destiny. Culbertson ha poi effettuato un giro della sua nuova abitazione per i prossimi quattro mesi e successivamente c'è stata una riunione di tutti gli astronauti presieduta dal comandate Usachev.  Alle 8 p.m. (le 3 ora italiana di lunedì) gli equipaggi si sono recati a dormire. Nella foto il comandante di Spedizione Due Yury Usachev (a sinistra) mentre stringe la mano al nuovo comandante di Spedizione Tre Culbertson poco dopo l'apertura dei portelli. 

 

Giorno 4 - 13/8/2001 - Il quarto giorno di missione è iniziato alle 4.30 a.m. (le 11.30 ora italiana) con la sveglia da parte del Centro Controllo Missione di Houston, nel Texas, che ha trasmesso l'overture del "Il Barbiere di Siviglia" di Rossini come tributo all'ingegnere di volo di Spedizione Tre Mikhail Tyurin. Come prima operazione della giornata sono stati scambiati i sedili della Soyuz dei due equipaggi della Stazione. Questo permetterebbe, in caso di emergenza, l'utilizzo della capsula Soyuz come scialuppa di salvataggio da parte dell'equipaggio di Spedizione Tre mentre l'equipaggio di Spedizione Due diventa a tutti gli effetti parte di quello del Discovery. Invece il passaggio ufficiale di comando della stazione avverrà il 20 agosto, poco prima della partenza della navetta dalla ISS. Alle 2.15 p.m. (le 21.15 ora italiana) è stato comunicato ufficialmente che il controllo di tutte le attività della stazione erano sotto il controllo di Spedizione Tre. In mezzo al cambio degli equipaggi è avvenuto anche il posizionamento del modulo logistico italiano Leonardo (MPLM-1) dalla stiva del Discovery ad uno dei boccaporti del modulo della stazione Unity (nella foto). L'operazione è avvenuta con il braccio robotico della navetta comandato da  Pat Forrester ed è terminata alle 10.55 a.m. (le 17.55 ora italiana) e dopo circa quattro ore sono stati aperti i suoi portelli e sono iniziate le operazioni di scarico del materiale che si trova a bordo, circa tre tonnellate di rifornimenti.  Gli equipaggi si sono recati a dormire verso le 8 p.m. (le 3 ora italiana di martedì).  

 

Giorno 5 - 14/8/2001 - L'equipaggio del Discovery, compresi i nuovi compagni di Spedizione Due, sono stati svegliati alle 4.10 a.m. CDT (le 11.10 ora italiana) con il tema dal film "Arturo" per iniziare una giornata completamente dedicata al trasferimento del materiale stivato a bordo del modulo logistico Leonardo.  La canzone di risveglio era stata dedicata al comandante Scott Horowitz da sua moglie. A metà della giornata tutto il contenuto del modulo era stato temporaneamente stivato sulla stazione. Intanto sono stati effettuate accensioni dei motori orbitali della navetta per alzare l'orbita della stazione di circa 3,6 chilometri. Durante la permanenza del Discovery saranno utilizzati altri 30 minuti di accensione per alzare ulteriormente l'orbita del complesso orbitale. Gli equipaggi delle due Spedizioni hanno iniziato una serie di incontri che permetteranno la  familiarizzazione dei nuovi residenti con le procedure operative della ISS. Usachev e Dezhurov hanno aggiornato il software dei computer del modulo di servizio Zvezda per aumentare l'efficienza del segmento russo della stazione. Il Discovery e la Stazione orbitano in perfetta efficienza a 390 chilometri di altezza. Gli equipaggi si sono recati a dormire verso le 8 p.m. (le 3 ora italiana di mercoledì). Nella foto Culbertson e Usachev all'interno del modulo Destiny. 

 

 

Giorno 6 - 15/8/2001 - Questa mattina il Centro Controllo Missione di Houston ha svegliato l'equipaggio del Discovery alle 4 a.m. (le ore 11.00 ora italiana) al suono di "Big Boy Toys", un country western eseguito da Aaron Tippin e scelto dalla moglie del pilota Rick Sturckow. Oggi la giornata stata dedicata principalmente alla preparazione della prima delle due EVA che verranno eseguite dagli astronauti  Dan Barry e Pat Forrester. Intanto il resto dell'equipaggio ha completato lo scarico del modulo logistico italiano Leonardo. I portelli fra il Discovery e la Stazione Spaziale Internazionale sono stati chiusi alle 4.52 p.m. (le 23.52 ora italiana) per permettere il calo della pressione nella cabina della navetta in preparazione della passeggiata spaziale. Sempre nella giornata i controllori di volo russi hanno completato il trasferimento del nuovo software nei computer del modulo Zvezda in preparazione dell'arrivo del nuovo modulo Compartimento di Aggancio e che servirà come nuovo portello di attracco per i veicoli russi. Nella foto l'interno del modulo logistico italiana Leonardo mentre viene scaricato del materiale che ha portato alla ISS.

 

 

Giorno 7 - 16/8/2001 - Questo storico giorno (il 1000° dal lancio del primo modulo della stazione spaziale avvenuto il 20 novembre 1998) è iniziato con la sveglia poco dopo le 4 a.m. (le 11 ora italiana) con il brano "The Marvelous Toy" di Tom Paxton e dedicato allo specialista di missione Dan Barry da sua moglie. Alle 9.30 a.m. (le 16.30 0ra italiana) gli astronauti Dan Barry e Pat Forrester sono usciti dalla navetta spaziale iniziando la EVA. All'interno del Discovery il comandante Scott Horowitz guidava il braccio robotico canadese mentre il pilota Rick Sturckow coordinava la passeggiata spaziale dal ponte di comando della navetta. L'EVA è durata 6h.16m. ed ha visto l'installazione di un grosso contenitore di ammoniaca (chiamato EAS - Early Ammonia Service), che servirà come riserva per il sistema di raffreddamento della stazione e di uno speciale contenitore con  750 campioni di materiali diversi che dovranno rimanere esposti al vuoto dello spazio e recuperati soltanto fra diciotto mesi per studiare il loro comportamento. All'inizio di questa giornata l'equipaggio di Spedizione Tre aveva eseguito una breve commemorazione del 1000° giorno nello spazio per la ISS. Il comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin si erano recati all'interno del modulo Zarya che è stato lanciato come primo pezzo della Stazione Spaziale Internazionale il 20 novembre 1998. Il Discovery e la Stazione orbitano intorno alla Terra ogni 90 minuti ad una quota di 390 chilometri e tutti i sistemi funzionano normalmente. Nella foto, ripresa durante l'EVA, si nota uno dei due astronauti e dentro la stiva di carico della navetta l'EAS.

 

Giorno 8 - 17/8/2001 - I dieci astronauti a bordo del Discovery e della ISS hanno focalizzato il loro lavoro odierno sul trasferimento del materiale sul modulo logistico Leonardo. La sveglia è avvenuta alle 4.10 a.m. (le 11.10 ora italiana) con il brano "Time Bomb", eseguito per l'astronauta Forrester da parte dei suoi figli, Patrick e Andrew. Intanto in preparazione della seconda EVA di domani, Dan Barry e Pat Forrester hanno eseguito un controllo delle procedure e controllato il materiale che dovrà essere utilizzato. Il comandante della navetta Discovery Scott Horowitz e il pilota Rick Sturckow hanno eseguito la seconda accensione dei motori rialzando l'orbita della ISS di 3.5 chilometri. I motori di manovra della navetta sono stati accesi 253 volte nel corso di un'ora e questa era la manovra finale prima della partenza del Discovery dalla stazione lunedì mattina. I tre cosmonauti russi hanno risposto alle domande dei giornalisti russi durante un collegamento con il Centro Controllo Missione nei pressi di Mosca. Alle 2.15 p.m. (le 21.15 ora italiana) tutti e dieci gli astronauti hanno compiuto una conferenza stampa con i giornalisti USA posti nei centri della NASA. Tre quarti d'ora più tardi c'è stato il passaggio ufficiale delle consegne fra il comandante di Spedizione Due Yuri Usachev e quello di Spedizione Tre Frank Culbertson con una piccola cerimonia.  Gli equipaggi si sono poi recati a dormire alle 9 p.m. (le ore 4 di sabato mattina ora italiana). Nella foto, eseguita il 15 agosto, vediamo tutti gli equipaggi di questa missione mentre effettuano un brindisi all'interno del modulo Zvezda.

 

Giorno 9 - 18/8/2001 - Alle 4.10 sveglia degli equipaggi con il brano "Hotel California," eseguito dagli  Eagles, richiesto dalla moglie del comandante di Spedizione Due Yury Usachev. Oggi giornata dedicata alla seconda passeggiata spaziale per l'installazione di attrezzature all'esterno della stazione spaziale. Gli astronauti Dan Barry e Pat Forrester sono usciti dal portello estero della navetta Discovery alle 9 a.m. CET (le 16 ora italiana) mentre il comandante Scott Horowitz manovrava il braccio meccanico e il pilota Rick Sturckow coordinava la manovra. Il loro lavoro è stata l'installazione di oltre 15 metri di cavi per alimentare di energia gli esperimenti da piazzare sul traliccio S0, che verrà installato il prossimo anno, e di passamani sul modulo laboratorio Destiny. La loro EVA, durante la quale tutto si è svolto secondo programma,  è durata 5h.29m. ed i due astronauti sono rientrati alle 2.11 p.m. (le 21.11 ora italiana) all'interno della navetta. Questa è stata la 26° EVA dedicata alla costruzione della Stazione Spaziale Internazionale e che porta il totale a 167h.24m. Mentre era in corso la passeggiata spaziale il comandante di Spedizione Tre  Frank Culbertson ed i suoi colleghi, Vladimir Dezhurov e Mikhail Tyurin hanno continuato il carico del modulo logistico italiano Leonardo che domani verrà sganciato dalla stazione e riportato a Terra nella stiva della navetta. Gli astronauti e cosmonauti hanno iniziato il loro periodo di sonno alle 8 p.m. (le 3 ora italiana di domenica mattina). Nella foto Barry e Forrester mentre installano i corrimani sull'esterno del modulo Destiny. 

 

Giorno 10 - 19/8/2001 - I dieci astronauti a bordo del Discovery e della Stazione Spaziale Internazionale hanno iniziato la loro giornata alle 4 a.m. CET (le 11 ora italiana) svegliati dal Centro Controllo Missione di Houston con il brano "Under the Boardwalk" dei Drifters, dedicato a Jim Voss da sua moglie Suzan. Il compito principale della giornata è stato il riporre il modulo logistico italiano Leonardo nel vano di carico della navetta. Leonardo era stato riempito con vario materiale utilizzato sulla stazione, fra cui rifiuti di vario genere e gli effetti personali di Spedizione Due per un peso di circa due tonnellate. L'astronauta Pat Forrester, assistito dal comandante Scott Horowitz, manovrando il braccio robotico del Discovery, ha agganciato Leonardo e, dopo averlo sconnesso dal modulo Unity della Stazione, lo ha riposto nel vano di carico della navetta alle 2.15 p.m. CDT (le 21.15 ora italiana). Le operazioni congiunte dei due equipaggi sono così terminate e domani avverrà una breve cerimonia di saluto e poi i portelli fra le due astronavi chiusi. La navetta si staccherà dalla ISS e le ruoterà attorno per poi allontanarsi definitivamente. A bordo della ISS l'equipaggio di Spedizione Tre, composto dal comandante USA Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin inizieranno così la loro missione che si dovrebbe concludere a dicembre, quando verranno sostituiti dall'equipaggio di Spedizione Tre. Nella foto, ripresa all'interno del cargo Progress, il comadante del Discovery Horowitz e lo specialista di missione Daniel T. Barry.

 

Giorno 11 - 20/08/2001 -  Giornata di addii fra gli equipaggi del Discovery e la ISS. La sveglia alle 3.40 a.m. ( le 10.40 ora italiana) con la musica di Sting con il brano "Brand New Day" dedicata a Susan Helms dalla sua famiglia ed amici che non vede da cinque mesi e mezzo. Poi, alle 7 a.m. (le 14 ora italiana) breve cerimonia di saluti fra i due equipaggi e chiusura dei portelli ed alle 9.52 a.m., dopo una settimana di operazioni congiunte. Il pilota Rick Sturckow, ai comandi della navetta, ha compiuto il distacco dalla stazione allontanandosene  lentamente fino ad una distanza di circa 150 metri. A quel punto ha fatto compiere al Discovery un giro attorno alla ISS permettendo così di eseguire una completa documentazione fotografica ed un'ultima occhiata a Usachev, Helms e Voss della loro casa nella quale hanno passato cinque mesi e mezzo. Poi sono stati accesi i motori di manovra orbitale che porteranno la navetta ad allontanarsi di circa 80 chilometri ad ogni orbita compiuta in circa 90 minuti. Più avanti nella giornata l'equipaggio del Discovery si è occupato di deporre nello spazio il satellite Simplesat, costruito per valutare l'utilizzo di materiale commerciale e quindi poco costoso per piccoli satelliti. Simplesat è designato per utilizzare il GPS (Sistema di Posizionamento Satellitare) per controllare la posizione del veicolo. Il satellite è stato espulso da un apposito contenitore posto nella stiva di carico. Nella foto, presa dall'equipaggio a bordo del Discovery, vediamo la Stazione Spaziale Internazionale allontanarsi dopo il distacco dei due veicoli spaziali.

 

Giorno 12 - 21/8/2001 - Sveglia alle 3.10 a.m. CDT (le 10.10 ora italiana) con il brano musicale “East Bound and Down” di Jerry Reed e richiesto dalla squadra di allenamento del Centro Controllo di Houston. La distanza fra la navetta spaziale Discovery e la ISS si allunga  sempre di più ad ogni orbita e durante la giornata passerà da 800 ad oltre 1.600 chilometri. Oggi l'attività dell'equipaggio viene dedicata alla preparazione per il rientro previsto domani al Kennedy Space Center, in Florida. Il comandate Scott Horowitz ed il pilota Rick Sturckow hanno effettuato un test delle superfici aerodinamiche per il rientro in atmosfera. Intanto il resto dell'equipaggio completava lo stivaggio di tutto il materiale e venivano preparati i sedili, nel ponte inferiore della navetta, per i tre dell'equipaggio di Spedizione Due. Yuri Usachev, James Voss e Susan Helms verranno sistemati nei sedili in una posizione più distesa rispetto ai loro compagni di viaggio e questo per facilitare il riadattamento alla gravità terrestre. Le previsioni meteo per il rientro di domani sono favorevoli sia in Florida, come prima scelta, che in California. Intanto l'equipaggio di Spedizione Tre ha iniziato il suo periodo di quattro mesi di permanenza sulla ISS ed è al lavoro per l'arrivo del cargo automatico Progress n.5 lanciato dal Cosmodromo di Baikonur oggi alle 4.24 a.m. (le 11.24 ora italiana). E' stato anche attivato uno dei due rack di esperimenti portati sulla stazione con il modulo Leonardo. Domani l'equipaggio di Spedizione Tre dovrà sganciare il Progress n.4, carico di rifiuti, per far posto al nuovo veicolo in arrivo. Nella foto la Terra ed in basso la stiva del Discovery con il modulo logistico Leonardo.

 

Giorno 13 - 22/8/2001 - L'equipaggio di Spedizione Due e della navetta Discovery ha concluso la sua missione alle 1.23 p.m. (le 21.23 ora italiana) sulla pista del Centro Spaziale Kennedy, in Florida alla seconda opportunità della giornata, dato che la prima era saltata per una piccola pioggia nella zona di atterraggio. L'equipaggio di Spedizione Due conclude così i suoi 167 giorni in orbita. Sul Discovery l'ultima giornata nello spazio era iniziata alle 3.10 a.m. (le 10.10 ora italiana) con la sveglia e la preparazione finale. Era stato chiuso il portellone della stiva alle 8 a.m. (le 15 ora italiana) e l'accensione dei motori orbitali era avvenuta alle 12.17 p.m. (le 19.17 ora italiana). La fase di rientro è avvenuta perfettamente e tutti e sette gli astronauti sono in buone condizioni. Dopo il rientro verranno sottoposti alla visita medica di routine e finalmente potranno riabbracciare i loro cari. Una cerimonia ufficiale di benvenuto è prevista per le 5 p.m. (la mezzanotte di giovedì) al loro arrivo ad Houston. Intanto a bordo della ISS l'equipaggio di Spedizione Tre ha eseguito perfettamente lo sgancio del vecchio cargo automatico Progress ed è in attesa del nuovo, partito ieri dalla Terra, e che arriverà alle 5 a.m. (le 12 di domattina). Con la conclusione della missione STS-105 il prossimo Rapporto della Situazione a bordo della Stazione Spaziale verrà pubblicato dopo l'aggancio del cargo Progress. Nella foto il momento dell'atterraggio del Discovery al KSC in Florida.

 

werhsepd.gif (1132 byte)

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Ultimo aggiornamento 23/07/2007

 Sito curato da Massimo Martini