Shuttle - STS 108

 

werhsepd.gif (1132 byte)

Nella foto l'Endeavour al momento del lancio e qui sopra lo stemma della missione ed i tre equipaggi: quello della navetta in alto, a destra Spedizione Tre ed a sinistra Spedizione Quattro.

STS-108 (107) OV-105 Endeavour (17)

 

Volo: ISS UF.1 (dodicesimo Volo di assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale).

Carico Utile: MPLM-2 - Raffaello / STARSHINE 2

Equipaggio: (7): Comandante Dominic L. Gorie, pilota Mark E. Kelly, specialisti di missione Linda M. Godwin e Daniel M. Tani. Equipaggio di Spedizione Quattro che viene portato sulla ISS: comandante Yuri Onufrienko, ingegneri di volo Daniel W. Bursch e Carl E. Walz. equipaggio di Spedizione Tre che viene riportato sulla Terra: comandante Frank Culbertson, ingegneri di volo Mikhail Tyurin e Vladimir Dezhurov. 

Lancio: 5/12/2001 alle 5.19 p.m. EST (le ore 23.19 ora italiana) dal Centro Spaziale Kennedy Pad 39/B

Rientro: 17/12/2001 alle 11.55 a.m. CST (le ore 18.55 ora italiana) al Centro Spaziale Kennedy, pista n.15.

Durata missione: 11g.19h.36m.

Obiettivi della missione: i principali obiettivi della missione sono stati il ricambio degli equipaggi sulla Stazione Spaziale Internazionale portando su Spedizione Quattro e riportando a Terra Spedizione Tre e l'invio di materiali e rifornimenti con il modulo di costruzione italiana Raffaello che è stato estratto dalla stiva di carico della navetta ed agganciato alla ISS-Alpha per poi essere riportato a Terra al termine della missione. 

Giorno 1 - 5/12/2001 - La navetta spaziale Endeavour ha effettuato un lancio perfetto questa sera per l'ultima missione del 2001 ed in questo momento si trova sulla rotta per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale per portare un fresco equipaggio e riportare sulla Terra quello che vi ha trascorso quattro mesi. La stazione si trovava sopra l'Oceano Indiano quando l'Endeavour è decollato dalla sua rampa di lancio 39/B del Centro Spaziale Kennedy, in Florida, in perfetto orario alle 4.19 (23.19 ora italiana). Endeavour si avvicinerà alla stazione nei prossimi due giorni e si aggancerà al complesso venerdì per iniziare una permanenza di una settimana. Il comandante della missione STS-108 è Dom Gorie, pilota Mark Kelly, specialisti di missione Linda Godwin e Dan Tani. Assieme a loro si trova l'equipaggio di Spedizione Quattro composto dal comandante russo Yuri Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz e Dan Bursch che inizieranno un periodo di permanenza di oltre cinque mesi. Endeavour riporterà sulla Terra l'equipaggio di Spedizione Tre composto dal comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin che si trovano sulla stazione da metà agosto. Oltre al nuovo equipaggio, Endeavour trasporta verso l'avamposto orbitale più di tre tonnellate di cibo, rifornimenti ed equipaggiamenti alloggiati nel modulo logistico Raffaello. L'equipaggio della navetta trascorrerà le prossime ore a preparare la strumentazione, settare i computer e condurre il primo ciclo di accensioni dei motori orbitali che, nei prossimi due giorni, permetteranno di avvicinarsi alla stazione. A bordo dello shuttle trovano posto diversi esperimenti di alcuni Paesi e fra questi un piccolo satellite che verrà rilasciato nello spazio: lo STARSHINE 2. L'equipaggio dello shuttle ha iniziato il periodo di sonno alle 11.19 p.m. CST (le 6.19 ora italiana di giovedì 6 dicembre) e verrà svegliato alle 7.19 a.m. (le 14.19 ora italiana) per iniziare il primo giorno completo nello spazio. Nella foto la classica camminata dell'equipaggio che si dirige verso l'automezzo che li porterà sulla rampa di lancio.

 

 

 Qui potete scaricare il video del lancio della navetta Endeavour (dimensioni 1,07 megabyte - durata filmato 74 secondi - commento in inglese) in formato Quick Time che può essere scaricato a questo indirizzo

 

Giorno 2 - 6/12/2001 - L'equipaggio di Endeavour ha trascorso il suo primo giorno completo nello spazio preparandosi per l'aggancio con la ISS previsto per domani, spostare il modulo cargo sabato e condurre una passeggiata spaziale lunedi. La sveglia era avvenuta alle 7.19 a.m. CST (le 14.19 ora italiana) con due brani dedicati all'ingegnere di volo di Spedizione Quattro Dan Bursch: "Soul Spirit” e “Put a Little Love in Your Life,” dedicati dalla moglie e dalla figlia. Il comandante di Endeavour Dom Gorie e il pilota Mark Kelly hanno acceso i razzi di manovra due volte oggi per aggiustare la rotta verso la stazione. Inoltre i due hanno controllato tutti i sistemi occorrenti per l'avvicinamento finale trovando tutto in perfetto stato. Più tardi Kelly, aiutato dalla specialista di missione Linda Godwin, ha attivato il Canadarm ed usato le telecamere di cui è dotato per effettuare una ripresa del vano di carico che ospita il modulo Raffaello ed altri esperimenti. Godwin e lo specialista di missione Dan Tani hanno controllato anche le tute spaziali che utilizzeranno lunedì per piazzare una copertura termica sui giunti che fanno ruotare gli enormi pannelli solari della ISS. Sempre oggi Godwin ha attivato ed esteso in posizione il meccanismo di aggancio. L'equipaggio di Spedizione Quattro a bordo dell'Endeavour ha coadiuvato l'equipaggio della navetta in questi compiti ed eseguito diversi altre sperimentazioni. Tutto l'equipaggio ha poi avuto alcune ore di riposo in preparazione delle giornate molto impegnate che li attendono. A bordo della Stazione Spaziale Internazionale intanto l'equipaggio di Spedizione Tre ha trascorso la giornata finendo di sistemare e riporre i propri bagagli per il rientro e stivato i rifiuti nel cargo Progress arrivato la scorsa settimana. L'equipaggio di Endeavour ha iniziato un periodo di riposo alle 10.19 p.m. CST (le 5.19 ora italiana di venerdì). Al momento la navetta si trova a circa 5600 chilometri dalla ISS ed a ogni orbita la distanza di accorcia di 416 chilometri. L'attracco è previsto per domani alle 1.59 p.m. CST di venerdì (le 20.59 ora italiana). 

 

Giorno 3 - 7/12/2001 - L'equipaggio della  navetta Endeavour è stato svegliato alle 6.21 a.m. (le 13.21 ora italiana) ed ha iniziato le fasi conclusive dell'inseguimento della Stazione Spaziale Internazionale. Circa cinque ore dopo la navetta si trovava a circa 15.2 chilometri dietro alla ISS. A quel punto il Commandante Dom Gorie e il pilota  Mark Kelly hanno inziato a manovrare i jet per la fase finale di avvicinamento. Alle 2.03 p.m. (le 21.03 ora italiana) avveniva l'attracco ma per alcuni minuti sembrava che la connessione fra le due astronavi non fosse perfettamente riuscita. Ma poi, appena concluse le scosse dovute all'attracco, tutto è tornato regolare. Alle 4.42 p.m. (le 23.42 ora italiana) i portelli sono stati aperti ed i tre equipaggi si sono potuti salutare calorosamente.  Il trasferimento ufficiale fra l'equipaggio di spedizione Tre e Spedizione Quattro avverrà domani quando tutti e tre i sedili di Culbertson, Dezhurov e Tyurin saranno stati installati sulla Soyuz che funge da scialuppa di salvataggio.  Gli equipaggi hanno ora di fronte e a loro una settimana di lavoro molto impegnativa: infatti domani verrà installato, dalla stiva dello shuttle, il modulo logistico multifunzione (MLPM - Raffaello) e poi effettuata una passeggiata nello spazio per installare delle apposite coperture nei giunti di rotazione dei pannelli solari. Alle 10.19 p.m. CST (5.19 ora italiana del 8 dicembre )  l'equipaggio di Endeavour si è recato a dormire  Nella foto, ripresa dal finestrino di ISS, si vede bene la navetta nelle ultime fasi di avvicinamento alla stazione. Il cilindro posto nelle parte posteriore è il modulo italiano Raffaello che vola per la seconda volta nello spazio.  

 

Giorno 4 - 8/12/2001 - Il primo giorno di operazioni congiunte degli equipaggi della ISS e della navetta spaziale sono iniziati alle 6.19 a.m. CST (le 13.19 ora italiana) con la sveglia. La prima delle operazioni eseguite è stato il posizionamento del modulo logistico italiano Raffaello. Il pilota dell'Endevour Mark Kelly e la specialista di missione Linda Godwin, usando il braccio robotico canadese hanno afferrato Raffaello alle 11.01 .am. CST (le 18.01 ora italiana) e lo hanno assicurato ad un portello del modulo Unity circa 54 minuti dopo nella foto la fasi finale dell'operazione. Il portello di Raffaello è stato aperto alle 7.30 p.m. CST (le 2.30 ora italiana del 9/12/2001) e subito l'equipaggio ha iniziato l'opera di scarico del materiale che vi si trova all'interno. Nei prossimi tre giorni circa 3.5 tonnellati di rifornimenti dovranno essere scaricati dal MPLM. Mentre succedeva questo alle 4.11 p.m. CST (le 23.11 ora italiana) l'equipaggio di Spedizione Quattro, composto dal comandante Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Carl Walz e Dan Bursch, prendeva ufficialmente il posto dell'equipaggio di Spedizione Tre. Il simbolo che segnava questa operazione era l'installazione dei seggiolini dei tre nuovi residenti a bordo della capsula di salvataggio Soyuz. In quel momento l'equipaggio di Spedizione Tre composto dal comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l'ingegnere di volo Mikhail Tyurin terminava la propria missione, durata 117 giorni, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e diventava parte dell'equipaggio di STS-108. L'equipaggio si recava a dormire alle 10.19 p.m. CST (le ore 5.19 ora italiana). 

 

Giorno 5 - 9/12/2001 - Con una canzone patriottica "It's A Grand Ole' Flag" eseguita dalla banda del Dipartimento dei Vigili del Fuoco di New York è iniziata la giornata alle 6.14 a.m. CST (le ore 13.14 ora italiana) dei 10 astronauti a bordo della ISS. L'attività degli equipaggi si è concentrata sullo scarico di Raffaello mentre Godwin e Tani hanno iniziato un controllo delle loro tute spaziali che verranno utilizzate lunedì. Alle 4.24 a.m. CST (le 23.24 ora italiana) tutti e dieci gli astronauti si sono riuniti nel modulo laboratorio Destiny dove, collegati in diretta televisiva, hanno commemorato le vittime degli attacchi terroristici dell'11 settembre. Con loro diversi simboli come 6000 bandierine USA che verranno consegnate ai parenti delle vittime di New York, Washington e Pennsylvania, diverse bandiere ed una in particolare che si trovava sulla cima del World Trade Center e che è stata recuperata dalle macerie quasi intatta. Oltre a questi oggetti troviamo anche i cappellini dei Vigili del Fuoco e dei Poliziotti di New York e gli stemmi appesi alle loro camicie. Oggi il comandante di Endeavour Dom Gorie e il pilota Mark Kelly hanno eseguito una manovra di accensione dei motori per alzare l'orbita della ISS. Durante questa missione dovranno essere eseguite altre due accensioni nelle quali il complesso spaziale verrà rimesso sull'orbita ideale. Nella foto tutti e tre gli equipaggi eseguono una commemorazione delle vittime degli attacchi terroristici dell'11 settembre. 

 

 

Giorno 6 - 10/12/2001 - La giornata di oggi, per l'equipaggio di Endeavour, è iniziata con la sveglia alle 6.12 a.m. CST (le ore 13.12 ora italiana) con il brano “Jumpin’ at the Woodside,” eseguito dal complesso della specialista di missione Linda Godwin. Alle 11.24 a.m. (le 18.24 ora italiana) è stato aperto il portello della navetta e Godwin e Dan Tani sono usciti per la loro attività extraveicolare che li ha visti scalare la ISS fino alla cima del traliccio P6, coadiuvati dal pilota Mark Kelly al braccio robotico ed il comandante Dom Gorie che coordinava le manovre. E' stata installata una copertura isolante dal calore ai perni sui quali girano i pannelli solari per il loro posizionamento quando seguono il Sole. Visto che questo obiettivo principale era stato compiuto velocemente i due astronauti hanno tentato di tendere uno dei quattro bracci del pannello solare del lato destro. Questa manovra non è riuscita ma comunque il funzionamento del pannello non è compromesso. Sulla via del ritorno i due astronauti si sono fermati a recuperare una copertura di una antenna lasciata da una EVA di una missione precedente. I due hanno anche posizionato un interruttore che servirà per la futura missione STS-110. Godwin e Tani sono rientrati nella navetta alle 4.04 p.m. CST (le 23.04 ora italiana) dopo 4 ore e 12 minuti. Intanto all'interno della ISS l'equipaggio di Spedizione Quattro, composto dal Comandante Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Dan Bursh e Carl Walz. continua lo scarico del modulo logistico Raffaello. Più del 70 per cento dei rifornimenti sono stati trasferiti a bordo. Il portello fra l'Endeavour e la stazione, chiuso ieri in preparazione della EVA di oggi, è stato riaperto alle 6 p.m. CST (le 1.00 ora italiana del 11 dicembre). Gli equipaggi hanno iniziato il periodo di riposo alle 10.19 p.m. CST (le 5.19 ora italiana del 11 dicembre). Nella foto i due astronauti trasportati dal Canadarm verso il traliccio della ISS.

 

Giorno 7 - 11/12/2001 - La canzone “Let There Be Peace on Earth,” eseguita da Vince e  Jenny Gill ha svegliato l'equipaggio dell'Endeavour questa mattina alle 6.19 a.m. CST (le 13.19 ora italiana). Poco dopo il risveglio dei due equipaggi è stata eseguita una cerimonia in ricordo delle vittime degli attacchi terroristici del 11 settembre agli USA. Questa cerimonia si è svolta alle 7.46 a.m. CST (le 14.46 ora italiana) l'ora esatta di tre mesi fa quando iniziò l'attacco all'America. I tre comandanti a bordo delle due astronavi hanno espresso i loro pensieri sull'accadimento. Nel Centro di Controllo della missione ad Houston, nel Texas, erano esposte diverse bandiere appartenenti ai vari corpi dei Vigili del Fuoco, Poliziotti e Dipendenti del Comune di New York periti nel crollo del WTC. A bordo della navetta invece altri ricordi di questi terribile attentati.  Il comandante di Spedizione Quattro Onufrienko, assieme agli ingegneri di volo di Spedizione Tre Vladimir Dezhurov e Mikhail Tyurin hanno avuto un momento, alle 9.24 a.m. CST (le 16.24 ora italiana)  per rispondere alle domande dei giornalisti collegati con il Centro di Controllo di Mosca. Più tardi un'altra conferenza stampa con i media USA ha visto gli equipaggi al completo rispondere alle domande dei giornalisti. Continua lo scarico del modulo logistico Raffaello ed è stato comunicato all'equipaggio da parte del Centro Controllo del prolungamento di un giorno della missione per permettere all'equipaggio della navetta di aiutare l'equipaggio di Spedizione Quattro nel risolvere alcuni piccoli problemi di bordo. L'equipaggio si è recato a dormire alle 10.19 p.m. CST (le 5.19 ora italiana del 12 dicembre). Nella splendida foto ripresa dall'interno della ISS si vede bene la capsula Soyuz e sullo sfondo la navetta. 

 

Giorno 8 – 12/12/2001 – Il giorno otto di missione dell’Endeavour è iniziato alle 6.19 a.m. CST (le 13.19 ora italiana) con il brano "Fly me to the Moon", suonato da Oliver "Ollie" O’Regin e dedicato all’astronauta Dan Tani. Tutta la giornata è stata dedicata al completamento del trasferimento del materiale dal modulo Raffaello alla stazione e di alcuni esperimenti che erano stati stivati nella cabina della navetta. Oltre a questo compito l’equipaggio della navetta, coadiuvato da quello di Spedizione Tre, ha aiutato i nuovi inquilini della ISS a sostituire parecchi pezzi del tapin-roulant che servirà agli astronauti per fare esercizio fisico durante i cinque mesi a bordo della stazione. Oggi è stato eseguita anche la terza ed ultima accensione dei motori orbitali della navetta per alzare l’orbita della stazione aumentandola di circa 14 chilometri e portandola a circa 386 chilometri. L’equipaggio si è poi recato a dormire alle 10.19 p.m. CST (le 5.19 ora italiana del 13 dicembre) e verrà svegliato domani dopo circa 8 ore di riposo. Nella foto l'astronauta Walz e, sullo sfondo Tyurin, dentro Unity mentre trasferiscono il materiale.

 

 

 

 

Giorno 9 – 13/12/2001 – L’equipaggio a bordo dell’Endeavour è stato svegliato alle 7.17 a.m. CST (le 14.17 ora italiana) con il brano "Here Comes the Sun", in memoria del membro dei Beatles George Harrison, recentemente morto di cancro. E’ stata concessa un’ora in più di riposo rispetto al previsto, dato che la giornata di oggi dovrebbe essere relativamente leggera. L’equipaggio ha già infatti scaricato dal modulo Raffaello oltre tre tonnellate di rifornimenti per la stazione ed ha caricato circa il 70% di materiale che deve essere riportato sulla Terra. Oggi i 10 astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale hanno compiuto il cambio ufficiale di equipaggio (nella foto) fra Spedizione Tre composto dal comandante Frank Culbertson, il pilota Vladimir Dezhurov e l’ingegnere di volo Mikhail Tyurin, che hanno trascorso 117 giorni sulla stazione, e Spedizione Quattro, composta dal comandate Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Dan Bursch e Carl Walz, che rientrerà sulla Terra a maggio del 2002. La scorsa notte l’equipaggio e il Controllo Missione hanno notato un problema con uno dei tre IMU (Unità di Misurazione Inerziale) della navetta, l’unità principale di navigazione dello shuttle. Soltanto due dei tre IMU era in funzione al momento con il terzo disattivato per risparmiare elettricità. L’IMU che ha avuto il problema (IMU-2) è stato subito scollegato ed il terzo ha preso il suo posto. IMU2 ha ripreso a funzionare regolarmente ma per i controllori di volo rimane "guasto". La perdita di uno dei tre IMU non ha conseguenze sulla missione di Endeavour e le altre due unità operano in eccellenti condizioni. Endeavour potrebbe funzionare anche con un IMU soltanto. L’equipaggio è andato a dormire alle 9.19 p.m. CST (le 4.19 ora italiana del 14 dicembre) e dovrebbe riposare per circa 8 ore.

 

Giorno 10 – 14/12/2001 – Oggi l’equipaggio di Endeavour è stato svegliato dalla tradizionale canzone russa "My Sweetheart," eseguita per Onufrienko, Dezhurov e Tyurin. L’equipaggio di Spedizione Quattro è stato svegliato mezz’ora più tardi da una suoneria a bordo della ISS. Completato il carico di Raffaello e richiuso il portello con l stazione, il pilota Mark Kelly ha manovrato il braccio robotico della navetta e riposto il modulo logistico nel vano di carico di Endeavour alle 4.44 p.m. CST (le 23.44 ora italiana). Questa mattina Dezhurov e Onufrienko hanno lavorato assieme sostituendo un compressore dell'aria condizionata a bordo del modulo Zvezda. I controllori di volo hanno effettuato piccoli cambiamenti nell'orario della partenza della navetta della stazione a causa di un frammento di razzo russo degli anni '70 che rischia di passare troppo vicino alla ISS (circa 3 chilometri). Prima di staccarsi Endeavour effettuerà un'accensione dei motori per spostare la stazione su un'orbita più sicura. L'equipaggio di Endeavour si è recato a riposare alle 8.19 p.m. CST (le 3.19 ora italiana del 15 dicembre) e dovrebbe essere svegliato domattina dopo quasi otto ore di sonno. Nella foto Raffaello mentre viene riportato nel vano di carico della navetta.

 

 

Giorno 11 - 15/12/2001 - L'equipaggio di Endeavour è stato svegliato alle 4.17 a.m. CST (le 11.17 ora italiana) con la canzone “Where I Come From,” di Alan Jackson, per il pilota Mark Kelly dalla sua famiglia. Alle 7.16 a.m. (le 14.16 ora italiana) è stato eseguito un piccolo saluto fra gli equipaggi della navetta e Spedizione Tre e quello di Spedizione Quattro che rimane sulla ISS. Il portello è stato chiuso fra le due astronavi ed alle 8.55 a.m. (le 15.55 ora italiana) il pilota di Endeavour Mark Kelly ha iniziato una sequenza di accensione dei motori di manovra della durata di 20 minuti per spostare la stazione da un detrito spaziale russo. Al termine della manovra la stazione era a circa 40 chilometri dal pericoloso oggetto. Alle 11.28 a.m. CST (le 18.28 ora italiana) la navetta si è staccata dalla stazione ed ha eseguito un quarto di giro attorno ad essa prima che il pilota Kelly accendesse i motori e si allontanasse definitivamente dalla ISS. Lasciata la stazione l'equipaggio di Endeavour, composto dal comandante Dom Gorie, il pilota Kelly e gli specialisti di missione Godwin e Dan Tani e quello di Spedizione Tre composto dal comandante Culbertson, Dezhurov e Mikhail Tyurin, avranno un poco di tempo libero prima di prepararsi al rientro previsto per lunedì al Centro Spaziale Kennedy, in Florida. Entrambi gli equipaggi si sono recati a dormire alle 7.19 p.m. CST (le 2.19 ora italiana del 16 dicembre). Nella foto, ripresa dalla navetta, la stazione spaziale si allontana lentamente.

 

Giorno 12 - 16/12/2001 - Nell'ultimo giorno intero da passare nello spazio l'equipaggio dell'Endeavour è stato svegliato alle 3.14 a.m. CST (le 10.14 ora italiana) con la canzone “I’ll Be Home For Christmas,” cantata da Bing Crosby. Alle 9 a.m. CST (le 16 ora italiana) l'equipaggio ha rilasciato dal vano di carico il satellite STARSHINE 2 (nella foto), una sfera di circa mezzo metro di diametro e del peso di 39 chilogrammi. Più di 30.000 studenti di 660 scuole in 26 paesi seguiranno STARSHINE 2 grazie ai suoi 845 specchi riflettenti. Questo esperimento servirà ad avvicinare i giovani studenti alle problematiche di un oggetto in orbita (potendolo seguire grazie alla sua luminosità) ed agli effetti di frenata che provoca l'atmosfera. STARSHINE 2 è il terzo satellite di questo tipo ad essere lanciato, il primo fu durante la missione STS-96 nel 1999 e il secondo nel settembre 2001con un vettore senza equipaggio dall'Alaska. Oltre a questo satellite ci sono una varietà di esperimenti a bordo della navetta e che includono crescita di cristalli di proteine e crescita di cellule biotecnologiche. Anche nel vano di carico della navetta prendono posto dei carichi paganti minori fra cui un prototipo di un sensore di radiazioni sincrotone, un esperimento di collisione della polvere spaziale, una pompa a ciclo capillare oltre al SEM (Space Experiment Module) che trasporta vari esperimenti di alcuni paesi come l'Argentina, il Portogallo, il Marocco e l'Australia. Altri contenitori trasportano esperimenti studenteschi. Il rientro dell'Endeavour è previsto per domani alle 11.55 a.m. CST (le 18.55 ora italiana) al Centro Spaziale Kennedy, in Florida, tempo permettando. Infatti i meteorologi della NASA prevedono piccole possibilità di pioggia nelle vicinanze della pista di atterraggio.

 

Giorno 13 - 17/12/2001 - Alle 11.55 a.m. CST (le 18.55 ora italiana) la navetta Endeavour ha toccato regolarmente la pista n.15 del Centro Spaziale Kennedy in Florida concludendo felicemente la missione STS-108 che ha portato il ricambio dell'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale. L'equipaggio di Spedizione Tre ha trascorso 129 giorni nello spazio. Nella foto, ripresa alcuni momenti prima del contatto del carrello della navetta Endeavour sulla pista. 

'werhsepd.gif (1132 byte)

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Ultimo aggiornamento 23/07/2007

 Sito curato da Massimo Martini