Shuttle - STS 109

 

werhsepd.gif (1132 byte)

In alto a sinistra la navetta Columbia si stacca dalla rampa di lancio 39/A. A sinistra lo stemma della missione e nella foto da sinistra Michael J. Massimino, Richard M. Linnehan, il pilota Duane G. Carey, il comadante Scott D. Altman, Nancy J. Currie, John M. Grunsfeld e James H. Newman. 

STS-109 (108) - OV-102 Columbia (27)

Volo: SM3B - Quarta Missione di servizio al Telescopio Spaziale Hubble.

Carico Utile: Equipaggiamento per aggiornare il Telescopio Spaziale Hubble.

Equipaggio (7): Comandante Scott Altman (3), pilota Duane Carey (1) e Specialisti di Missione  John Grunsfeld (4), Nancy Currie (4), Richard Linnehan (3), James Newman (4) e Michael Massimino (1).

Lancio:  5.22 a.m. CST (le 12.22 ora italiana) del 1 marzo 2002 dal Pad 39/A del Kennedy Space Center in Florida.

Rientro: 12 marzo al KSC pista 33 in Florida alle 4.32 a.m. EST (le 10.32 ora italiana).

Durata missione: 10g.22h.10m.

Orbite: 165

Obiettivi della missione: Effettuare una missione al Telescopio Spaziale Hubble e, durante cinque EVA, sostituire varie attrezzature a bordo del satellite.

werhsepd.gif (1132 byte)

Giorno 1 - 1/3/2002 - Con il Telescopio Spaziale Hubble che orbitava sopra la testa, la navetta Columbia è stata lanciata questa mattina in una complessa missione per rimpiazzare ed aggiornare sistemi chiave del telescopio attraverso cinque passeggiate spaziali. Il comandante Scott Altman, il pilota Duane Carey, l'ingegnere di volo Nancy Currie e gli specialisti EVA John Grunsfeld, Rick Linnehan, Jim Newman e Mike Massimino sono partiti dalla rampa 39/A del Centro Spaziale Kennedy alle 5.22 a.m. CET (le 12.22 ora italiana) mentre Hubble transitava appena a ovest di Sarasota, in Florida, ad un'altezza di circa 570 chilometri. A causa della sua elevazione e luminosità, il telescopio era visibile nel cielo prima dell'alba sopra il sito di lancio mentre il Columbia iniziava il suo inseguimento. Meno di nove minuti dopo, la navetta veterana era in orbita per la prima volta dal luglio 1999, dopo aver subito un periodo di intense modifiche durante il quale numerosi sistemi sono stati rimpiazzati e migliorati. Il Columbia ha iniziato un inseguimento di due giorni per raggiungere Hubble per la sua quarta revisione nel quale verranno rimpiazzati i pannelli solari, l'unità principale di energia ed un sistema giroscopico di puntamento verrà sostituito con uno più moderno. Inoltre, gli astronauti, dovranno installare un nuovo strumento scientifico dieci volte più potente che della Wide Field Planetary Camera (Camera fotografica planetaria a largo campo) per riprendere l'universo e tenteranno di far funzionare uno strumento per l'infrarosso attraverso l'installazione di un sistema di raffreddamento con un radiatore esterno. Se tutto andrà come previsto, Currie userà il braccio robotico della navetta per agganciare Hubble appena prima delle 3 a.m. CST di domenica, aprendo la strada ai cinque giorni consecutivi di passeggiate di servizio che inizieranno lunedì mattina. L'equipaggio del Columbia ha trascorso le prossime ore disimballando l'equipaggiamento, sincronizzando i computer e conducendo la prima delle accensioni periodiche, che avverranno nel corso dei prossimi due giorni, per raffinare l'avvicinamento ad Hubble.  Intanto i controllori di volo del Controllo Missione hanno notato un calo del freon nel sistema di raffreddamento della navetta posto sul lato sinistro del portello del vano di carico. La perdita è minima e dovrebbe rimanere nei parametri per tutta la missione, tuttavia i direttori della missione stanno valutando attentamente il problema. L'equipaggio si è recato a dormire alle 12.22 a.m. CST (le 19.22 ora italiana) e verrà risvegliato per iniziare il primo giorno completo in orbita alle 8.22 p.m. (le 3.22 ora italiana del 2 febbraio). Nella foto il momento dell'accensione dei motori della navetta Columbia.

 

Giorno 2 - 2/3/2002 - L'equipaggio del Columbia è stato svegliato per il loro primo giorno nello spazio alle 8.22 p.m. CST (le 3.22 ora italiana del 2 marzo) con la canzone "Blue Telescope" di John Hiatt. I controllori di volo della missione hanno deciso, dopo estese analisi dei dati, che il calo del refrigerante a bordo del Columbia non pone problemi per la missione. L'equipaggio, dopo aver ricevuto il "via" alla missione ha iniziato i preparativi alla cattura del Telescopio Spaziale Hubble (HST) prevista per domani. Altman, Carey e Currie hanno controllato le varie attrezzature che verranno utilizzate nelle fasi finali dell'avvicinamento e eseguito una serie di accensioni dei motori di manovra per rifinire l'approccio al telescopio. Le due coppie di astronauti che eseguiranno le cinque EVA, Grunsfeld e Linnehan, e Massimino e Newman, hanno iniziato il controllo delle tute spaziali  che dovranno indossare a partire da lunedì. Currie, che opera al canadarm ha attivato il braccio robotico che dovrà servire a catturare HST ed a coadiuvare gli astronauti durante le passeggiate spaziali. Columbia si trova su un'orbita di 570x203 chilometri e si avvicina di circa 1600 chilometri ad ogni orbita al telescopio. Nella foto l'equipaggio in orbita al lavoro nella cabina di comando del Columbia.

 

 

 

Giorno 3 - 3/03/2002 - Questa mattina l'equipaggio è stato svegliato con il brano "Mission Impossible" e con la buona notizia che tutti i sistemi erano "go" per la fase più delicata della missione. La caccia al HST è terminata quando la navetta si è trovata a soltanto 15 metri dal telescopio manovrata manualmente dal comandante Scott Altman e il pilota Duane Carey permettendo alla specialista di missione Nancy Currie di usare il braccio robotico dello shuttle per agganciare gentilmente l'osservatorio orbitante. Il telescopio è stato portato delicatamente nella baia di carico della navetta e qui fissato ad un apposito supporto alle 3.31 a.m. CET (le 10.31 ora italiana) mentre i due veicoli sorvolavano la costa messicana sopra l'Oceano Pacifico ad un'altezza di  circa 560 chilometri. La fase successiva è stata quella di far ritrarre i due pannelli solari di HST che verranno sostituiti durante la prima EVA prevista per lunedì. L'operazione è durata circa cinque minuti. L'equipaggio si è poi recato a dormire, dopo questa giornata piena di lavoro,  verso le 18 ora italiana e verrà svegliato alle 3 di domattina. Nella foto il Telescopio Spaziale Hubble ripreso da bordo del Columbia appena prima di essere agganciato con il braccio robotico. 

 

 

Giorno 4 - 4/3/2002 - Sveglia per l'equipaggio del Columbia con il brano "Five Variations on Twinkle, Twinkle Little Star," eseguito da  Jeno Jando per John Grunsfeld. Subito dopo la colazione i due astronauti, aiutati dai loro colleghi hanno iniziato la lunga operazione di vestizione delle tute spaziali. L'EVA è iniziata alle 12.37 p.m. CST (le 7.37 ora italiana) ed è durata 7h.1m. durante le quali Grunsfeld e Linnehan hanno sostituito il pannello solare destro del Telescopio Spaziale Hubble. Il vecchio pannello è stato stivato nella baia di carico della navetta e verrà riportato a Terra per studiare le conseguenze di nove anni nello spazio. Assieme al pannello è stato sostituita anche la Diode Box Assembly che permette il suo funzionamento. Questo nuovo pannello di terza generazione è di un terzo più piccolo del precedente ma fornisce il 20% in più di energia. Essendo più piccolo causa un minor effetto di resistenza alla rarefatta atmosfera permettendo al HST di decadere in modo minore dall'orbita. Durante la passeggiata spaziale la specialista di missione Nancy Currie ha usato il braccio robotico per spostare i due astronauti attorno alla baia di carico e il telescopio. Sul ponte di volo del Columbia Mike Massimino e Jim Newman hanno assistito i due uomini all'esterno nei loro numerosi compiti. Saranno infatti loro domani a dover effettuare la seconda EVA e sostituire il secondo pannello solare e il Reaction Wheel Assembly, uno dei quattro apparecchi che permettono di tenere puntato il telescopio su un oggetto. Durante la passeggiate la tuta spaziale di Grunsfeld non trasmetteva la telemetria a Terra, sebbene i dati biomedici giungessero regolarmente. Soltanto al termine dell'EVA con un reset dell'energia della tuta la trasmissione è tornata normale. L'equipaggio ha iniziato il perdiodo di riposo alle 11.52 a.m. CST (le 18.52 ora italiana). Nella foto Massimino sul ponte superiore della navetta mentre fuori dai finestrini si intravede lo HST posto nel vano di carico.
 
Giorno 5 – 5/03/2002 – Riposati e pronti per un’altra giornata di passeggiate spaziali, l’equipaggio della navetta Columbia è stato svegliato alle 7.53 p.m. (le 2.53 ora italiana del 5 marzo) con la canzone per bambini "Floating in the Bathtub," di Tonya Evetts Weimer eseguita in onore di Jim Newman che ha effettuato oggi la seconda EVA di questa missione. L’attività extraveicolare è iniziata alle 7.40 ora italiana quando Jim Newman e Mike Massimino sono usciti dal portello del Columbia e per prima cosa hanno rimosso il pannello solare sinistro di HST e lo hanno ripiegato in un apposito alloggiamento della navetta per essere riportato a Terra. A questo punto i due astronauti, assistiti dal resto dell’equipaggio, hanno installato il nuovo pannello solare ed i relativi componenti elettrici. Al termine di questa operazione hanno rimosso il vecchio RWA e montato uno nuovo. L’RWA (Reaction Wheel Assembly) è uno dei quattro giroscopi che permettono di tenere puntato un oggetto con il telescopio. Al termine dell’EVA i due astronauti hanno installato una protezione termica sopra uno dei portelli di accesso agli strumenti del telescopio spaziale e dei punti di appoggio per i piedi in preparazione della EVA di domani di John Grunsfeld e Rick Linnehan. Inoltre i due astronauti hanno testato alcuni di questi sportelli ed hanno determinato che alcuni bulloni di fissaggio devono essere sostituiti perché non chiudono bene. Durante tutta la passeggiata spaziale Nancy Currie ha guidato il braccio robotico per spostare i due astronauti da una parte all’altra della stiva mentre il comandante Scott Altman and Pilot Duane Carey usavano telecamere e macchine fotografiche digitali per documentare le varie fasi del lavoro. Newman e Massimino hanno passato 7h.16m. fuori dalla navetta in questa seconda EVA programmata e mentre se per Newman si è trattata della quinta della carriera per Massimino era la prima volta. L’equipaggio si è recato a dormire alle 11.52 a.m. CST (le 18.52 ora italiana).
Giorno 6 – 6/3/2002 – L’equipaggio del Columbia è stato svegliato oggi alle 7.52 p.m. CST (le 2.52 ora italiana) con la canzone "Carmen Ohio," eseguita dalla banda dell’Università dello Stato dell’Ohio in onore di Nancy Currie e Rick Linnehan che hanno fatto gli studi lì. Alle 2.28 a.m. (le 9.28 ora italiana) John Grunsfeld e Rick Linnehan hanno iniziato la loro passeggiata spaziale destinata a rimpiazzare la PCU (Power Control Unit) del telescopio Hubble. Per fare questo da Terra è stato dato l’ordine di disattivare l’energia alle 3.37 a.m. (le 10.37 ora italiana). A quel punto i due astronauti coadiuvati da Nancy Curry ai comandi del braccio robotico della navetta, hanno iniziato il lavoro di sostituzione rimuovendo il vecchio PCU e sostituendolo con quello nuovo. Tutta l’operazione è durata 6h.48 minuti ed al termine è stato dato il comando di riaccensione e la nuova unità, che serve per distribuire l’energia dai pannelli solari a tutte le apparecchiature di bordo, il "cuore" di Hubble, ha iniziato a funzionare regolarmente. L’EVA è iniziata con due ore di ritardo sul previsto a causa di una perdita di acqua dalla tuta di Grunsfeld e per poter risolvere il problema è stata sostituita la parte superiore della tuta. Durante tutta l’EVA il resto dell’equipaggio del Columbia ha seguito i due astronauti mentre Jim Newman e Mike Massimino, che dovranno sostituire domani lo strumento principale del telescopio, hanno iniziato a preparare questa quarta EVA prevista. Al termine di questa impegnativa giornata l’equipaggio si è recato a dormire alle 1.52 p.m. CST (le 20.52 ora italiana). Nella splendida foto il telescopio Hubble nella stiva della navetta mentre i due astronauti lavorano attorno ad esso. 

 

 

 

 

Giorno 7 – 7/3/2002 – Oggi giorno della quarta passeggiata spaziale si è aperto alle 9.52 p.m. CST (le 4.52 ora italiana) con la canzone "Sittin on Top of the World," registrata ed eseguita in onore dell’equipaggio di STS109 da Les Paul, un pioniere della musica ed entusiasta dello spazio. Alle 3 a.m. (le 10 del mattino ora italiana) Jim Newman e Mike Massimino sono usciti dalla navetta Columbia ed hanno iniziato l’attività extraveicolare prevista. La coppia, con Newman sul braccio robotico, hanno iniziato rimuovendo lo strumento originale utilizzato per riprendere le stupende immagini posto su Hubble, la FOC (Faint Object Camera) e fare posto al nuovo ACS (Advanced Camera for Surveys). Questo nuova strumentazione permetterà di penetrare più profondamente nell’universo e ci fornirà immagini di una chiarezza mai raggiunta. Poi Massimino, stavolta lui sul braccio robotico ed aiutato da Newman, ha installato il Modulo Elettronico di Supporto (ESM) che serve per controllare il nuovo sistema di raffreddamento che verrà installato domani per riattivare un altro strumento scientifico: il NICMOS (Near-Infrared Camera and Multi-Object Spectrometer). Poco prima del termine dell’EVA, i due astronauti hanno completato alcuni collegamenti della PCU installata ieri. Durante la prima metà della passeggiata la specialista di missione Nancy Currie (nella foto) ha manovrato il braccio robotico aiutando negli spostamenti i due astronauti all’esterno. Nella seconda parte dell’EVA è stato il comandante Scott Altman ad eseguire quel lavoro. Intanto John Grunsfeld e Rick Linnehan aiutavano dall’interno della navetta i loro colleghi all’esterno mentre il comandante e il pilota Duane Carey eseguivano foto e filmati dell’intera operazione. I test preliminari eseguiti dopo la passeggiata indicano che sia l’ACS che l’ESM funzionano regolarmente anche se la conferma definitiva potrà esserci soltanto quando Hubble sarà rilasciato nello spazio e potrà di nuovo aprire il suo "occhio" sull’universo. L’equipaggio si è recato a dormire alle 2.52 p.m. CST (le 21.52 ora italiana).

 

 

Giorno 8 – 8/3/2002 – Questa giornata è iniziata alle 9.52 quando il Centro Controllo Missione di Houston ha fatto risuonare negli altoparlanti della navetta il tema dal film "Mission Impossible II" eseguito da Limp Bizkit. Gli astronauti John Grunsfeld e Rick Linnehan (nella foto) hanno iniziato la loro terza passeggiata alle 2.46 a.m. CST (le 9.46 ora italiana). Nancy Currie, ai comandi dal braccio robotico ha dato un passaggio a Linnehan portandolo ai portelli e facendoglieli aprire. A questo punto il nuovo sistema di raffreddamento per l’apparecchiatura NICMOS è stato prelevato dal vano di carico e Grunsfeld e Linnehan lo hanno installato all’interno di Hubble connettendolo al ESM installato durante la passeggiata di ieri. Completati i vari collegamenti i due astronauti hanno richiuso le porte del telescopio spaziale e hanno compiuto le attività finali di questa quinta ed ultima passeggiata. NICMOS era stato installato durante la seconda missione di servizio ad Hubble, nel 1997. Purtroppo la telecamera richiedeva una temperatura di funzionamento estremamente bassa ma il suo sistema di raffreddamento ad azoto si è esaurito molto più velocemente di quanto calcolato. Gli ingegneri sperano che il nuovo sistema di raffreddamento al gas neon ripristini le temperature necessarie alla telecamera per funzionare. Circa un’ora dopo la passeggiata spaziale i piccoli jet di manovra del Columbia sono stati accesi per 36 minuti per alzare l’orbita del telescopio Hubble di circa 6400 metri prima del suo rilascio dal vano di carico del Columbia previsto per sabato. L’equipaggio si è recato a dormire alle 1.52 p.m. CST (le 20.52 ora italiana).

 

Giorno 9 – 9/3/2002 – Dopo un meritato riposo seguito a ben cinque giorni consecutivi di passeggiate spaziali l’equipaggio del Columbia è stato svegliato oggi alle 9.52 p.m. CST (le 4.52 ora italiana) con il brano "Who Made Who" degli AC DC eseguita in onore di Carey. L’astronauta Currye ha poi agganciato il telescopio con il braccio robotico ed, al termine di una serie di controlli, i ganci che tenevano bloccato il Telescopio Spaziale Hubble sono stati rilasciati e il Candarm ha sollevato il telescopio sopra il vano di carico e poi l’ha rilasciato. A questo punto l’equipaggio ha salutato questo gioiello della tecnologia spaziale. Il comandante Scott Altman e il pilota Duane Carey hanno acceso i piccoli motori di manovra ed hanno allontanato lentamente la navetta dal telescopio alle 4.05 a.m. (le 11.05 ora italiana). Più tardi l’equipaggio ha avuto un po’ di tempo a disposizione per essere intervistato da alcune emittenti americane: NBC, WCCO-TV di Minneapolis e la CNN e poi si è recato a dormire alle 11.52 a.m. CST (le 18.52 ora italiana). Le cinque passeggiate spaziali effettuate hanno superato il record di tempo trascorso all’esterno di una navetta durante una missione shuttle e sono state di ben 35 ore e 55 minuti. Il record precedente apparteneva alla missione STS-61, la prima di servizio al telescopio spaziale, con 35 ore e 26 minuti. Il tempo totale di attività extraveicolare dedicata ad Hubble durante quattro missioni è arrivata al totale di 129 ore e dieci minuti. Nella foto il telescopio appena rilasciato dalla navetta.

 

 

 

Giorno 10 – 10/3/2002 – Oggi giorno completo di riposo per l’equipaggio del Columbia con sveglia alle 8.50 p.m. CST (le 3.50 ora italiana) con il brano "Fly Me to the Moon" cantata da Frank Sinatra e dedicata al comandante Scott "Scooter" Altman. L’equipaggio a bordo del Columbia ha avuto questa mattina presto la rara opportunità di parlare con un altro equipaggio in orbita, quello di Spedizione Quattro a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Questo è stato possibile grazie all’aiuto del Controllo Missione mentre le due astronavi sorvolavano una l’Oceano Atlantico e l’altra il Pacifico del Sud. L’equipaggio del Columbia si è recato a dormire alle 11.22 a.m. CST (le 18.22 ora italiana) e domani dovrà prepararsi per l’ultimo giorno completo in orbita prima del rientro. La navetta spaziale Columbia rimane in buone condizioni con nessun problema che concerne la missione. L’atterraggio è previsto per martedì al Kennedy Space Center e le condizioni meteo previste sono ottimistiche. Nella foto alcuni membri dell'equipaggio a bordo della navetta.

 

 

Giorno 11 – 11/3/2002 – Dopo un giorno di riposo ed una buona notte di sonno i sette membri dell’equipaggio del Columbia si focalizzano oggi al termine della missione che ha visto cinque passeggiate spaziali per aggiornare il Telescopio Spaziale Hubble. La sveglia è arrivata alle 7.22 p.m. (le 2.22 ora italiana) con il brano "Floating" dei Moody Blues dedicata ai pivellini del primo volo, il pilota "Digger" e il passeggiatore spaziale Massimino. Il comandante Scott Altman, il pilota Duane Carey, e la specialista di missione Nancy Currie hanno effettuato delle prove del sistema di manovra meccanico alle 12.47 a.m. CST (le 19.47 ora italiana) per assicurarsi che sia possibile virare la navetta durante la fase di discesa ed atterraggio. Inoltre sono stati anche testati i jet di manovra per assicurare la manovrabilità durante il rientro nell’atmosfera. Massimino, Grunsfeld, Linnehan e Newman si sono invece dedicati a riporre tutta l’attrezzatura usata durante la missione. L’equipaggio ha anche trovato il tempo per concedere altre interviste con una scuola media del Maryland e con il Museo di Natura e Scienza di Denver. Anche una conferenza stampa con il Centro Spaziale Johnson è stata eseguita nel tardo pomeriggio. L’equipaggio si è recato a dormire alle 11.22 a.m. (le 18.22 ora italiana).

 

Giorno 12 – 12/3/2002 - La navetta spaziale Columbia è atterrata al Centro Spaziale Kennedy, in Florida alle 3.32 a.m. CST (le 10.32 ora italiana) sulla pista 33 concludendo la quarta missione di servizio al Telescopio Spaziale Hubble. STS-109 si è conclusa regolarmente dopo 11 giorni 22 ore e 10 minuti e dopo aver eseguito cinque passeggiate spaziali per aggiornare HST. L'accensione dei motori per il rientro era avvenuta alle 2.23 a.m. (le 9.23 ora italiana). L'atterraggio di oggi era il 58° eseguito al KSC ed il 14° notturno. Nella foto il momento in cui la navetta Columbia sta per toccare la pista in Florida.

 

werhsepd.gif (1132 byte)

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Ultimo aggiornamento 23/07/2007

 Sito curato da Massimo Martini