Shuttle - STS 111/UF-2

 

werhsepd.gif (1132 byte)

.............In alto la navetta Endeavour al momento del lancio, qui sopra lo stemma della missione e a destra l'equipaggio di STS-111: da sinistra lo specialista di missione francese Philippe Perrin, il pilota Paul Lockhart, Comandante Kenneth Cockrell e specialista di missione Franklin Chang-Diaz. A bordo si trova anche l'equipaggio di Spedizione Cinque

 

STS-111 (110) - OV-105 Endeavour (18)

Volo: STS-111 / ISS UF-2 - quattordicesima missione dedicata alla costruzione della ISS

Carico Utile: MPLM Leonardo dell'ASI e Mobile Base System

Equipaggio: Comandante Kenneth D. Cockrell, pilota Paul S. Lockhart., specialisti di missione Philippe Perrin (CNES-Francia) e Franklin R. Chang-Diaz. Equipaggio di Spedizione Cinque composto dal comandante Valery Korzun e dagli ingegneri di volo Peggy Whitson e Sergei  Treschev. Verranno riportati sulla Terra l'euipaggio di Spedizione Quattro composto dal comandate Yury Onufrienko e gli ingegneri di volo Dan Bursch e Carl Walz.

Lancio: 5 giugno 2002 alle 5.22 p.m. CDT (le 23.29 ora italiana)

Rientro: 19 giugno 2002 alle ore 12.58 p.m. CDT (le 19.58 ora italiana)

Durata della missione: 13 giorni, 20 ore, 35 minuti

Orbite: 221

Inclinazione:  51°60'

Obiettivi della missione: Trasportare l'equipaggio di Spedizione Cinque alla ISS e riportare a Terra quello di Spedizione Quattro. Installare, durante tre EVA il Mobile Base System da installare sopra il Mobile Transporter  e sostituire un giunto malfunzionante del braccio robotico canadese Canadarm-2. Inoltre verranno portati rifornimenti ed esperimenti alla stazione per mezzo del modulo logistico italiano Leonardo qui al suo terzo volo nello spazio.

werhsepd.gif (1132 byte)

Giorno 1 - 05/06/2002 - Con la collaborazione delle condizioni meteo è decollata oggi dopo due rinvii la navetta spaziale Endeavour per la missione STS-111 dedicata alla costruzione della Stazione Spaziale Internazionale-ISS. Il lancio è avvenuto alle 4.23 p.m. CDT (le 23.23 ora italiana) ed in quel momento la ISS stava sorvolando l'Oceano Indiano ad Ovest di Perth, Australia. Nove minuti dopo il lancio Endeavour raggiungeva regolarmente l'orbita e l'equipaggio composto da sette astronauti si preparava per il lavoro orbitale che durerà 12 giorni iniziando con l'apertura dei portelli del vano di carico. L'equipaggio di Spedizione Quattro a bordo della ISS ha trascorso oggi il suo 182° giorno nello spazio, il 180° a bordo della ISS e quando rientrerà sulla Terra i due astronauti americani Walz e Bursch avranno superato il record di permanenza nello spazio per astronauti USA detenuto dalla Shannon Lucid di 188 giorni ottenuto nel 1986 a bordo della MIR. Inoltre l'astronauta Chang-Díaz effettua il suo settimo volo nello spazio e si affianca a Jerry Ross per il maggior numero di missioni nella storia dell'astronautica.  L'equipaggio si è recato a dormire alle 10.23 p.m. (le 5.23 ora italiana del 6 giugno) e verrà svegliato domattina alle 6.23 a.m. (le 13.23 ora italiana). Nella foto l'equipaggio di Endeavour e di Spedizione Cinque mentre esegue la rituale passeggiata per recarsi al piccolo van che li porterà alla rampa di lancio dove li attende la navetta spaziale Endeavour.

 

 

 

 

 

Giorno 2 - 06/06/2002 - Il primo giorno completo nello spazio è iniziato per  l'equipaggio della navetta Endeavour alle 6.23 a.m. (le 13.23 ora italiana) con la canzone “Gettin' Jiggy Wit It,” di Will Smith eseguita in onore di Korzum che diventerà fra poco il nuovo comandante della ISS. Intanto la navetta Endeavour si avvicina di circa 928 chilometri a ogni orbita alla Stazione Spaziale e l'attracco è previsto per domani alle 11.17 a.m. CDT (le 18.17 ora italiana). Il comandante Ken Cockrell, il pilota Paul Lockhart e gli specialisti di missione Philippe Perrin e Franklin Chang-Díaz hanno controllato che tutta l'attrezzatura per l'attracco fosse pronta. Cockrell and Perrin inoltre hanno attivato il braccio robotico ed eseguito una ricognizione del vano di carico dello shuttle utilizzando la telecamera posto sul Canadarm. In seguito Perrin e Chang-Díaz hanno controllato le tute spaziali che utilizzeranno durante le tre previste passeggiate spaziali. Cockrell e Lockhart hanno eseguito tre accensioni dei motori di manovra per aggiustare la velocità alla quale lo shuttle si avvicina alla stazione. Prima del termine della giornata Cockrell e Chang-Díaz hanno avuto un colloquio in diretta con il Presidente del Costa Rica Abel Pacheco, l'ambasciatore USA  John Danilovich e giornalisti di Univision e Telemundo. Chang-Díaz infatti è nato in Costa Rica. Nella foto l'equipaggio di Endeavour in orbita.

 

 

Giorno 3 - 07/06/2002 - Alle 18.25 ora italiana la navetta spaziale Endeavour ha attraccato, con una manovra da manuale, alla ISS ma soltanto dopo un'ora a causa di oscillazioni fra i due veicoli è stato definito l'attracco definitivo. La sveglia di questa giornata era iniziata alle 4.30 a.m. CET (le 11.30 ora italiana) con il brano“American Woman,” di Lenny Kravitz, una canzone scelta per la Whitson.  Alle 21.08 i portelli fra le due astronavi sono stati aperti e l'equipaggio di Spedizione Quattro a bordo della stazione ha dato il benvenuto ai loro ospiti Cockrell, Lockhart, e gli specialisti di missione Franklin Chang-Díaz e Philippe Perrin ed al comandante di Spedizione Cinque Valery Korzun e gli ingegneri di volo Peggy Whitson e Sergei Treschev. I dieci astronauti e cosmonauti hanno iniziato subito il trasferimento delle cose più urgenti fra la navetta e la ISS come le due tute spaziali che verranno usate durante l'attività extraveicolare prevista. Alle 5.55 p.m. CET (le 0.55 ora italiana del 8 giugno) sono state trasferite le apposite poltroncine su misura della Soyuz per l'equipaggio di Spedizione Cinque dando quindi ufficialmente inizio alla loro permanenza sulla ISS e terminando quella di Spedizione Quattro dopo 182 giorni come residenti della stazione. A bordo della Endeavour il sistema primario B del Flash Evaporator System è andato in avaria per motivi sconosciuti ma il sistema ha tre controlli separati di riserva e quindi questo non ha effetti sulla missione. Il Flash Evaporator System elimina vaporizzandola l'acqua in eccesso che si forma a bordo della navetta. Nella foto la navetta Endeavour fotografata dall'equipaggio di Spedizione Quattro mentre si avvicina alla ISS.

 

 

Giorno 4 - 08/06/2002 - Sveglia alle 4.23 a.m. CET (le 11.23 ora italiana) con la canzone “I Have a Dream,” degli ABBA, selezionata per Treschev. Subito dopo il comandante della navetta Ken Cockrell ha utilizzato il braccio robotico di Endeavour ed ha agganciato il Modulo Logistico Leonardo e lo ha prelevato dal vano di carico per agganciarlo alla stazione. La manovra è terminata perfettamente alle 9.28 a.m. CET (le 16.28 ora italiana) e, dopo aver pressurizzato il modulo il portello è stato aperto alle 23.30 e l'equipaggio ha iniziato il trasferimento del materiale al suo interno. In totale dovranno essere scaricate quasi due tonnellate di rifornimenti ed attrezzature scientifiche. Nel corso della giornata uno dei quattro giroscopi della stazione ha avuto un guasto meccanico. I controllori di volo hanno spento il giroscopio ed hanno continuato a mantenere l'assetto della stazione con i rimanenti tre. L'ingegnere di volo di Spedizione Quattro Carl Walz ha riportato che l'equipaggio ha sentito il rumore e delle vibrazioni al momento che il giroscopio andava in avaria. Sebbene questo guasto sia un serio problema a lungo termine per le operazioni della stazione non è in pericolo la sicurezza della navetta o degli equipaggi. Franklin Chang-Díaz, e Perrin, con l'aiuto di Paul Lockhart hanno iniziato le procedure di preparazione delle due tute spaziali che useranno domani per la prima della tre EVA previste. Nella foto il Canadarm della navetta mentre sta per afferrare Leonardo all'interno della stiva di Endeavour.

 

Giorno 5 - 09/06/2002 - L'equipaggio di Endeavour è stato svegliato oggi alle 4.23 a.m. CET (le 11.23 ora italiana) con la canzone “Drops of Jupiter” dei Train, scelta per Cockrell. Gli astronauti di Endeavour Philippe Perrin e Franklin Chang-Díaz hanno iniziato subito la preparazione per la prima uscita nello spazio. I due astronauti, entrambi alla prima esperienza di attività extraveicolare, sono usciti dal portello del modulo di decompressione Quest alle 10.27 a.m. CET (le 17.27 ora italiana) con l'aiuto del pilota di Endeavour, Paul Lockhart, che coordinava la passeggiata dall'interno della navetta. Chang-Díaz e il francese Perrin hanno installato il Power and Data Grapple Fixture sul traliccio P6 della stazione. Questo particolare meccanismo permetterà nelle missioni future di agganciare la struttura del  traliccio P6 e di spostarlo tramite il braccio robotico della stazione nella sua posizione definitiva. In seguito Chang-Díaz, issato sulla parte terminale del braccio Canadarm2 pilotato dall'ingegnere di volo di spedizione Cinque Peggy Whitson e dal comandante della  ISS Valery Korzun, ha prelevato cinque scudi antimeteoriti dalla stiva della navetta e li ha riposti sul PMA-1 che collega Unity a Zarya. Saranno poi Whitson e Korzun che installeranno questi scudi sul modulo di servizio Zvezda in una EVA prevista il prossimo luglio. Chang-Diaz ha poi effettuato un'ispezione fotografica del giroscopio del traliccio Z1 andato in avaria permettendo una migliore comprensione del problema da parte dei tecnici a Terra. Al termine della EVA Whitson e Walz hanno prelevato il MBS (Mobile Remote Servicer Base System) con il Canadarm2 dal vano di carico della navetta e lo hanno portato ad un metro dal vagoncino della stazione (Mobile Transporter) al quale verrà accoppiato lunedì. Perrin e Chang-Diaz hanno poi eseguito una inventario del materiale usato durante la EVA e sono rientrati nel modulo di decompressione Quest alle 5.41 p.m. CET (le 0.41 ora italiana del 10 giugno). Questa prima EVA è durata 7h.14 m., oltre un'ora più del previsto. Nella foto l'astronauta Chang-Diaz mentre tiene in mano il PDGF durante la passeggiata spaziale di oggi.

 

Giorno 6 - 10/06/2002 - Sveglia alle 4.23 a.m. CET (le 11.23 ora italiana) per i dieci astronauti del complesso Shuttle/ISS con il brano “I Only Have Eyes for You” dei Flamingoes, dalla colonna sonora del film American Graffiti selezionato per Lockhart. Oggi è ripreso il lavoro di scarico dei rifornimenti dal modulo logistico italiano Leonardo. Alle 15.03 Peggy Whitson e Carl Walz hanno usato il Canadarm2, il braccio robotico canadese della stazione, per applicare il MBS al suo posto sopra il vagoncino MT. In questo modo, in futuro, il braccio robotico potrà scorrere sulla rotaia posta lungo tutto il traliccio principale della stazione e raggiungere ogni punto dove sia richiesto il suo utilizzo. Sebbene l'equipaggio di Spedizione Cinque abbia preso il comando della stazione fin da venerdì oggi si è svolta una piccola cerimonia di consegne con l'equipaggio di Spedizione Quattro che lascia la ISS dopo una permanenza di oltre sei mesi. L'equipaggio ha inoltre ricontrollato le procedure per la seconda passeggiata spaziale prevista per domani da Chang-Diaz e Perrin e nella quale i due astronauti completeranno i vari collegamenti fra MBS e MT. Alle 4.53 p.m. (le 23.53 ora italiana) il comandante di Endeavour ha compiuto una delle tre accensioni programmate per alzare l'orbita della ISS di circa 10 chilometri. La Stazione Spaziale Internazionale orbita regolarmente a circa 390 chilometri di quota. Nella foto l'ingegnere di volo di Spedizione Quattro Daniel W. Bursch mentre si trova a bordo della navetta Endeavour che lo riporterà a casa dopo sei mesi nello spazio.

 

Giorno 7 - 11/06/2002 - Sveglia alle 4.23 a.m. CET (le 11.23 ora italiana) con la canzone“Mi PC” di Juan Luis Guerra, scelta dalla famiglia di Chang-Díaz. Alle 10.20 a.m. (le 17.20 ora italiana) gli astronauti Chang-Díaz e Perrin sono usciti dal portello del modulo Quest e con l'aiuto dall'interno della navetta del pilota di Endeavour Paul Lockhart hanno collegato i vari cavi di alimentazione e trasmissione dati fra MBS e MT. Una volta eseguito questo compito i due astronauti hanno installato anche un ulteriore punto di ancoraggio per il braccio robotico chiamato POA (Payload Orbital Replacement Unit Accommodation). Il lavoro all'estero è proseguito con il fissaggio definitiva attraverso quattro grossi bulloni del  Trasportatore Mobile e della base sulla quale verrà fissato il braccio robotico. Il Canadarm2  verra provato, il prossimo mese, facendolo muovere lungo la rotaia del traliccio principale. Perrin e Chang-Díaz sono infine rientrati all'interno di Quest alle 4.20 p.m. (le 23.20 ora italiana) concludendo così la seconda EVA, la 40° nell'assemblaggio della ISS, della durata di oltre 6 ore. Intanto è continuato, da parte dell'equipaggio Spedizione Quattro e Cinque, lo scarico dei rifornimenti dal modulo Leonardo ed è iniziato il carico del materiale usato a bordo. Questa notte i due ingegneri di volo americani di Spedizione Quattro hanno superato il record USA di permanenza nello spazio, precedentemente detenuto dall'astronauta Shannon Lucid con 188 giorni consecutivi. Nella foto il MBS attaccato al braccio robotico e, sulla destra, i giganteschi pannelli solari della stazione spaziale.

 

Giorno 8 - 12/06/2002 - L'equipaggio della navetta Endeavour è stato svegliato questa mattina alle 4.30 a.m. CET (le 11.30 ora italiana) al suono di “Chasing Sheep is Best Left to Shepherds,” di Peter Greenaway, selezionato per l'astronauta francese Perrin dai suoi familiari. Lavorando fianco a fianco gli equipaggi della navetta Endeavour e di Spedizione Quattro e Cinque hanno completato il trasferimento del materiale che dovrà ritornare sulla Terra con il modulo logistico Leonardo. Oggi è stato effettuata anche la seconda accensione dei motori di orbita di Endeavour per alzare la quota della stazione spaziale. Gli astronauti Chang-Díaz e Perrin hanno controllato il piano per la terza passeggiata prevista per domani. Questo pomeriggio gli equipaggi hanno avuto anche una conferenza stampa congiunta con giornalisti statunitensi, canadesi e francesi. Le telecamere poste nel vano di carico della navetta hanno ripreso il fumo degli incendi che stanno bruciando il Colorado. Gli equipaggi si sono recati a dromire poco dopo le 8 p.m. (le 3 ora italiana del 13 maggio). Nella foto il pilota di Endeavour Lockhart, a sinistra, e lo specilaista di missione Chang-Diaz a bordo della ISS.

 

 

Giorno 9 - 13/06/2002 - Gli astronauti di Endeavour - Cockrell, Lockhart, Chang-Díaz, Perrin, Bursch, Yury Onufrienko e Carl Walz - sono stati svegliati appena prima delle 4 a.m. CET (le 11 ora italiana) dal brano “On the Road Again,” di Willie Nelson, scelto per Walz dalla sua famiglia. Chang-Díaz e Perrin sono usciti dal portello del modulo Quest alle 10.16 a.m. CET (le 17.16 ora italiana) mentre il pilota Paul Lockhart coordinava l'EVA dall'interno di Endeavour e il comandante Ken Cockrell usava il braccio robotico dello shuttle per fornire immagini televisive dell'attività extraveicolare. I due astronauti hanno rimosso il giunto difettoso del braccio robotico canadese della stazione Canadarm2 e lo hanno sostituito con uno nuovo portato con la navetta. Tutta l'operazione è proseguita regolarmente e il giunto difettoso è stato imbarcato nella stiva della navetta per essere riportato a Terra e capire il motivo del suo malfunzionamento. Alle 5.33 p.m. CET (le 0.33 del 14 maggio ora italiana) i due astronauti rientravano all'interno del modulo di decompressione Quest ponendo termine alla 41° passeggiata spaziale in supporto della costruzione della Stazione Spaziale Internazionale. Lavorando alla postazione di lavoro all'interno del modulo Destiny il comandante di Spedizione Cinque Valery Korzun e l'astronauta di Endeavour Dan Bursch hanno condotto un controllo sullo stato del Candarm2 appena riattivato e tutto è andato bene. Nella foto, ripresa dall'elmetto di uno degli astronauti, si nota il lavoro sul giunto del Canadarm2.

 

 

Giorno 10 - 14/06/2002 - Oggi il modulo logistico Leonardo è stato disattivato, chiuso e riposto nuovamente nel vano di carico della navetta per essere riportato sulla Terra. L'equipaggio è stato svegliato appena dopo le 4.30 a.m. CET (le 11.30 ora italiana) con l'inno nazionale USA in onore del Giorno della Bandiera che viene festeggiato oggi. Alle 3.11 p.m. CET (le 22.11 ora italiana) l'astronauta francese Perrin riportava il modulo logistico Leonardo nel vano di carico della navetta (nella foto) per il suo ritorno sulla Terra. In totale a bordo di Leonardo erano stivati circa 3650 chilogrammi di rifornimenti ed equipaggiamenti per la stazione incluso un nuovo armadio per esperimenti in microgravità ed uno speciale contenitore con guanti per eseguire esperimenti che richiedono isolamento. Altri 453 chilogrammi di equipaggiamenti sono stati trasferiti dal ponte di mezzo dell'Endeavour. Per il ritorno sulla Terra sono stati invece caricati su Leonardo circa 2114 chilogrammi di esperimenti scientifici completati ed attrezzature non più utilizzate. I getti della navetta sono stati accesi oggi per la terza ed ultima manovra prevista di innalzamento dell'orbita della ISS. In tutto le tre accensioni hanno alzato l'orbita della ISS di circa 10 chilometri. Tutti i sistemi a bordo di Endeavour e della Stazione Spaziale Internazionale funsionano regolarmente ed i due veicoli orbitano ogni 90 minuti attorno alla Terra ad una quota di circa  384 chilometri.

 

Giorno 11 - 15/06/2002 - Sveglia alle 3.30 a.m. CET (le 10.30 ora italiana) per l'equipaggio di Endeavour con il brano “Hello to All the Children of the World" preparata per l'astronauta Bursch dai compagni di scuola di suo figlio. Dopo i saluti fra i due equipaggi gli astronauti di Endeavour e di Spedizione Quattro sono saliti a bordo della navetta Endeavour e, alle 7.23 a.m. (le 14.23 ora italiana)  sono stati chiusi i portelli che la collegavano alla ISS dove è rimasto l'equipaggio di Spedizione Cinque. Alle 9.32 a.m. CET (le 16.32 ora italiana) la navetta si è staccata dolcemente dalla Stazione Spaziale mentre sorvolavano il Kazakhstan. Mentre Endeavour lasciava la stazione l'astronauta di Spedizione Cinque Peggy Whitson ha suonato la campana di bordo annunciando la partenza di Spedizione Quattro. Dopo un sorvolo della ISS da parte della navetta il pilota di Endeavour Paul Lockhart ha acceso i motori per la separazione definitiva dei due veicoli. Al momento la navetta si trova a circa 500 chilometri dalla ISS e la distanza aumenta di 64 chilometri ad ogni orbita. L'equipaggio di Endeavour si è recato a dormire alle 7.23 p.m. (le 2.23 ora italiana del 16 giugno) e domani si prenderà un giorno di riposo prima del rientro previsto per lunedì. Nella foto, ripresa dalla navetta Endeavour, la ISS mentre i due veicoli si allontanano.

 

 

Giorno 12 - 16/06/2002 - Oggi l'equipaggio di Spedizione Cinque ha trascorso il suo primo giorno da solo sulla ISS iniziando il periodo di permanenza di quattro mesi e mezzo e che si concluderà a metà ottobre. Intanto su Endeavour l'equipaggio si è riposato in attesa del rientro previsto per domani. La sveglia è avvenuta alle 3.23 a.m. (le 10.23 ora italiana) con il brano"Where My Heart Will Take Me," la colonna sonora della nuova serie TV Star Trek: Enterprise, eseguita da Russell Watson. L'equipaggio ha poi eseguito tutta una serie di attività in preparazione del rientro previsto per domani alle 11.59 a.m. (le 17.59 ora italiana) al Centro Spaziale Kennedy, in Florida. L'equipaggio di Spedizione quattro ha avuto un'intervista con i giornalisti di Fox News Network e le stazioni  TV dell' Ohio e di New York.  L'equipaggio della navetta spaziale si è recato a dormire alle 7.23 p.m. (le 2.23 ora italiana del 17 giugno). Nella foto l'equipaggio di Endeavour con la polo grigia e quello di Spedizione Quattro con la blu ripresi quando si trovavano ancora sulla ISS.

 

 

 

Giorno 13 - 17/06/2002 - Rinvio del rientro di Endeavour sulla Terra di 24 ore deciso dai responsabili della NASA dopo che le condizioni metrorologiche sul Kennedy Space Center sono peggiorate e si sono manifestati temporali. Due opportunità per domani al KSC e due ad Edwards, in California. Il comandante di Endeavour Ken Cockrell, il pilota Paul Lockhart, gli specialisti di missione Philippe Perrin e Franklin Chang-Diaz, e l'equipaggio di Spedizione Quattro comandante Yury Onufrienko, Carl Walz e Dan Bursch sono stati svegliati alle  3:23 a.m. con il brano "The Eyes of Texas," eseguito dalla Banda dell'Università del Texas. Cockrell e Lockhart hanno conseguito la laurea in quella scuola. Preparazione per il rientro fino al momento in cui la NASA ha comunicato il rinvio per il maltempo. L'equipaggio dello shuttle si è recato a dormire alle 6.23 p.m. (le 1.23 ora italiana).

 

Giorno 14 - 18/06/2002 - Nuovo rinvio di 24 ore per il rientro della navetta Endeavour a causa del maltempo che continua ad imperversare sul Centro Spaziale Kennedy (KSC), in Florida. Domani sono cinque le opportunità di rientro dello shuttle: due in Florida e tre in California. La sveglia per l'equipaggio della navetta era suonata alle 2.30 a.m. (le 9.30 ora italiana) con il brano "Sojourner" by Matt Gast. La giornata è passata preparandosi per l'atterraggio fino a quando non è arrivata la comunicazione che tutto era rimandato a domani.  L'equipaggio si è recato a dormire alle 5.23 p.m. (le 0.23 ora italiana).

 

Giorno 15 - 19/06/2002 - Sveglia alle 1.23 a.m. CDT (le 8.23 ora italiana) con il brano musicale "I Got You Babe," di Sonny e Cher, dalla colonna sonora del film "Groundhog Day". Viste le condizioni meteorologiche ancora avverse al Centro Spaziale Kennedy, in Florida, la NASA decide di far scendere la navetta Endeavour in California, alla Basa Aerea di Edwards. Alle 11.50 a.m. (le 18.50 ora italiana) vengono accesi i motori di deorbita ed alle 12.58 p.m. CDT (le 19.58 ora italiana) le ruote della navetta toccano la pista n.22 di Edwards concludendo una missione durata 13 giorni, 20 ore e 35 minuti. Nella foto il momento in cui le ruote posteriori di Endeavour toccano la pista. Il 21 giugno l'equipaggio di Endeavour e di Spedizione Quattro avrà una cerimonia di benvenuto al Centro Spaziale di Houston, Texas.

 

werhsepd.gif (1132 byte)

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Ultimo aggiornamento 23/07/2007

 Sito curato da Massimo Martini