Shuttle - STS 113 / 11A

 

werhsepd.gif (1132 byte)

.............  Qui sopra lo stemma della missione e a destra l'equipaggio di STS-113: seduti da sinistra il pilota Paul Lockhart e il Comandante Jim Weatherbee. In piedi dietro ci sono gli specialisti di missione Michael Lopez-Alegria e John Herrington. In alto a sinistra l'immagine del lancio.

STS-113 (112) - OV-105 Endeavour (19)

Volo: STS-113 - 11A (sedicesima missione di costruzione della Stazione Spaziale Internazionale)

Carico Utile: Traliccio Destro N.1 - P-1 (Port-One - Babordo Uno)

Equipaggio: (7) Comandante Jim Weatherbee, pilota Paul Lockhart, gli specialisti di missione Michael Lopez-Alegria e John Herrington. Spedizione Sei composta da Comandante Ken Bowersox (USA) e gli ingegneri di volo Don Pettit (USA) e Nikolai Budarin (Russia). Rientra l'equipaggio di Spedizione Cinque composto dal Comandante Valery Korzun (Russia) , l'ingegnere di volo Sergei Treschev (Russia) e l'ufficiale scientifico della ISS Peggy Whitson (USA).

Lancio: 23 novembre 2002 - ore 7.49.47 p.m. (le 1.49 ora italiana) - KSC - Pad 39/A

Rientro: 7 dicembre 2002 - ore 1.37.12 p.m. CST (le 21.37 ora italiana) al KSC - Pista n.33.

Durata della missione: 13 g. 18 h. 47m. 25s.

Orbite: 220

Inclinazione:  51°60'

Obiettivi della missione: Installare, conducendo tre passeggiate spaziali di Lopez-Alegria e Herrington, il terzo pezzo del Traliccio principale della stazione spaziale chiamato P-1 (P-One) che verrà collegato a quello già esistente che si chiama S-0 (S-Zero). Effettuare il cambio dell'equipaggio della stazione riportando sulla Terra Spedizione Cinque e portando sulla ISS l'equipaggio di Spedizione Sei.

Giorno 1 - 23/11/2002 - La navetta Endeavour è decollata dal Centro Spaziale Kennedy in Florida alle 6.50 p.m. CST di oggi (le 1.50 ora italiana del 24 novembre), trasportando i tre nuovi residenti e il traliccio di 14 tonnellate alla Stazione Spaziale Internazionale. Al momento del lancio la ISS stava orbitando all'altezza di 432 chilometri sopra il sud dell'Austria. A bordo della ISS i residenti di Spedizione Cinque composti dal comandante Valery Korzun, l'ufficiale scientifico della NASA ISS  Peggy Whitson e l'ingegnere di volo Sergei Treschev sono stati avvisati del lancio di Endeavour da Stan Love, dal centro controllo della stazione spaziale. La Whitson ha ringraziato Stan per la notizia dell'arrivo dell'equipaggio di Spedizione Sei composto dal Comandante Ken Bowersox e gli ingegneri di volo Nikolai Budarin e Don Pettit. Una volta raggiunta l'orbita il comandante Wetherbee, il pilota Paul Lockhart e gli specialisti di missione Mike Lopez-Alegria e John Herrington coadiuvati dai tre uomini di Spedizione Sei hanno iniziato a preparare gli strumenti di bordo, aperto il vano di carico ed iniziato le operazioni orbitali. L'attracco di Endeavour con la ISS è previsto per le 3.30 p.m. di lunedì preparando l'installazione del Traliccio P1 (Port One) alla stazione. P1 è il gemello di S1 installato con la missione shuttle precedente e fa parte degli undici elementi che costituiranno il gigantesco traliccio lungo oltre cento metri una volta terminato. L'equipaggio di Endeavour si recherà  a dormire alle 1 a.m. di domenica (le 7 ora italiana) e verrà svegliato poco prima delle 9 a.m. (le 15 ora italiana) per iniziare il primo giorno completo in orbita. L'equipaggio controllerà il braccio robotico e le tute spaziali che verranno utilizzate durante le tre attività extraveicolari previste oltre a controllare il meccanismo di aggancio che verrà usato lunedì per attraccare alla stazione. Nella foto l'equipaggio di STS-113 si avvia verso il veicolo di trasporto che li condurrà alla rampa di lancio (foto NASA).

 

Giorno 2 - 24/11/2002 - Primo giorno completo nello spazio iniziato alle 14.50 per l'equipaggio di Endeavour che ha continuato la preparazione per l'attracco con la ISS. Al momento del risveglio dell'equipaggio della navetta la stazione si trovava a circa 4860 chilometri di distanza di fronte a loro. A bordo della ISS l'equipaggio di Spedizione Cinque era stato svegliato circa un'ora prima ed aveva continuato i preparativi per il ritorno a casa. Sulla Endeavour gli astronauti Lopez-Alegria e Herrington hanno controllato le tute spaziali che dovranno utilizzare durante le tre previste passeggiate spaziali per l'installazione del traliccio P1. E' stato inoltre effettuato un controllo del braccio robotico che servirà per sollevare dal vano di carico della navetta il traliccio P1.  Alle 0.55 ora italiana del 25/11 gli astronauti di Spedizione Sei composto dal comandante Bowersox, Budarin e Pettit hanno parlato con i giornalisti di USA Today e AP Radio News. L'equipaggio di Spedizione Sei darà il cambio sulla ISS a quello di Spedizione Cinque che oggi ha iniziato il 173° giorno nello spazio. L'equipaggio si è recato a dormire alle 5.20 ora italiana del 25 novembre e verrà svegliato alle 13.20 di lunedì. Nella foto la Luna fotografata dall'equipaggio di Endeavour (foto NASA).

 

 

Giorno 3 - 25/11/2002 - Il secondo giorno completo nello spazio è iniziato alle 13.29 ora italiana con la navetta Endeavour a circa 630 chilometri di distanza dalla Stazione Spaziale Internazionale. Ad ogni orbita la distanza fra i due veicoli diminuiva di circa 234 chilometri. Dopo alcune ore la navetta, con ai comandi  Jim Wetherbee, si è portata lentamente all'aggancio con la ISS, avvenuto alle 22.59 ora italiana mentre sorvolavano il Pacifico del Sud. Dopo aver controllato eventuali perdite d'aria i portelli fra le due astronavi venivano aperti verso le 0.31 ora italiana del 26 novembre. L'equipaggio di Spedizione Cinque dava il benvenuto ai nuovi arrivati e subito veniva tenuta una riunione sulle procedure di sicurezza tenuta da Korzun, comandante della ISS. Subito dopo il comandante di Spedizione Sei, Ken Bowersox, l'ufficiale scientifico NASA della ISS Don Pettit e l'ingegnere di volo Nikolai Budarin installavano i loro seggiolini (che sono su misura) sul veicolo Soyuz che serve come veicolo di rientro di emergenza. Inoltre sistemavano ed installavano a bordo le tute di rientro russe SOKOL definendo così la conclusione della missione di Spedizione Cinque dopo 171 giorni, 3 ore e 33 minuti. Durante la settimana che gli equipaggi di Spedizione Cinque e Sei trascorreranno assieme condurranno molti incontri per familiarizzare i nuovi inquilini con la loro nuova casa e gli esperimenti. Nella foto i saluti fra gli equipaggi al momento dell'arrivo sulla stazione.

 

 

Giorno 4 - 26/11/2002 - L'equipaggio è stato svegliato alle 7.26 a.m. (le 13.26 ora italiana) per iniziare il giorno destinato all'installazione del Traliccio P1 alla ISS. Il comandante Wetherbee ha azionato il braccio robotico della navetta ed alle 9.22 a.m. (le 15.22 ora italiana) ha agganciato il P1, pesante 14 tonnellate e lungo 15 metri, e lo ha estratto dal vano di carico. A questo punto è entrato in azione il Canadarm2 della stazione spaziale manovrato dal comandante di Spedizione Sei Bowersox e l'ufficiale scientifico della NASA della ISS di Spedizione Cinque Whitson che ha preso il P1 dal braccio della navetta e lo ha posizionato accanto al segmento centrale S0. Una volta che i sistemi di aggancio fra i due segmenti di traliccio sono stati assicurati è iniziata la passeggiata spaziale degli astronauti Herrington e Lopez-Alegria che sono usciti dal modulo di decompressione Quest alle 1.49 p.m. (le 19.49 ora italiana)  ed hanno iniziato il lavoro per connettere i vari cavi fra il P1 e la stazione, installato dei dispositivi per disconnettere le linee di fluido di raffreddamento, tolto varie protezioni del traliccio ed installato sul modulo Unity un'antenna per ritrasmettere le immagini dagli elmetti degli astronauti quando non è presente una navetta. Dopo 6h45m. la prima EVA è terminata ed i due astronauti sono rientrati nella stazione. Durante l'EVA il pilota Paul Lockhart, con l'assistenza di Bowersox l'ufficiale scientifico di Spedizione Sei Don Pettit hanno coordinato l'attività extraveicolare dei loro due colleghi. Si è trattato della 22° EVA eseguita dalla stazione e che porta il tempo totale delle attività extraveicolari a 292h.10m. Ci sono state anche 25 EVA eseguite dalle navette. Lopez-Alegria, che indossava la tuta con le strisce rosse, ed Herrington, che aveva invece quella tutta bianca, dovranno condurre altre due passeggiate spaziali per completare l'installazione del P1. Nella foto (NASA) il momento in cui avviene lo scambio del P1 fra i due bracci robotici.

 

Giorno 5 - 27/11/2002 - L'equipaggio di Endeavour è stato svegliato alle 7.20 a.m. (le 13.20 ora italiana) e quello di Spedizione Sei mezz'ora più tardi per iniziare una giornata dedicata al trasferimento di  materiale fra la navetta e la stazione e viceversa. Questa mattina il Centro Controllo ha fatto gli auguri di compleanno al comandante Wetherbee per i suoi 50 anni che verranno compiuti in orbita proprio oggi. Anche il famoso presentatore Jay Leno della NBC ha fatto i propri auguri all'astronauta durante la sua trasmissione. Nel pomeriggio l'equipaggio di Endeavour ha iniziato la preparazione della seconda EVA prevista per domani, Giorno del Ringraziamento. Intanto gli equipaggi di Spedizione Cinque e Sei continuano le riunioni ed i passaggi di consegne. Nel pomeriggio la Whitson e Bowersox hanno rimpiazzato due valvole nell'apparecchiatura che dovrebbe rimuovere l'anidride carbonica nel laboratorio Destiny (CDRA). Il lavoro è stato completato circa alle 3 ora italiana del 28/11e sembrava aver avuto successo ma più tardi dal MCC (Controllo Missione) veniva registrata una perdita in un tubo a vuoto del sistema. Whitson e Bowersox prendevano appunto per ripararla domani. Alle 17 ora italiana è stata eseguita una prima accensione dei motori di manovra di Endeavour per alzare la quota della ISS di circa 5 chilometri. Altre due spinte sono previste per venerdì e domenica. Questo pomeriggio Wetherbee, il pilota di Endeavour Paul Lockhart, Lopez-Alegria e Herrington hanno compiuto varie interviste con emittenti radio USA e della Spagna, lingua che conosce Lopez-Alegria. Nella foto il pilota di Endeavour Lockhart ai comandi.

 

Giorno 6 - 28/11/2002 - Oggi seconda EVA per gli astronauti di Endeavour iniziata alle 19.36 ora italiana nonostante per gli USA fosse il Giorno del Ringraziamnento. Lopez-Alegria ed Harrington venivano aiutati nella loro attività extravicolare da Lockhart che coordinava le loro azioni dal ponte di Endeavour mentre gli ufficiali scientifici Whitson e Pettit operavano con il Canadarm2. Il comandante Wetherbee eseguiva foto e riprese per documentazione. Una volta completate le connessioni del sistema di raffreddamento di ammoniaca i due astronauti si sono spostati utilizzando per la prima volta il CETA (una specie di carrello su rotaia) e portandolo nella locazione di stoccaggio sul P1. Hanno installato un secondo WETA (Dispositivo per le trasmissioni esterne) sul P1 dopo quello installato sul Nodo 1 ieri. Inoltre sono state rimosse altre coperture utilizzate durante il lancio. Alle 6.46 p.m. (le 1.46 ora italiana del 29 novembre) i due astronauti rientravano nella stazione dopo  6h.10m. di attività extraveicolare e tutti i compiti assegnati compiuti regolarmente. Sono continuati anche i trasferimenti di materiale e questo pomeriggio il CDRA è stato riparato della perdita scoperta ieri e adesso funziona normalmente. Nella stupenda foto (NASA) Lopez-Alegria e Harrington al lavoro sul traliccio P1.

 

 

Giorno 7 - 29/11/2002 - Mentre l'equipaggio di Spedizione Sei continua la sistemazione della sua nuova abitazione le attività di oggi sono state concentrate sul trasferimento di equipaggiamento, esperimenti ed attrezzature. Diversi esperimenti completati sono stati trasferiti sulla navetta mentre altri sono stati installati dalla navetta alla ISS. Whitson e Pettit hanno inoltre dovuto risolvere un problema elettrico che si era manifestato con l'armadio scientifico che contiene il MSG (Microgravity Science Glovebox). Ad oggi la NASA ha compiuto oltre 90.000 ore di ricerche scientifiche a bordo della stazione e l'equipaggio di Spedizione Sei dovrà seguire 18 esperimenti fra nuovi e continuazione di altri. Circa alle 11 a.m. (le 18 ore italiana) il comandante Wetherbee ha compiuto un'accensione dei motori di manovra della navetta Endeavour per alzare di nuovo la quota della stazione di circa 1800 metri. Più avanti nella giornata Paul Lockhart, lo specialista di missione John Herrington, Lopez-Alegria, Whitson, Bowersox e Pettit hanno eseguito un controllo dei piani per la terza ed ultima passeggiata spaziale della missione prevista per sabato. Oggi è stata eseguita anche una breve cerimonia di cambio fra gli equipaggi di Spedizione Cinque e Sei e più tardi si è svolta una conferenza stampa di tutti e dieci gli astronauti e cosmonauti con i giornalisti presenti al Johnson Space Center ed al Kennedy Space Center. Nella foto tutti gli astronauti della missione, a sinistra l'equipaggio di Spedizione Sei, al centro con le magliette rosse quelli di Endeavour ed a destra quelli di Spedizione Cinque.

 

Giorno 8 - 30/11/2002 - Oggi terza, ed ultima, attività extraveicolare per i due astronauti di Endeavour, Lopez-Alegria e Herrington. I due sono usciti dal modulo di decompressione Quest alle 1.25 p.m. (le 20.25 ora italiana) ed hanno iniziato subito il lavoro da svolgere. Per prima cosa Herrington si è recato al Mobile Trasporter (una specie di slitta sulla quale potrà in futuro scorrere il braccio robotico per tutta la lunghezza del traliccio principale) per controllare il motivo per cui si era bloccato durante un movimento che gli era stato telecomandato in mattinata. L'astronauta scopriva che un cavo dell'antenna di comunicazione del MT era andato sui binari bloccando il veicolo. Una volta rimosso il cavo MT ha potuto muoversi liberamente e raggiungere il punto della rotaia prescelto. LopezìAlegria e Herrington hanno poi continuato a collegare vari cavi sul P1 mentre il pilota di Endeavour Lockhart coordinava la passeggiata dall'interno. A bordo della stazione intanto continuava il passaggio di consegne fra gli equipaggi di Spedizione Cinque e Sei. La terza EVA si è conclusa alle 8.25 p.m. (le 4.25 ora italiana del 1/12) ed è durata 7h. Nella foto l'astronauta Lopez-Alegria durante una fase della EVA all'esterno della stazione spaziale.

 

 

Giorno 9 - 01/12/2002 - Oggi i dieci astronauti che si trovano sulla ISS si sono presi alcuni momenti di riposo dopo le impegnative giornate trascorse. Lopez-Alegria e Herrington, coadiuvati dal pilota Lockhart hanno pulito e riposto le tute spaziali utilizzate nelle tre EVA effetuate. Il comandante di Endeavour Wetherbee ha attivato dolcemente i motori di manovra della navetta per 45 minuti questa mattina alzando la quota della stazione di circa 5 chilometri e portando il totale a quasi 12 chilometri con le tre manovre effettuate. Circa il 95 per cento del materiale è stato trasferito fra i due veicoli spaziali. circa 900 chilogrammi di materiale compresi diversi esperimenti sono stati trasferiti dalla ISS alla navetta per essere riportati a Terra.  Alle 2 p.m. (le 21 ora italiana) Wetherbee, Lockhart, Lopez-Alegria and Herrington, Il comandante di Spedizione Sei  Ken Bowersox e l'ufficiale scientifico NASA della ISS  Don Pettit hanno avuto un'intervista da parte dei giornalisti di CNN spagnola, Indian Country Today ed il Native America Calling radio network. Nel pomeriggio Pettit e la Whitson hanno avuto nuovamente problemi con l'armadio scientifico che contiene il MSG del modulo laboratorio Destiny. Un problema elettrico ha costretto a disattivare il contenitore per esperimenti a microgravità e il pezzo andato in avaria verrà riportato sulla Terra per studiare il motivo.  Domani l'equipaggio di Endeavour e Spedizione Cinque saluterà i colleghi di Spedizione Sei e sgancerà la navetta per rientrare sulla Terra. Nella foto, ripresa dal vano di carico della navetta, la ISS dopo l'aggiunta del tratto P1 del traliccio centrale.

 

La ISS ripresa dalla navetta Endeavour dopo il distacco.Giorno 10 - 02/12/2002 - Dopo una piccola cerimonia di saluto fra gli equipaggi alle 11.57 a.m. CST (le 18.57 ora italiana) sono stati chiusi i portelli fra la navetta Endeavour e la Stazione Spaziale Internazionale. Dopo una serie di controlli per verificare che non ci fossero perdite dell'aria Endeavour si è lentamente sganciata dalla stazione alle 21.05 ora italiana mentre sorvolavano il nordovest dell'Australia. Il tempo totale di aggancio di questa missione è stato di 6g.22h.6m. A bordo della ISS rimaneva l'equipaggio di Spedizione Sei composto dal comandate Bowersox, l'ufficiale scientifico NASA della ISS Pettit e l'ingegnere di volo Budarin che iniziava il soggiorno solitario di quattro mesi. Il pilota della navetta Lockhart eseguiva poi un quarto di giro attorno alla stazione e poi un'accensione definitiva dei motori di Endeavour portava lo shuttle lontano dalla ISS. Dopo la positiva installazione del traliccio P1 il peso complessivo della ISS raggiunge le 197 tonnellate. Sulla Terra rientra, assieme all'equipaggio di Endeavour, quello di Spedizione Cinque che ha trascorso 178 giorni sulla ISS. Alle 23.05 sono stati rilasciati dalla stiva della navetta due microsatelliti di un esperimento chiamato MEPSI finanziato dalla Difesa USA per lo studio e l'applicazione di nano e micro tecnologie per i sistemi spaziali. I due piccoli satelliti sono tenuti fra loro da un cavo. L'equipaggio ha iniziato poi la preparazione per il rientro sulla Terra previsto per mercoledì. Nella foto, scattata da bordo della navetta, la ISS dopo lo sgancio mostra il nuovo tratto di traliccio P1 sulla destra.

 

Giorno 11- 03/12/2002 - Oggi l'equipaggio a bordo della navetta spaziale si è preparato per il rientro sulla Terra previsto per domani. Il comandante Wetherbee, il pilota Lockhart e l'ingegnere di volo Herrington hanno attivato una delle tre unità idrauliche, testato le superfici di manovra e provato i razzetti di manovra. Il resto dell'equipaggio ha continuato il lavoro di imballaggio del materiale preparandolo alle fasi di atterraggio. Endeavour ha due opportunità di atterraggio domani al KSC anche se le previsioni meteo non sono buone. L'alternativa in California alla Base di Edwards non è stata per il momento predisposta infatti a bordo della navetta rimangono scorte sufficienti per rimanere nello spazio fino a domenica. I sette membri dell'equipaggio hanno trascorso alcuni minuti questo pomeriggio intrattenendosi con alcuni giornalisti durante la trasmissione della CBS  "Up to the Minute," la TV-E spagnola e il quotidiano Tulsa World e discutendo del successo della missione e dell'esperienza di Spedizione Sei. L'equipaggio si è recato a dormire alle 9.50 p.m. di oggi (le 4.50 ora italiana del 4 dicembre). 

 

Giorno 12 - 04/12/2002 - La navetta spaziale ed i suoi sette membri dell'equipaggio hanno dovuto trascorrere un altro giorno in orbita dopo che i controllori di volo NASA della missione hanno deciso che le condizioni meteo per un rientro al KSC, in Florida, non erano sufficienti a causa delle nubi basse. Domani ancora due tentativi di atterraggio al KSC ma le previsioni meteo prevedono addirittura pioggia per domani. L'alternativa della California non verrà ancora presa in considerazione perché atterrare lì crea un aggravio di costi e quasi un mese di ritardo nel programma di lanci successivi. 

 

Giorno 13 - 05/12/2002 - Come previsto ieri anche oggi la NASA si è vista costretta a rinviare il rientro sulla Terra della navetta spaziale a causa delle avverse condizioni meteo che stazionavano sul Centro Spaziale Kennedy, in Florida. Pioggia e nubi basse hanno fatto decidere i controllori di volo al secondo rinvio consecutivo. Domani ancora due opportunità di rientro al KSC anche se nuovamente le condizioni meteo creano molti dubbi. La base aerea di Edwards, in California, non viene ancora presa in considerazione alla NASA.

 

Giorno 14 - 06/12/2002 - Un fronte di perturbazione stazionario sul Centro Spaziale Kennedy ha nuovamente costretto la NASA al terzo rinvio consecutivo per il rientro della navetta spaziale Endeavour ed ai suoi sette occupanti. Per domani sabato ci sono quattro opportunità di rientro, due al Kennedy e due ad Edwards anche se ovviamente la Florida rimane il sito preferenziale. Le previsioni per domani non sono ancora buone al Kennedy ma comunque in miglioramento. I controllori di volo si preparano comunque ad un rientro domani sia che si possa effettuare in Florida che in California. 

 

La navetta spaziale Endeavour sta per toccare la pista del KSCGiorno 15 - 07/12/2002 - Dopo quattro giorni di tentativi a causa del brutto tempo oggi alle 1.37 p.m. CST (le 21.37 ora italiane) la navetta spaziale Endeavour ha concluso la sua missione STS-113 toccando la pista n.33 del Centro Spaziale Kennedy, in Florida. A bordo, assieme all'equipaggio composto dal comandante Wetherbee, il pilota Paul Lockhart e lo specialista di missione Mike Lopez-Alegria e John Herrington, si trovavano anche i tre componenti della Spedizione Cinque di ritorno sulla Terra dopo 185 giorni nello spazio: il comadante Valery Korzun, l'ufficiale scientifico Peggy Whitson e l'ingegnere di volo Sergei Treschev. A bordo della stazione spaziale rimangono i componenti di Spedizone Sei: il comandante Ken Bowersox, l'ufficiale scientifico NASA della ISS  Don Pettit e l'ingegnere di volo Nikolai Budarin. Nella foto il momento in cui la navetta spaziale tocca la pista del KSC in Florida. 

Nella illustrazione la ISS dopo l'installazione del nuovo pezzo del Traliccio principale P1 (la parte evidenziata).

 

werhsepd.gif (1132 byte)

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

WB01540_.gif (632 byte)  Torna alla Home Page

Ultimo aggiornamento 15/08/2005

 Sito curato da Massimo Martini