STS-122 - 1E

werhsepd.gif (1132 byte)

.............  

Qui sopra lo stemma della missione e a destra l'equipaggio di STS-122: da sinistra in prima fila Stephen N. Frick, Comandante; l'ingegnere di Volo di Spedizione 16 il francese Leopold Eyhart della European Space Agency's (ESA) ed il Pilota Alan G. Poindexter. Da sinistra dietro gli Specialisti di Missione Leland D. Melvin, Rex J. Walheim, Stanley G. Love e il tedesco Hans Schlegel della European Space Agency's (ESA). In alto il complesso STS-122 al momento del decollo dalla rampa di lancio 39/B del Kennedy Space Center (Credit: NASA/TV)

STS-122 (121) - OV-104 Atlantis (29)

 

Tempo di missione
12 giorni 18 ore e 21 minuti

Volo: STS-122 - 1E (ventiquattresima missione di costruzione della Stazione Spaziale Internazionale - prima missione di assemblaggio Europea)

Carico Utile: Columbus European Laboratory Module - Multi-Purpose Experiment Support Structure - Non-Deployable (MPESS-ND)

Orbiter: OV-104 Atlantis - Serbatoio esterno: ET-117 - Razzi ausiliari: Bi132-RSRM-99  - Motori principali (SSME): 2059/2052/2057

Equipaggio: (7) Comandante  Stephen N. Frick (Navy Cmdr.) (1),  Alan G. Poindexter (Navy Cmdr.) (0) Specialisti di Missione  Rex J. Walheim (Air Force Col.) (1), Stanley G. Love (0), Leland D. Melvin (0) e gli astronauti dell'Agenzia Spaziale Europea Hans Schlegel (1) e Léopold Eyharts (1). Eyharts sostituisce l'Ingegnere di Volo di Spedizione 16 Daniel Tani.

Lancio: 7 febbraio 2008 - ore 2.45 p.m. EST (le 20.45 ora italiana) - Pad 39/A KSC (primo tentativo annullato per un problema agli ECO sensor il 6 dicembre) - (secondo tentativo annullato per un problema agli ECO sensor il 9 dicembre).

Attracco alla ISS: 9 febbraio 2008 - ore 12.17 p.m. (le 18.17 ora italiana)

Rientro: 20 febbraio 2008 - ore 09.07 a.m. EST (le 15.07 ora italiana)

Durata della missione: 13 giorni

Orbite: 202

Inclinazione:  51°60'

Altezza: 220 chilometri

Obiettivi della missione: ottavo volo degli shuttle dopo il tragico incidente del Columbia. Attracco alla Stazione Spaziale Internazionale e installazione del laboratorio europeo Columbus. Cambio di un membro dell'equipaggio di Spedizione 16, Leopold Eyharts (ESA) sostituisce l'Ingegnere di Volo Daniel Tani.

werhsepd.gif (1132 byte)

Cronologia pre-volo

19/10/2007 - Entra nelle fasi finali la preparazione di STS-122 - A circa un mese e mezzo dal lancio di Atlantis per la missione STS-122 sono iniziati i preparativi finali. Infatti oggi all'interno del VAB è stato agganciato il serbatoio esterno ET-125 ai due booster a combustibile solido. l'ET-125 ha già subito con successo le riparazioni al rivestimento esterno a cui era stato anche sottoposto il serbatoio esterno che volerà con la missione STS-120. L'orbiter OV-104 Atlantis è invece ancora nel OPF-1 e verrà portato all'interno del VAB entro la fine del mese di ottobre. Il modulo laboratorio europeo Columbus si trova invece nelle ultime fasi preparatorio prima di essere imbarcato nella stiva della navetta spaziale. L'inizio della missione STS-122 è prevista per il 6 dicembre 2007.

Fonte: NASA STATUS REPORT: S-101207

 

05/11/2007 - Atlantis trasferito nel VAB in preparazione di STS-122 - Mentre i sette astronauti a bordo dello Space Shuttle Discovery prendono la via per tornare sulla Terra, la NASA guarda già avanti al lancio del prossimo volo previsto in dicembre per la Stazione Spaziale Internazionale. La navetta gemella del Discovery, Atlantis, è stata trasferita il 3 novembre dall'hangar dove viene preparata al volo, l'OPF-1, al VAB dove verrà accoppiata al serbatoio esterno ET-125 ed ai due booster a combustibile solido. La missione STS-122 prevede il trasporto del modulo laboratorio europeo Columbus alla ISS. Il lancio di Atlantis è previsto per il 6 dicembre ma questa data dipende molto dal lavoro che deve essere svolto dall'equipaggio di Spedizione 16 prima di quella data. Infatti sono previste ben 3 EVA da parte dell'equipaggio di Spedizione 16 che deve spostare Harmony nella sua posizione definitiva e renderlo operativo prima della partenza di Atlantis. Il trasferimento del complesso STS-122 alla rampa di lancio 39/A è previsto per il 10 novembre. Durante una conferenza stampa Wayne Hale, direttore del programma Shuttle, ha affermato che sono stati effettuati tutti i controlli allo scudo termico della navetta Atlantis ed in particolare ai pannelli RCC che avevano destato preoccupazione prima del lancio di Discovery e che non è stato rilevata nessuna anomalia. Nella foto (Credit: NASA/George Shelton) l'orbiter Atlantis mentre entra nel VAB. 

Fonte: Space.com

 

10/11/2007 - Atlantis in rampa pronto a STS-122 - Oggi alle 4.43 a.m. EST (le 10.43 ora italiana) il crawler (lo speciale cingolato) che trasporta il complesso STS-122, è uscito dal VAB per iniziare il suo viaggio verso la rampa 39/A che ha raggiunto alle 11.51 a.m. (le 17.51 ora italiana). La navetta Atlantis è ora pronta per la missione che la vedrà consegnare il laboratorio europeo Columbus alla Stazione Spaziale Internazionale. La partenza è fissata indicativamente per il 6 dicembre con una finestra di lancio che si estende fino al 13 dicembre. L'unica incognita è nelle attività preparatorie che dovranno essere svolte dall'equipaggio di Spedizione 16 della ISS. Infatti già da ieri sono iniziate una serie di attività extraveicolari per preparare Harmony alla sua rilocazione definitiva che dovranno essere completate prima di inviare Columbus.

Fonte: NASA

 

30/11/2007 - La navetta spaziale Atlantis pronta al lancio - I dirigenti della NASA hanno concluso l'ultima riunione confermando il lancio della navetta spaziale Atlantis per il prossimo 6 dicembre nella missione che, dopo tanta attesa, porterà il laboratorio europeo Columbus alla Stazione Spaziale Internazionale. Con il Comandante Steve Frick ed il Pilota Alan Poindexter ai comandi, il decollo di Atlantis è previsto dalla rampa 39A del Kennedy Space Center alle 4.31.44 p.m. (le 22.31 ora italiana) il prossimo giovedì, quando la rotazione della Terra porterà la zona di lancio nel piano orbitale della stazione spaziale. "Abbiamo avuto tre perfetti voli di navette spaziali quest'anno e guardiamo ora al quarto", ha dichiarato il Direttore del Programma Shuttle Wayne Hale durante la conferenza stampa avvenuta dopo la conclusione della riunione, "Atlantis è sulla rampa, pronto al lancio e senza grossi problemi che riguardano il veicolo. Stiamo controllando il Discovery, appena rientrato dall'ultima missione e quasi in forma perfetta, veramente in ottime condizioni. Guardiamo già a febbraio ed avete visto che il serbatoio esterno per quella missione è arrivato oggi al Kennedy Space Center e la preparazione di Endeavour procede bene. Così il lavoro di tanta gente sta veramente pagando", ha continuato Hale, "Oggi abbiamo compiuto un completa revisione ed è stata una grande revisione. Avevamo un pò di cose in ballo ma alla fine della giornata ognuno era soddisfatto dei risultati ottenuti ed ora noi siamo pronti al volo." La NASA ha soltanto una settimana di finestra di lancio per far partire Atlantis prima che le restrizioni per le temperature relative alla stazione spaziale rinviino tutto ai primi di gennaio. Intanto alla vicina Cape Canaveral Air Force Station fervono i preparativi per il lancio di un vettore Atlas 5 per il 10 dicembre con a bordo un satellite classificato. Questo lancio non è ancora stato definito con precisione in quanto si aspetta il decollo di Atlantis per non creare pericolose sovrapposizioni. Frick, Poindexter e gli Specialisti di Missione Rex Walheim, Leland Melvin, Stan Love e gli astronauti europei Hans Schlegel e Leopold Eyharts, quest'ultimo un generale delle Forze Aeree Francesi, prevedono di agganciare il modulo Columbus al Nodo 2 Harmony il 9 dicembre, il giorno successivo all'attracco alla stazione. Durante la missione sono previste tre attività extraveicolari, due di Walheim e Schlegel ed una di Walheim e Love, per completare l'installazione di Columbus, sostituire un serbatoio di azoto per il sistema di raffreddamento e riportare un giroscopio guasto sulla Terra. Oltre a portare Columbus alla stazione la missione di Atlantis farà salire alla ISS l'astronauta europeo Eyharts, veterano di tre settimane trascorse sulla stazione spaziale russa MIR nel 1998 e che sostituirà l'Ingegnere di Volo di Spedizione 16 Dan Tani, che rientrerà sulla Terra al suo posto sulla navetta spaziale. Il Direttore del Programma della Stazione, Mike Suffredini, ha dichiarato: "Abbiamo tutti questi voli con grossi carichi nel vano di carico delle navette e parecchio lavoro per installarli sulla stazione. Questo volo ed i prossimi che seguiranno sono una vera sfida per noi. Abbiamo lavorato quasi sempre con i nostri parter Russi e Canadesi per oltre sette anni ed ora si uniranno gli europei e dal prossimo anno i giapponesi. Ecco che l'installazione di Columbus e prossimamente di Kibo non sono che la punta dell'iceberg di tutto il lavoro svolto in questi anni e da ora in poi." Al momento il rientro di Atlantis al KSC è previsto per il 17 dicembre ma tutto dipende da quando decollerà e da quanto ossigeno ed idrogeno avrà a bordo per produrre energia elettrica e che potrebbe anche far decidere di prolungare di due giorni la missione. In questo caso la NASA potrebbe decidere di aggiungere una quarta EVA per effettuare una nuova ispezione al giunto di rotazione del traliccio destro della stazione spaziale per contribuire a comprendere meglio il motivo per il quale è stata trovata una contaminazione metallica nel meccanismo interno. La stazione è equipaggiata con due Solar Alpha Rotary Joint (SARJ) ognuno posto ad una estremità del traliccio principale e che servono a far ruotare completamente i pannelli solari ai suoi estremi in modo che siano sempre rivolti verso il Sole e produrre quindi sempre il massimo di energia elettrica. Nei mesi passati il SARJ di destra ha mostrato un inusuale vibrazione ed un consumo eccessivo di energia. Durante la missione STS-120 Tani ha eseguito una ispezione dell'interno del giunto ed ha visto e raccolto dei frammenti metallici e segni di sfregamento sull'ingranaggio. In una seconda ispezione eseguita il 24 novembre sempre Tani ha raccolto ulteriori campioni dal giunto incriminato. Nell'ipotesi peggiore sia l'ingranaggio che i due motori che lo muovono dovrebbero essere sostituiti ma occorrerebbero almeno tre o quattro EVA dedicate e prima di arrivare a questo gli ingegneri della NASA vogliono essere sicuri di aver compreso bene cosa ha causato il problema. Ecco che, se una quarta EVA verrà aggiunta alla missione STS-112, Love e Tani condurranno una nuova accurata ispezione al giunto rimuovendo tutte le coperture termiche e raccogliendo altri campioni e registrando immagini dei meccanismi. Suffredini ha confermato che la stazione può operare bene anche con il SARJ di destra bloccato ma non oltre aprile quando alla ISS sarà reso operativo anche il modulo laboratorio giapponese Kibo e qui la NASA sarà costretta a prendere una decisione se sostituire il meccanismo o trovare altri sistemi. Intanto, per essere pronti ad ogni eventualità, la NASA ha deciso di imbarcare su Atlantis un motore per il giunto e sulla missione di Endeavour 10 o 12 nuovi cuscinetti per l'ingranaggio. Nella foto in alto (Credit:NASA) l'equipaggio di STS-122 nella White Room durante l'ultimo addestramento.

Fonte: SpaceflightNow

 

04/12/2007 - Il conteggio alla rovescia prosegue regolarmente - Dagli astronauti che fanno pratica di atterraggio shuttle agli ingegneri e tecnici che eseguono i controlli finali alla navetta Atlantis, il Kennedy Space Center della NASA è in trepidante preparazione del quarto lancio shuttle del 2007. Il lancio della navetta è previsto per le 4.31 p.m. EST (le 22.31 ora italiana) di giovedì per iniziare la missione STS-122. "Le cose vanno molto bene," ha detto il Direttore di Lancio Doug Lyons, "La squadra di lancio stà procedendo un conteggio molto regolare. Veramente molto tranquillo e pulito, proprio come ci piace." Il NASA Mission Management Team ha condotto una valutazione complessiva a due giorni dal lancio ed ha votato all'unanimità di procedere così. "E' stata veramente una buona giornata" ha confermato il capo del MMT Leroy Cain. L'ossigeno e l'idrogeno liquidi per l'alimentazione delle celle a combustibile durante la missione sono stati pompati nelle bombole sferiche all'interno di Atlantis martedì notte. Un certo numero di test vengono continuamente effettuati su tutti i sistemi critici. La Struttura Ruotante di Servizio (RSS) che protegge la navetta ed il suo carico utile sarà rimossa mercoledì notte. Anche le condizioni meteo sembrano buone, secondo quanto dichiarato dallo Shuttle Weather Officer Kathy Winters. Le previsioni indicano un 90% di condizioni accettabili per il lancio. "Il tempo sembra molto buono per giovedì", ha affermato la Winters. Il Comandante di Atlantis Steve Frick e il Pilota Alan Poindexter proseguono gli addestramenti all'atterraggio con lo STA (Shuttle Training Aircraft), un aereo privato bimotore Gulfstream II modificato che simula un orbiter che rientra sulla Terra. L'equipaggio dei sette astronauti installerà il laboratorio Columbus alla Stazione Spaziale Internazionale. Il modulo cilindrico lungo quasi otto metri è il contributo principale dell'Agenzia Spaziale Europea alla stazione spaziale. Il laboratorio Columbus ha una vita operativa di almeno 10 anni. "Pensiamo di essere alla fine dell'inizio," ha detto Alan Thirkettle, direttore ESA della Stazione Spaziale Internazionale.

Fonte: NASA

 

06/12/2007 - Atlantis. lancio rinviato - I responsabili della NASA hanno deciso di rinviare il lancio previsto per oggi della navetta spaziale Atlantis per la missione STS-122 dopo che due, dei quattro sensori di propellente del serbatoio esterno avevano fallito un test. Infatti durante il riempimento del serbatoio di idrogeno liquido due dei sensori ECO (Engine Cutoff) che servono per controllare il livello del propellente hanno fallito nel rispondere alla loro condizione e questa è una violazione dei criteri di lancio. Alle 9.56 a.m. EST (le 15.56 ora italiana) il Direttore di Lancio Doug Lyons ha comunicato la decisione di rinviare il lancio di almeno 24 ore. Al momento il lancio è stato fissato per domani alle 4.09 p.m. EST (le 22.09 ora italiana) ma si attende una conferenza stampa per le 22.00 ora italiana di oggi per conoscere le decisioni finali. Secondo fonti non ufficiali si tratterebbe di un problema di collegamento e non di un guasto dei sensori. 

Fonte: NASA - Nasaspaceflight.com - Forumastronautico.it

 

07/12/2007 - Atlantis: sabato si riprova ? - Dopo una riunione di cinque ore del MMT (Mission Management Team) i dirigenti della NASA hanno deciso di rinviare il lancio di Atlantis almeno fino a sabato a causa di un problema associato ai critici sensori di spegnimento dei motori principali posti nel serbatoio esterno. Basandosi sui dati ottenuti durante il rifornimento di combustibile avvenuto ieri, gli ingegneri credono che il problema coinvolga un circuito rimasto aperto nella connessione fra la scatola elettronica nel compartimento dei motori dello shuttle ed i sensori posti alla base della sezione del serbatoio di idrogeno. Visto che la finestra di lancio della navetta è di soli otto giorni i responsabili della NASA potrebbero decidere di aprire oggi il compartimento per fare un'ispezione ed una possibile riparazione. Intanto la squadra si prepara anche a lanciare le cose come stanno ed utilizzare procedure manuali per controllare i sensori durante la fase di ascesa e prevenire potenziali problemi catastrofici. LeRoy Cain, a capo del MMT al Kennedy Space Center, ha parlato con i giornalisti nel tardo pomeriggio ed ha confermato che gli ingegneri considereranno anche oggi tutte le opzioni aggiungendo che non si sentono molto a loro agio a dover lanciare sabato lasciando le cose come stanno. Un lancio sabato sarebbe previsto per le 3.43.31 p.m. (le 21.43 ora italiana) con le previsioni meteo che danno un 60% favorevole mentre domenica le condizioni migliorerebbero. La finestra di lancio si chiude il 13 dicembre e si riaprirebbe poi soltanto dal 2 gennaio 2008. Nella foto (Credit:NASA) la navetta Atlantis in attesa sulla rampa.

Fonte: SpaceflightNow

 

08/12/2007 - Domenica nuovo tentativo di lancio di Atlantis - Dopo una ennesima riunione del MMT (Mission Management Team) i dirigenti della NASA hanno deciso di riprogrammare il lancio di Atlantis a domenica 9 dicembre ore 21.21 ora italiana. Domani durante il riempimento del serbatoio di idrogeno liquido verranno monitorati attentamente le letture dei quattro sensori ECO (Engine CutOff) e, se non daranno valori errati, si potrà procedere al lancio. In caso contrario, anche se solo uno dei sensori darà indicazioni non rispondenti alle procedure il lancio, questo verrà nuovamente bloccato. 

Fonte: NASA

 

09/12/2007 - Nuovo rinvio per Atlantis - Il lancio previsto per oggi della navetta spaziale Atlantis è stato ufficialmente rinviato a data da destinarsi alle 7.24 a.m. EST (le 13.24 ora italiana). Uno dei quattro sensori ECO (Engine CutOff), il numero 3, ha iniziato a dare false indicazioni quando è iniziato il riempimento del serbatoio di idrogeno liquido. Con gli attuali criteri di lancio decisi ieri dai responsabili della NASA è richiesto che tutti e quattro i sensori funzionino regolarmente per procedere con il lancio. Il sistema dei sensori è uno dei diversi modi per proteggere i motori principali della navetta dal rischio che esplodano per non essersi spenti in tempo prima dell'esaurimento del combustibile. Al momento non si conoscono le decisioni per un possibile nuovo tentativo all'interno di questa finestra di lancio che, ricordiamo, si chiude il 13 dicembre. AGGIORNAMENTO: La NASA ha deciso di saltare questa finestra di lancio e di riprogrammare il lancio di Atlantis per Non Prima del 2 gennaio 2008. 

Fonte: NASA - Forumastroanutico.it

 

13/12/2007 - Nuova data di lancio per Atlantis - I responsabili della NASA hanno deciso oggi di spostare la prima opportunità di lancio per la missione Atlantis STS-122 dal 2 al 10 gennaio 2008 in modo da permettere al personale di trascorrere le festività con le loro famiglie. Wayne Hale, Direttore del Programma Shuttle, ha dichiarato: "Spostando il primo tentativo di lancio di Atlantis al 10 gennaio permette a molte persone di trascorrere più tempo con le famiglie e gli amici in un momento dell'anno dove quasi tutti lo possono fare. Molti sforzi sono stati chiesti al nostro personale nel corso di questo anno ed un sacco ne verrà chiesto per il 2008." Martedì è previsto un importante test per cercare di risolvere il problema con gli ECO (Engine CutOff) sensor che hanno bloccato il lancio di Atlantis due volte, il 6 ed il 9 dicembre scorso. I tecnici della NASA eseguiranno un riempimento del serbatoio di idrogeno a temperatura criogenica ispezionando nello stesso momento i compartimenti della navetta tenendo sotto controllo i circuiti dei sensori. L'obiettivo del test è quello di raccogliere dati per cercare di capire il punto esatto dove il problema si genera. Infatti per come si è presentato il problema i tecnici sarebbero propensi ad escludere un guasto ai sensori stessi (anche più difficili da sostituire in rampa) ma sarebbero più orientati a credere possa trattarsi di un connettore o del cavo danneggiato in qualche punto. La nuova data di lancio del 10 gennaio, alle 2.26.10 a.m. (le 8.26 ora italiana) prevede ovviamente che prima dell'avvio della missione sia stato risolto completamente il problema ai sensori ECO. Intanto, sempre martedì, sulla ISS verrà effettuata una nuova attività extraveicolare da parte del Comandante di Spedizione 16 Peggy Whitson e dell'Ingegnere di Volo Dan Tani che ha come scopo principale effettuare una nuova ispezione al giunto di rotazione (SARJ - Solar Alpha Rotary Joint) del traliccio di destra per raccogliere ulteriori dati sui danni che sono stati riscontrati il mese scorso all'interno degli ingranaggi. Soltanto quando i tecnici a Terra avranno tutte le indicazioni necessarie verrà deciso il piano di azione per riparare il SARJ. Oltre alla ricognizione al SARJ i due astronauti dovranno anche ispezionare e forse sostituire un circuito elettrico che comanda la rotazione dei pannelli solari e che sembra sia scattato l'8 dicembre scorso, probabilmente a causa dell'urto di un micrometeorite. Nella foto (Credit: NASA) il direttore del Programma Shuttle, Wayne Hale.

Fonte: SpaceflightNow.com


17/12/2007- Domani test del serbatoio per Atlantis - La NASA intende realizzare domani il più realistico test per il suo sistema di sensori dell'idrogeno liquido riempiendo sia il serbatoio di ossigeno liquido che quello dell'idrogeno, proprio come verrebbe fatto per un giorno di lancio. Questo proprio perché i controllori del Kennedy Space Center vogliono trovare le esatte cause dei problemi ai sensori che hanno dato falsi dati durante i due tentativi di lancio eseguiti all'inizio del mese. L'inizio del pompaggio del combustibile liquido inizierà alle 7 a.m. (le ore 13.00 italiane) e dopo una squadra di tecnici raggiungerà la rampa di lancio con speciali strumentazioni per cercare di scoprire il punto esatto dove il problema si forma. L'intero test, dal riempimento del serbatoio allo svuotamento ed una seconda serie di controlli si prevede possa durare circa 13 ore. La prossima opportunità del lancio della navetta Atlantis per la missione STS-122 è previsto per il 10 gennaio 2008. 

Fonte: NASA

 

19/12/2007 - Aggiornamento per STS-122 - Dopo il test effettuato martedì scorso sul serbatoio esterno della navetta spaziale Atlantis la NASA ha deciso come procedere. Infatti è quasi certo che il problema sia nascosto in un connettore che porta i dati dei sensori posti alla base del serbatoio esterno alla navetta. Sono quindi iniziati i lavori per togliere la schiuma attorno al connettore accusato dei problemi avuti fino ad ora. Il problema è che non si sa ancora se il connettore difettoso sia nella parte all'esterno dell'ET o nella parte all'interno. E la differenza è sostanziale, perchè nel primo caso il problema sarebbe facilmente risolvibile mentre nel secondo caso ci vorrebbe quasi sicuramente un ritorno del complesso shuttle nel VAB e questo comporterebbe sicuramente uno slittamento del lancio a febbraio. Si provvederà quindi a rimuovere la parte esterna del sensore e installandone uno nuovo vedere se il risultato è lo stesso o la situazione migliora, intanto la parte sbarcata verrà inviata al Marshall Space Flight Center per essere nuovamente testata. Oggi gli ingegneri di United Space Alliance (USA), hanno cominciato a installare le impalcature per arrivare alla zona di lavoro, domani arriveranno i tecnici da Michoud per supervisionare la rimozione della schiuma. Il grosso del personale per la fase di rimozione e riparazione del connettore arriverà poi il 27 Dicembre. Si pensa quindi rimuovere la schiuma e liberare la zona di lavoro prima di Natale e dal 27 si comincerà a lavorare al connettore vero e proprio. Non è ancora deciso se la prossima data di lancio verrà confermata alla prossima PRCB (Program Requirements Control Board) del 27 Dicembre. Probabilmente una decisione sarà presa solo dopo i primi test ai componenti smontati nel laboratorio criogenico di Michoud. Intanto è stato rimandato anche lo stacking dell'ET per STS-123 in attesa di sviluppi per questa missione. Una volta individuata con certezza la causa è probabile che anche i serbatoi per le prossime due missioni, ET-125 e ET-126, saranno modificati prima di partire. Nella foto (Credit:NASA) il punto del serbatoio esterno dove verrà rimossa la schiuma isolante per sostituire il connettore degli ECO sensor.

Fonte: NASA - Forumastronautico.it

 

03/01/2008 - Nuove date per il lancio di Atlantis - Durante la riunione odierna del PCRB (Program Requirements Control Board) della NASA i responsabili hanno deciso due nuove possibili date per il lancio di Atlantis STS-122: il 2 e l'8 febbraio. La differenza fra le due date dipende se verrà deciso di effettuare o meno un nuovo riempimento di prova del serbatoio esterno per vedere se la riparazione ha avuto effetto. E' stato rimosso la scorsa settimana, e spedito a Michoud, il connettore esterno cui si pensa siano dovuti i problemi riscontrati con l'ET-125 che hanno posticipato la missione STS-122. Gli ingegneri sono fiduciosi nell'aver individuato definitivamente il problema nella parte esterna del sistema di connessione con l'ET, confermabile solo con i previsti test in laboratorio con il pezzo rimosso dal pad. Oggi sono finalmente iniziati i test al Marshall Space Flight Center (MSFC) sul componente rimosso con un team specializzato che è in attesa al KSC di ricevere il ricambio, in arrivo per domani e iniziare il lavoro di rimontaggio e richiusura della zona in cui si è operato. Le previsioni sono di 25 giorni di lavoro per terminare il processo e riportare lo shuttle in condizione "S0007" per riprendere il countdown. Se nei prossimi giorni si dovesse invece evidenziare che il problema è all'interno del tank si procederebbe con un rollback (riportare tutto il sistema nel VAB) per aprire e lavorare sulla parte interna dell'ET. Se eseguire il tanking test verrà deciso il 21 Gennaio, e solo in quella occasione si saprà quale delle due date è quella definitiva. Nella foto (Credit: NASA) il connettore dei sensori ECO del serbatoio esterno mentre viene rimosso. 

Fonte: NASA - Forumastronautico.it - NASAspaceflight.com

 

10/01/2008 - Nuove date di lancio per gli Shuttle NASA - La riunione odierna della commissione PRCB (Program Requirements Control Board) della NASA, ha concluso con la decisione di organizzare un piano che preveda il lancio di tre missioni spaziali Shuttle nel giro di 10 settimane. I responsabili hanno discusso lo stato del problema dei connettori dei sensori di idrogeno liquido e deciso di non procedere con un test di riempimento del serbatoio esterno e procedere con il lancio di STS-122 per non prima del 7 febbraio. I progressi nell'avanzamento della preparazione alla missione avrebbero previsto ancora un lancio per il 2 febbraio ma il possibile conflitto con il lancio di un veicolo cargo russo destinato alla ISS ha fatto spostare la prima missione dell'anno al 7 febbraio. Per far si che STS-122 venisse lanciato il 2 febbraio i russi avrebbero dovuto spostare il lancio del Progress M-63 o alla fine di gennaio o dopo la metà di febbraio, dopo che Atlantis fosse rientrato sulla Terra. Ulteriori discussioni fra i responsabili hanno spostato il lancio del Progress al 5 febbraio e quello di Atlantis al 7/8 febbraio. A questo punto i dirigenti della NASA hanno assestato anche le date per le missioni successive che vengono così a portare STS-123 Endeavour al 17 marzo e STS-124 Discovery il 24 aprile. In questo modo le restanti tre missioni per il 2008 rimarranno nelle date previste.  

Fonte: Nasaspaceflight.com

 

15/01/2008 - E' confermata l'anomalia del connettore di STS-122 - Si sono rivelate giuste le ipotesi dei tecnici della NASA sul connettore degli ECO sensor rimosso dal serbatoio esterno di STS-122; è proprio quella la causa dei falsi segnali registrati durante i tentativi di lancio del 6 e del 9 dicembre scorso e del successivo test di riempimento del serbatoio. Al centro della NASA del Marshall Space Flight Center di Huntsville, Alabama, il connettore rimosso dall'ET-125 è stato testato in ambiente criogenico ed ha mostrato gli stessi segnali intermittenti. Le cause, secondo quanto accertato dai tecnici della NASA e basati sui molti dati raccolti, sono da ricercare nel possibile movimento fra lo zoccoletto e il perno di alcuni connettori che produce contatti non continui. Ora questa possibilità è stata eliminata dal connettore montato sul serbatoio ET-125, in quanto i contatti sono stati tutti saldati due giorni fa. Al Kennedy Space Center, sulla rampa 39/A la zona dove hanno lavorato i tecnici al connettore verrà ora di nuovo ricoperta di schiuma isolante ed il tutto dovrebbe di nuovo essere "pronto al volo" per il 28 gennaio e quindi allineato con la nuova data di lancio prevista per il 7 febbraio 2008 alle ore 2.47 p.m. (le 20.47 ora italiana). Intanto nei giorni scorsi era anche stato sostituita una scatola elettronica ATVC (Ascent Thrust Vector Control) che serve per controllare l'inclinazione degli ugelli dei tre motori principali della navetta e dei due SRB (Solid Rocket Booster) durante il volo. Proprio nei controlli di questi ultimi si era registrata una anomalia di segnale ed era stato quindi deciso di sostituire tutto l'ATVC 2, quello difettoso dei quattro che si trovano nella fusoliera posteriore dell'orbiter. Questo ulteriore piccolo problema non ha avuto influenza sui tempi di preparazione della missione.  

Fonte: NASA - Nasaspaceflight.com

 

04/02/2008 - L'equipaggio di STS-122 arriva al KSC per il lancio - Gli astronauti della navetta spaziale Atlantis sono giunti al Kennedy Space Center per l'inizio del nuovo conto alla rovescia per il lancio, previsto per giovedì, per la missione, a lungo rinviata, di assemblaggio alla stazione spaziale. In ritardo di due mesi a causa di un problema ai sensori del carburante che hanno rinviato due tentativi di lancio in dicembre, l'equipaggio internazionale è atterrato allo spazioporto della Florida alle 10.30 a.m. (le 16.30 ora italiana). "Abbiamo buona fiducia in questa opportunità," ha detto il Comandante Steve Frick appena arrivato sulla pista. "Stiamo tenendo d'occhio il tempo, ma siamo molto contenti delle condizioni di Atlantis." Il conto alla rovescia inizierà domani alle 5 p.m. (le 23 ora italiana) con il lancio previsto per le 2.45.28 p.m. (20.45 ora italiana) di giovedì. Le previsioni meteo indicano un 60% di probabilità di rinvio a causa di pioggia ma le condizioni dovrebbero migliorare all'80% per venerdì e sabato, dopo che il fronte di brutto tempo si sarà allontanato dalla zona. "Il tempo sembra buono per i prossimi giorni, ma sfortunatamente avremo un fronte nuvoloso che arriverà sulla zona proprio il giorno del lancio, " ha dichiarato Kathy Winters, dell'ufficio meteorologico per lo Shuttle. "Abbiamo quindi una possibilità di avere brutto tempo il giorno del lancio... ma il tempo dovrebbe migliorare i due giorni successivi al Kennedy Space Center." Il solo piccolo problema tecnico che era rimasto è stato risolto domenica quando gli ingegneri hanno eseguito con successo la chiusura finale del vano di carico di Atlantis. Infatti, uno dei quattro tubi flessibili che portano il liquido refrigerante Freon ai radiatori montati all'interno dei portelli della stiva aveva mostrato una piega anomala. Questa piega si era causata al momento della chiusura dei portelloni durante le missioni precedenti. Per evitare di nuovo questa possibilità il tubo è stato guidato, all'inizio a mano da un tecnico della USA (United Space Alliance), e successivamente con l'ausilio di un'asta apposita, mentre venivano chiusi i portelli. A questo punto il tubo flessibile non dovrebbe causare problemi una volta in orbita. "Tutti i nostri sistemi sono in perfetta forma, il nostro lavoro è in linea con il conteggio finale e non ci sono problemi da segnalare," ha affermato la NASA Test Director Charlene Blackwell-Thompson. "Atlantis è pronto al volo... e stiamo guardando fiduciosi per il lancio di giovedì." Nella foto (Credit: NASA) l'equipaggio di STS-122 appena arrivato in Florida.

Fonte: SpaceflightNow

 

07/02/2008 - Ultime ore del conto alla rovescia per STS-122 - Alle 5.26 a.m. EST (le 11.26 ora italiana) sono iniziate le operazioni di rifornimento del grande serbatoio esterno della navetta spaziale Atlantis sulla rampa 39/A del Kennedy Space Center. Circa mezzora più tardi i sensori ECO (engine cut-off) sono stati sommersi dall'idrogeno e dall'ossigeno liquidi nei due serbatoi. I tecnici della NASA attendevano con ansia il risultato delle modifiche fatte ai connettori e che avevano impedito per due volte il lancio di dicembre. Questa volta i sensori non hanno mai mostrato problemi durante il riempimento dei serbatoi e sembra proprio che la soluzione di saldare direttamente i connettori sia stata quella giusta. Tutto procede regolarmente per il lancio previsto alle 2.45 p.m. (le 20.45 ora italiana) con l'unica incognita nel maltempo per il quale è previsto l'arrivo di un fronte freddo sopra il Centro Spaziale proprio al momento del lancio. Per ora le previsioni sono di soltanto un 30% di meteo favorevole per il lancio oggi. Le condizioni potrebbero migliorare leggermente per domani e sabato.

Fonte: SpaceflightNow.com

SEGUI IN DIRETTA IL LANCIO IN ITALIANO SU Forumastronautico.it !!

Video in diretta da NASA/TV

La missione giorno dopo giorno

07/02/2008 - Giorno 1 - Sette anni ed un giorno dopo che il primo laboratorio (Destiny della NASA) è stato lanciato verso la Stazione Spaziale Internazionale, la navetta spaziale Atlantis ha rombato verso lo spazio questo pomeriggio con il secondo laboratorio, il Columbus dell'Agenzia Spaziale Europea. Alle 2.45.30 a.m. (le 20.45.30 ora italiana) la missione della navetta spaziale Atlantis è partita dalla rampa di lancio del Centro Spaziale Kennedy portando con se il modulo laboratorio europeo Columbus verso la Stazione Spaziale Internazionale che raggiungerà domenica. Il conteggio alla rovescia era proseguito senza nessun problema tecnico e l'unica incognita era per le condizioni meteo ma i temporali previsti sono rimasti lontani circa 45 miglia dalla rampa e il direttore di lancio Doug Lyons ha potuto dare il "go" per la missione. Dopo 2 minuti e 10 secondi di volo i due razzi a combustibile solido (SRB - Solid Rocket Booster) hanno terminato il loro lavoro e sono stati aganciati per essere, più tardi, recuperati nell'Oceano Atlantico. A T+8minuti e 30 secondi anche i tre motori principali SSME (Space Shuttle Main Engines) sono stati spenti e, pochi secondi dopo il grosso serbatoio è stato sganciato. A 39 minuti dal lancio un'accensione dei motori orbitali ha regolarizzato l'orbita per l'inseguimento della ISS. A bordo di Atlantis un equipaggio di sette astronauti: Comandante Stephen Frick, Pilota Alan Poindexter,Specialisti di Missione Rex Walheim, Stanley Love, Leland Melvin e due astronauti della ESA (European Space Agency) Hans Schlegel e Leopold Eyharts. Nel vano di carico della navetta il laboratorio spaziale Columbus. Grazie alle sue esclusive caratteristiche, il laboratorio Columbus rappresenta una vero e proprio caposaldo tra i contribuiti dell'Europa alla Stazione Spaziale Internazionale. Una volta agganciato al suo avamposto orbitale, questo modulo tubolare lungo 7 metri e del peso di 12,8 tonnellate fornirà infatti un ambiente in cui gli astronauti potranno lavorare con apparecchiature scientifiche e condurre in assenza di gravità numerosi esperimenti nel campo delle scienze della vita, dalla fisiologia umana alla biologia, alla fisica dei fluidi, alle scienze della materia, alla tecnologia e all'educazione. Sono inoltre previste strutture esterne per la conduzione di esperimenti di scienze spaziali, l'osservazione della Terra e per testare materiali e tecnologie spaziali avanzate. Nella foto in alto (Credit: NASA) l'equipaggio di STS-122 mentre si avvia verso la rampa di lancio ed in quella a destra (Credit: NASA) Atlantis mentre lascia la rampa di lancio.

Fonte: NASA - ESASTS-122 MCC Status Report #01

 

08/02/2008 - Giorno 2 - I sette membri dell'equipaggio dello Space Shuttle Atlantis hanno iniziato il loro primo giorno completo nello spazio con la sveglia alle 3.45 a.m. CST (le 10.45 ora italiana) con il brano musicale “The Book of Love,” eseguita da Peter Gabriel, e dedicata all'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea Leopold Eyharts. Eyharts diverrà membro dell'equipaggio di Spedizione 16, rimpiazzando l'Ingegnere di Volo Dan Tani, dopo il suo arrivo sulla stazione spaziale sabato. L'installazione sulla ISS del laboratorio europeo Columbus, ora nel vano di carico di Atlantis, è il compito principale della 121° missione della navetta spaziale. Questo laboratorio aggiungerà quattro armadi per esperimenti ed uno per riporre attrezzature alla stazione spaziale. Il Comandante di Atlantis Steve Frick ed i suoi colleghi, il Pilota Alan Poindexter e gli Specialisti di Missione Leland Melvin, Rex Walheim, Stanley Love, Hans Schlegel ed Eyharts hanno eseguito oggi l'ispezione allo scudo termico utilizzando il braccio robotico dello shuttle e l'OBSS (Orbiter Boom Sensor System). Durante le cinque ore di ispezione non sono stati evidenziati problemi visibili allo scudo termico ma i dati sono stati tutti inviati a Terra dove verranno controllati dagli analisti ed ingegneri. Inoltre l'equipaggio ha eseguito un controllo delle attrezzature che saranno utilizzate per il randez-vous e l'attracco di sabato alla stazione spaziale installando anche la videocamera di puntamento posta all'interno del sistema di aggancio dell'orbiter. Gli astronauti Walheim, Schlegel e Love hanno controllato le loro tute spaziali che saranno utilizzate durante le tre attività extraveicolari (EVA) previste durante la missione. Due EVA saranno eseguite da Walheim e Schlegel ed una da Walheim e Love. Intanto il Comandante di Spedizione 16 Peggy Whitson e l'Ingegneri di Volo Yuri Malenchenko e Tani hanno iniziato la loro giornata alle 4 a.m. CST (le 11 ora italiana). I tre eseguiranno oggi un completo controllo del PMA-2 (Pressurized Mating Adapter-2), l'adattatore pressurizzato al quale Atlantis dovrà agganciarsi alle 11.25 CST (le 18.25 ora italiana) di sabato. il prossimo rapporto della missione sarà divulgato il venerdì pomeriggio, o prima, se gli eventi lo richiederanno. L'equipaggio si è recato a dormire alle 7.45 p.m. CST (le 2.45 ora italiana) e verrà svegliato alle 3.45 a.m. (le 10.45 ora italiana) di domani per l'inizio delle operazioni di randez-vous con la stazione spaziale. Nella foto in alto (Credit: NASA/TV) il braccio robotico Canadarm sollevato sopra la stiva di Atlantis. Nella foto a destra (Credit: NASA) il Comandante Frick al suo posto di pilotaggio di Atlantis una volta in orbita.


Fonte: STS-122 MCC Status Report #02 -
STS-122 MCC Status Report #03

 

09/02/2008 - Giorno 3 - La sveglia dell'equipaggio di Atlantis è avvenuta alle 3.45 a.m. CST (le 10.45 ora italiana)  per oggi è stata con il brano musciale "Tishomingo Blues," tratto dal tema del programma radiofonico musicale “A Prairie Home Companion.” di Garrison Keillor eseguita per il Comandante Steve Frick. La navetta spaziale Atlantis ha portato il modulo laboratorio Columbus dell'Agenzia Spaziale Europea alla Stazione Spaziale Internazionale ma, al momento, l'installazione del modulo è stata rinviata di un giorno. Quello che invece non è stato rinviato è stato il cambio ufficiale fra l'astronauta francese dell'ESA Leopold Eyharts e l'Ingengere di Volo di Spedizione 16 Dan Tani, che è stato completato alle 5.20 p.m. (le 0.20 ora italiana di domenica) facendo si che ora Eyharts è membro di Spedizione 16 mentre Tani è Specialista di Missione di STS-122. Il Comandante di Spedizione 16 Peggy Whitson e gli Ingegneri di Volo Yuri Malenchenko e Tani hanno dato il benvenuto ai sette membri dell'equipaggio di Atlantis all'interno della stazione spaziale alle 12.40 p.m. (le 19.40 ora italiana) dopo l'aggancio avvenuto regolarmente alle 11.17 a.m. (le 18.17 ora italiana) dopo un perfetto randez-vous eseguito nel mattino. Frick ed i suoi compagni avevano infatti iniziato le operazioni di randez-vous alle 5.30 a.m. CST (le 12.30).  Gli equipaggi avranno ulteriori 24 ore per completare le fasi principali della missione, nonostante un problema medico. La prima attività extraveicolare prevista originariamente per domenica, è stata rinviata a lunedì. Lo Specialista di Missione Rex Walheim sarà accompagnato dallo Specialista di Missione Stanley Love anziché dallo Specialista di Missione tedesco Hans Schlegel, come originariamente previsto. Uno dei responsabili del Programma Space Shuttle, John Shannon, ha confermato che le squadre a terra stanno lavorando per riprogrammare i tempi della missione e che non ci saranno ripercussioni sul completamento degli obiettivi della missione, nonostante che saranno spostati di un giorno. Per poter fare spazio al ritardo, Shannon ha detto che l'equipaggio dovrà conservare abbastanza energia elettrica per trascorrere un ulteriore giorno nello spazio. Atlantis è già andata in orbita con l'opzione di rimanere un ulteriore giorno nello spazio e questo sarà utilizzato per ulteriore lavoro di sistemazione per il nuovo modulo Columbus. Aggiungendo un secondo giorno l'equipaggio deve spostare le attività di un giorno e lasciare comunque abbastanza tempo per ulteriore lavoro al Columbus dopo che il modulo è stato installato. Prima dell'attracco di oggi il Comandante Steve Frick ha manovrato lo shuttle in una rotazione completa per consentire all'equipaggio della stazione spaziale una buona visuale dello scudo termico di Atlantis. Whitson e Malenchenko hanno eseguito circa 300 fotografie digitali dello scudo termico e le hanno inviate a Terra permettendo ulteriori analisi dai tecnici. Le squadre stanno concentrando la loro attenzione sulle foto inviate venerdì dall'equipaggio e che mostrano un piccolo danno ad una coperta termica che ricopre il pod del motore orbitale destro. Una simile condizione era già accaduta al pod sinistro lo scorso anno durante la missione STS-117 ed era stata riparata durante una passeggiata spaziale. Shannon ha detto che questo non sembra il caso perché questa particolare copertura termica non si trova in una zona che sperimenta molto calore durante il rientro. L'attracco è avvenuto regolarmente eccezion fatta per un piccolo problema con uno dei cinque computer generici della stazione. Dopo aver sperimentato alcuni problemi con il software di guida e navigazione su questo computer, l'equipaggio ha optato per utilizzare gli altri computer dello shuttle per il randez-vous con la stazione. Soltanto un computer è necessario per eseguire il randez-vous, con uno di riserva. Il Controllo Missione controllerà il software del computer per assicurarsi che sia sano.  Nella foto in alto (Credit:NASA/TV) la navetta Atlantis ripresa dalla Stazione Spaziale Internazionale durante l'avvicinamento. Nella foto a destra (Credit: NASA/TV) Atlantis attraccato al modulo Harmony della ISS. Nella foto in basso (Credit: NASA) l'equipaggio della ISS da il benvenuto a quello di Atlantis all'interno del modulo Harmony.

Fonte: STS-122 MCC Status Report #04 - STS-122 MCC Status Report #05

 

10/02/2008 - Giorno 4 - La sveglia di oggi per l'equipaggio di Atlantis è avvenuta alle 3.45 a.m. CST (le 10.45 ora italiana) con il brano musicale “Maenner” del musicista tedesco Herbert Groenemeyer per l'astronauta Hans Schlegel. “Maenner” in tedesco vuol dire "Uomo". Groenemeyer è conosciuto per aver interpretato il Tenente Werner nel film di Wolfgang Petersen  “Das Boot.” (U-Boot). L'equipaggio di Atlantis ha trascorso la giornata eseguendo una dettagliata ispezione della coperta termica del pod destro dell'OMS (Orbital Maneuvering System - Sistema di manovra orbitale).dello shuttle e preparando l'attività extraveicolare di domani. I responsabili della missione hanno aggiunto un giorno di missione sabato dopo il rinvio della prima EVA per problemi medici di uno degli astronauti. Gli specialisti di Missione Rex Walheim, Stanley Love e Hans Schlegel con il Pilota Alan Poindexter hanno focalizzato il lavoro di oggi controllando la lista di operazioni per l'EVA che dovrebbe iniziare alle 8.35 a.m. CST (le 15.35 ora italiana) di domani. Sempre a seguito della preparazione per la passeggiata spaziale di domani Love e Walheim effettueranno il "campeggio" all'interno del modulo di decompressione Quest per ripulire i loro corpi dall'azoto presente nel sangue. Domani l'evento principale sarà l'installazione del modulo laboratorio Columbus al modulo nodo Harmony. Love e Walheim per prima cosa installeranno il gancio di ancoraggio sul Columbus mentre si trova ancora nel vano di carico della navetta. Gli astronauti utilizzeranno il braccio robotico della stazione Canadarm 2 per agganciare Columbus e trasferirlo sul lato sinistro di Harmony. Una volta che l'ispezione sarà completata e tutte le immagini catturate, gli analisti del Controllo Missione di Houston esamineranno i dati per assicurarsi che non ci siano problemi con il sistema di protezione termica. L'ora prevista per la sveglia dell'equipaggio è per le 3.45 a.m. (le 10.45 ora italiana) di domattina. Nella foto (Credit: NASA) l'angolo di copertura termica, posto sul pod destro della navetta, che si è alzato molto probabilmente al momento del lancio. 

Fonte: STS-122 MCC Status Report #06 - STS-122 MCC Status Report #07

 

11/02/2008 - Giorno 5 - L'installazione e l'attivazione del laboratorio scientifico dell'Agenzia Spaziale Europea è il principale evento del giorno e gli equipaggi della navetta spaziale Atlantis e della Stazione Spaziale Internazionale preparano la prima delle tre passeggiate spaziali. La giornata è iniziata alle 3.46 a.m. CST (le 10.46 ora italiana) con la sveglia musicale “Fly Like an Eagle,” scritta da Steve Miller e dedicata allo Specialista di Missione Leland Melvin. Dopo quasi otto ore di attività extraveicolare degli astronauti Stanley Love e Rex Walheim, il modulo Columbus è diventato ufficialmente parte della Stazione Spaziale Internazionale. Gli Specialisti di Missione Rex Walheim e Stanley Love hanno lasciato il modulo di decompressione Quest alle 8.35 a.m. CST (le 15.35 ora italiana) iniziando questa lunga prima EVA della missione. "Il modulo Europeo Columbus è ora parte della ISS" ha comunicato via radio l'astronauta di Spedizione 16 Leopold Eyharts al Centro Controllo Missione di Houston alle 3.44 p.m. CST (le 22.44 ora italiana). Gli Specialisti di Missione Love e Walheim hanno lavorato durante la giornata per installare il gancio di attracco al Columbus mentre si trovava ancora all'interno del vano di carico della navetta. Inoltre i due astronauti hanno anche preparato le connessioni elettriche e di dati del modulo. Una volta completata questa operazione l'astronauta Leland Melvin, Dan Tani ed Eyharts hanno utilizzato il braccio robotico della stazione per agganciare il Columbus, portarlo fuori dall'orbiter ed iniziare un viaggio durato 42 minuti fino alla sua posizione finale sul lato sinistro di Harmony. Bulloni motorizzati hanno poi bloccato Columbus al suo posto definitivo. Una volta che Columbus è stato agganciato l'equipaggio ha iniziato un primo controllo di possibili fughe d'aria. Mentre Columbus veniva spostato Walheim e Love hanno iniziato il lavoro per rimpiazzare il grosso serbatoio di azoto utilizzato per pressurizzare il sistema di raffreddamento con ammoniaca della stazione. Questo lavoro verrà completato durante la seconda EVA, prevista per mercoledì. Columbus è la pietra miliare del contributo europeo alla Stazione Spaziale Internazionale ed è il primo laboratorio europeo dedicato a ricerche a lungo termine nello spazio. Con questa aggiunta la stazione è ora al 57% del completamente per quanto riguarda la sua massa complessiva. Gli equipaggi si sono recati a dormire alle 7.45 p.m. CST (le 2.45 ora italiana di martedì). Nella foto in alto (Credit: NASA7TV) tre momenti dell'avvicinamento di Columbus al portello di attracco di Harmony. Nella foto a destra (Credit: MASA/TV) l'astronauta Walheim ha indossato la tuta spaziale aiutato dal Comandante di Spedizione 16 Whitson.

Fonte: STS-122 MCC Status Report #08 - STS-122 MCC Status Report #09 

 

12/02/2008 - Giorno 6 - Con il modulo Columbus installato regolarmente, controllato e reso abitabile il nuovo laboratorio dell'Agenzia Spaziale Europea può iniziare il suo lavoro. L'equipaggio di Atlantis ha iniziato la sua giornata alle 3.45 a.m. CST (le 10.45 ora italiana) con il brano musicale “Dream Come True” di Jim Brickman, e dedicata allo Specialista di Missione Rex Walheim. Oggi gli astronauti hanno iniziato il loro lavoro all'interno del nuovo modulo laboratorio Columbus dell'Agenzia Spaziale Europea. L'Ingegnere di Volo della stazione Leopold Eyharts e lo Specialista di Missione Hans Schlegel, entrambi astronauti dell'Agenzia Spaziale Europea,  hanno aperto i portelli del nuovo laboratorio Columbus alle 8.08 a.m. CST (le 15.08 ora italiana). "Questo è un grande momento ed Hans ed io siamo molto orgogliosi di essere qui e di entrare per la prima volta nel modulo Columbus," ha detto Eyharts. L'equipaggio si è avvantaggiato con la scaletta delle operazioni  per l'attivazione di Columbus, lavorando all'interno ed installando i computer e mettendo in funzione il sistema di ventilazione e di raffreddamento interno. Mentre il sistema di raffreddamento si integrava con quello della stazione i valori della temperatura interrna fluttuavano causando un parziale spegnimento precauzionale del sistema. Più tardi il sistema tornava operativo e veniva connesso senza ulteriori problemi. Con l'attivazione del nuovo laboratorio, il Centro di Controllo di Columbus a Oberpfaffenhofen, in Germania, iniziava il supporto delle operazioni della missione. Durante il lavoro sul Columbus e le operazioni di trasferimento, alcuni membri dell'equipaggio della navetta utilizzeranno un pò del tempo libero per fornire interviste con i giornalisti. Il Comandante Steve Frick e gli Specialisti di Missione Leland Melvin, Stanley Love e Walheim parleranno con la FOX News’ Fox and Friends, KGO-TV di San Francisco e il The Tavis Smiley Show della PBS. Ed alle 3:35 p.m. (le 22.35 ora italiana), Frick, assieme con il Pilota Alan Poindextere lo Specialista di Missione Hans Schlegel, saranno intervistati della CBS News e dalla televisione di Pittsburgh KDKA-TV ed WPXI-TV. Nella foto in alto (Credit: NASA/TV) il modulo Columbus agganciato alla sua casa finale, la ISS.  Al termine della giornata gli Specialisti di Missione di STS-122 Rex Walheim e Schlegel iniziavano il loro turno di "campeggio" all'interno del modulo di decompressione Quest in preparazione dell'attività extraveicolare di mercoledì. L'inizio dell'EVA è previsto per le 8.35 a.m. (le 15.35 ora italiana). L'equipaggio verrà svegliato alle 3.45. Nella foto (Credit: NASA) da sinistra l'astronauta dell'ESA Leopold Eyharts , Ingegnere di Volo di Spedizione 16 assieme agli astronauti della NASA Leland Melvin and Daniel Tani. 


Fonte: STS-122 MCC Status Report #10 - STS-122 MCC Status Report #11

 

13/02/2008 - Giorno 7 - La giornata degli astronauti è iniziata alle 3.45 a.m. CST (le 10.45 ora italiana) con il brano musicale “Oysters and Pearls,” di Jimmy Buffett, dedicata al Pilota Alan Poindexter. La seconda attività extraveicolare della missione STS-122 è stata completata oggi dagli astronauti Rex Walheim e Hans Schlegel. Walheim e Schlegel sono usciti fuori dal portello del modulo Quest della Stazione Spaziale Internazionale alle 8.27 a.m. CST (le 15.27 ora italiana) e, durante le successive 6 ore e 45 minuti hanno lavorato per sostituire un serbatoio di azoto utilizzato per pressurizzare il sistema di raffreddamento ad ammoniaca. Una volta che il serbatoio è stato rimpiazzato Walheim, piazzato sopra il braccio robotico della stazione, ha manovrato il serbatoio vuoto all'interno del vano di carico di Atlantis per essere riportato sulla Terra. Completato questa operazione principale Walheim e Schlegel hanno eseguito altri compiti minori come riparare lo scudo antidetriti del modulo laboratorio Destiny ed anticipato qualche operazione della terza ed ultima EVA della missione, che verrà compiuta venerdì. Questa sarà la quarta EVA per Walheim, che aveva già preso parte alla prima passeggiata spaziale di lunedì, e la prima per Schlegel. Si tratterà della 103° EVA dedicata all'assemblaggio ed al mantenimento della stazione spaziale. Mentre Walheim e Schlegel completavano i loro compiti a circa 330 chilometri sopra la Terra, i responsabili della missione hanno deciso di estendere la missione di Atlantis di un altro giorno per continuare l'attivazione del nuovo laboratorio Columbus. Inoltre i tecnici della NASA hanno dichiarato ufficialmente pronto per il rientro lo scudo termico dello shuttle cosi come ispezionato fino ad ora. E' stato deciso che la piccola piega nella coperta termica del pod sinistro non necessita di una riparazione e quindi nessuna EVA apposita verrà eseguita. Un'ultima ispezione è prevista dopo che Atlantis avrà lasciato la stazione. L'atterraggio di Atlantis è ora fissato per le 8.06 a.m. CST (le 15.06 ora italiana) di mercoledì 20 febbraio. Nelle foto (Credit: NASA) l'astronauta Walheim durante l'attività extraveicolare compiuta oggi.

Fonte: STS-122 MCC Status Report #12 -
STS-122 MCC Status Report #13

 

14/02/2008 - Giorno 8 - Dopo una giornata impegnativa e faticosa con la passeggiata spaziale di mercoledì, gli equipaggi della navetta spaziale Atlantis e della Stazione Spaziale Internazionale hanno trascorso oggi una giornata leggera, con diverso tempo libero, interviste e preparazione per l'ultima EVA di venerdì. L'equipaggio dello shuttle è stato svegliato alle 2.45 a.m. (le 9.45 ora italiana) con la canzone “Consider Yourself at Home.” Il brano, del musical “Oliver!”, era dedicato allo Specialista di Missione Stanley Love. Il primo evento importante della giornata è avvenuto alle 8.55 a.m. CST (le 15.55 ora italiana), quando il Comandante della navetta Steve Frick, gli Specialisti di Missione Hans Schlegel e Daniel Tani, il Comandante della stazione Peggy Whitson e gli Ingegneri di Volo Yuri Malenchenko e Leopold Eyharts hanno parlato con Angela Merkel, il Cancelliere tedesco. Schlegel, astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea proviene proprio dalla Germania. Hanno inoltre partecipato assieme al Direttore Generale dell'Agenzia Spaziale Europea Jean-Jacques Dordain e dell'astronauta Thomas Reiter dell'Agenzia Spaziale Tedesca. Più tardi Tani, la Whitson e Malenchenko sono stati intervistati alle 10.10 a.m. dalla NBC News, WOI-TV e WBBM radio. WOI-TV è di Des Moines, nello Iowa, città da dove proviene la Whitson. Invece la WBBM è di Chicago, vicino alla città natale di Tani, Lombard, nell'Illinois. Questa sera gli Specialisti di Missione Stanley Love e Rex Walheim "campeggieranno" all'interno del modulo di decompressione Quest. Questa operazione è utile per ripulire dall'azoto i corpi degli astronauti in preparazione per l'attività extraveicolare. Prima che il giorno sia concluso l'equipaggio ha dato una ripassata ai piani previsti per la terza ed ultima passeggiata spaziale prevista. Durante le 6,5 ore di passeggiata spaziale, il cui inizio è previsto per le 7.40 a.m. CST (le 14.40 ora italiana), Love e Walheim installeranno due piattaforme per esperimenti all'esterno del modulo Columbus e riporranno un giroscopio guasto all'interno del vano di carico della navetta. Inoltre i due astronauti daranno un'occhiata da vicino ad alcuni corrimano danneggiati del modulo di decompressione Quest e  che potrebbe essere la causa principale per i tagli ai guanti delle tute spaziali in alcune delle recenti missioni. Gli astronauti hanno costruito uno speciale utensile che verrà utilizzato durante l'ispezione, e che comprende del materiale per sovraguanti avvolto attorno ad un calzino. Il test comprende il far passare lo speciale attrezzo sul passamano danneggiato e vedere se è abbastanza affilato da provocare dei tagli sul materiale.  Nella foto (Credit: NASA/TV) l'inaugurazione ufficiale del modulo laboratorio Columbus.

Fonte: STS-122 MCC Status Report #14 - STS-122 MCC Status Report #15

 

15/02/2008 - Giorno 9 - I sette membri dell'equipaggio della navetta spaziale Atlantis sono arrivati all'ultima attività extraveicolare da compiere per completare l'installazione del nuovo modulo di ricerca Columbus e delle sue piattaforme per esperimenti esterni. La giornata è iniziata alle 2.45 a.m. (le 9.45 ora italiana) con la sveglia del Centro Controllo Missione che ha trasmesso la canzone “Marmor Stein und Eisen Bricht.” di Drafi Deutscher. La traduzione del titolo della canzone dal tedesco all'inglese è “Marble Breaks and Iron Bends". Il brano era dedicato allo Specialista di Missione Hans Schlegel, astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea di nazionalità tedesca. Gli astronauti Rex Walheim e Stan Love hanno trascorso oggi sette ore e 25 minuti completando la terza e finale attività extraveicolare della missione STS-122. Walheim e Love hanno lavorato per trasferire ed installare due supporti esterni per esperimenti e un osservatorio utilizzato per controllare il Sole e chiamato SOLAR, al modulo Columbus. Il Pilota Alan Pointdexter ha guidato i movimenti di Walheim e Love dall'interno della Stazione Spaziale Internazionale, mentre lo Specialista di Missione Leland Melvil operava il braccio robotico della stazione per portare gli astronauti e gli esperimenti nell'esatta posizione per l'appropriato posizionamento. Dopo l'installazione di SOLAR, l'equipaggio ha trasferito un giroscopio guasto di quelli che controllano l'orientamento della ISS e già sostituito in una precedente missione, all'interno del vano di carico di Atlantis per essere riportato sulla Terra. I due astronauti hanno completato i due compiti principali della EVA n.3 installando il secondo esperimento all'esterno del modulo Columbus chiamato EuTEF (European Technology Exposure Facility). Questo esperimento permetterà agli scienziati di esporre esperimenti al vuoto dello spazio. Una volta completato questa operazione Walheim e Love hanno esaminato un corrimano danneggiato all'esterno del modulo di decompressione Quest. Hanno utilizzato un attrezzo improvvisato coperto con del materiale proveniente dal sovraguanti di una tuta spaziale sfregandolo per vedere se può essere questa la fonte di alcuni danni ai guanti notati durante recenti attività extraveicolari della stazione. I Direttori della Missione a Houston discuteranno i risultati per determinare se questa area è veramente la sorgente del problema. Domani alle 6.17 a.m. (le 13.17 ora italiana) la navetta spaziale azionerà il suo sistema propulsivo per circa 31 minuti e 13 secondi per rialzare l'orbita della ISS. Questa manovra permetterà alla stazione di raggiungere il giusto allineamento per l'arrivo dello space shuttle Endeavour per la missione STS-123 il mese prossimo. Una conferenza stampa dell'equipaggio è fissata per le 7.40 a.m. (le 14.40 ora italiana) di domani con tutti e dieci i membri degli equipaggi che parteciperanno in una sessione di domande e risposte con i mass-media degli Stati Uniti e dell'Europa. Il prossimo rapporto missione sarà reso noto domani, appena dopo la sveglia dell'equipaggio prevista per le 1.45 a.m. (le 8.45 ora italiana). Nella bellissima foto (Credit: NASA) l'astronauta Walheim al lavoro all'esterno del modulo laboratorio Columbus, in alto si vede il traliccio principale con al termine il set di pannelli solari sullo sfondo la Terra.

Fonte: STS-122 MCC Status Report #16 - STS-122 MCC Status Report #17

 

16/02/2008 - Giorno 10 - I dieci membri dell'equipaggio a bordo del complesso formato dalla Stazione Spaziale Internazionale e dalla navetta spaziale Atlantis hanno oggi proseguito con la preparazione dell'interno del nuovo modulo di ricerca Columbus, hanno dato alla stazione una spinta per renderla pronta per i suoi prossimi visitatori ed hanno trascorso del tempo a parlare con i giornalisti sulla Terra. L'equipaggio ha potuto dormire trenta minuti in più questa mattina dopo la faticosa, lunga e complessa attività extraveicolare di ieri. La sveglia questa mattina è avvenuta alle 2.20 a.m. CST (le 9.20 ora italiana) con il brano musicale “I Believe I Can Fly,” eseguito da Yolanda Adams e Kenny G e dedicato allo Specialista di Missione Leland Melvin. All'inizio della giornata il sistema propulsivo della navetta spaziale Altantis è stato utilizzato per alzare la quota di circa 2,2 chilometri. Si è trattato della prima operazione di questo tipo, utilizzando i motori di una navetta spaziale fin dal 2002. La manovra è durata 36 minuti utilizzando quattro dei jet venieri di manovra dello shuttle che producono una spinta di circa 12,5 chilogrammi ognuno e che ne hanno lentamente alzato l'orbita. L'incremento di altitudine consentirà alla stazione di essere nell'appropriata posizione per l'arrivo il prossimo mese della navetta spaziale Endeavour per la missione STS-123. Sabato mattina tutti e 10 i membri della stazione e della navetta spaziale hanno eseguito la tradizionale conferenza stampa con i giornalisti di Stati Uniti ed Europa. Oggi sono stati anche compiuti i trasferimenti finali di materiale fra lo shuttle e la stazione spaziale. Oggi si è anche cominciato a trasferire anche l'ossigeno risparmiato in questi giorni dalla navetta sulla ISS, il trasferimento durerà 14h per oltre 40kg di gas. Questa procedura porterà a qualche piccolo inconveniente all'equipaggio visto che il sistema di trasferimento dell'ossigeno nel Quest è molto rumoroso, tanto da rasentare la soglia di pericolosità per l'udito umano, e gli equipaggio dovranno "riadattarsi" per il sonno di questa notte. Per quanto riguarda il rientro si è deciso che a causa dell'operazione di distruzione del satellite classificato USA-193 da parte dell'US Navy, possibile da giovedì prossimo, il rientro dell'Atlantis è "obbligatorio" per mercoledì, per evitare ogni, seppur remoto rischio, attivando quindi da subito (solitamente lo si fa solo dopo un primo rinvio di 24h) la base di Edwards. Le previsioni meteo sul lungo periodo sembrano comunque buone per un rientro al KSC. Gli equipaggi si saluteranno e chiuderanno i portelli fra le due astronavi appena dopo le 11 a.m. (le 18.00 ora italiana) di domenica. La partenza di Atlantis rimane fissata per lunedì mattina. Nella foto (Credit: NASA) in alto il Comandante di Atlantis Frick con il Comandante di Spedizione 16 Whitson. In quella a destra l'astronauta francese dell'ESA Leopold Eyharts al lavoro all'interno del nuovo modulo laboratorio Columbus. 

Fonte: STS-122 MCC Status Report #18 - STS-122 MCC Status Report #19 - Forumastronautico.it

 

17/02/2008 - Giorno 11 - I sette membri dell'equipaggio di Atlantis sono stati svegliati questa mattina alle 12.45 a.m. (le 7.45 ora italiana) con il brano musicale “Hail Thee, Harvey Mudd,” la fanfara dell'Harvey Mudd College scritta da Amy Lewkowicz e dedicata allo Specialista di Missione Stan Love che si è laureato lì nel 1987 a Claremont, California, un college privato per la matematica, scienze ed ingegneria. Durante la notte intanto sono stati trasferiti circa 40 chilogrammi di ossigeno dalla navetta Atlantis al serbatoio del modulo di decompressione Quest. I dieci membri del volo spaziale hanno diviso oggi le loro strade. Dopo i consueti e calorosi saluti i portelli fra la navetta spaziale Atlantis e la Stazione Spaziale Internazionale sono stati chiusi alle 12.03 p.m. CST (le 19.03 ora italiana). Durante i saluti c'è stata occasione per scambi reciproci con parole sentite da parte di Dan Tani per l'esperienza vissuta in questi mesi, durante i quali ha lavorato con persone di nazionalità Russa, Italiana, Francese e Tedesca. Un ringraziamento particolare alla famiglia e a tutti i tecnici a terra per essergli stati vicini nei terribili momenti che ha passato durante il suo soggiorno nello spazio per la scomparsa della madre. Ringraziamenti anche da Peggy Whitson, Steve Frick, Yury Malenchenko e Leopold Eyharts. In mattinata si erano effettuate ancora alcune operazioni sul Columbus, sempre per portarsi avanti con le attività e prima dei saluti si erano trasferite le ultime borse, soprattutto termiche che contengono numerosi esperimenti scientifici da riportare a Terra. Sempre in mattinata si sono eseguiti alcuni scatti all'interno del modulo Columbus utilizzando la speciale macchina fotografica dell'ESA per immagini stereoscopiche da utilizzare poi a scopo divulgativo. E' previsto che l'equipaggio della navetta Atlantis lasci la stazione spaziale lunedì con il distacco previsto per le 3.27 a.m. (le 10.27 ora italiana). L'atterraggio di Atlantis è previsto per mercoledì alle 8.07 a.m. (le 15.07 ora italiana) al Kennedy Space Center. L'Atlantis è stato lanciato con il più pesante carico all'interno del ponte inferiore nella storia del programma shuttle e rientrerà anche con il carico più pesante, quasi 930 chilogrammi. Il più importante trasferimento eseguito è lo scambio fra l'astronauta Dan Tani e l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea Leopold Eyharts. Tani si era unito all'equipaggio di Spedizione 16 in ottobre ed è stato rimpiazzato da Eyharts, giunto sulla stazione con l'equipaggio di STS-122. Eyhart completerà la sistemazione del laboratorio Columbus. Oltre ad aver portato a destinazione Columbus all'avamposto orbitale gli astronauti di Atlantis hanno anche eseguito tre attività extraveicolari preparando il modulo per il suo lavoro scientifico, rimpiazzando un serbatoio di azoto della stazione e recuperando un giroscopio guasto per il suo ritorno sulla Terra. Nella foto (Credit: NASA) tutti e dieci gli astronauti sulla ISS in posa all'interno del nuovo modulo laboratorio europeo Columbus.

Fonte: STS-122 MCC Status Report #20 - STS-122 MCC Status Report #21 - Forumastronautico.it

 

18/02/2008 - Giorno 12 - La sveglia di questa mattina è avvenuta alle 11.53 p.m. (le 6.53 ora italiana) con il brano musicale “Over the Rainbow/What a Wonderful World,” cantata in Giapponese/Hawaiano dal cantante israeliano Kamakawiwo'ole, accompagnato dal suo ukulele. La navetta spaziale Atlantis si è sganciata dalla Stazione Spaziale Internazionale alle 3.24 a.m. CST (le 10.24 ora italiana) dopo nove giorni di operazioni congiunte. Atlantis ed i suoi sette membri dell'equipaggio hanno lasciato sulla stazione il nuovo laboratorio dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea) e l'astronauta dell'ESA Leopold Eyharts che ha il compito di preparare gli esperimenti scientifici al suo interno.  Il modulo di ricerca Columbus aggiunge quasi 300 metri cubi di volume abitabile e dispone di dieci armadi per esperimenti, ognuno come fosse un laboratorio scientifico indipendente. Atlantis si lascia dietro di se il nuovo membro dell'equipaggio di Spedizione 16 Leopold Eyharts, 45 chilogrammi di ossigeno e quasi 800 litri di acqua. Dopo lo sgancio il Pilota Alan Pointdexter ha allontanato la navetta di circa 200 metri ed ha completato un giro completo attorno ai suoi colleghi per ottenere video ed immagini digitali del Columbus connesso al portello destro di Harmony. L'equipaggio ha poi compiuto l'ispezione finale al sistema di protezione termico della navetta in preparazione del rientro sulla Terra. E' stato utilizzato l'OBSS (Orbiter Boom Sensor System), la speciale prolunga del braccio robotico della navetta, alla ricerca di ogni più piccola evidenza di danni da detriti orbitali. I dati verranno inviati domani agli ingegneri per essere analizzati prima di avere il via libera per il rientro. L'astronauta Dan Tani, che è stato nello spazio fin dall'ottobre scorso, ha iniziato esercizi fisici per riadattare il proprio corpo di nuovo alla gravità terrestre. L'atterraggio di Atlantis al Centro Spaziale Kennedy è previsto alle 8.07 a.m. (le 15.07 ora italiana) di mercoledì. Le previsioni meteo sono favorevoli. Oggi l'equipaggio è andato a dormire alle 3.45 p.m. (le 22.45 ora italiana) e verrà svegliato alle 11.45 p.m. (le 6.45 ora italiana) per trascorrere l'ultimo giorno completo in orbita. Nella foto (Credit: NASA) la ISS con il nuovo modulo Columbus fotografata dall'equipaggio a bordo di Atlantis appena dopo il distacco. 

Fonte: STS-122 MCC Status Report #22 - STS-122 MCC Status Report #23

 

19/02/2008 - Giorno 13 - I sette membri dell'equipaggio di Atlantis hanno completato oggi i preparativi finali per il loro ritorno a casa, concludendo la loro missione di 13 giorni con l'atterraggio previsto per mercoledì mattina al Kennedy Space Center, in Florida. L'equipaggio è stato svegliato questa mattina alle 11.45 p.m. CST (le 6.45 ora italiana) con il brano degli Spamalot “Always Look on the Bright Side” eseguito per il Comandante di STS-122 Steve Frick. L'equipaggio ha iniziato le operazioni di stivaggio di routine e preparazione per l'uscita dall'orbita alle 2.45 a.m. (le 9.45 ora italiana). Alle 4.10 a.m. Frick, il Pilota Alan Pointdexter e lo Specialista di Missione Rex Walheim hanno attivato l'unità di energia ausiliaria (APU) per testare le superfici di controllo aerodinamico. Alle 5.20 a.m. sono stati testati i motori di manovra. Nel tardo pomeriggio di lunedì i riscaldatori di quattro jet venieri, parte del sistema di controllo di reazione, non avevano funzionato. Questi razzetti, posti vicino ai pod dell'OMS (Orbiter Maneuvering System) sono i piccoli motori di controllo di altitudine utilizzati per mantenere la posizione della navetta in orbita e non sono utilizzati durante le manovre di uscita dall'orbita. Gli astronauti dello shuttle hanno preso una pausa dal sistemare il materiale ed alle 7.35 a.m. parleranno con l'ABC News, la CNN e la WRIC-TV di Richmond, Virginia., vicino alla casa dello Specialista di Missione Leland Melvin. Alle 12.15 p.m. (le 19.15 ora italiana) Walheim e l'ex Ingegnere di Volo di Spedizione 16 Dan Tani hanno predisposto un apposito seggiolino nel ponte di volo inferiore che sarà proprio utilizzato da Tani durante il rientro e l'atterraggio. Melvin e lo Specialista di Missione Hans Schlegel hanno riposto l'antenna per telecomunicazioni in banda Ku alle 12.35 p.m. Intanto l'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale si sono meritati una giornata di riposo prima di affrontare un pesante calendario. Si dovranno infatti preparare per l'arrivo della prima sezione del laboratorio giapponese Kibo della JAXA (Japan Aerospace Exploration Agency) e del sistema multibraccio Dexter da aggiungere al braccio robotico canadese con la missione STS-123 il cui lancio è previsto per l'11 marzo. Nella foto (Credit: NASA/TV) l'equipaggio di Atlantis durante la sessione con le TV. 

Fonte: STS-122 MCC Status Report #24 - STS-122 MCC Status Report #25

20/02/2008 - Giorno 14 - La sveglia per l'equipaggio di Atlantis per le ultime ore da trascorrere nello spazio è iniziata alle 11.55 p.m. (le 6.55 ora italiana) con la musica di “Hail to the Spirit of Liberty” di John Philip Sousa e dedicata al Pilota Alan Pointdexter. Le operazioni di uscita dall'orbita sono iniziate alle 3.05 a.m. (le 10.05 ora italiana) e circa un'ora dopo il Centro Controllo Missione ha dato il via libera per la chiusura dei portelli del vano di carico. Le opportunità di atterraggio per oggi erano tre, le prime due al Kennedy Space Center e la terza alla base di Edwards in California. Fortunatamente le condizioni meteo in Florida hanno cooperato ed è stata sfruttata la prima opportunità di rientro. Alle 6.59 a.m. (le 13.59 ora italiana) è stata eseguita l'accensione dei due motori orbitali che hanno rallentato la navetta abbastanza da far si che l'attrazione gravitazionale terrestre prendesse il sopravvento. Alle 8.07 a.m. (le 15.07 ora italiana) la navetta spaziale Atlantis ha toccato la pista n.15 del Centro Spaziale Kennedy concludendo una missione pressoché perfetta. A bordo i sette uomini di equipaggio composti dal Comandante Steve Frick, il Pilota Alan Poindexter e gli Specialisti di Missione Leland Melvin, Rex Walheim, Hans Schlegel, Stan Love e Dan Tani. Durante i quasi 13 giorni di missione l'equipaggio di Atlantis ha installato, durante tre attività extraveicolari, il nuovo laboratorio scientifico europeo Columbus sulla Stazione Spaziale Internazionale, scambiato un membro dell'equipaggio di Spedizione 16 e riportato sulla Terra un giroscopio guasto. A bordo della navetta era partito l'astronauta francese dell'ESA Leopold Eyharts che ha dato il cambio a bordo della ISS a Dan Tani che vi era arrivato con la missione precedente STS-120. Mentre Atlantis scendeva sulla pista gli astronauti hanno potuto vedere dai finestrini la navetta Endeavour sulla rampa di lancio 39/A, quella da dove erano partiti, già pronta per la missione successiva STS-123 il cui lancio è previsto per l'11 marzo 2008. Atlantis verrà spostato già nel pomeriggio all'interno dell'OPF (lo speciale hangar nel quale si preparano le navetta al volo) dove inizieranno i preparativi per la sua prossima missione, STS-125, prevista per il 28 agosto e durante la quale verrà compiuta una visita finale al Telescopio Spaziale Hubble. L'equipaggio di Atlantis ritornerà ad Houston giovedì dove sarà ricevuto con una cerimonia prevista per le 4 p.m. (le 23 ora italiana) all'hangar della NASA 276 ad Ellington Field. Nella foto in alto (Credit: NASA) il Pilota Alan Pointdexter nella cabina di comando di Atlantis. Nalla foto a destra (Credit: NASA/Chris Lynch) il momento dell'atterraggio della navetta spaziale Atlantis di ritorno dalla missione STS-122.

Fonte: STS-122 MCC Status Report #26 - STS-122 MCC Status Report #27

 

Nella foto (Credit: NASA/Bill Ingalls) l'equipaggio di Atlantis appena sceso dalla navetta. Da  sinistra Leland Melvin, Hans Schlegel, Stanley Love, Rex Walheim, Alan Poindexter e Stephen Frick. Dan Tani non è presente perché sottoposto a test medici dopo la lunga missione.

Nella illustrazione (Credit: NASA) l'aspetto della Stazione Spaziale Internazionale dopo le modifiche apportate dalla missione STS-122. Si nota evidenziato il modulo laboratorio Columbus.

Puoi ascoltare e scaricare i report giornalieri della missione in audio mp3 sul sito:

http://astronauticast.forumastronautico.it/

werhsepd.gif (1132 byte)

 

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

 

Ultimo aggiornamento 20/02/2008

Torna alla Home page

 Sito curato da Massimo Martini