Il momento del decollo della navetta Atlantis per la missione STS-125  

STS-125 / HST SM-4

werhsepd.gif (1132 byte)

.............  

Qui sopra lo stemma della missione e a destra l'equipaggio di STS-125: da sinistra gli Specialisti di Missione Michael J. Massimino, Michael T. Good, il Pilota Gregory C. Johnson, il Comandante Scott D. Altman, e gli Specialisti di Missione K. Megan McArthur, John M. Grunsfeld e Andrew J. Feustel. Nella foto in alto a sinistra la navetta spaziale Atlantis al momento del decollo. Credit: NASA

STS-125 (126) - OV-104 Atlantis (30)

 

Tempo finale della Missione

12 giorni, 21 ore, 38 minuti

Volo: STS-125 - HST SM-4 (quinta ed ultima missione di servizio al Telescopio Spaziale Hubble)

Carico Utile: varie apparecchiature da installare o sostituire su HST:

* - Soft-Capture Mechanism (permetterà di attraccare con un veicolo al telescopio - ideato per deorbitare il telescopio al termine della vita operativa)

* - Cosmic Origins Spectrograph (spettrografo ultravioletto 30 volte più sensibile del precedente)

* - Wide Field Camera 3 (macchina fotografica a grande campo capace di catturare infrarosso, ultravioletto e luce visibile)

* - Sostituzione di sei giroscopi e sei batterie oltre alla riparazione del Space Telescope Imaging Spectrograph e dell'installazione di un sensore di guida.

Orbiter: OV-104 Atlantis - Serbatoio esterno: ET-130 - Razzi ausiliari: 130/Bi137 - RSMR 105 - Motori principali (SSME): 2059 / 2044 / 2057

Equipaggio: (7) Comandante Scott D. Altman (4), Pilota Gregory C. Johnson (1), Specialisti di Missione Michael J. Massimino (2) MS4/EV3, Michael T. Good (1) MS1/EV4, K. Megan McArthur (1) MS2/RMS, John M. Grunsfeld (5) MS3/EV1 e Andrew J. Feustel (1) MS5/EV2 

Il numero fra parentesi dopo il nome dell'astronauta si riferisce al numero di missioni nello spazio compreso questa. MS è Specialista di Missione. EV è indicato chi effettuerà le attività extraveicolari. RMS è l'operatore al braccio robotico Canadarm.

Lancio: 11 maggio 2009 ore 2.01.56 p.m. EDT (le 20.01.56 ora italiana) finestra di lancio 60 minuti - Rampa 39/A MPLM-2.

Cattura del Telescopio Spaziale Hubble: 13 maggio 2009 ore 01.14 p.m. (le 19.14 ora italiana)

Rientro: 24 maggio 2009 ore 10.40 a.m. CDT (le 17.40 ora italiana) sulla pista n.22 della Base Aerea di Edwards, in California. 

Durata della missione: 12 giorni, 21 ore e 38 minuti

Orbite: 197

Inclinazione: 28,5°

Altezza: 547 chilometri

Obiettivi della missione: Quinta ed ultima missione di riparazione ed assistenza al Telescopio Spaziale Hubble.

Statistiche: 

157° missione umana Americana nello spazio
126° missione Shuttle
2° Missione Shuttle delle sei previste per il 2009
101° missione dopo il disastro del Challenger
13° missione dopo il disastro del Columbia
30° missione di Atlantis
73° lancio dal pad 39A

 

werhsepd.gif (1132 byte)

Cronologia pre-volo

Il serbatoio esterno n.127 arriva al Kennedy Space Center per la missione STS-12516/07/2008 - Il serbatoio esterno per la missione della navetta spaziale Atlantis STS-125 al telescopio spaziale Hubble si muove verso i portoni del Vehicle Assembly Building Centro Spaziale Kennedy della NASA. Il serbatoio ET-127 è arrivato al molo durante le prime ore della giornata a bordo della chiatta Pegasus direttamente dallo stabilimento MAF di Michoud, nella Louisiana. Il serbatoio, una volta entrato all'interno del VAB è stato agganciato da una speciale gru e sollevato in verticale per essere trasportato nell'apposito vano dove verrà sottoposto a vari controlli. Il suo accoppiamento con i due booster a propellente solido (già montati lo scorso 5 giugno) avverrà il prossimo 7 agosto. Il lancio di Atlantis rimane fissato per l'8 ottobre. Foto (Credit: NASA/Amanda Diller). 

Fonte: NASA

 

 

Il momento della chiusura dei portelli del vano di carico della navetta Atlantis per la missione STS-12524/07/2008 - Continua regolarmente la preparazione di STS-125 - Nella OPF-1 (Orbiter Processing Facility 1) del Centro Spaziale Kennedy, in Florida, un dipendente della USA (United Space Alliance) da il segnale che i portelli del vano di carico della navetta spaziale Atlantis sono stati chiusi. Il vano di carico è stato preparato ad accogliere gli strumenti e le attrezzature di cui ha bisogno per servire il Telescopio Spaziale Hubble. Il lancio di Altantis è previsto per l'8 ottobre per la missione di servizio STS-125 ad Hubble. L'equipaggio di STS-125 della eseguirà una storica missione di "chirurgia" in orbita per riparare due importanti strumenti scientifici a bordo del telescopio. Dopo la cattura del telescopio due squadre di astronauti eseguiranno cinque attività extraveicolari (EVA) per poter eseguire tutte le riparazioni. Intanto nell'edificio Payload Hazardous Servicing Facility sempre del KSC sono stati trasferiti tre speciali canestri che contengono le attrezzature che dovranno essere rimpiazzate sul Telescopio Spaziale Hubble. Si tratta del Flight Support System o FSS, l'Orbital Replacement Unit Carrier o ORUC, ed il Super Lightweight Interchangeable Carrier o SLIC. Il Multi-Use Lightweight Equipment carrier verrà trasferito agli inizi di agosto. Il carico di queste attrezzature per la riparazione di Hubble verranno montati a bordo di Atlantis una volta che il complesso STS-125 sarà arrivato sulla rampa di lancio. Atlantis verrà portato nel VAB per essere accoppiato con i due booster a propellente solido e con il serbatoio esterno ET-127 il 18 agosto ed il rollout di tutto il complesso verso la rampa di lancio 39/A è previsto per il 25 agosto.  Intanto fervono i lavori di riparazione alla rampa 39/A rimasta danneggiata durante l'ultimo lancio di STS-124. Infatti durante il lancio centinaia di mattoni che rivestono la trincea inferiore della rampa vennero letteralmente fatti schizzare a centinaia di metri di distanza. La riparazione sarà comunque completata prima del rollout del sistema STS-125 sulla rampa. Foto (Credit: NASA/Jack Pfaller)

Fonte: NASA

 

23/08/2008 - Atlantis trasferito finalmente nel VAB - Questa sera alle 11.05 p.m. EDT (le 5.05 ora italiana del 23 agosto) si è completato il trasferimento dell'orbiter Atlantis dal suo hangar OPF-1 fino al VAB (operazione chiamata "rollover"). Il trasferimento era previsto lunedì scorso ma, a causa dell'uragano Frey che ha investito la Florida, era stato rimandato di quattro giorni.  Atlantis era stato caricato sull'apposito vagone di 76 ruote che ha effettuato il percorso di circa 400 metri che separa l'OPF dal VAB. Una volta qui domani verrà sollevato in verticale ed assemblato con il serbatoio esterno e con i due booster. Fra circa una settimana avverrà il rollout, ovvero il trasferimento di tutto il complesso STS-125 alla rampa di lancio 39/A del Kennedy Space Center per mezzo dello speciale cingolato "crawler". Il lancio della missione STS-125 per il telescopio spaziale Hubble è prevista per l'8 ottobre. L'equipaggio di Atlantis, composto da sette astronauti,  riprenderà le fasi finali dell'addestramento alla missione lunedì prossimo al Johnson Space Center della NASA ad Houston, nel Texas. Rimane invece a rischio la data per la STS-400, la missione di soccorso della navetta Endeavour che deve essere pronta sul pad di lancio in caso di problemi gravi ad Atlantis. Infatti le cose sono invece un po' più critiche a causa di due problemi attualmente in fase di lavorazione, il primo è il problema già presentato nei giorni scorsi con la valvola da sostituire dell'impianto dell'ossigeno della navetta. L'ultima volta che è avvenuta una sostituzione di quel componente si sono impiegate 5 settimane, questa volta utilizzando turni di 7 giorni e 24 ore si dovrebbe riuscire a compiere la sostituzione in 18 giorni mettendo comunque una certa pressione alla data di rollover del prossimo mese. Esiste anche la possibilità di bypassare la valvola ma questo implicherebbe alcune altre complicazioni fra cui il rischio di avere FOD (Foreign Object Debris) nella linea di bypass che verrebbe installata. Il secondo riguarda il problema con un rumore metallico udito provenire dall'interno del serbatoio ET-129 mentre veniva posizionato in verticale nel VAB. Si sarebbero dovuti compiere alcuni test ai raggi X e boroscopici nei giorni scorsi, ma con la chiusura del KSC a causa dell'uragano Frey sono stati rinviati, una decisione verrà presa solo al compimento di queste analisi. 

Fonte: NASA - Forumastronautico.it

 

27/08/2008 - Rinviato ancora il rollout di Atlantis - Problemi con le tubature di connessione dell'idrogeno liquido fra la navetta spaziale Atlantis ed il suo serbatoio esterno hanno costretto al rinvio del trasferimento (rollout) dello shuttle alla rampa 39/A del Kennedy Space Center. Il viaggio di circa 5 chilometri fra il VAB (Veicolo di Assemblaggio Verticale) e la rampa sarebbe dovuto avvenire sabato mattina ma le difficoltà incontrate durante la settimana costringeranno a rinviare almeno fino a martedì mattina. L'Atlantis era giunto nel VAB lo scorso venerdì per essere agganciato al serbatoio ed ai due razzi ausiliari. Durante il lavoro successivo per connettere le condotte di idrogeno liquido un bullone di fissaggio è andato fuori fase e si è bloccato. I tecnici hanno rimosso la guida del bullone ormai rovinata e l'hanno sostituita ed ora verranno condotte ispezioni di controllo prima di procedere nuovamente alla manovra di connessione. Questo problema, unito a quello dell'uragano Fay, che è passato vicino al Centro Spaziale Kennedy, potrebbero far slittare di almeno tre giorni la data prevista per il lancio, ora fissata per l'8 ottobre.   

Fonte: SpaceflightNow

 

05/09/2008 - Atlantis finalmente in rampa - La navetta spaziale Atlantis ha raggiunto giovedì la rampa di lancio 39/A del Centro Spaziale Kennedy alle 3.52 p.m. EDT (le 20.52 ora italiana del 4 settembre) dopo il viaggio di circa sei ore. La navetta era stata trasferita nel VAB dodici giorni fa e per diverse volte era stato rinviato il rollout in rampa sia per problemi tecnici che per il pericolo dell'uragano Hanna. Il lancio di STS-125 dedicato all'ultima missione di servizio per il Telescopio Spaziale Hubble è ora fissato per il 10 ottobre alle 12.33 a.m. EDT (le 17.33 ora italiana), due giorni dopo quando inizialmente previsto a causa di un piccolo ritardo nella preparazione del carico utile. La missione della durata di 11 giorni includerà ben cinque attività extraveicolari da parte di quattro dei sette astronauti a bordo per riparare ed aggiornare Hubble. L'atterraggio al KSC è previsto per il 20 ottobre. Intanto anche il lancio della navetta spaziale Endeavour è stato spostato di due giorni, ora è fissato per il 12 novembre e l'atterraggio per il 27 novembre. Ricordiamo che, a causa dell'impossibilità di Atlantis di raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale in caso di gravi problemi allo scudo termico che ne rendano pericoloso il rientro sulla Terra, proprio la navetta spaziale Endeavour sarà incaricata di effettuare una missione di salvataggio. A questo proposito anche Endeavour sta procedendo speditamente nella preparazione ed il 12 settembre sarà trasferita nel VAB per essere accoppiata al serbatoio esterno ed ai due booster. Il 19 dello stesso mese il complesso STS-400 (numero della missione di salvataggio) verrà portato alla rampa 39/B dove attenderà l'esito dei primi giorni di missione di Atlantis. Se tutto andrà come previsto ed Atlantis non avrà problemi per il rientro Endeavour verrà spostata dalla rampa 39/B alla 39/A per proseguire i preparativi per la missione regolare STS-126. 

Fonte: NASA

 

L'equipaggio di Atlantis ripreso sulla rampa 39/A al termine della TCDT22/09/2008 - La NASA potrebbe rinviare il lancio di Atlantis - Gli astronauti assegnati alla missione Atlantis STS-125 hanno ricontrollato le procedure di emergenza al Kennedy Space Center prima di partecipare alla simulazione di conto alla rovescia previsto per mercoledì. Il lancio per la complessa missione dedicata alla manutenzione ed aggiornamento del Telescopio Spaziale Hubble rimane fissato pe le 12.43.35 a.m. del 10 ottobre (le 17.43 ora italiana) ma fonti non ufficiali parlano di uno slittamento di un paio di giorni a causa dei problemi di addestramento dell'equipaggio e dei ritardi avutisi con il carico utile. Una revisione del programma shuttle è prevista entro la settimana. I responsabili della missione effettueranno una revisione dello stato della navetta, dell'addestramento dell'equipaggio, della preparazione dei controllori di volo e degli effetti dell'uragano Ike sul personale del Johnson Space Center, prima di rilasciare una raccomandazione per la data di lancio ai dirigenti della NASA. Un ulteriore FRR (Flight Readiness Review - Revisione di preparazione al volo) è prevista per il 2 e 3 ottobre prossimo. Sebbene il lancio rimanga, al momento, previsto per il 10 ottobre fonti interne affermano che uno slittamento di due o più giorni potrebbe essere deciso a causa della perdita di addestramento dell'equipaggio dovuto alla chiusura del Johnson Space Center la scorsa settimana e per i problemi nella preparazione del carico utile al Kennedy Space Center. Gli astronauti di Atlantis, che sono arrivati in volo al KSC domenica per partecipare questa settimana al TCDT (Terminal Countdown Demonstration Test - Prova finale del conto alla rovescia) sono in ottima forma psicologica e pronti al compito che li attende. "Voglio soltanto prendere un minuto per dirvi quanto siamo felici di essere qui e quanto è grande la voglia di volare e vedere la rampa con il veicolo pronto al via" ha dichiarato il Comandante Scott Altman ai giornalisti sulla pista. "E' bello essere qui e poter voltare le spalle all'uragano e guardare al volo che ci aspetta,". La scorsa settimana gli ingegneri sono stati costretti a rinviare la consegna del carico utile di Atlantis sulla rampa a causa di una contaminazione di uno strato isolante di uno degli strumenti. Il problema è stato risolto ed il carico è stato portato alla rampa sabato notte, il giorno seguente la navetta Endeavour è stata trasportata alla rampa 39/B per essere pronta in caso di emergenza per recuperare l'equipaggio di Atlantis. Gli ingegneri hanno incontrato altri problemi nello spostare il contenitore del carico nell'apposita camera di scambio della rampa 36/A ma il lavoro è stato completato lunedì. Il carico per Hubble, due nuovi strumenti scientifici, nuove batterie, giroscopi ed altre attrezzature verranno installate nel vano di carico di Atlantis martedì. Altman ed i suoi compagni, il Pilota Gregory C. Johnson, l'Ingegnere di Volo Megan McArthur e gli specialisti per le attività extraveicolari John Grunsfeld, Michael Massimino, Andrew Feustel e Michael Good giovedì indosseranno le tute di volo, saliranno su Atlantis ed effettueranno una fedele simulazione di conto alla rovescia per il lancio fino all'accensione ed il successivo spegnimento dei motori principali della navetta. I pianificatori della missione hanno deciso di predisporre il lancio 10 minuti dopo l'apertura della finestra di lancio giornaliera per massimizzare le performance di ascesa del veicolo. Nella foto (Credit: NASA - KSC-08PD-2910) l'equipaggio di Atlantis al termine della simulazione di lancio TCDT del 24 settembre. 

Fonte: SpaceflightNow

 

24/09/2008 - Rinvio confermato per Atlantis - La NASA ha deciso oggi di spostare la data di lancio della missione STS-125 Atlantis dal 10 al 14 ottobre alle ore 10:19 p.m. EDT (le 1.19 ora italiana del 15 ottobre). Una data ed un orario ufficiale verranno comunicati il prossimo 3 ottobre durante una conferenza stampa che seguirà la tre giorni di FRR. Questo slittamento avrà impatto anche sul lancio della missione successiva STS-126 Endeavour spostata ora dal 12 al 16 novembre. 

Fonte: NASA

 

Il Telescopio Spaziale Hubble dopo la missione di servizio n.2 effettuata durante STS-82.30/09/2008 - Grave guasto ad Hubble fa rinviare il lancio di Atlantis - A causa di un grave guasto al Telescopio Spaziale Hubble occorso durante il fine settimana e che ha compromesso l'immagazzinamento e la trasmissione dei dati scientifici sulla Terra, la NASA valuterà i risultati dell'investigazione prima di determinare le conseguenze sul lancio della missione di servizio STS-125. Viene considerata la possibilità di far volare un'unità di rimpiazzo del sistema come parte del carico utile che verrebbe poi installato durante la missione. L'unità di riserva deve però prima essere testata e controllata al Goddard Spaceflight Center di Greenbelt, nel Maryland, ma così questo non sarà pronto per l'invio al Kennedy Space Center fino alla prima settimana di gennaio. La NASA ha ora deciso di far volare per prima la missione di Endeavour STS-126 spostando la missione di servizio ad Hubble STS-125 nel 2009. Il lancio di Endeavour è ora previsto per il 16 novembre. I responsabili della NASA stanno anche pensando di spostare la data di lancio di un paio di giorni, se possibile. Il guasto di Hubble è avvenuto al Control Unit/Science Data Formatter - Lato A, il sistema di controllo principale. Appena dopo le 8 p.m. di sabato (le 1 ora italiane di domenica) il computer del telescopio spaziale ha inviato un comando per salvaguardare il computer e gli strumenti scientifici quando un errore è stato riscontrato all'interno dello CUSDF (Control Unit/Science Data Formatter). Un tentativo di resettare il sistema ed ottenere un riavvio della memoria del computer del carico scientifico non ha avuto successo. Ulteriori prove dimostrano che il Lato A non riesce più a supportare il trasferimento dei dati scientifici sulla Terra. Una transizione con il sistema di riserva Lato B potrebbe riportare alla piena funzionalità degli strumenti scientifici e le operazioni. La transizione al Lato B è complessa e richiede che altri cinque moduli usati per manipolare i dati possano essere spostati sul Lato B del sistema. Il Lato B di questi moduli è stato attivato l'ultima volta a Terra prima del lancio agli inizi degli anni '90. La squadra operazioni di Hubble ha iniziato la transizione al Lato B e spera di poter riconfigurare Hubble prima della fine della settimana. La transizione verrà completata dopo che le squadre completeranno una revisione di tutta l'operazione. Hubble potrebbe ritornare alle operazioni scientifiche nell'immediato futuro se la riconfigurazione avrà successo. Nella foto (Credit: NASA) il Telescopio Spaziale Hubble dopo la missione di servizio n.2 effettuata durante STS-82 nel febbraio 1997.

Fonte: NASA

 

La navetta spaziale Atlantis viene riportata all'interno del VAB dopo il rinvio della missione STS-12520/10/2008 - Atlantis riportato nel VAB - La navetta spaziale Atlantis è tornata al sicuro all'interno del VAB (Vehicle Assembly Building - Edificio di Assemblaggio Verticale) questo pomeriggio. La manovra, chiamata "rollback", è iniziata ufficialmente alle 6.45 a.m. (le 12.45 ora italiana), quando il gigantesco cingolato si è staccato dalla rampa 39/A del Kennedy Space Center con sopra di esso il complesso STS-125, ed è stata completata alle 1.42 p.m. EDT (le 18.42 ora italiana) quando la navetta Atlantis con il suo serbatoio esterno ed i due booster a propellente solido sono entrati all'interno del VAB. I rollback sono operazioni relativamente rare nel programma shuttle. Quella di oggi è la 19° dal 1983, la maggior parte delle quali effettuate per problemi tecnici. Alcune volte invece sono state effettuare per il pericolo di tempeste tropicali o uragani. Ma questo rollback è il soltanto il secondo che viene effettuato per problemi relativi al carico utile della missione. Il primo occorse nel marzo del 1985 quando il Challenger venne tolto dalla rampa 39/A ed il suo volo STS-51E cancellato a causa di problemi con il carico, il satellite TDRS-B (Tracking and Data Relay Satellite-B). A causa dei problemi avuti al Telescopio Spaziale Hubble la missione di servizio di Atlantis è stata per il momento "congelata" almeno fino a metà febbraio, come minimo. Una volta che la rampa 39/A è stata liberata la navetta spaziale Endeavour potrà essere spostata dalla rampa 39/B dove si trovava parcheggiata. Il carico utile di Endeavour verrà portato alla rampa 39/A entro la settimana e la navetta Endeavour sarà spostata lì domenica prossima. Il lancio della missione STS-126 Endeavour è previsto per il 14 novembre 2008. Nella foto (Credit: NASA/Kim Shiflett) la navetta Atlantis mentre viene riportata verso il VAB.

Fonte: SpaceflightNow

 

30/10/2008 - Endeavour via il 14 novembre, Atlantis slitta a metà 2009 - I responsabili della NASA hanno dato oggi l'ok definitivo per il via al lancio di Endeavour il 14 novembre per la missione STS-126 di rifornimento alla stazione spaziale. Ma il lavoro richiesto per testare un componente vitale del Telescopio Spaziale Hubble non potrà essere completato in tempo per un lancio a bordo di Atlantis in febbraio. Quel volo, Missione di Servizio Hubble n.4, era originariamente prevista per il 14 ottobre scorso ma venne rinviata quando un componente elettronico critico per l'attività scientifica di Hubble si guastò in settembre. I dirigenti della NASA avevano deciso di rinviare il lancio di Atlantis a febbraio per dare tempo agli ingegneri di testare il componente elettronico di riserva, ma controlli più dettagliati e problemi con l'attrezzatura richiedono studi aggiuntivi ed il volo non potrà prendere il via almeno fino a maggio. Gli ingegneri ora prevedono di rimuovere Atlantis dal suo serbatoio esterno e dai razzi a combustibile solido ed avviare la preparazione per la navetta Discovery per il lancio previsto il 12 febbraio per la consegna dell'ultimo paio di pannelli solari alla ISS. Se tutto andrà bene la missione shuttle per Hubble, con Atlantis, potrebbe partire intorno al 12 maggio 2009, due settimane prima del lancio della capsula russa Soyuz (prevista per il 25) e che porterà tre membri dell'equipaggio alla stazione spaziale portando a 6 il numero di astronauti totali permanenti a bordo. Ma questo ruolino di marcia prevede che gli ingegneri del Goddard Space Center possano risolvere l'anomalia nel componente elettronico di rimpiazzo e completare tutta una serie di esaustivi test per verificare la sua resistenza al volo. Preston Burch, direttore del programma Hubble al Goddard, è confidente che l'attrezzatura sarà pronta al volo di maggio. 

Fonte: NASA
L'orbiter Altantis agganciato al serbatoio esterno ET-130 ed i due booster a combustibile solido per la missione STS-12527/03/2009 - Atlantis agganciato al serbatoio ET-130 - L'orbiter Atlantis è stato oggi agganciato al serbatoio esterno ET-130 ed ai due booster a propellente solido in preparazione della missione shuttle STS-125 prevista per il prossimo 12 maggio. L'orbiter Atlantis era stato riportato nel VAB (Vehicle Assembly Building) lo scorso 23 marzo proveniente dalla OPF-1 (Orbiter Processing Facility 1). Qui la navetta Atlantis era rimasta fin dallo scorso '11 novembre scorso dopo essere stato sconnesso dal serbatoio ET-127 ed i relativi 2 booster a causa del rinvio del lancio per i problemi tecnici del Telescopio Spaziale Hubble. Ora il rollout del complesso Atlantis/ET-130/booster verso la rampa 39/A è previsto per il prossimo 31 marzo. Purtroppo si è verificato un piccolo inconveniente mentre l'orbiter veniva agganciato al serbatoio, un attrezzo è caduto dall'alto delle passerelle di lavoro dell' High Bay 3 all'interno del VAB ed ha colpito lo scudo termico della navetta danneggiando una mattonella. Il danno non è grave e la riparazione potrà essere effettuata prima del trasporto del sistema in rampa senza quindi avere conseguenze con la data prevista di lancio. La zona del danno si trova fra i due portelli di entrata delle tubature di ossigeno ed idrogeno liquidi posti nella parte inferiore della navetta. La riparazione verrà effettuata con una speciale pasta senza sostituire la piastrella in questione, cosa questa che avrebbe costretto a disconnettere nuovamente la navetta dal serbatoio e riportarlo all'interno delll'hangar OPF-1 ritardando nuovamente il lancio di alcune settimane. Intanto arrivano anche buone notizie dal dispositivo da sostituire su Hubble (lo Science Instrument Command and Data Handler Side-A) che era andato in avaria a settembre ed aveva costretto la NASA a rinviare la missione. Il rimpiazzo del SIC&DH ha completato una serie completa di test con risultati positivi tanto che il pezzo sta per essere inviato al Kennedy Space Center per essere inserito nel carico utile di STS-125. Nella foto (Credit: NASA/Kim Shiflett - KSC-2009-2281) l'orbiter Altantis agganciato al serbatoio esterno ET-130 ed i due booster a combustibile solido per la missione STS-125. ET-130 era arrivato al KSC il 5 dicembre 2008 ed era stato agganciato ai due booster a combustibile solido il 15 gennaio 2009.

Fonte: NASA

 

La navetta spaziale Atlantis ha raggiunto la rampa di lancio 39/A del KSC in preparazione alla missione STS-12531/03/2009 - Atlantis in rampa per STS-125 - A poco più di due giorni dalla conclusione della missione precedente, la navetta spaziale Atlantis è stata trasportata alla rampa di lancio 39/A del Kennedy Space Center, in Florida, per la sua missione, prevista per il 12 maggio prossimo, al Telescopio Spaziale Hubble. L'arrivo alla rampa di lancio del complesso STS-125 è avvenuto alle 9.10 a.m. EDT (le 15.10 ora italiana) a bordo del gigantesco cingolato da trasporto (crawler). L'inizio del viaggio del complesso STS-125 dal VAB (Vehicle Assembly Building) è avvenuto alle 3.54 a.m. (le 9.54 ora italiana) e con una velocità di circa 1,6 km orari sul percorso di circa 5,5 km. Lo shuttle è stato definitivamente assicurato alla rampa alle 11.17 a.m. (le 17.17 ora italiana). Durante la missione di 11 giorni di Atlantis al Telescopio Spaziale Hubble, la quinta ed ultima prevista, verranno eseguite cinque attività extraveicolari (EVA) che permetteranno l'installazione da parte degli astronauti di due nuovi strumenti, la riparazione di altri due e la sostituzione di altri. Il SIC-DHU (Science Instrument Command and Data Handling Unit) che verrà installato sul telescopio arriverà al KSC lunedì. Questo strumento rimpiazzerà quello che si è guastato su Hubble nel settembre 2008 e che ha comportato il rinvio della missione di servizio. I risultati di aggiornamento di questa missione aumenteranno le capacità del telescopio ben oltre il previsto e ne estenderanno la vita operativa almeno fino al 2014. L'equipaggio di STS-125 è formato dal Comandante Scott Altman, il Pilota Gregory C. Johnson e gli specialisti di missione John Grunsfeld, Mike Massimino, Megan McArthur, Andrew Feustel e Michael Good. Questa sarà la 126° missione del programma shuttle, la 30° per l'orbiter Atlantis e la quinta dedicata al Telescopio Spaziale Hubble, compresa la sua messa in orbita. La navetta spaziale Endeavour è prevista che sia trasferita alla rampa gemella, la 39/B, il 17 aprile in preparazione di una malaugurata missione di soccorso all'equipaggio di Atlantis (la cosiddetta Launch On Need, STS-400). Una volta che Atlantis sarà dichiarato sicuro per il rientro la navetta Endeavour verrà trasferita alla rampa 39/A per la sua missione STS-127 dedicata alla Stazione Spaziale Internazionale con il lancio previsto a metà giugno. Endeavour verrà trasferita dall'OPF-2, dove si trova attualmente, al VAB il prossimo 10 aprile. Una volta qui verrà accoppiata al serbatoio esterno ed ai due booster a combustibile solito in preparazione al trasferimento alla rampa 39/B. I dirigenti della NASA hanno deciso di procedere con questo approccio di doppia rampa che permette un risparmio di circa un mese nelle operazioni di preparazione di STS-125 e STS-127. Endeavour, durante la sua missione, consegnerà il Japanese Exposed Facility alla ISS completando così il laboratorio scientifico giapponese Kibo. Intanto il Programma Space Shuttle prosegue il lavoro assieme al Programma Constellation per minimizzare l'impatto sul test Ares I-X che utilizzerà la rampa 39/B entro l'anno. Nella foto (Credit: NASA - KSC-2009-2453) la navetta spaziale Atlantis ha raggiunto la rampa di lancio 39/A del KSC in preparazione alla missione STS-125.

Fonte: NASA

 

26/04/2009 - Partenza di STS-125 anticipata di un giorno ?- Mentre proseguono i preparativi per il lancio della missione STS-125, la quarta ed ultima missione di riparazione ed aggiornamento del Telescopio Spaziale Hubble (HST), i dirigenti della NASA hanno anticipato, anche se per il momento non ufficialmente, da data di partenza di un giorno, dal 12 al 11 maggio. Il carico utile della missione, composto dagli attrezzi e dalle apparecchiature che dovranno essere sostituite sul HST, è stato caricato nel vano della navetta Atlantis il 22 aprile scorso e l'equipaggio sta eseguendo le ultime fasi dell'addestramento al JSC (Johnson Space Center) di Houston, in Texas. Al momento non vi sono grossi problemi nei preparativi ed il 30 aprile vi sarà una conferenza stampa dei manager della NASA dove verrà ufficializzata data ed ora di lancio della missione.  

Fonte: NASA

 

Lo Specialista di Missione Michael Good osserva l'interno del vano di carico di Atlantis stivato di apparecchiature per la missione01/05/2009 - Confermato il lancio di STS-125 per l'11 maggio - A seguito della riunione dei vertici NASA svoltasi ieri (la Flight Readiness Review o FRR) al Kennedy Space Center in Florida è stata ufficializzata la data di lancio della missione STS-125 dedicata alla riparazione ed aggiornamento del Telescopio Spaziale Hubble. Il lancio avrà luogo l'11 maggio alle 2:01 p.m. Eastern Time (le 20.01 ora italiana). "Le squadre sono pronte a fare quello per cui sono preparati ed i veicoli sono in ottima forma" ha dichiarato Bill Gerstenmaier (Amministratore Associato per le Operazioni Spaziali). Il responsabile del Programma Space Shuttle John Shannon si è dichiarato concorde con le conclusioni dell'incontro "Un FRR veramente liscio... senza nessun intoppo. Non abbiamo avuto opinioni dissenzienti e nessuna reale grossa discussione sulla quale dibattere." Intanto i tecnici alla rampa 39/A continuano i preparativi sulla navetta Atlantis installando a bordo le tute spaziali che verranno utilizzate durante le cinque attività extraveicolari previste. Gli astronauti dell'equipaggio di STS-125 sono volati da Houston per eseguire un sopralluogo al carico utile imbarcato sulla navetta e poi sono ritornati in Texas per concludere le ultime fasi dell'addestramento. Tre nuove valvole FCV (flow control valves) sono state installate ieri. Le FCV avevano causato preoccupazioni dopo che una di esse era stata trovata danneggiata dopo la missione STS-126. Un piccolo danno ad un radiatore della navetta, causato da un utensile caduto inavvertitamente durante l'installazione del carico utile la scorsa settimana, è stato osservato nei giorni scorsi e sono in corso riunioni fra i tecnici e gli ingegneri per decidere il miglior modo di riparlo. Comunque questo piccolo problema non dovrebbe incidere sulla data di lancio. Nella foto (Credit: NASA/Kim Shiflett) lo Specialista di Missione Michael Good osserva l'interno del vano di carico di Atlantis stivato con il materiale che verrà utilizzato durante la missione. 

Fonte: NASA

 

08/05/2009 - Iniziato il conto alla rovescia per STS-125 - Questa sera alle 22.00 ora italiana (le 16 p.m. EDT ora della Florida) è iniziato il conto alla rovescia finale per il lancio della navetta spaziale Atlantis per la missione STS-125, la quarta, ed ultima, missione di riparazione ed aggiornamento del Telescopio Spaziale Hubble. Le previsioni meteo per il giorno del lancio, previsto alle ore 20.01 ora italiana del 11 maggio, danno l'80% di tempo favorevole. Al momento, nessun problema tecnico viene segnalato. Sempre questa sera l'equipaggio di Atlantis raggiungerà il Kennedy Space Center in volo da Houston. 

Fonte: NASA

 

La navetta Atlantis a poche ore dal lancio11/05/2009 - Atlantis a poche ore dal lancio - Durante l'ultima riunione svoltasi questa mattina al Kennedy Space Center della NASA il Direttore Test Charlie Blackwell-Thompson ha detto che le tempistiche del conteggio alla rovescia sono allineate e: "Atlantis è pronto al volo." Gli ultimi preparativi proseguiranno per tutto il giorno alla rampa 39/A mentre la struttura ruotante di supporto è stata ritratta nella posizione di lancio alle 5 p.m. EDT di ieri pomeriggio (le ore 23.00 in Italia) lasciando Atlantis libero ed in vista. L'ufficiale che si occupa delle previsioni meteo per il lancio dello shuttle, Kathy Winters, ha confermato un miglioramento delle previsioni che ora danno una possibilità del 90% di condizioni favorevoli al momento del lancio di Atlantis previsto per le 2.01 p.m. EDT (le 20.01 ora italiana) di oggi. Sempre questa mattina il Comandante di STS-125 Scott Altman ed il Pilota Gregory C. Johnson effettueranno nuovamente dei voli di simulazione di atterraggio con lo speciale aereo STA (Shuttle Training Aircraft) e poi l'intero equipaggio inizierà i preparativi finali per la missione al Telescopio Spaziale Hubble. Il conteggio alla rovescia in diretta e copertura della missione inizieranno questa mattina alle 8.30 a.m. (le 14.30 ora italiana) sul NASA/TV e sul web all'indirizzo www.nasa.gov/mission_pages/shuttle/launch/launch_blog.html.

AGGIORNAMENTO ORE 10.49 (T-6 ore) - E' iniziato il rifornimento di idrogeno ed ossigeno liquidi al serbatoio esterno della navetta Atlantis. Tutta l'operazione durerà tre ore.

AGGIORNAMENTO ORE 11.30 (T-5.10 ore) - L'equipaggio è stato svegliato al Kennedy Space Center. Ora affronterà la colazione e poi inizierà l'opera di vestizione. La partenza verso la rampa 39/A è prevista per le 10.16 a.m. EDT (le 16.16 ora italiana). Unica incertezza, al momento, per il lancio sono le condizioni meteo in Spagna (a Moron) dove si trova l'unico sito per un TAL (Transoceanic Abort Landing) nel malaugurato caso di un rientro prima dell'entrata in orbita per un guasto ai motori. Infatti proprio a causa dell'inclinazione dell'orbita del telescopio spaziale (diversa da quella della ISS) invece dei soliti due siti TAL per questa missione ne è previsto soltanto uno.

AGGIORNAMENTO ORE 15.00 (T-3 ORE ED HOLDING) - Completato regolarmente il rifornimento ora è in corso l'ispezione della rampa da parte della speciale squadra composta da sette tecnici ed ingegneri della NASA (la Final Inspection Team o Ice Team). I risultati della loro ispezione visiva su tutta la rampa daranno il via finale al lancio. La squadra ricerca, in particolare, formazioni di ghiaccio che potrebbero rivelarsi pericolose al lancio ed altre anomalie. Intanto le condizioni meteo rimangono favorevoli ed anche a Moron (sito TAL in Spagna) al momento sono accettabili. L'equipaggio sta effettuando ora una riunione sulle condizioni meteo e fra circa 40 minuti inizierà la vestizione con le tute spaziali LES (Launch and Entry Suit) che vengono utilizzate durante il lancio ed il rientro della navetta spaziale. Intanto anche la squadra di supporto alla sistemazione dell'equipaggio all'interno della navetta è arrivata nella White Room (la stanza posta quasi sulla cima della rampa e dalla quale si accede all'interno della navetta) ed ha iniziato a predisporre l'abitacolo per l'arrivo degli astronauti. 

AGGIORNAMENTO ORE 16.30 (T-2.15 ORE) - L'equipaggio di Atlantis ha raggiunto la rampa 39/A del KSC e inizierà ad imbarcarsi a bordo della navetta aiutato dalla squadra  nella White Room. Le condizioni meteo sono ancora favorevoli. Nessun problema tecnico riscontrato al momento. 

AGGIORNAMENTO ORE 19.25 (T-9 MINUTI ED HOLDING) - L'equipaggio di Atlantis è a bordo della navetta spaziale. Un ulteriore controllo per la formazione di ghiaccio ha confermato l'esistenza di un accumulo nella zona di connessione del combustibile ma è stato considerato accettabile per il lancio. Il meteo è ancora favorevole sia al KSC che al sito TAL di Moron. Nessun problema tecnico al momento. A momenti verrà chiamato l'ultimo "GO"/"NO-GO" per il decollo.

AGGIORNAMENTO ORE 19.42 (T-9 MINUTI ED HOLDING) - La finestra di lancio è ufficialmente aperta. Il lancio rimane fissato per le 20.01.49 ora italiana. Alle 19.52.49 il conteggio alla rovescia verrà ripreso da T-9 minuti.

AGGIORNAMENTO ORE 19.48 (T-9 MINUTI ED HOLDING) - Mike Leinbach (Direttore di Lancio) ha appena chiamato un GO/NO GO alle varie postazioni del Centro di Lancio ed è' appena stato dato il "GO" da tutte le postazioni. 

AGGIORNAMENTO ORE 19.52 (T-9 MINUTI) - E' appena ripartito il conteggio alla rovescia per gli ultimi nove minuti prima del lancio di Atlantis per la missione STS-125 al Telescopio Spaziale Hubble.

AGGIORNAMENTO ORE 20.01 (T-0) - E' decollata regolarmente la navetta Atlantis per la missione STS-125.

AGGIORNAMENTO ORE 20.12 (T+11MINUTI) - La navetta spaziale Atlantis ha raggiunto l'orbita terrestre ed è in perfetta rotta per raggiungere il Telescopio Spaziale Hubble che verrà catturato con il braccio robotico fra due giorni.

Fonte: NASA - Blog del lancio: NASA/blog

Diretta del lancio: NASA/TV

Diretta del lancio e commenti in italiano su: ForumAstronautico.it

 

werhsepd.gif (1132 byte)

La missione giorno per giorno

L'equipaggio di Atlantis si avvia verso il minivan che lo porterà verso la rampa di lancio11/05/2009 -  Giorno 1 - La navetta spaziale Atlantis è volata verso l'orbita nel cielo chiaro della Florida oggi pomeriggio in risposta all'ultima chiamata del Telescopio Spaziale Hubble (HST). L'equipaggio di STS-125, composto del Comandante Scott Altman, il Pilota Gregory C. Johnson e gli Specialisti di Missione Michael Good, Megan McArthur, John Grunsfeld, Mike Massimino e Andrew Feustel, è decollato dal Kennedy Space Center alle 01.01.56 p.m. CDT (le 20.01.56 ora italiana) mentre HST passava proprio sopra le loro teste ad un'altezza di circa 600 km. Meno di nove minuti più tardi l'equipaggio raggiungeva l'orbita preliminare ed iniziava a percorrere la rotta verso il telescopio. Atlantis è previsto che effettui il randezvous con l'osservatorio orbitante mercoledì. Atlantis ospita varie apparecchiature che estenderanno laLa navetta spaziale Atlantis mentre si stacca dalla rampa di lancio al momento del via della missione STS-125 vita operativa di Hubble e miglioreranno le sue capacità scientifiche. Grunsfeld, Massimino, Good e Feustel installeranno le nuove apparecchiature durante le cinque attività extraveicolari previste durante la missione della durata complessiva di 11 giorni. Sempre oggi l'equipaggio ha testato il braccio robotico utilizzandolo durante un controllo del vano di carico di Atlantis. Domani il Canadarm verrà utilizzato per ispezionare lo scudo termico della navetta alla ricerca di possibili danni occorsi durante il lancio. Il braccio verrà utilizzato mercoledì per catturare Hubble ed assicurarlo nel vano di carico della navetta per la revisione. L'equipaggio di STS-125 ha iniziato il periodo di riposo alle 8.01 p.m. (le 3 ora italiana del 12 maggio) e verrà svegliato alle 4.01 a.m. (le 11.01 ora italiana) di martedì.  Quella di oggi è l'ultima missione dello Space Shuttle che non abbia come compito l'assemblaggio ed il mantenimento della Stazione Spaziale Internazionale. Si tratta della 126° missione shuttle, la 30° di Atlantis e la seconda delle cinque previste per le navette NASA nel 2009. Il Telescopio Spaziale Hubble venne inviato nello spazio il 24 aprile 1990 con la missione STS-31. STS-125 è chiamata Missione di Servizio 4 (SM4) benchè sia tecnicamente la quinta missione dedicata la telescopio. Subito dopo il lancio il Comandante Altman ha ringraziato i team che hanno reso possibile questa missione. 

Fonte: STS-125 MCC Status Report #01

 

Ecco il punto sullo scudo termico di Atlantis dove sono stati riscontrati dei leggeri danni alle mattonelle12/05/2009 - Giorno 2 - Quella di oggi è stata una giornata veramente piena di lavoro per i membri dell'equipaggio della navetta spaziale Atlantis mentre continuano l'avvicinamento al Telescopio Spaziale Hubble. L'equipaggio è stato svegliato questa mattina poco dopo le 5 a.m. EDT (le 11 ora italiana) dal Centro Controllo Missione (MCC) con il brano musicale "Kryptonite" eseguito dai 3 Doors Down e dedicato al Pilota Greg Johnson. Subito dopo colazione è iniziata la delicata operazione di controllo delle condizioni dello scudo termico. Utilizzando il braccio robotico canadese Canadarm l'equipaggio di Atlantis ha agganciato l'OBSS (Orbiter Boom Sensor System), la speciale prolunga dotata di telecamere e sensori laser, ed ha iniziato l'ispezione delle aree critiche dello scudo termico. Le immagini ottenute sono state inviate alle squadre a Houston per ulteriori analisi. Intanto Altman e Grunsfeld hanno iniziato la preparazione del Flight Support System (FSS) che verrà utilizzato mercoledì per agganciare il telescopio. La FSS è una piattaforma posta nella parte posteriore del vano di carico della navetta che può ruotare ed orientare il telescopio una volta che esso verrà agganciato in modo da facilitare il lavoro degli astronauti attorno ad Hubble durante l'attività extraveicolare. Grunsfeld, Massimino, Good e Feustel hanno eseguito un controllo delle loroNel fotogramma ripreso dalla telecamera posta sull'ET si vede un detrito volare via a 106 secondi dal lancio Extravehicular Mobility Units (EMU), le tute spaziali che verranno utilizzate per lavorare attorno ad Hubble durante le cinque EVA previste per la missione. Inoltre sono stati controllati anche gli attrezzi che i quattro astronauti dovranno utilizzare. Prima di iniziare il periodo di riposo per la notte Altman e Johnson hanno effettuato un'accensione dei motori della navetta per meglio definire la rotta di intercettazione per il telescopio spaziale. Le operazioni di randezvous inizieranno alle ore 6.41 a.m. CDT (le 13.41 ora italiana) con la prevista cattura del telescopio da parte del braccio robotico della navetta alle 11.54 a.m. (le 18.54 ora italiana). L'equipaggio di STS-125 ha iniziato il periodo di riposto alle 8.01 p.m. (le 2 ora italiana di mercoledì) e verranno svegliati alle 4.01 a.m. (le 10 ora italiana) di mercoledì mattina. Nel corso della conferenza stampa NASA di oggi è stato confermato che durante l'ispezione dello scudo termico effettuata oggi LeRoy Cain mostra, durante la conferenza stampa di oggi, la zona dove è stato rilevato il danno allo scudo termico di Atlantis durante l'ispezione odiernasono stati riscontrati dei leggeri danni ad alcune piastrelle che gli esperti stanno ora analizzando. Il Direttore del Volo Toni Ceccacci ha detto che, da una prima occhiata, il danno rilevato appare essere di minore entità e facilmente non sarà un problema anche se gli esperti proseguiranno le analisi per essere certi che lo scudo termico sia in buone condizioni. Il danno è composto da piccole indentazioni attorno ad un'area di circa 53 cm su quattro mattonelle poste sul lato di destra dove l'ala si raccorda con la fusoliera anteriore. Questo danno sembra essere stato provocato da un detrito che la telecamera posta sul serbatoio esterno ha colto a 106 secondi dal lancio. Nella foto in alto (Credit: NASA/TV) i danni alle mattonelle del rivestimento termico della navetta riscontrate oggi durante l'ispezione post-lancio.  Nella foto a destra (Credit: NASA) si vede il detrito a 106 secondi dal lancio che potrebbe essere responsabile dei danni riscontrati oggi durante l'ispezione allo scudo termico. Nella foto a sinistra (Credit: NASA/TV) il Direttore del Mission Management Team LeRoy Cain mostra su un modello di shuttle la zona interessata dal danno. 

Fonte: STS-125 MCC Status Report #02 - STS-125 MCC Status Report #03 - STS-125 Post-Mission Management Team Briefing Materials

 

Il telescopio Spaziale Hubble appena agganciato dal braccio robotico di Atlantis13/05/2009 - Giorno 3 - L'equipaggio di Atlantis è stato svegliato questa mattina alle 4.01 a.m. CDT (le 11.01 ora italiana) dal brano musicale "Upside Down" di Jack Johnson e dedicato all'astronauta Megan McArthur. Durante la notte l'antenna ad alto guadagno del Telescopio Spaziale Hubble (HST) è stata ritratta in preparazione dell'arrivo di Atlantis. Appena prima dell'arrivo della navetta nelle vicinanze di Hubble le squadre di Terra hanno comandato al telescopio di manovrare per mettersi in posizione per essere agganciato e portato nel vano di carico dello shuttle. Atlantis ha eseguito l'ultima accensione dei motori per l'approccio finale al telescopio alle 9.41 a.m. (le 16.41 ora italiana). Il Comandante Scott Altman, con l'aiuto del Pilota Greg Johnson e dello Specialista di Missione Mike Good, ha guidato poi Atlantis a circa 15 metri da Hubble in preparazione dell'aggancio. Una manovra prevista per orientare Hubble nella giusta posizione per la cattura è stata cancellata per un problema di comunicazioni e così Altman ha portato la navetta nella giusta posizione, cosa che ha ritardato l'aggancio di circa 20 minuti sul previsto. Utilizzando il braccio robotico della navetta la Specialista di Missione Megan McArthur ha catturato HST alle 12.14 p.m. CDT (le 19.14 ora italiana) mentre i due veicoli sorvolavano l'Australia occidentale a circa 545 km di altezza. Una volta catturato la McArthur manovrava il telescopio fino alla piattarforma FSS (Flight Support System) posta nel vano di carico di Atlantis. La piattaforma può ruotare di 360° e basculare per fornire il migliore accesso agli astronauti L'astronauta Michael Good, Specialista di Missione di STS-125, occupato a sistemare equipaggiamenti sul ponte mediano di Atlantised inoltre fornisce elettricità e controllo termico mentre al telescopio viene eseguita la manutenzione. L'equipaggio ha poi eseguito una ispezione visuale del telescopio alle 1.56 p.m. (le 20.56 ora italiana) ed ha completo le connessioni e l'attivazione elettrica pochi minuti dopo. Alle 4.07 p.m. (le 23.07 ora italiana) i tecnici da Terra hanno comandato ai pannelli solari di HST di orientarsi in posizione di manutenzione. Il successo nell'operazione di cattura del telescopio apre la strada a cinque attività extraveicolari (EVA) che verranno compiute in cinque giorni consecutivi per riparare ed aggiornare gli strumenti ed estenderne la sua vita operativa fino al 2014. La prima EVA verrà eseguita giovedì dagli Specialisti di Missione John Grunsfeld e Drew Feustel con inizio alle 7.16 a.m. (le 14.16 ora italiana). Grunsfeld e Feustel hanno condotto oggi una revisione finale del programma della prima EVA con l'aiuto dei loro colleghi Good e Mike Massimino ed il resto dell'equipaggio. Inoltre sono stati controllati tutti i vari attrezzi che verranno utilizzati durante le attività extraveicolari previste nella missione. I responsabili della missione intanto hanno dichiarato il sistema di protezione termico (TPS) di Atlantis sicuro per il rientro sulla Terra anche se continuano ad esaminare le immagini ottenute ieri durante l'ispezione del bordo di attacco delle ali in carbonio rinforzato al carbonio ed il muso della navetta. L'equipaggio ha iniziato il periodo di riposo alle 7.31 p.m. (le 2.31 ora italiana) e verrà svegliato alle 3.31 a.m. (le 10.31 ora italiana) di giovedì. Nella immagine in alto (Credit: NASA/TV) il braccio robotico della navetta ha appena agganciato il Telescopio Spaziale Hubble. Nella foto a destra (Credit: NASA S125-E-006512) l'astronauta Michael Good, Specialista di Missione di STS-125, occupato a sistemare equipaggiamenti sul ponte mediano di Atlantis.

Fonte: STS-125 MCC Status Report #04 - STS-125 MCC Status Report #05

 

I due astronauti Grunsfeld e Faustel mentre sostituiscono la FWC su Hubble14/05/2009 - Giorno 4 - L'equipaggio di Atlantis è stato svegliato questa mattina con il brano musicale “Stickshifts and Safetybelts” eseguita dai Cake e dediacata allo Specialista di Missione Drew Feustel. La giornata di oggi è stata dedicata interamente alla prima delle cinque EVA previste durante la missione. La preparazione per l'attività extraveicolare è iniziata alle 13.20 ora italiana con la vestizione delle tute spaziali da parte degli astronauti John Grunsfeld (EV-1) e Andrew Feustel (EV-2) aiutati dai loro colleghi dell'equipaggio di Atlantis. Grunsfeld indossa la tuta spaziale bianca con una riga rossa sulle gambe mentre Feustel una senza righe. I due astronauti hanno iniziato la prima EVA della missione alle 8.16 a.m. (le 15.16 ora italiana) e, dopo essere usciti dal compartimento di decompressione, si sono recati per prima cosa a prendere gli attrezzi ed hanno installato il supporto per i piedi sul braccio robotico della navetta. Il Canadarm è stato manovrato dalla Specialista di Missione Megan McAtrhur mentre Mike Massimino e Michael Good hanno ricoperto il ruolo di cordinatori dell'EVA dall'intero dello Shuttle. L'intera attività extraveicolare è durata 7 ore e 20 minuti durante i quali i due astronauti hanno compiuto diverse operazioni. La prima è stata quella di estrarre da Hubble lo strumento WFC-2 (installato nel 1993), riporlo nel vano di carico della navetta per il ritorno sulla Terra e sostituirlo con la WFC-3. La Wide Field Camera 3 permetterà ad Hubble di riprendere a grande campo, immagini estremamente dettagliate e con una varietà di colori ampliata. Un po di difficoltà sono state incotrate da Feustel con un bullone della vecchia FWC-2 che non ne voleva sapere di svitarsi. Dopo alcuni tentativi utilizzando anche altri attrezzi di è riuscito ma questo ha portato un poco di ritardo nella tabella di marcia della EVA-1. Dopo l'installazione della WFC-3 i controllori di Terra dello Space Telescope Operations Control Center al Goddard Space Flight Center in Maryland, hanno confermato che l'apparecchiatura riceveva energia regolarmente.  Dopo questa prima operazione Grunsfeld e Feustel sono passati a sostituire laLa Specialista di Missione Megan McArthur ai comandi del braccio robotico di Atlantis SIC&DH (Science Instrument Command and Data Handling Unit). Questa apparecchiatura è un computer che invia i comandi agli strumenti scientifici e formatta i dati scientifici da inviare a Terra. Un lato del precedente SIC&DH si è guastato lo scorso settembre proprio prima del lancio originario previsto per STS-125. La missione venne rinviata proprio per dare il tempo agli ingegneri di preparare un ricambio ed addestrare l'equipaggio per la sostituzione. Sebbene il telescopio potesse funzionare anche con un solo lato questo rimpiazzo riporta all'originale ridondanza. Infine gli ultimi compiti di oggi sono stati quelli di installare, da parte di Grunsfeld, un meccanismo che permetterà a futuri veicoli spaziali di catturare il telescopio (SCRS - Soft capture And Randezvous System) mentre Feustel installava due di tre LOCK (Latch Over Center Kits), degli speciali appigli che permetteranno di aprire e chiudere le porte di accesso all'interno del telescopio più facilmente per le prossime EVA previste. L'attività extraveicolare di oggi ha eseguito tutti i compiti previsti. Anche la SIC&DH è stata testata ed ha risposto in modo positivo.  Dopo la passeggiata spaziale l'equipaggio della navetta Atlantis ha ricontrollato le procedure per la EVA n.2 prevista per domani e che verrà eseguita da Massimino e Good a partire dalle 7.16 a.m. (le 14.16 ora italiana). L'equipaggio si è recato a dormire alle 7.31 p.m. (le 2.31 ora italiana di venerdì) e verrà svegliato alle 3.31 a.m. (le 10.31 ora italiana) per iniziare la preparazione della seconda attività extraveicolare della missione. Nell'immagine in alto (Credit: NASA/TV) i due astronauti Grunsfeld e Faustel, durante la prima EVA di oggi, mentre sostituiscono la FWC su Hubble. Nella foto a destra (Credit: NASA -S125-E-006663) la Specialista di Missione Megan McArthur ai comandi del braccio robotico della navetta Atlantis.

Fonte: STS-125 MCC Status Report #06 - STS-125 MCC Status Report #07

 

L'astronauta Michael Good al lavoro durante l'attività extraveicolare di oggi15/05/2009 - Giorno 5 - La giornata dell'equipaggio di Atlantis dedicata alle seconda attività extraveicolare della missione STS-125 è iniziata alle 3.31 a.m. CDT (le 10.31 ora italiana) con il brano musicale “God of Wonders” e dedicato allo Specialista di Missione Mike Good. La seconda EVA di riparazione ed aggiornamento del Telescopio Spaziale Hubble è iniziata alle 7.49 a.m. CDT (le 14.49 ora italiana) quando gli Specialisti di MIssione Michael Good (designato EV-4 ed alla sua prima uscita nello spazio) e Mike Massimino (designato EV-3 ormai alla sua terza) hanno scollegato le loro tute spaziali dall'alimentazione della stazione e sono diventati autonomi. Appena usciti nel vano di carico della navetta Atlantis Good (con la tuta spaziale con una striscia obliqua rossa sulle gambe) si è posizionato con i piedi nell'apposita piattaforma ancorata al braccio robotico aiutato da Massimino (con una tuta a strisce interrotte rosse sulle gambe). Il primo compito svolto è stato quello di sostuire tre coppie di giroscopi che permettono il puntamento del telescopio spaziale. I due astronauti non erano in grado di installare l'ultimo delle tre nuove unità RSU (rate sensing units) a causa di un problema incontrato con l'allineamento che non permetteva di completare l'avvitamento dei bulloni di fissaggio. Dopo alcuni tentativi un consiglio da John Grunsfeld (ex-astronauta che aveva partecipato alla terza missione su Hubble) viene accolto dal Centro Controllo Missione e l'ultimo RSU viene sostituito, invece che da uno nuovo, con uno di riserva (che era stato prelevato da Hubble nel 1999 e rimesso in funzione) portato per scorta a bordo di Atlantis. Questo vecchio RSU potrebbe avere una vita operativa più corta rispetto agli altri due nuovi montati su Hubble che comunque può funzionare anche con soltanto tre giroscopi. A questo punto Good e Massimino, che a causa di questo problema sono rimasti indietro di un'ora e mezzo sulla tabella di marcia, hanno rimosso le batterie originali dal vano n.2 del telescopio e le hanno sostituite con una nuova unità. I moduli del vano n.3 sarà sostituito dagli Specialisti di Missione John Grunsfeld e Andrew Feustel nella EVA prevista per lunedì. Una ripresa dal vano di carico di Atlantis con le nubi sopra le isole di Capo VerdeLe batterie sono utilizzate per alimentare di enegia il telescopio quando egli passa nell'ombra della Terra ed i suoi pannelli solari non sono esposti al Sole. I controllori di Terra dello Space Telescope Operations Control Center al Goddard Space Flight Center in Maryland hanno comfermato più tardi che i sei giroscopi e le nuove batterie hanno superato i test di funzionamento preliminari. La passeggiata spaziale si è conclusa alle 3.15 p.m. (le 22.15 ora italiana) con una durata complessiva di 7 ore e 56 minuti diventando l'ottava EVA più lunga della storia. In seguito il Comandante Scott Altman e la Specialista di Missione Megan McArthur hanno completato un'ispezione a circa 40 mattonelle dello scudo termico utilizzando il braccio robotico della navetta e che non erano state controllate durante l'ispezione di martedì. Basandosi sulle analisi delle immagini i responsabili NASA della missione hanno dichiarato che tutto il sistema di protezione termico di Atlantis è in ottime condizioni fino all'ispezione finale pre-atterraggio che si svolgerà martedì prossimo. Le ultime attività compiute oggi da parte dell'equipaggio sono state la revisione delle procedure per l'attività extraveicolare n.3 prevista per domani. I due astronauti che la svolgeranno sono Grunsfeld e Feustel che dovranno installare due nuovi apparecchi; il Cosmic Origins Spectrograph e l'Advanced Camera for Surveys. A causa del prolungarsi della EVA di oggi l'equipaggio si è recato a dormire un'ora più tardi del previsto, le 8.31 p.m. (le 3.31 ora italiana) e verrà svegliato domani un'ora più tardi, le 4.31 a.m. (le 11.31 ora italiana). Nella foto in alto (Credit: NASA - S125-E-007564) l'astronauta Good al lavoro durante l'EVA n.2 di oggi. Nella foto a destra (Credit: NASA - S125-E-007547) una curiosa formazione di nubi sopra Capo Verde ripresa dal vano di carico di Atlantis. 

Fonte: STS-125 MCC Status Report #08 - STS-125 MCC Status Report #09

 

Feaustel e Grensfeld al lavoro all'esterno durante la terza EVA della missione STS-12516/05/2009 - Giorno 6 - L'equipaggio della navetta spaziale Atlantis è stato svegliato questa mattina alle 4.31 a.m. CDT (le 11.31 ora italiana) con il brano musicale “Hotel Cepollina” eseguita dai Fuzzbox Piranha e dedicata allo Specialista di Missione John Grunsfeld. Grusfeld e Drew Feustel hanno iniziato la preparazione per la terza attività extraveicolare (EVA n.3) prevista per la missione. L'inizio ufficiale della EVA n.3 è avvenuto alle 8.35 a.m. CDT (le 15.35 ora italiana) ed il primo compito è stato quello di estrarre dal Telescopio Spaziale Hubble lo strumento chiamato COSTAR (Corrective Optics Space Telescope Axial Replacement), una specie di "lente a contatto" che fu installata durante la prima missione di servizio nel 1993 per correggere l'errore dello specchio principale. Da ora in poi infatti i nuovi strumenti installati hanno già al loro interno la correzione e quindi non vi è più bisogno di COSTAR. Una volta estratto COSTAR è stato riposto all'interno di uno speciale contenitore per essere riportato a Terra. A questo punto Grunsfeld e Feustel hanno preso il nuovo strumento COS (Cosmic Origins Spectrograph) e lo hanno installato su Hubble. COS permetterà ad Hubble di esplorare ancora più in profondità l'Universo come mai fino ad ora nelle lunghezze d'onda dell'ultravioletto vicino e lontano. Dopo questo compito primario i due astronauti, sempre aiutati da Megan McArthur ai comandi del braccio robotico, hanno iniziato un'operazione mai tentata prima: riparare uno strumento scientifico nello spazio. Infatti l'ACS (Advanced Camera for Surveys), una delle principali macchine fotografiche di Hubble, installata durante la missione di servizio del 2002, si guastò improvvisamente all'inizio del 2007. La causa del guasto fu un corto circuito avvenuto nell'unità di alimentazione di riserva. Proprio grazie alla ACS Hubble ci aveva fornito fra le più belle immagini dell'Universo che conosciamo. Per poter tentareIl Pilota di STS-125 Gregory Johnson al lavoro sul ponte di Atlantis la riparazione di ACS Grunsfeld e Feustel hanno dovuto svitare ben 32 viti (aiutati da una speciale piastra di fissaggio che impedisce che le viti se ne vadano per conto loro). Una volta aperta la ACS hanno sostituito quattro schede elettroniche ed installato un nuovo alimentatore. La riparazione di ACS avrebbe dovuto svolgersi in due separate EVA ma, dato che i due astronauti erano in anticipo con la tabella di marcia, è stato dato il "go" per procedere a completare la riparazione entro EVA n.3. Sia la nuova COS che la ACS riparata hanno subito un primo test di funzionamento da parte degli ingegneri a Terra dello Space Telescope Operations Control Center al Goddard Space Flight Center in Greenbelt, Maryland, con esito positivo. Ulteriori test verranno condotti durante la notte mentre l'equipaggio di Atlantis riposerà in modo da determinare se gli astronauti dovranno effettuare del lavoro supplementare. La COS verrà poi ulteriormente calibrata nel corso delle prossime settimane. La 80° attività extraveicolare nella storia della navetta spaziale è terminata dopo 6 ore e 36 mimuti portando il totale di tempo EVA per Hubble in 151 ore e 2 minuti durante cinque missioni e 21 uscite. L'equipaggio si è recato a dormire alle 8.31 p.m. (le 3.31 ora italiana) e verrà svegliato alle 4.31 a.m. (le 11.31 ora italiana) di domenica. Domani è prevista la quarta EVA della missione che verrà compiuta dagli Specialisti di Missione Michael Good e Mike Massimino e nella quale dovranno riparare lo STIS (Space Telescope Imaging and Spectrograph) ed installare delle nuove coperture termiche (NOBL - New Outer Blanket Layer) su Hubble. Nella foto (Credit: NASA - S125-E-007853) Fesutel e Grunsfeld al lavoro su Hubble. Nella foto a destre (Credit: NASA - S125-E-007729) il Pilota di STS-125, Gregory Johnson, al lavoro sul ponte di Atlantis.

Fonte: STS-125 MCC Status Report #10 - STS-125 MCC Status Report #11

 

Gli astronauti Massimino e Good alle prese con la riparazione dello strumento STIS del Telescopio Spaziale Hubble18/05/2009 - Giorno 7 - L'equipaggio di Atlantis è stato svegliato alle 4.31 a.m. CDT (le 11.31 ora italiana) con il brano musicale “New York State of Mind” eseguito da Billy Joel e dedicato allo Specialista di Missione Mike Massimino. La giornata di oggi è stata completamente dedicata alla quarta attività extraveicolare prevista nella missione. Gli Specialisti di Missione Mike Massimino e Mike Good hanno iniziato l'EVA n.4 alle 8.16 a.m. (le 15.16 ora italiana) ed il loro primo compito è stato quello di riparare lo Space Telescope Imaging Spectrograph (STIS) che venne installato su Hubble durante la seconda missione di servizio nel 1997. Lo STIS smise di funzionare nell'agosto del 2004 a causa di un guasto all'alimentazione che lo mise in "safe mode". Proprio come per la riparazione della ACS anche in questo caso i due astronauti si dovevano aiutare nello smontaggio del pannello di accesso di una speciale piastra di fissaggio che avrebbe dovuto impedire la perdita di ben 111 rivetti da rimuovere. Ma sebbene questa operazione fosse considerata la più delicata i due astronauti hanno incontrato un grosso problema nello smontaggio di una maniglia posta sopra il pannello di accesso. Infatti l'ultima delle quattro viti che tenevano fissata la maniglia non ne voleva sapere di svitarsi e, dopo vari tentativi, veniva consigliato a Massimino di strappare letteralmente la maniglia con la sola forza delle braccia. L'operazione, dato che ormai la maniglia era tenuta soltanto da una sola vite, riusciva ed i due astronauti potevano passare allo smontaggio dei 111 rivetti. Una volta effettuata questa lunga operazione si poteva accedere al pannello interno di STIS e sostituire la scheda elettronica di alimentazione guasta. Una volta completataIl Comandante Scott Altman ai comandi del braccio robotico di Atlantis la sostituzione della scheda gli astronauti rimettevano a posto il pannello di accesso bloccandolo in posizione con soltanto due viti. A questo punto nel programma della EVA n.4 era prevista la sostituzione di una copertura termica del telescopio (la New Outer Blanket Layer (NOBL) n.8) ma, dato il ritardo accumulato nella riparazione dello STIS il Controllo Missione ha deciso di rinviare l'operazione all'ultima EVA prevista per domani. Dopo 8 ore e 2 minuti l'EVA n.4 si concludeva ufficialmente con il rientro di Massimino e Good nel compartimento di decompressione diventando la sesta più lunga attività extraveicolare della storia. I test iniziali mostravano che la STIS ora funziona regolarmente anche se si attende un'ulteriore controllo da eseguire successivamente. Lo STIS è uno strumento che permette di separare la luce nei colori che la compongono e rivelare così i componenti chimici, la temperatura ed il movimento di pianeti, comete, stelle, gas interstellare e galassie. Questo tipo di informazione potrà aiutare gli scienziati a meglio comprendere le proprietà fisiche della materia che compone l'Universo. L'equipaggio della navetta si è recato a dormire alle 8.31 p.m. (le 3.31 ora italiana) e verrà svegliato lunedì mattina alle 4.31 a.m. (le 11.31 ora italiana) per condurre la quinta ed ultima EVA della missione. Nella foto in alto (Credit: NASA - S125-E-009194) l'astronauta Good alle prese con la riparazione dello strumento STIS del Telescopio Spaziale Hubble. Nella foto a destra (Credit: NASA - S125-E-006661) il Comandante di Atlantis Scott Altman ai comandi del braccio robotico della navetta.

Fonte: STS-125 MCC Status Report #12 - STS-125 MCC Status Report #13

 

L'astronauta John Grunsfeld sulla cima del braccio robotico mentre è al lavoro su Hubble18/05/2009 - Giorno 8 - L'equipaggio di Atlantis ha iniziato l'ottavo giorno nello spazio con la sveglia alle 4.31 a.m. CDT (le 11.31 ora italiana) con il brano musicale “Sound of Your Voice” eseguita dalle Barenaked Ladies e dedicata al Comandante Scott Altman. Oggi è la giornata dedicata alla quinta ed ultima attività extraveicolare prevista per la missione. Gli Specialisti di Missione Drew Feustel e John Grunsfeld hanno eseguito l'EVA n.5 iniziando alle 14.25 ora italiana. Il loro primo compito è stato quello di sostituire il secondo set di batterie di Hubble (il primo, quello della Bay 2, è stato sostituito durante la prima EVA) nella Bay 3 del telescopio. Queste batterie non sono mai state sostituite e sono vecchie di oltre 19 anni ed ormai funzionavano soltanto al 50%. Ogni modulo è pesante 180 kg e contiene tre batterie al nickel idrogeno che forniscono energia al telescopio quando questo passa nell'ombra della Terra ed i pannelli solari non sono esposti al Sole. Tutte le batterie di Hubble fanno parte della fornitura originale ed erano state ideate per operare soltanto cinque anni.  Grusnfeld ha eseguito l'operazione con i piedi fissati nella piastra posta sulla cima del braccio robotico sempre manovrato, dall'interno della navetta, dalla collega Megan McArthur mentre Feustel si muoveva liberamente in suo appoggio. Il vecchio pacco di batterie è stato riposto all'interno di un apposito contenitore per essere riportato sulla Terra. Un primo test del funzionamento delle batterie appena installate è stato positivo. Dopo questa operazione i due astronauti sono passati alla sostituzione di un sensore di puntamento fine (FGS 2 - Fine Guidance Sensor 2) e Grunsfeld ha incontrato qualche difficoltà nel rimuovere un bullone e si è dovuto aiutare con altri attrezzi. Hubble ha tre di questi sensori ed il FGS2 si è degradato nel tempo. I tre sensori sono posti ad angoli di 90° attorno alla circonferenza del telescopio e dueGrunsfeld e Feustel danno il pollice verso dopo aver eseguito un'attività extraveicolare su Hubble sono utilizzati per puntare e tenere centrato l'obiettivo del telescopio. Il terzo viene utilizzato per astrometria, ovvero la misura della distanza fra due oggetti celesti. L'FGS installato oggi era stato rimosso durante la terza missione di servizio ad Hubble nel dicembre 1999. Da quel tempo era stato migliorato ed aggiornato. A questo punto i due astronauti erano in anticipo sui tempi previsti e sono passati all'ultima operazione prevista, la sostituzione di alcune coperture termiche del telescopio. Per l'esattezza le NOBL (New Outer Blanket Layer) delle Bay 5, 7 ed 8. La NOBL della Bay 8 doveva essere installata ieri ma non fu possibile per il ritardo accumulato durante l'EVA n.4. Dopo 7 ore e 2 minuti Grunsfeld e Feustel hanno completato l'ultima EVA prevista per il Telescopio Spaziale Hubble e mani umane hanno toccato il telescopio per l'ultima volta. Si è trattato della 23° attività extraveicolare dedicata ad Hubble per un totale di 166 ore e 6 minuti di lavoro all'esterno. Durante la missione STS-125 l'equipaggio ha completato tutti gli obiettivi della missione ed ha incrementato le capacità di Hubble di scrutare l'Universo almeno fino al 2014. Ora sono previsti circa 4 mesi di attività per controllare e calibrare gli strumenti prima che le osservazioni scientifiche possano iniziare nuovamente. L'equipaggio di Atlantis si è recato a dormire alle 7.31 p.m. CDT (le 2.31 ora italiana) e domattina verrà svegliato alle 3.31 a.m. (le 10.31 ora italiana per iniziare le procedure di rilascio di Hubble. Nella foto in alto (Credit: NASA - S125-E-009609) l'astronauta John Grunsfeld sulla cima del braccio robotico mentre è al lavoro su Hubble durante la quinta ed ultima EVA della missione. Nella foto a destra (Credit: NASA - S125-E-008027) gli Specialisti di Missione Grunsfeld e Feustel danno il pollice verso dopo aver eseguito un'attività extraveicolare su Hubble.

Fonte: STS-125 MCC Status Report #14 - STS-125 MCC Status Report #15

 

Il Telescopio Spaziale Hubble prima di essere rilasciato di nuovo nello spazio dopo il suo aggiornamento e riparazione19/05/2009 - Giorno 9 - Il giorno dedicato al rilascio del Telescopio Spaziale Hubble l'equipaggio di Atlantis è stato svegliato questa mattina alle 3.31 a.m. CDT (le 10.31 ora italiana) con il brano musicale “Lie in Our Graves” eseguito dalla Dave Matthews Band e dedicato alla Specialista di Missione Megan McArthur. Come prima operazione la McArthur ha agganciato Hubble con il braccio robotico della navetta. A questo punto il telescopio è stato rilasciato dalla piattaforma dove era stato fissato fin da mercoledì scorso e la McArthur lo ha alzato sopra il vano di carico. In questa posizione i controllori di volo del Centro di Controllo di Hubble, hanno comandato l'apertura della copertura dello specchio principale e poco dopo è stato dato il "go" per il rilascio del telescopio. La McArthur ha rilasciato Hubble nello spazio alle 7.57 a.m. (le 14.57 ora italiana). Con gli aggiornamenti eseguiti durante la missione STS-125, il telescopio potrà vedere più lontano nell'Universo come mai prima. Atlantis ha eseguito una prima manovra di allontanamento utilizzando i piccoli razzetti di manovra eIl Telescopio Spaziale Hubble ormai da solo si allontana dalla navetta Atlantis successivamente la separazione finale avvenuta alle 8.28 a.m. (le 15.28 ora italiana), quando ormai la navetta non era più troppo vicina ad Hubble. La piattaforma di aggancio utilizzata per Hubble e nella quale è rimasto fissato per tutta la missione è stata riposta in posizione di rientro all'interno del vano di carico della navetta. Il resto della giornata è stato dedicato alla prevista ispezione dello scudo termico di Atlantis alla ricerca di potenziali danni da detriti orbitali. L'equipaggio ha utilizzato il braccio robotico della navetta con la speciale prolunga OBSS (Orbiter Boom Sensor System) dotata di telecamere e sensori laser per l'ispezione. L'equipaggio ha eseguito l'operazione in anticipo sulla tabella di marcia ed ha riportato l'OBSS nel vano di carico entro la serata invece di domani come era previsto. L'equipaggio si è recato a dormire alle 7.31 p.m. (le 2.31 ora italiana) e domani verrà svegliato alle 3.01 a.m. (le 10.01 ora italiana) per una giornata di riposo. Nella foto in alto (Credit: NASA - S125-E-010160) il Telescopio Spaziale Hubble prima di essere rilasciato nello spazio. Nella foto a destra (Credit: NASA - S125-E-011835) il Telescopio Spaziale Hubble dopo il rilascio dalla navetta si allontana per l'ultima volta visto da occhi umani.

Fonte: STS-125 MCC Status Report #16 - STS-125 MCC Status Report #17

 

L'equipaggio di Atlantis al completo durante la conferenza stampa di oggi20/05/2009 - Giorno 10 - Il viaggio della navetta spaziale Atlantis prosegue arditamente questa mattina con la sveglia avvenuta alle 3.03 a.m. CDT (le 10.03 ora italiana) con il tema musicale della serie televisiva "Star Trek" composta da Alexander Courage e dedicato a tutto l'equipaggio. Il Comandante Altman ha risposto con la classica frase di saluto vulcaniana "lunga vita e prosperità". Alle 9.26 a.m. (le 15.26 ora italiana) l'equipaggio ha partecipato ad una conferenza stampa con i mass media di differenti Centri NASA sulla missione, il Telescopio Hubble ed i pensieri di essere parte della quinta ed ultima missione di servizio. Alle 11.06 a.m. (le 18.06 ora italiana) l'equipaggio ha contattato i loro vicini orbitali, l'equipaggio di Spedizione 19 a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. L'equipaggio ha poi trascorso buona parte della giornata con del tempo libero a disposizione e con l'inizio della preparazione per il rietro ed atterraggio previsto per venerdì. Il Centro Controllo Missione di Houston, nel Texas, ha comunicato al Comandante Altman che l'ultima ispezione allo scudo termico ha avuto esito positivo e non ci sono aeree problematiche per il rientro. Intanto le condizioni meteo previste al Kennedy Space Center per venerdì (previsto per le 1.01 a.m.  - le 7.01 ora italiana) sembrano peggiorare ed al momento il rientro potrebbe essere rinviato a sabato o domenica. L'equipaggio si è recato a dormire alle 6.01 p.m. (le 0.01 del 21 maggio). Nella foto (Credit: NASA - S125-E-012154) l'intero equipaggio di Atlantis durante la conferenza stampa di oggi. 

Fonte: STS-125 MCC Status Report #18 - STS-125 MCC Status Report #19

 

L'equipaggio di Atlantis visto in Tv durante l'audizione da parte di membri del Senato USA21/05/2009 - Giorno 11 - L'equipaggio di Atlantis ha iniziato una giornata che lo vede impegnato nei preparativi per il rientro previsto per domani alle 2.04 a.m. CDT (le 9.04 ora italiana) con il brano musicale “Cantina Band,” uno dei brani del compositore John Williams dall'album di “Star Wars” (Guerre Stellari) e dedicato all'intero equipaggio. Il Comandante Scott Altman, il Pilota Greg Johnson e la Specialista di Missione Megan McArthur hanno controllato il sistema delle superfici aerodinamiche di Atlantis inclusi il timone di direzione ed i flap delle ali. Queste superfici guideranno il volo planato della navetta nell'atmosfera fino all'atterraggio. Poco dopo gli astronauti hanno eseguito un test di accensione del sistema di razzetti RCS (reaction control system). Gli RCS controllano l'orientamento della navetta all'inizio della discesa e permettono il rientro dello shuttle attraverso l'atmosfera. Entrambi i sistemi testati sono perfettamente funzionanti e pronti a supportare le attività di rientro. Gli Specialisti di Missione Mike Good, John Grunsfeld, Mike Massimino e Drew Feustel hanno iniziato invece a sistemare il materiale all'interno dello shuttle in preparazione del viaggio di ritorno. Dopo il pranzo l'equipaggo ha conversato con il Senatore Barbara Mikulski e Bill Nelson (che è stato anche astronauta) ed altri membri del Senato degli Stati Uniti. Un paio di ore dopo, alle 1.41 p.m. (le 20.41 ora italiana) l'equipaggio ha risposto alle domande dei giornalisti di ABC, FOX, CBS, NBC e CNN. Domani le due opportunità di atterraggio in Florida sono alle 9.00 ed alle 10.39 a.m. CDT (le 16 e le 17.39 ora italiana) ma i meteorolgi stanno tenendo sotto controllo l'andamento di un sistema nuvoloso che potrebbe portare pioggia, temporali e veloctà del vento che violerebbero le regole per l'atterraggio. Sabato i responsabili della missione hanno considerato quattro opportunità di atterraggio, due al Kennedy Space Center e due alla Base Aerea di Edwards, in California. Le opportunità al Kennedy per domani sono alle 8.16 e 9.54 a.m. (le 15.16 e 16.54 ora italiana) mentre le due a Edwards, per il quale si prevede una condizione meteo migliore, alle 9.46 e 11.24 a.m. (le 16.46 e le 18.24 ora italiana). L'equipaggio si è recato a dormire alle 5.01 p.m. (le 0.01 ora italiana del 22 maggio) e verrà svegliato alle 1.01 a.m. (le 8.01 ora italiana) di domani per iniziare le procedure di rientro che inizieranno alle 3.50 a.m. con la chiusura dei portelli del vano di carico prevista per le 5.10 a.m. Nella foto (Credit: NASA/White House/Pete Souza - JSC2009-E-121340) l'equipaggio di Atlantis in tv mentre risponde alle domande dei Senatori USA. 

Fonte: STS-125 MCC Status Report #20 - STS-125 MCC Status Report #21

 

Il Pilota Gregory Johnson ai comandi della navetta Atlantis, dai finestrini si vedono le nubi che avvolgono la Terra22/05/2009 - Giorno 12 - L'equipaggio della navetta spaziale Atlantis è stato svegliato questa mattina alle 1.01 a.m. CDT (le 8.01 ora italiana) con il brano musicale “The Galaxy Song”  tratto dal “Monty Python’s The Meaning of Life", dedicato a tutto l'equipaggio, per quella che avrebbe dovuto essere la giornata conclusiva della missione STS-125. Invece i responsabili della missione sono stati costretti a cancellare le prime due opportunità di atterraggio al Kennedy Space Center, avvisando l'equipaggio alle 7 a.m. (le 14 ora italiana) a causa delle condizioni meteo instabili in Florida. Infatti c'è una bassa pressione sul Golfo del Messico che provoca nubi basse e temporalesche proprio attorno al Kennedy. Appena dopo la cancellazione dell'atterraggio per oggi Il Direttore del Volo di Rientro, Norm Knight, ha deciso di attivare anche la pista di Edwards, in California, per domani. Le condizioni meteo per domani al KSC si prevedono in miglioramento ma rimangono buone probabilità che in prossimità della Shuttle Landing Facility (la pista di atterraggio per lo shuttle) non siano comunque favorevoli. Domani ci sono ben sei opportunità di atterraggio, tre al KSC e tre ad Edwards. Le condizioni meteo ad Edwards non creano problemi per nessuna delle tre opportunità. Domani le opportunità di atterraggio al Kennedy sono alle 8.15, le 9.54 ed alle 11.33 a.m. (le 15.16, le 16.54 e le 18.33 ora italiana) mentre quelle ad Edwards alle 9.45, le 11.23 a.m. e le 01.02 p.m. (le 16.45, le 18.23 ed alle 20.02 ora italiana). Se domani le condizioni meteo saranno migliorate in Florida ed i responsabili della missione decideranno di provare subito alla prima opportunità l'equipaggio chiuderà i portelloni del vano di carico alle 5.10 a.m. (le 12.10 ora italiana) e l'equipaggio inizierà ad indossare le tute spaziali alle 6.28 a.m. (le 13.28 ora italiana). L'equipaggio si è recato a dormire alle 4.01 p.m. (le 23.01 ora italiana).  Nella foto (Credit: NASA - S125-E-013038) l'astronauta Gregory C. Johnson, Pilota di STS-125 ai comandi della navetta.

Fonte: STS-125 MCC Status Report #22 - STS-125 MCC Status Report #23

 

Il vano di carico di Atlantis con, sulla destra il braccio robotico, e sullo sfondo il sorgere del Sole.23/05/2009 - Giorno 13 - Un altro giorno nello spazio per l'equipaggio di Atlantis è iniziato alle 12.01 a.m. CDT (le 07.01 ora italiana) con il brano musicale “Where My Heart Will Take Me” eseguito da Russell Watson e dedicato a tutto l'equipaggio della navetta. Il brano era la sigla della serie di telefilm "Star Trek: Enterprise". Le operazioni per il rientro erano iniziate alle 3 a.m. (le 10 ora italiana) e la chiusura dei portelloni della stiva alla 4.22 a.m. ma anche oggi le condizioni meteo al Kennedy Space Center non cooperavano ed i responsabili della missione erano costretti a cancellare nuovamente il ritorno a casa. E' stato deciso di non sfruttare per oggi le tre opportunità di Edwards perchè per domani le previsioni meteo in Florida sembrano essere migliori. Per domani comunque sono disponibile quattro opportunità, due in Florida e due in California. La prima per il KSC prevede l'accensione dei motori orbitali (OMS) per l'uscita dall'orbita alle 7.58 a.m. (le 14.58 ora italiana) ed atterraggio alle 9.11 a.m. (le 16.11 ora italiana mentre, la seconda opportunità uscita dall'orbita alle 9.31 a.m. (le 16.31 ora italiana) ed atterraggio alle 10.49 a.m (le 17.49 ora italiana). Invece per la California la prima opportunità si presenta alle 9.25 a.m. (le 16.25 ora italiana) con l'uscita dall'orbita ed atterraggio alla Base Militare di Edwards alle 10.40 a.m. (le 17.40 ora italiana) mentre la seconda con manovra di uscita dall'orbita alle 11.08 a.m. (le 18.08 ora italiana) ed atterraggio alle 12.19 p.m. (le 19.19 ora italiana). L'equipaggio si è recato a dormire alle 4.01 p.m. (le 23.01 ora italiana) e verrà svegliato domani, domenica, alle 12.01 a.m. (le 7.01 ora italiana). Nella foto (Credit: NASA - S125-E-012372) una bellissima immagine del vano di carico di Atlantis con il braccio robotico ripresa durante il Giorno 10 di missione. 

Fonte: STS-125 MCC Status Report #24 - STS-125 MCC Status Report #25

 

Atterraggio della navetta spaziale Atlantis ad Edwards in conclusione della missione STS-12524/05/2009 - Giorno 14 - L'ultimo giorno nello spazio per l'equipaggio di Atlantis è iniziato alle 12.01 p.m. CDT (le 7.01 ora italiana) con il brano musicale "La Cavalcata delle Valkyrie" del compositore Richard Wagner e dedicato a tutto l'equipaggio. Le condizioni meteo al Kennedy Space Center sono rimaste non sufficienti per l'atterraggio anche se, rispetto ad ieri, sono leggernente migliorate. I portelli del vano di carico sono stati chiusi alle 6.17 a.m. EDT (le 12.17 ora italiana) e l'equipaggio ha indossato le tute spaziali dopo circa un'ora. I responsabili della missione, visto che le condizioni meteo al KSC non erano stabili, sono stati quindi costretti a far passare le due opportunità di atterraggio in Florida ed hanno dato il "go" per la prima delle due opportunità di rientro a Edwards. La manovra di accensione dei motori orbitali è avvenuta alle 9.24 a.m. (le 16.24 ora italiana) facendo rallentare lo shuttle quel tanto che basta per farlo uscire dall'orbita e così la navetta spaziale Atlantis ha toccato la pista n.22 della Base Aerea di Edwards con il carrello principale alle 10.39.05 a.m. (le 17.39.05 ora italiana), seguito dal carrello del muso alle 10.39.15 e fermando le ruote alle 10.40.15 a.m. concludendo la missione STS-125 dopo 12 giorni, 21 ore, 37 minuti e 9 secondi e viaggiato per 8,5 milioni di km. Durante la missione di quasi 13 giorni l'equipaggio di Atlantis ha riparato ed aggiornato il Telescopio Spaziale Atlantis conducendo cinque attività extraveicolari che permetteranno di estendere la vita dell'osservatorio orbitale almeno fino al 2014. Il Comandante ScottLa traiettoria di rientro ad Edwards durante la prima opportunità, all'orbita 197. Altman, il Pilota Gregory C. Johnson e gli Specialisti di Missione Michael Good, Megan McArthur, John Grunsfeld, Andrew Feustel e Mike Massimino hanno installato con successo due nuovi strumenti, riparato altri due, sostituito i giroscopi e le batterie ed aggiunti nuovi pannelli termici protettivi. Con la nuova Wide Field Camera appena installata, Hubble sarà capace di osservare nell'ultravioletto e nell'infrarosso così come nella luce visibile permettendo di scrutare più in profondità nelle frontiere della ricerca della formazione dei sistemi stellari e lo studio dei pianeti del nostro sistema. Il nuovo Cosmic Origins Spectrograph invece permetterà lo studio dell'Universo a grande scala, incluso l'evoluzione chimica che produce il carbonio ed altri elementi necessari alla vita. Una delle più grandi scoperte di Hubble rimane la determinazione dell'età dell'Universo - 13.7 miliardi di anni - e quella che praticamente ogni galassia ha al suo interno un immenso buco nero. Il rientro dell'equipaggio di Atlantis ad Houston è previsto per martedì con una cerimonia allo Ellington Field’s Hangar 990 circa alle 4 p.m. (le 23 ora italiana). Il pubblico è invitato alla cerimonia. Nella foto in alto (Credit: NASA/Carla Thomas) la navetta Atlantis mentre tocca la pista della Base Aerea di Edwards al termine della missione STS-125. Nell'immagine a destra (Credit: NASA) la traiettoria di rientro durante la prima opportunità a Edwards nell'orbita 197.

Fonte: STS-125 MCC Status Report #26 - STS-125 MCC Status Report #27

 

L'equipaggio di STS-125 in posa di fronte alla navetta Atlantis dopo l'atterraggio sulla pista di Edwards

L'equipaggio della navetta spaziale della missione STS-125 fotografato sulla pista della Edwards Air Force Base dopo l'atterraggio di Atlantis che ha concluso la missione di 13 giorni per aggiornare il Telescopio Spaziale Hubble. Da sinistra Mike Massimino, Greg Johnson, Scott Altman, Megan McArthur, John Grunsfeld, Andrew Feustel e Michael Good.

Credit Photo:NASA Photo / Tony Landis

 

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

 

Ultimo aggiornamento 03/06/2009

Torna alla Home page

 Sito curato da Massimo Martini