La navetta Atlantis schizza verso il cielo

STS-135 / ULF-7

werhsepd.gif (1132 byte)

La foto ufficiale dell'equipaggio di STS-135/335. da sinistra lo Specialista di Missione Rex Walheim, il Pilota Doug Hurley, il Comandante Chris Ferguson e la Specialista di Missione Sandy Magnus. (Credit: NASA)

.............  

Qui sopra lo stemma della missione Shuttle STS-135 e a destra l'equipaggio di STS-135 composto, da sinistra, lo Specialista di Missione Rex Walheim, il Pilota Doug Hurley, il Comandante Chris Ferguson e la Specialista di Missione Sandy Magnus. In alto a sinistra la navetta spaziale Atlantis decolla verso lo spazio per l'ultima volta.

STS-135 (135) - OV-104 Atlantis (33)

 

Durata finale della Missione
12 giorni, 18 ore, 28 minuti e 50 secondi

Volo: STS-135/STS-335 (trentasettesima ed ultima missione shuttle dedicata all'assemblaggio o manutenzione della Stazione Spaziale Internazionale)

Carico Utile: MPLM Raffaello, Lightweight Multi-Purpose Carrier (LMC), Robotics Refueling Payload

Orbiter: OV-104 - Serbatoio esterno: ET-138- Razzi ausiliari:SRB BI-146/RSRM 114   - Motori principali (SSME): 2047 - 2060 - 2045

Equipaggio:  4 astronauti - Comandante Christopher Ferguson (4), Pilota Douglas Hurley (3), Specialisti di Missione Sandra Magnus MS-1 (4) e Rex Walheim MS-2 (4) anche Ingegnere di VoloI numeri fra parentesi indicano il numero di voli spaziali effettuati dall'astronauta in questione compreso questo. MS sta per Mission Specialist. 

Lancio : 8 luglio 2011 alle 11:29:00 a.m. EDT (le 17:29: ora italiana) dalla rampa 39A del Kennedy Space Center in Florida.

Attracco alla ISS: 9 luglio 2011 ore 3:16 p.m. EDT (le 21:16 ora italiana)

Rientro : 21 luglio ore 5:57 a.m. EDT (le 11:57 ora italiana) sulla SLF del Kennedy Space Center in Florida

Durata della missione:  12 giorni, 18 ore, 28 minuti e 50 secondi

Orbite : 200

Inclinazione : 51,6°

Altezza al momento dell'inserimento in orbita: 225 km

Obiettivi della missione: Consegna alla Stazione Spaziale Internazionale di rifornimenti per mezzo del modulo MPLM Raffaello e di un pallet contenente pezzi di ricambio (LMC). In caso di problemi alla missione precedente (STS-134) questa sarebbe diventata la missione di salvataggio siglata STS-335

Statistiche: 

166° missione umana Americana nello spazio
135° missione Shuttle
3° ed ultima Missione Shuttle per il 2011
110° missione dopo il disastro del Challenger
22° missione dopo il disastro del Columbia
33° missione di Atlantis
Ultima missione per l'orbiter Atlantis
Ultima missione del programma STS
82° lancio dal pad 39A

 

werhsepd.gif (1132 byte)

Cronologia pre-volo

I quattro astronauti NASA scelti per la missione STS-335: Comandante Christopher Ferguson, il Pilota
Douglas Hurley, Rex Walheim e Sandra Magnus 14/09/2010 - Scelto l’equipaggio della possibile ultima missione Shuttle - Il veterano di voli Shuttle il Comandante Christopher Ferguson, il Pilota Douglas Hurley, Rex Walheim e Sandra Magnus inizieranno l’addestramento per un volo di soccorso a bordo della navetta Atlantis se l’equipaggio dell’ultima missione prevista del Programma Space Shuttle il prossimo febbraio, rimanesse bloccato in orbita, lo ha annunciato la NASA oggi. Se questo non dovesse accadere ed il Congresso approvasse i fondi necessari la NASA spera di lanciare Ferguson ed i suoi compagni in un vero volo il prossimo giugno in quello che diventerebbe l’ultimo volo per consegnare parti di ricambio e rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale. Al momento non è ancora chiaro quali differenze fra la versione del Senato e quella della Casa Bianca sul finanziamento della NASA per il 2011 verranno scelte e da questo dipende se Atlantis verrà lanciato per un’ultima missione o meno. Nel frattempo comunque Ferguson, Hurley, Walheim e la Magnus inizieranno un addestramento generico per lasciare aperte tutte le opzioni per l’agenzia spaziale. ”Questi astronauti inizieranno immediatamente un addestramento come equipaggio di soccorso, missione definita STS-335, come base in caso venisse richiesto un ulteriore volo Shuttle,” ha dichiarato Bill Gerstenmaier, direttore delle operazioni spaziali al quartier generale della NASA. “L’addestramento normale per un equipaggio di una navetta inizia circa un anno prima del lancio e così abbiamo la necessità di iniziare ora l’addestramento per mantenere la flessibilità necessaria di un volo di soccorso, in caso ve ne fosse bisogno, o alterare il corso e poter effettuare una ulteriore missione Shuttle se questo venisse deciso.” Ferguson è un veterano di due missioni shuttle alla ISS, è stato pilota di STS-115 a bordo di Atlantis nel settembre 2006 e Comandante di Endeavour per STS-126 nel novembre 2008. Walheim ha volato su Atlantis due volte, nel 2002 e 2008 mentre Hurley ha compiuto una sola missione con Endeavour nel 2009. La Magnus ha volato a bordo di Atlantis nel 2002 ed ha trascorso quattro mesi e mezzo a bordo della Stazione Spaziale Internazionale fra il 2008 ed il 2009. Dopo la perdita del Columbia nel disastro del 2003, l’Amministrazione Bush decise di completare la costruzione della stazione spaziale ed il ritiro dello Shuttle entro la fine dell’anno fiscale 2010. Il Congresso in seguito promise un ulteriore cifra di 600 milioni di dollari permettendo di allentare la stretta delle date di lancio e dilatare i voli per evitare problemi e conflitti con i vari carichi utili e le altre missioni. Al momento la navetta Discovery dovrebbe decollare il 1° novembre per consegnare rifornimenti ed un modulo di stoccaggio alla Stazione Spaziale Internazionale. Endeavour la seguirebbe il 26 febbraio per consegnare l’esperimento di fisica delle particelle dal costo di due miliardi di dollari ed altro materiale di scorta. Tutti i voli shuttle avvenuti dopo il Columbia sono programmati in modo che una seconda navetta sia disponibile nel caso che un problema rende l’equipaggio bloccato in orbita. Per la missione del Discovery, la Endeavour ed il suo equipaggio sono pronti per la chiamata di soccorso. Per Endeavour invece è Atlantis quella designata come veicolo di lancio su richiesta di soccorso. Ma i responsabili dell’agenzia hanno ragionato per mesi di convertire la missione di soccorso di Atlantis in un vero volo di rifornimento per la stazione spaziale avvantaggiandosi dal fatto che, sia il serbatoio esterno che i due booster, andrebbero comunque persi. La missione di soccorso, od il volo reale, se approvati potrebbe decollare il 28 giugno 2011. Ma lanciando Atlantis con un equipaggio di solo quattro astronauti non vi sarebbe bisogno di tenere pronta un’altra missione di soccorso. Infatti se un problema con la navetta rendesse bloccato l’equipaggio di Atlantis questo potrebbe rimanere al sicuro sulla ISS e potrbbe essere fatto rientrare sulla Terra utilizzando una rotazione a bordo dei veicoli Soyuz. Questa ultima opzione porterebbe tutti e quattro gli astronauti a casa in circa un anno. Ma i responsabili della NASA sono convinti che un ulteriore volo per consegnare altro materiale di scorta e rifornimenti alla ISS varrebbe il rischio da correre e la spesa maggiore da sostenere. Sia il serbatoio esterno che i due booster per la missione si soccorso sono già pronti ma mettere in preparazione una navetta e tutte le squadre di supporto per altri mesi richiede altre centinaia di milioni di dollari. La versione del Senato del bilancio NASA 2011 include l’aumento dei fondi per la missione ulteriore, conosciuta come STS-135, mentre la versione della Casa Bianca include una “autorizzazione contingente” che permetterebbe all’agenzia di reindirizzare una parte dei fondi destinati alla Stazione Spaziale ed alla esplorazione per coprire i costi se l’Amministratore della NASA, Charles Bolden, decidesse che il volo è necessario e sicuro da effettuare. Ancora non è chiaro quindi se verrà raggiunto un compromesso fra queste due visioni e se la NASA possa passare al volo ulteriore utilizzando nuovi fondi o utilizzando parte di quelli che ha già. Nella foto da sinistra l’equipaggio scelto per STS-335/135: il Comandante Christopher Ferguson, il Pilota Douglas Hurley, Rex Walheim e Sandra Magnus

Fonte: SpaceflightNow

21/01/2011 - Aggiornamento STS-135 - Il Programma Space Shuttle ha definito la missione STS-135 per un lancio previsto il 28 giugno alle 3.48 p.m. EDT (le 21.48 ora italiana). Le intenzioni della NASA sono di far volare la missione con l'orbiter Atlantis che trasporterà il modulo logistico multifunzione Raffaello per consegnare rifornimenti, logistica e parti di ricambio per la Stazione Spaziale Internazionale. La missione inoltre porterà nello spazio un sistema per studiare le potenzialità di un sistema di rifornimento robotico per astronavi ed inoltre verrà riportato sulla Terra un modulo pompa di ammoniaca guasto per aiutare la NASA comprendere il meccanismo di rottura della pompa e migliorare la progettazione per i sistemi futuri. Alla fine di dicembre, lo Space Operations Mission Directorate dell'agenzia ha richiesto ai programmi Shuttle e della Stazione Spaziale Internazionale di prendere i passi necessari per mantenere la capacità di far volare Atlantis con la missione STS-135. L'Atto di Autorizzazione del 2010 invita la NASA a predisporre la missione e, come base per il volo consente di avviare i preparativi per la missione con una data di lancio del 28 giugno. La missione sarà il 135esimo e ultima volo dello Space Shuttle.

Fonte: NASA

La parte inferiore dell'orbiter Atlantis all'interno dell'OPF per la preparazione al volo 20/03/2011 - Proseguono regolarmente i preparativi per STS-135 - L'orbiter Atlantis sta proseguendo regolarmente i preparativi all'interno dell'Orbiter Processing Facility (OPF-2) per la missione STS-135 del tardo giugno, mentre il serbatoio esterno ET-138 è sottoposto alle modifiche di tutto il blocco radiale di rinforzo per eliminari i pericoli di rotture nella zona dell'intertank. L'ex manager della NASA Wayne Hale ha fatto notare come il problema delle crepe è un classico esempio delle sfide che devono essere affrontate per quello che rimane un veicolo sperimentale. Nonostante alcune nuvole di natura politica che aleggiano ancora sopra STS-135, dovute principalmente dalle incertezze causate dalla Continuing Resolutions (CR) e dalla necessità di completare la missione precedente, la STS-134, senza un grande rinvio che porterebbe la missione di Atlantis oltre il punto degli stanziamenti. La missione è di vitale importanza per i rifornimenti alla ISS e viene difesa strenaumente dai responsabili della NASA. La missione sarà infatti l'ultima opportunità di rifornire la Stazione Spaziale Internazionale con la capacità di carico superiore dell'orbiter rispetto agli altri veicoli. STS-135 trasporterà infatti verso la ISS un Modulo Logistico Multi-Funzione (MPLM) ed un LMC (Lightweight Multi-Purpose Carrier) ed utilizzando la possibilità di rientro di carico verrà riportato sulla Terra una pompa guasta PM (Pump Module) che verrà esaminata per comprenderne i motivi del problema. La data ufficiale continua a ballare attorno alla fine di giugno anche se il 28 sembra essere la preferita. La preparazione di Atlantis prosegue all'interno dell'OPF-2 con un buon margine per la data di lancio della fine di giungo con soltanto 30 piccoli problemi riscontrati che ora verranno affrontati dopo che è stato eseguito il lavoro al Sistema di Protezione Termico (Thermal Protection System - TPS). Intanto il lavoro prosegue anche all'interno del VAB dove, all'interno della High Bay 2E il serbatoio esterno ET-138, destinato alla missione STS-135, gli ingegneri della Lockheed Martin provenienti dal MAF (Michoud Assembly Facility) hanno iniziato il lavoro di installazione dei blocchi di rinforzo attorno alla circonferenza della zona dell'intertank. Il problema delle crepe nel serbatoio era iniziato con l'ET-137 a seguito di un rinvio durante il conto alla rovescia per il lancio di novembre del Discovery per la missione STS-133. Le modifiche al blocco radiale avevano mostrato l'ottimo risultato raggiunto durante il ciclo di riempimento criogenico e la pressurizzazione e gli stress subiti dal veicolo durante il decollo. Sebbene l'ET-122 della missione STS-134 sia un 'vecchio' serbatoio e, probabilmente, non avrebbe sofferto degli stessi problemi ai rinforzi, i responsabili hanno deciso di modificare comunque i blocchi radiali in modo da avere margine aggiuntivo. Proprio perchè ET-122 non dovrebbe mostrare nessun problema durante il carico del propellente, previsto per il prossimo mese, non sarà inserito nessun test di riempimento durante le operazioni di conteggio alla rovescia. Invece, proprio per la vicinanza produttiva e l'utilizzo di materiale simile dei serbatoi ET-137 ed ET-138 quest'ultimo richiederà un test di riempimento anche se ci si aspetta lo stesso risultato positivo visto con ET-137 dopo le modifiche effettuate. Nella foto (Credit: NASA-KSC-2011-1197) la navetta spaziale Atlantis sottoposta ai vari lavori di preparazione all'interno dell'OPF.

Fonte: NasaSpaceflight

29/03/2011 - Iniziato l'ultimo montaggio dei booster - L'ultimo paio di booster a combustibile solido del Programma Space Shuttle hanno iniziato a prendere forma all'interno del VAB (L'edificio di assemblaggio veicoli) del Kennedy Space Center per la missione STS-135 che prenderà il via questa estate. Il segmento sinistro in basso è stato sollevato con una gru e manovrato lentamente fino alla High Bay n.1 e posato sulla piattaforma mobile di lancio n.3. La procedura di montaggio di entrambi i razzi richiederà circa due settimane ed una volta completata saranno alti 45 metri per un diametro di 3,60. Costruiti dalla Alliant Techsystems (ATK) i razzi forniscono l'80% della spinta alla navetta spaziale nei primi due minuti di volo. Il serbatoio esterno si trova anch'esso all'interno del VAB nella High Bay n.2 e, dopo accurati controlli, verrà accoppiato ai due booster verso la fine di aprile. L'orbiter Atlantis si trova nell'hangar di preparazione OPF e verà spostato nel VAB ai primi di maggio. Il lancio della missione STS-135 è previsto per il 28 giugno alle 3.40 p.m. EDT (le 21.40 ora italiana) e porterà alla Stazione Spaziale Internazionale un grosso quantitativo di rifornimenti contenuti all'interno del modulo Raffaello, costruito dall'Italia.

Fonte: SpaceflightNow

I due segmenti finali dei booster di STS-135 all'interno del VAB dove attendono il montaggio 10/04/2011 - L'ultimo volo dello Shuttle in preparazione - I potenti booster per l'ultimo volo della navetta spaziale continuano a prendere forma segmento su segmento all'interno del Vehicle Assembly Building per il lancio di Atlantis STS-135 di questa estate. I tecnici hanno inziato il 29 marzo quando la base del booster sinistro è stata fissata sulla piattaforma mobile di lancio. Il segmento destro ha seguito due giorni dopo. I segmenti della parte posteriore di ogni booster vengono ancorati alla piattaforma per mezzo di bulloni esplosivi che saltano al momento del decollo e rilasciano lo shuttle. Una volta che queste sezioni sono state assicurate la mossa successiva è quella di far entrare nel VAB le altre parti. Il segmento finale-centrale si sinistra è arrivato il 1° aprile ed il montaggio, assieme al finale-centrale destro è stato completato il 6 aprile. I segmenti successivi sono stati trasferiti nel VAB poche ore dopo e montati l'8 aprile. Al momento l'arrivo dei segmenti del motore sinistro e destro anteriore sono previsti per lunedì e martedì. Intanto gli sforzi per rinforzare la sezione centrale del serbatoio esterno sono stati completati entro marzo. Le modifiche sono state identiche a quelle effettuate sul serbatoio del Discovery che ha volato a febbraio e serveno a prevenire le rotture da stress nella struttura del serbatoio. Il serbatoio di Atlantis dovrebbe essere accoppiato con i booster completati il 25 aprile. Un paio di settimane trascorreranno per controllare che tutto sia stato connesso in modo regolare prima di aggiungere l'orbiter al complesso. Gli astronauti hanno visitato il Kennedy Space Center il 7 ed 8 aprile per il CEIT (crew equipment interface test). Il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim hanno potuto dare un'occhiata da vicino all'Atlatis ed al suo carico utile. "Atlantis è in gran forma! Un contrasto impressionante fra l'interno incontaminato e l'esterno segnato dei molti precedenti voli spaziali," ha scritto Ferguson su twitter. All'interno della struttura di processamento dell'orbiter, Atlantis è quasi pronto per uscire. Gli ultimi test sono in completamento prima del viaggio, previsto per il 12 maggio, dall'hangar al vicino VAB dove verrà messo in verticale. L'assemblaggio completo del sistema Space Shuttle, l'orbiter, il serbatoio esterno ed i due booster, dovrebbe essere inviato alla rampa 39A nella sera del 20 maggio, arrivando al complesso che si affaccia sul mare nelle prime ore del mattino del 21 maggio. Una volta montato sulla rampa le tre unità di energia ausiliaria di Atlantis verranno sottoposte a test di accensione per controllare che le apparecchiature siano perfettamente funzionanti e per controllare il sistema idraulico della navetta. La copertura della rampa verrà ruotata per proteggere l'orbiter il giorno seguente. La simulazione di conto alla rovescia e delle procedure di emergenza per i quattro astronauti inizieranno alla fine di maggio e dureranno alcuni giorni. L'equipaggio indosserà le tute spaziali e salirà a bordo di Atlantis la mattina del 2 giugno per un lancio simulato che culminerà con l'evacuazione dalla navetta prima dell'accensione e del successivo spegnimento dei tre motori principali. A questo evento seguirà una speciale procedura con il serbatoio esterno il 7 giugno. Il serbatoio ET-138 verrà riempito con i propellenti liquidi super-raffreddati per verificare la tenuta della sezione mediana. Nei giorni successivi verranno eseguite delle ispezioni per verificare se le modifiche che sono state fatte non hanno creato problemi alla struttura del serbatoio. Poi il carico utile della missione verrà consegnato alla rampa di lancio per essere installato all'interno di Atlantis. Il modulo logistico di costruzione Italiana, Raffaello, ed una speciale piattaforma per un esperimento di rifornimento nello spazio e destinati alla Stazione Spaziale Internazionale arriveranno sulla rampa 39A il 16 giugno e verranno inseriti nella navetta il 20 giugno. Gli astronauti viaggeranno da Houston allo spazioporto della Florida il 24 giugno per iniziare i preparativi finali ed anche per vedere da vicino il vano di carico prima della chiusura dei portelloni per il volo. Il conto alla rovescia inizierà il 25 giugno per i previsti tre giorni fino al momento del decollo previsto per il 28 giugno alle 3.40 p.m. EDT (le 21.40 ora italiana). Nella foto (Credit: NASA/Frank Michaux) i due segmenti finali dei booster di STS-135 all'interno del VAB dove attendono il montaggio.

Fonte: SpaceflightNow

La navetta spaziale Atlantis mentre viene spostata nel VAB La navetta spaziale Atlantis mentre viene spostata nel VAB 17/05/2011 - Atlantis lascia l'hangar di preparazione per l'ultima volta - Al Kennedy Space Center, il giorno seguente il lancio della navetta spaziale Endeavour, lo Space Shuttle Atlantis è stato spostato dall'OPF n.1 (Orbiter Processing Facility n.1 - L'edificio di Processamento degli Orbiter) fino al VAB (Vehicle Assembly Building - Edificio di Assemblaggio Verticale) dove verrà accoppiato al suo serbatoio esterno. Ad assistere all'operazione di movimentazione erano presenti molte persone che hanno lavorato sia con Atlantis che con gli altri orbiter ed anche l'equipaggio di STS-135, l'ultima missione prevista del Programma Space Shuttle composto dagli astronauti Rex Walheim, Chris Ferguson, Doug Hurley e Sandy Magnus. La distanza fra l'OPF ed il VAB è di circa 400 metri che sono stati percorsi in circa 5 ore. La durata dell'operazione è stata così lunga perchè a metà percorso il veicolo che lo trasportava si è fermato per permettere a tutto il personale di fare delle foto per quest'ultima volta. Il Sistema di Trasporto dell'Orbiter era stato progettato originariamente per essere utilizzato alla Base dell'Air Force di Vandemberg, in California, ma poi venne spostato al Kennedy Space Center nel 1989 dopo che l'utilizzo del sito di lancio delle navette spaziali della costa Ovest venne cancellato. L'OTS è lungo 32 metri, pesa 75 tonnellate a vuoto, 148 tonnellate con l'orbiter ed è fornito di 76 ruote che gli permettono di sterzare completamente in 20 metri. L'OTS si può paragonare ad un grosso rimorchio giallo motorizzato. A Vanderberg gli shuttle sarebbero stati trasportati per circa 27 km da un hangar posto nel lato nord dell'installazione militare fino alla rampa di lancio SLC-6 che si trovava a sud della base, attraversando una zona collinare. Invece al KCS, nei primi anni del programma Shuttle il viaggio fra gli hangar ed il VAB veniva eseguito utilizzando il carrello dell'orbiter stesso. Con la cancellazione dei piani di lancio delle navette da Vandemberg avvenuta dopo il disastro del Challenger l'OTS venne portato in Florida. Questo permise alla NASA di ritrarre il carrello della navetta e sigillare il sistema critico di protezione termico che si trova nella zona dei portelli mentre si trovava ancora nell'hangar prima del rollout. A velocità massima il rimorchio motorizzato che ha portato Endeavour al VAB può viaggiare a circa 8 km orari. Il motore V12 che lo spinge genera circa 335 cavalli. AL momento lo spostamento del complesso STS-135 alla rampa di lancio è previsto per il 1° giugno con un lancio nelle prime due settimane di luglio. Nelle foto (Credit: NASA) la navetta spaziale Atlantis mentre viene portata verso il VAB al Kennedy Space Center. Nella foto a destra l'equipaggio di STS-135 di fronte ad Atlantis.

Fonti: Spaceref

Fonti: SpaceflightNow

01/06/2011 - Atlantis verso la rampa di lancio - Lo Space Shuttle Atlantis si trova a metà strada del suo viaggio dal VAB (Vehicle Assembly Building) alla rampa di lancio 39A. Al momento il cingolato da trasporto (CT) con Atlantis e la sua piattaforma mobile di lancio è momentaneamente fermo per permettere ai tecnici di ingrassare alcuni ingranaggi del CT che avevano cominciato a riscaldarsi. Il rollout riprenderà fra breve. Atlantis dovrebbe essere assicurata alla rampa di lancio alle 3:30 a.m. circa (le 9:30 ora italiana) di mercoledì.

Fonti: NASA

QUI IL VIDEO (NASA/SPACEVIDS) DEL ROLLOUT DELLA NAVETTA ATLANTIS ALLA RAMPA DI LANCIO 39A PER IL SUO ULTIMO VOLO.



08/06/2011 - Fervono i preparativi per STS-135 - Quando manca esattamente un mese al lancio dell'ultima missione del Programma Space Shuttle proseguono senza sosta i preparativi. Nelle prime ore del mattino, al Kennedy Space Center della NASA in Florida, un team di tecnici sulla rampa 39A ha iniziato il carico del propellente all'interno delle APU (Auxiliary Power Unit) della navetta spaziale Atlantis. L'operazione di rifornimento proseguirà per tutta la giornata. I quattro astronauti della missione STS-135 sono intanto rientrati alla loro base, il Johnson Space Center della NASA a Houston, a bordo dei loro jet T-38. L'equipaggio era giunto due giorni fa per prendere parte all'ispezione del carico utile che verrà consegnato alla Stazione Spaziale Internazionale durante la loro missione. In particolare avevano visitato l'hangar dove veniva completato il carico di materiale all'interno del modulo logistico multifunzione di costruzione Italiana Raffaello ed alla speciale attrezzatura per un test di rifornimento di propellente nello spazio. Mentre si trovavano in Florida il Comandante Chris Ferguson ed il Pilota Doug Hurley hanno effettuato degli atterraggi simulati utilizzando l'apposito aereo da addestramento STA (Shuttle Training Aircraft). Sempre il 6 giugno gli ingegneri della NASA hanno deciso la sostituzione di parte della WCCS (la Window Contamination Control System) dell'orbiter Atlantis, dopo che una ispezione con il boroscopio aveva mostrato dei problemi. La riparazione verrà completata prima del test di riempimento del serbatoio esterno, previsto per la prossima settimana, e non dovrebbe creare ritardo per il lancio di Atlantis, fissato per l'8 luglio. Il 7 giugno i tecnici alla rampa di lancio avevano caricato l'ossidante all'interno del sistema di controllo a reazione (RCS) anteriore e posteriore. Anche le unità idrauliche di entrambi i booster a combustibile solido erano stati riempiti di idrazina ed i serbatoi pressurizzati.

Fonti: NASA

La navetta Atlantis sulla rampa di lancio durante il test di rifornimento del serbatoio esterno 16/06/2011 - Effettuato con successo il test di riempimento del serbatoio esterno di Atlantis - Il Team di Ispezione Finale, chiamato anche Ice Team, ha completato il giro di ispezione alla rampa 39A del Kennedy Space Center della NASA in Florida dopo il test del serbatoio esterno eseguito questo pomeriggio. I dati preliminari indicano che non sono stati riscontrati problemi. Al momento i tecnici stanno svuotando le circa 2.000 tonnellate di idrogeno ed ossigeno liquidi dal serbatoio esterno della navetta spaziale Atlantis. A partire da sabato i tecnici eseguiranno una scansione a raggi-X con tecnologie avanzate delle barre di supporto del serbatoio, chiamate rinforzi, e che si trovano sul lato del serbatoio che da sullo Shuttle. All'inizio dell'anno, i responsabili decisero di eseguire le stesse modifiche di rinforzo anche sul serbatoio ET-128 di Atlantis, dopo che avevano scoperto piccole crepe nelle barre di rinforzo del serbatoio esterno della navetta Discovery per la missione STS-133. Il serbatoio ET-138 è simile a quello utilizzato per la missione STS-133. I manager prevederono quindi un test di rifornimento per verificare che non vi fossero problemi. Durante il test di riempimento, la valvola principale del motore n.3 di Atlantis ha riscontrato livelli di temperatura più bassi del normale, indicando una possibile fuga di idrogeno. Le squadre di ingegneri hanno isolato il motore e proseguito il rifornimento di Atlantis senza problemi. Le temperature sono tornate normali. Una volta che i tecnici entreranno giovedì nella zona del motore, dopo che sarà tornata accessibile al termine delle operazioni di rifornimento, potranno valutare tutto il lavoro necessario sulla valvola del carburante. Anche se la valvola dovesse comunque essere sostituita i responsabili prevedono che il lavoro possa essere eseguito sulla rampa di lancio e che questo non dovrebbe avere influenza sulla data di lancio prevista per Atlantis dell'8 luglio. L'operazione di rifornimento era iniziata alle 12:15 p.m. EDT (le 18:15 ora italiana) ed era stata rinviata due volte, la prima per controllare i possibili danni di un temporale che aveva colpito la zona e la seconda per una sottostazione di supporto alla rampa di lanci che, nella notte, era andata fuori uso. Durante il temporale tre fulmini avevano colpito entro la distanza di 400 metri dalla rampa di lancio 39A ma i dati successivi avevano indicato che non vi erano stati danni ne ad Atlantis ne alla rampa. Intanto nei giorni scorsi il Comandante di STS-135, Chris Ferguson ed il Pilota Dough Hurley avevano eseguito dei voli di simulazione di atterraggio con l'apposito aereo modificato STA (Shuttle Training Aircraft) sulla pista di White Sands, nel Nuovo Messico mentre gli Specialisti di Missione Sandra Magnus e Rex Walheim hanno proseguito la revisione del lavoro di trasferimento del materiale che avverrà durante la prossima missione congiunta alla Stazione Spaziale Internazionale. Nella immagine (Credit: NASA TV) la navetta Atlantis sulla rampa di lancio durante il test di rifornimento del serbatoio esterno.

Fonti: NASA

17/06/2011 - Il carico utile di Atlantis è stato portato sulla rampa di lancio - Il contenitore che trasporta il carico utile della navetta spaziale Atlantis per la missione STS-135 è arrivato giovedì notte alla rampa 39A del Kennedy Space Center della NASA ed è stato ospitato nella struttura apposita. Il carico, il cui componente principale è il Modulo Logistico Multi-Funzione (MLPM) di costruzione Italiana 'Raffaello', verrà trasferito nella stiva della navetta lunedì. Sempre lunedì gli astronauti di STS-135 voleranno dalla loro base al Johnson Space Center della NASA a Houston, nel Texas, fino alla Florida per la loro simulazione del conteggio alla rovescia e le ultime fasi di addestramento al Kennedy Space Center della NASA. L'arrivo sulla pista Shuttle Landing Facility è previsto per le 5:45 p.m. EDT (le 23:45 ora italiana) e verrà trasmesso in diretta sul NASA TV e sul web al sito www.nasa.gov/ntv.

Fonti: NASA

L'equipaggio di Atlantis STS-135 è arrivato al KSC per la simulazione di lancio 20/06/2011 - L'equipaggio di STS-135 arrivato in Florida per la Simulazione di Lancio - I quattro astronauti veterani della missione Atlantis STS-135 sono arrivati lunedì sera al Kennedy Space Center della NASA, in Florida, per svolgere le attività di prelancio e la relativa simulazione. "Parlo a nome dell'equipaggio, di ognuno dell'ufficio astronauti, e sono sicuro, ognuno qui al KSC sta pensando a questo momento," ha detto il Comandante di STS-135 Chris Ferguson appena arrivato. "Quando i nostri figli ed i nipoti ce lo chiederanno noi saremo capaci di rispondere, 'Mi ricordo di quando c'èra lo Space Shuttle'," mentre i suoi colleghi, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim lo guardavano. Ferguson ha inoltre ringraziato i rappresentanti dei media per la divulgazione di questo messaggio al pubblico. I loro jet T-38 hanno toccato la pista Shuttle Landing Facility del Kennedy alle 5:30 p.m. EDT (le 23:30 ora italiana). L'equipaggio parteciperà al TCDT (Terminal Countdown Demonstration Test) e relativo addestramento. Un completo conto alla rovescia simulato è previsto per martedì mattina. Intanto sulla rampa 39A del Kennedy, i tecnici stanno eseguendo una scansione a raggi-X con tecnologie avanzatissime dei supporti di rinforzo del serbatoio esterno che guardano la navetta spaziale Atlantis. Per completare La scansione occorrerà una settimana ed i risultati dovrebbero confermare che non vi sono problemi con i rinforzi del serbatoio. La scansione è iniziata domenica a causa di un temporale avvenuto sabato ma che non ha causato danni ne alla navetta che alla rampa. I tecnici inoltre stanno anche sostituendo una valvola che si sospetta perda nel motore principale numero 3 di Atlantis. L'Altantis è in corso di preparazione per la missione STS-135, il volo finale del Programma Space Shuttle il cui lancio è previsto per l'8 di luglio. Nella foto (Credit: NASA TV) l'equipaggio di Atlantis STS-135 è arrivato al KSC per la simulazione di lancio.

Fonti: NASA

L'equipaggio di STS-135 si allena a guidare il veicolo corazzato per l'evacuazione dalla rampa 22/06/2011 - Gli astronauti di Atlantis proseguono l'addestramento pre-lancio - Al Kennedy Space Center della NASA, in Florida, i quattro astronauti di Atlantis hanno proseguito questa mattina l'addestramento alla rampa di lancio 39A, eseguendo una procedura simulata di evacuazione di emergenza e, successivamente, ispezionando il carico utile che si trova nella stiva della navetta. In seguito hanno tenuto una riunione sulle operazioni e sul carico utile all'interno del Centro di Controllo di Lancio del Kennedy. Prima di iniziare la loro sessione di addestramento di questa mattina l'equipaggio - il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim - hanno risposto alle domande dei giornalisti durante una diretta su NASA TV tenutasi sulla rampa di lancio. Riflettendo sul significato di questa ultima missione dello Space Shuttle, il Comandante Ferguson ha detto, "Non credo che percepiremo veramente l'importanza di questo momento fino a che le ruote (della navetta - ndr) non si saranno fermate sulla pista. Non sono sicuro che avrò parole che possano rendere giustizia per l'equipaggio e per l'intero gruppo di persone che hanno lavorato con le navette per quello che ha significato il Programma Shuttle per noi negli ultimi trent'anni." Ieri il Programma Space Shuttle ha tenuto una riunione FRR (Flight Readiness Review - controllo di prontezza al volo) al Johnson Space Center della NASA di Houston. Il team ha raccomandato di procedere con una riunione di revisione a livello dell'Agenzia per il prossimo martedì, con l'obiettivo di lanciare la missione STS-135 dedicata alla Stazione Spaziale Internazionale l'8 di luglio. Intanto i tecnici sulla rampa di lancio hanno completato la scansione a raggi-X della parte superiore nella zona dei supporti di rinforzo del serbatoio esterno di Atlantis. Ora passeranno a scansionare la parte inferiore di questi rinforzi lunghi poco più di sei metri. Altri tecnici hanno sostituito ieri la valvola del propellente nel motore principale n.3 della navetta spaziale. La prossima operazione sarà quella di testare la nuova valvola. Nella foto (Credit: Ben Cooper/Spaceflight Now) l'equipaggio di STS-135 si allena a guidare il veicolo corazzato per l'evacuazione dalla rampa.

Fonti: NASA

L'equipaggio di STS-135 saluta avviandosi verso l'Astrovan che lo porterà alla rampa di lancio 23/06/2011 - L'equipaggio di STS-135 completa la simulazione del conto alla rovescia - Questa mattina al Kennedy Space Center della NASA in Florida, i quattro astronauti di Atlantis hanno indossato le loro tute di lancio e rientro arancioni e si sono recati alla rampa di lancio 39A a bordo dell'Astrovan (l'apposito pulmino), proprio quello che faranno il giorno del lancio fra un paio di settimane. Gli astronauti sono saliti a bordo della navetta Atlantis ed hanno partecipato ad una simulazione completa di countdown. Il conteggio alla rovescia simulato è proseguito regolarmente fino a T-4 secondi dal lancio quando è stato dichiarato un aborto dell'operazione e quindi è iniziata la procedura di evacuazione della navetta. Gli astronauti sono usciti e si sono recati presso le speciali gabbie appese con funi che li porterebbero lontano dalla rampa ed al sicuro. Questo tipo di aborto al lancio sarebbe avvenuto se i computer di bordo avessero registrato un'anomalia in uno dei motori principali (che vengono avviati in sequenza a T-6 secondi) ed avrebbero effettuato uno spegnimento immediato di tutti e tre i motori, appena prima di avviare i due booster a propellente solido che non possono essere fermati. Questo tipo di problema si è presentato nella realtà cinque volte nella storia dello Space Shuttle, l'ultima volta nel 1994. Con questa manovra si è completata la TCDT. Gli astronauti hanno completato il loro addestramento al Kennedy prima di ripartire nel tardo pomeriggio dalla pista SLF (Shuttle Landing Facility) e rientrare alla loro base al Johnson Space Center di Houston, nel Texas. Al JSC gli astronauti proseguiranno l'addestramento per l'ultimo volo dello Space Shuttle, la missione STS-135 diretta alla Stazione Spaziale Internazionale. L'equipaggio prevede di tornare al Kennedy il 4 luglio in preparazione del lancio previsto per l'8 luglio. I lavori sulla rampa di lancio continuano mentre i tecnici stanno hanno scansionato la parte inferiore dei rinforzi del serbatoio esterno di Atlantis e non sono stati riscontrati problemi. Uno spettrometro di massa esterno ha controllato la valvola del propellente del motore principale n.3 della navetta ed i tecnici stanno ora istallando l'isolante. Un test completo della valvola è previsto per questo fine settimana. Nella foto (Credit: NASA) l''equipaggio di STS-135 saluta avviandosi verso l'Astrovan che lo porterà alla rampa di lancio per la simulazione di conto alla rovescia (TCDT - Terminal Countdown Demostration Test) svoltasi oggi.

Fonti: NASA

28/06/2011 - La NASA da il 'go' per il lancio di Atlantis - Dopo la lunga riunione FRR (Flight Readiness Review) durata tutta la giornata al Kennedy Space Center in Florida, i responsabili della NASA ed i dirigenti delle aziende che vi collaborano hanno votato unanimamente per il lancio della navetta spaziale Atlantis per la missione STS-135 l'8 luglio 2011 alle ore 11:26 a.m. EDT (le 17:26 ora italiana). ""Abbiamo avuto una revisione molto approfondita", ha detto Bill Gerstenmaier, amministratore assistente per le operazioni spaziali. "Questo volo è incredibilmente importante. Il carico che portiamo su con questo volo è davvero necessario per la stazione spaziale." Mike Moses, direttore dell'integrazione al lancio del Programma Space Shuttle ha aggiunto: ""Siamo davvero impazienti di completare questa missione, permettendo alla stazione di avere quello di cui ha bisogno con un potente finale del programma shuttle con STS-135." Infine Mike Leinbach, direttore di lancio shuttle ha concluso, "Atlantis è in gran forma sulla rampa. Il team di Atlantis guarda con fiducia al conto alla rovescia e speriamo di essere in grado di lanciare venerdì 8 luglio come previsto. La missione STS-135 destinata alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è l'ultimo volo del Programma Space Shuttle.

QUI UN VIDEO (NASA) DELLA MISSIONE STS-135 DELLA NAVETTA SPAZIALE ATLANTIS, L'ULTIMA DEL PROGRAMMA SPACE SHUTTLE:



Fonti: NASA

04/07/2011 - Gli astronauti arrivano al Kennedy per l'ultimo conto alla rovescia - Il quattro di luglio, i quattro membri dell'equipaggio sono arrivati a bordo di due jet T-38 sulla pista Shuttle Landing Facility del Kennedy Space Center della NASA approssimativamente alle 2:30 p.m. EDT (le 20:30 ora italiana). Il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim hanno parlato ai media prima di essere trasportati negli alloggi dedicati agli astronauti che si trovano nell'edificio Operation e Checkout, dove trascorreranno i prossimi giorni addestrandosi e trascorrendo del tempo con le famiglie prima del decollo. "Penso di parlare a nome di tutto l'equipaggio che siamo felici di essere qui dopo un addestramento veramente duro di nove mesi ed ansiosi di essere finalmente qui in Florida per la settimana del lancio," ha detto Ferguson. Il lancio della navetta spaziale Atlantis è previsto per venerdì, 8 luglio alle 11:26 a.m. (Le 17:26 ora italiana). In copertina (Credit: NASA) l'equipaggio di STS-135 appena dopo l'atterraggio al Kennedy Space Center.

Fonti: NASA

05/07/2011 - Iniziato il conto alla rovescia per STS-135 - Il conto alla rovescia per il lancio finale di uno Space Shuttle è iniziato oggi alle 1 p.m. EDT (le 19 ora italiana) partendo da T-43 ore. Sebbene le previsioni meteo per il giorno del lancio siano poco favorevoli per venerdì al momento del lancio, le 11:26 a.m. EDT (le 17:26 ora italiana). Alle 10 a.m. di questa mattina si è tenuta una riunione sullo condizioni prime di iniziare il countdown. Il Test Director della NASA, Jeremy Graeber ha segnalato che la navetta spaziale Atlantis è pronta per il volo e il manager del carico utile di STS-135, Joe Delai, ha detto che il carico è pronto e tutto procede per il meglio. Il solo problema riguarda il meteo che mostra un 60% di possibilità di piogge e temporali per venerdì portati da un vento marino, secondo quanto ha detto il capo dell'ufficio meteo shuttle, Kathy Winter. Dopo aver volato fino al Kennedy Space Center, in Florida, ieri, gli astronauti di STS-135 stanno oggi ricontrollando i dati del volo e conducendo dei controlli delle loro tute di lancio e rientro. Intanto alla rampa 39A del Kennedy Space Center i tecnici hanno completato i controlli sulla navetta Atlantis e stanno eseguendo i preparativi finali del sistema di propulsione principale. Nonostante alcuni temporali nella zona avvenuti nel fine settimana non ci sono indicazioni di meteo avverso o fulmini all'interno della zona della rampa di lancio.

Fonte: NASA

07/07/2011 - Ecco le varie operazioni del conto alla rovescia di Atlantis - Ecco di seguito le varie operazioni del conto alla rovescia per il lancio dello Space Shuttle Atlantis a partire da oggi fino al momento del decollo, fissato per domani 8 luglio alle 17:26 ora italiana:

* Lancio-1 giorno (giovedì 7 luglio)

Un bel primo piano della navetta Atlantis sulla rampa di lancio- Stivaggio delle attrezzature dell'equipaggio
- Inizio rimozione delle apparecchiature di supporto alla rampa

* Entrata in pausa programata di 14 ore e 1 minuto a T-11 ore (5 a.m. EDT - 11 ora italiana)

- Attivazione dei sistemi di comunicazione dell'orbiter
- Ritrazione passerelle di accesso ed abbassamento delle piattaforme di supporto dei motori - Ispezione del Serbatoio Esterno
- Completamento del carico (nel ponte mediano) dei sistemi critici di volo per l'equipaggio
- Rotazione della struttura di servizio allontanandola da Atlantis fino alla posizione di parcheggio (2 p.m. EDT - le 20 ora italiana)
- Esecuzione dellasSpunta della lista di ascesa
- Completamento dello spurgo delle celle a combustibile

* Ripresa del conto alla rovescia a T-11 ore (7:01 p.m. EDT - le 1:01 ora italiana di venerdì)

- Attivazione delle celle a combustibile dell'orbiter (8:11 p.m. EDT - le 2:11 ora italiana di venerdì)
- Abbandono dell'area di pericolo esplosioni di tutto il personale non essenziale
- Passaggio del sistema di Atlantis da aria ad azoto gassoso (9:01 p.m. EDT - le 3:01 ora italiana di venerdì)

* Giorno del lancio (venerdì 8 luglio)

- Completamento ispezioni finali

* Entrata in pausa di due ore a T-6 ore (12:01 a.m. - le 6:01 ora italiana)

La squadra di ispezione finale controlla la rampa di lancio ed il veicolo spaziale- Completamente preparativi per il rifornimento
- Il team di lancio verifica che non vi siano violazioni dei criteri di sicurezza prima di imbarcare il propellente criogenico nel serbatoio esterno
- Evacuazione di tutto il personale dalla rampa di lancio

* Ripresa del conto alla rovescia (2:01 a.m. EDT - le 8:01 ora italiana)

- Raffreddamento delle tubature di trasferimento (2:01 a.m.)
- Inizio del rifornimento del serbatoio esterno con circa 1,9 milioni di litri di propellenti criogenici (circa alle 2:11 a.m.)

*Inizio pausa di 2 ore e 30 minuti a T-3 ore (5:01 a.m. EDT - le 11:01 ora italiana)

- Inizio calibrazione della piattaforma di misurazione inerziale
- Allineamento con le antenne di tracking di Merritt Island
- Completamento del rifornimento del serbatoio esterno con il suo carico di propellenti idrogeno ed ossigeno liquidi (circa alle 5:01 a.m.)
- Le squadre di Ispezione Finale e del Closeout Crew si avviano verso la rampa

* Ripresa del conto alla rovescia a T-3 ore (7:31 a.m. EDT - le 13:31 ora italiana)

- Esecuzione di un test aperto di comunicazioni con l'Eastern Range
- L'equipaggio parte dall'edificio Operations e Checkout diretto alla rampa (7:36 a.m. EDT)
- Completamento dei preparativi di imbarco nella White Room
- Controllo configurazione della cabina di pilotaggio
- Inizio dei controlli finali dei comandi con il network dell'Eastern Range
- L'equipaggio inizia l'imbarco nell'orbiter (8:06 a.m. EDT - le 14:06 ora italiana)
Gli astronauti Walheim e Magnus nella White Room - Gli astronauti effettuano un controllo vocale aria-superfice con il Centro Missione e quello di Lancio
- Inizia la chiusura del portello esterno di Atlantis (9:11 a.m. EDT - le 15:11 ora italiana)
- Vengono eseguiti i controlli di tenuta del portello e della cabina
- Viene completata la chiusura della White Room
- Il Closeout Crew abbandona l'area
- I dati principali di guida per l'ascesa sono trasferiti nel sistema di volo ausiliario

* Ripresa del conto alla rovescia a T-20 minuti (10:21 a.m. EDT - le 16:21 ora italiana)

- I computer di bordo vengono portati in configurazione di lancio
- Inizia il condizionamento termico delle celle a combustibile
- Vengono chiuse le valvole di sfiato della cabina dell'orbiter
- Transizione dei sistemi di volo di riserva alla configurazione di lancio

* Inizio pausa di 45 minuti stimata a T-9 minuti (10:32 a.m. EDT - le 16:32 ora italiana)

- Determinazione finale della finestra di lancio
- Il Direttore di Lancio, il Mission Management Team ed il direttore test della NASA conducono l'ultima chiamata per il 'go/no go' per il lancio

* Ripresa del conto alla rovescia a T-9 minuti (circa le 11:17 a.m. EDT - le 17:17 ora italiana)

- Avvio del sequenziatore automatico di lancio di superficie (T-9 minuti)
- Ritrazione della passerella di accesso dell'equipaggio (T-7:30)
- Avvio registrazione APU (T-6:15)
- Avvio APU, unità energia ausiliaria, (T-5)
- Completamento del rabbocco di ossigeno liquido (T-4:55)
Accensione dei motori principali della navetta spaziale - Inizio test profilo aereosuperfici dell'orbiter (T-3:55)
- Inizio test profilo giunto cardanico motori principali (T-3:30)
- Pressurizzazione serbatoio ossigeno liquido (T-2:55)
- Inizio ritrazione del braccio di sfiato dell'ossigeno gassoso (T-2:50)
- Le celle a combustibile utilizzano il reagente interno (T-2:35)
- Pressurizzazione serbatoio idrogeno liquido (T-1:57)
- Disattivazione resistenze dei bi-pod (T-1:52)
- Disattivazione dei giunti riscaldati dei booster a propellente solido (T-0:50 secondi)
- Passaggio all'energia interna dell'orbiter (T-0:50 secondi)
- Il sequenziatore al suolo da il via alla sequenza automatica di avvio (T-0:31 secondi)
- I booster si orientano (T-0:21 secondi)
- Accensione dei tre motori principali dello Space Shuttle (T-6,6 secondi)
- Accensione dei booster e decollo (T-0)

* Orario preferito per il lancio: 11:26 a.m. EDT (le 17:26 ora italiana)

La foto in alto a destra Credit: http://www.flickr.com/photos/rllacey/4625115890/
La foto seguente (Credit: NASA TV) la squadra di ispezione finale alla rampa di lancio
La foto seguente (Credit: NASA - KSC-2011-4832) gli astronauti Walheim e Magnus nella White Room per accedere all'orbiter in compagnia di alcuni membri della squadra Closeout Crew
La foto in fondo a destra (Credit: NASA TV) il momento dell'accensione dei tre motori principali della navetta spaziale

Fonti: NASA

La navetta Atlantis sulla rampa di lancio con minacciose nubi sopra di se- 07/07/2011 - Un fulmine ha colpito la rampa di lancio dove si trova Atlantis - Come previsto, i temporali sono passati sopra il Kennedy Space Center giovedì ed almeno un fulmine ha colpito la rampa di lancio 39A dove la navetta spaziale Atlantis è pronta al decollo venerdì per la 135° ed ultima missione Shuttle della NASA. Le letture del campo magnetico sulla rampa ha superato i limiti normali in quattro punti, riferiscono le fonti, forzando gli ingegneri a mettere in calendario un incontro di revisione attorno alle 4:30 p.m. (le 22:30 ora italiana) per assicurarsi che nessun sistema sensibile sia stato colpito. Quanto lunga sarà la riunione e che impatto potreà avere sui preparativi del lancio non sono immediatamente chiari. Oltre ai fulmini, i metereologi stanno continuando a prevedere un 70% di temporali che potrebbero impedire il lancio di venerdì. Le previsioni migliorano leggermente al 60% 'no go' per sabato e 60% 'no go' per domenica, l'ultimo giorno disponibile in questa finestra di lancio. Ma i responsabili della NASA vogliono chiedere un'altra opportunità di lancio per lunedì se l'Air Force accorda di rinviare il lancio di un satellite per la navigazione previsto per la prossima settimana. Se così fosse, ed assumendo che non vi siano stati danni a causa del fulmine, i responsabili NASA della missione, potrebbero optare per spingere il lancio di venerdì oppure attendere in favore di due tentativi fra domenica e lunedì se le condizioni meteo miglioreranno. "Il tempo non è buono per il lancio," ha dichiarato Kathy Winters, funzionario per il meteo dello shuttle, ai reporter durante un incontro con i giornalisti. "Come potete vedere fuori le nubi stanno arrivando ed iniziamo a veder piovere. Abbiamo anche avuto dei temporali questa mattina. E ci aspettiamo ancora questi fenomeni per il prossimo paio di giorni." Durante la giornata un altro temporale ha colpito il centro spaziale, portando pioggie torrenziali e fulmini. La telemetria nel centro di controllo di lancio ha indicato che un fulmine ha colpito a pochissima distanza dalla rampa di lancio alle 12:31 p.m. EDT (le 6:31 ora italiana) rendendo obbligatorio una ispezione ed un controllo dei dati per assicurare che nessun sistema sensibile sia stato colpito. Con 45 minuti di ritardo sul previsto gli ingegneri hanno iniziato a far ruotare il gigantesco traliccio protettivo lontano da Atlantis nel pomeriggio, esponendo la navetta alla vista e preparando il passo per il rifornimento nelle prime ore di venerdì. I responsabili NASA della missione prevedono un incontro per le 1:30 a.m. di venerdì (le 7:30 ora italiana) per vedere il tempo e i problemi tecnici sorti. Assumendo che i responsabili decidano di procedere gli ingegneri inizieranno il carico di 1.800.000 litri di ossigeno ed idrogeno liquidi nel serbatoio esterno di Atlantis alle 2:01 a.m. (le 8:01 ora italiana). La procedura di rifornimento della durata di tre ore verrà completata attorno alle 5 a.m. e, se tutto è andato come previsto, il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Douglas Hurley e gli Specialisti di Missione Rex Walheim e Sandra Magnus saliranno a bordo verso le 8:06 a.m. (le 14:06 ora italiana) con il lancio previsto per le 11:16:46 a.m. (le 17:26:46 ora italiana). Sono attesi fra i 500.000 ed i 750.000 spettatori per vedere l'ultimo lancio di una navetta spaziale, complicando così alla NASA i piani in previsione di un rinvio. Se il maltempo o altri problemi costringessero ad un rinvio nelle ultime quattro ore del conto alla rovescia, il Direttore di Lancio Mike Leinbach potrebbe ordinare un rinvio di 48 ore per il motivo che per il team di lancio non sarebbe possibile tornare a casa a causa degli ingorghi del traffico e tornare al centro spaziale in tempo per un lancio il giorno successivo. Il risultato sarebbe quindi che un rinvio venerdì potrebbe facilmente portare ad un secondo tentativo domenica. Guardando avanti nella campagna di lancio, i dirigenti della NASA dicono che se Atlantis sarà ancora in rampa domenica o il volo slitta a dopo il 16 luglio per far posto al lancio di un satellite militare di navigazione dalla vicina base dell'Air Force di Cape Canaveral. Ma se l'Air Force accettasse un rinvio di un giorno la NASA potrebbe approfittare dell'opportunità di lanciare lunedì. Come questo potrebbe giocare nella decisione di procedere con una prova di lancio Venerdì resta tutto da vedere. Nella foto (Credit: NASA TV) la navetta Atlantis, appena liberata dalla torre di servizio, con il cielo pieno di nubi minacciose.

AGGIORNAMENTO ORE 0:58 VENERDì 8 LUGLIO - La commissione composta di ingegneri ha determinato che non vi sono stati problemi causati dal fulmine che ha colpito la navetta Atlantis e che il conto alla rovescia può procedere regolarmente come previsto.

Fonti: SpaceflightNow

La missione giorno per giorno

08/07/2011 - IL GIORNO DEL LANCIO - Iniziato il rifornimento del serbatoio esterno di Atlantis - Il rifornimento del serbatoio esterno della navetta Atlantis con oltre 1 milione ed 800 mila litri di idrogeno ed ossigeno liquido è iniziato in orario sulla rampa 39A del Kennedy Space Center della NASA alle 2:01 a.m. EDT (le 8:01 ora italiana). Il team di lancio controlla con attenzione le condizioni meteo durante tutta l'operazione. Le condizioni meteorologiche rimangono con solo un 30 percento di possibilità di tempo favorevole per il decollo alle 11:26 a.m. EDT (le 17:26 ora italiana). Le squadre al momento non stanno lavorando al momento a nessun problema che possa rinviare il lancio.

Il Comandante Ferguson mentre viene aiutato a sistemarsi sul sedile del ponte di comando- AGGIORNAMENTI Ore 7:59 a.m. EDT (le 13:59 ora italiana) - Tutto procedere regolarmente nel conto alla rovescia per il lancio della missione finale della navetta spaziale Atlantis STS-135. L'equipaggio composto dal Comandante Chris Ferguson, dal Pilota Douglas Hurley l'Ingegnere di Volo e Specialista di Missione Rex Walheim e la Specialista di Missione Sandra Magnus è appena arrivato alla rampa 39A ed in questi minuti verrà aiutato a salire sull'orbiter dalla speciale squadra di tecnici che si trova nella White Room (una stanza che si trova al termine della passerella che collega la rampa con il portello d'ingresso alla navetta) e conosciuto come il 'Closeout Crew'. Le condizioni meteo rimangono il fattore decisivo per il lancio di oggi e per il momento del decollo viene dato soltanto un 30 percento di possibilità che il tempo collabori. In copertina (Credit: Steven Young/Spaceflight Now) la navetta Atlantis a poche ore dal lancio. Nella foto (Credit: NASA TV) il Comandante Ferguson mentre viene aiutato a sistemarsi sul sedile del ponte di comando.

Ore 8:46 a.m. EDT (le 14:46 ora italiana) - Tutti e quattro gli astronauti della missione finale del Programma Space Shuttle sono ora a bordo dell'orbiter Atlantis. Il conto alla rovescia procede regolarmente. La prossima attività sarà un controllo delle comunicazioni (il 'com check') fra l'equipaggio ed il Controllo Missione e il Centro di Lancio. Intanto l'astronauta Rick Sturckow sta effettuando un volo di ricognizione sopra la zona di lancio e riporta che si nota un miglioramento del meteo. La navetta Atlantis sulla rampa di lancio a poche ore dal via-

Ore 9:24 a.m. EDT (le 15:24 ora italiana) - Il Closeout Crew ha chiuso il portello dell'orbiter Atlantis e sta effettuando i controlli di tenuta di pressurizzazione del veicolo spaziale. Intanto il radar mostra alcune pioggie entro le 20 miglia (circa 32 km) dalla pista di atterraggio di emergenza del Kennedy Space Center. Il conteggio alla rovescia prosegue regolarmente.

Ore 10:12 a.m. EDT (le 16:12 ora italiana) - Siamo a T-20 minuti ed è iniziata la pausa della durata di 10 minuti. La squadra dei sette tecnici della Closeout Crew ha completato la sistemazione della White Room e si appresta a lasciare la rampa di lancio. Al momento le condizioni meteo sono 'no go' a causa di nubi basse sopra il KSC. Durante questa penultima pausa prima del lancio tutti i computer della Firing Room 4 del Centro di Controllo di Lancio del complesso 39 vengono verificati per assicurarsi che i programmi siano disponibili per il conto alla rovescia. Il convoglio di atterraggio viene verificato in supporto di un atterraggio di emergenza. L'Unità di Misurazione Inerziale verrà allineata e verificata in preparazione per la transizione dei computer di bordo alla modalità Major Mode 101 che è quella per la fase finale del conto alla rovescia.

Ore 10:21 a.m. EDT (le 16:21 ora italiana) - Il conto alla rovescia è ripreso da T-20 minuti e si fermerà nuovamente a T-9 minuti per l'ultima pausa prevista della durata di 45 minuti. La lunghezza di questa ultima pausa verrà aggiustata per sincronizzare il lancio con il momento preferito che è le 11:26 a.m. Al momento il meteo è 'go'.

Ore 10:32 a.m. EDT (le 16:32 ora italiana) - Iniziata la pausa a T-9 minuti. Gli orologi del conto alla rovescia sono ora entrati nella pausa di 45 minuti e 46 secondi. Il lancio rimane fissato per le 11:26:46 a.m. EDT (le 17:26 ora italiana). Il il sistema dell'elio del Sistema di Propulsione Principale è stato riconfigurato dal Pilota Doug Hurley. Presto lo sfiato dell'azoto gassoso inizierà alla base dei booster a combustibile solido. Il Comandante Chris Ferguson ha abilitato la strumentazione di virata per aborto mentre il Pilota Hurley ha configurato i display per il lancio nella cabina di comando di Atlantis.

Ore 11:01 a.m. EDT (le 17:01 ora italiana) - Le condizioni meteo sono al momento 'go' e potrebbero rimanere tali per i prossimi minuti rendendo possibile il lancio della navetta spaziale Atlantis nell'ultima missione del Programma Space Shuttle. Simao ancora in pausa a T-9 minuti.

La navetta Atlantis parte per l'ultima missione del programma- Ore 11:13 a.m. EDT (le 17:13 ora italiana) - Il Direttore di Lancio Mike Leinbach ha appena eseguito un ceck delle postazioni e tutte hanno dato il 'go' tranne quella che presiede alla pista di atterraggio del Kennedy in caso di emergenza e che ha chiesto alcuni minuti prima di rispondere.

Ore 11:17:46 a.m. EDT (le 17:17 ora italiana) - Il conto alla rovescia è appena ripartico a T-9 minuti. L'unica incognita rimane il sito di atterraggio di emergenza per una possible manovra RTLS (Return to Landing Site) dello shuttle in caso di grossi problemi dopo il lancio e che è ancora 'no go' per il meteo.

Ore 11:22 a.m. EDT (le 17:22 ora italiana) - Siamo a T-5 minuti. Sono state attivate le 3 APU dell'orbiter Atlantis.

Ore 11:26:15 a.m. EDT (le 17:26:15 ora italiana) - Stop a T-31 secondi, appena prima che parta la sequenza automatica di lancio! Sembra che il braccio che permette lo sfiato dell'ossigeno liquido non fosse rientrato del tutto. Ma dopo una pausa di alcuni secondi il conto alla rovescia in sequenza automatica è ripartito. Ora è tutto 'go' per il lancio di Atlantis. La finestra di lancio è comunque di tre minuti e quindi anche questa breve pausa fuori programma nel conteggio alla rovescia non incide sul decollo.

Ore 11:29 a.m. EDT (le 17:29 ora italiana) - T-0 decollo dell'ultima missione di una navetta spaziale, Atlantis inizia la missione STS-135.

Ore 11:42 a.m. EDT (le 17:42 ora italiana) - Con i booster a propellente solido ed il serbatoio esterno sganciato la navetta spaziale Atlantis si trova ora in orbita attorno alla Terra. Atlantis ed i suoi quattro astronauti hanno lasciato la Terra per l'ultima missione della navetta spaziale, che chiude un affascinante periodo di 30 anni di esplorazione, con il lancio di grandi osservatori, la costruzione della Stazione Spaziale Internazionale e che ci ha permesso di comprendere meglio di come gli esseri umani possano vivere e lavorare nello spazio.

Fonti: NASA - SpaceflightNow - NASAspaceflight

ECCO IL VIDEO DEL LANCIO DELLA NAVETTA ATLANTIS PER LA MISSIONE FINALE STS-135



L'equipaggio dei quattro astronauti NASA di Atlantis saluta i giornalisti prima di imbarcarsi sul pulmino che li porterà alla rampa di lancio 39A- 08/07/2011 - Giorno 1 - Con un carico di rifornimenti ed attrezzature, Atlantis è stato lanciato venerdì mattina verso la Stazione Spaziale Internazionale per l'ultima missione dello Space Shuttle. La navetta ed il suo equipaggio di quattro sono decollati dal Kennedy Space Center per il volo di 12 giorni alle 10:29 a.m. CDT (le 17:29 ora italiana). A bordo si trova il modulo logistico multi-funzione Raffaello e l'esperimento di Rifornimento Robotico, che dovrebbe aiutare nello sviluppo dei sistemi di rifornimento per satelliti in orbita. Quasi un milione di persone sono arrivate nella zona del Kennedy per assistere al decollo di Atlantis per la missione che segna la fine dell'era della navetta spaziale. La missione è incentrata sul lasciare alla stazione più rifornimenti possibili per poter iniziare la sua esistenza senza shuttle. E' previsto che Atlantis riporti una pompa guasta del circuito di ammoniaca a Terra per poter essere esaminata - un compito che nessun altro veicolo spaziale può fare. Il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Douglas Hurley e gli Specialisti di Missione Sandra Magnus e Rex Walheim si avvicineranno ed attraccheranno alla stazione domenica. Raffaello esegue il suo quarto viaggio verso la stazione. Il quarto giorno di missione il modulo verrrà estratto dal vano di carico ed agganciato al nodo Harmony. Raffaello verrà scaricato ed in seguito caricato con i rifiuti della stazione prima di ritornare nella stiva il decimo giorno di missione per il ritorno sulla Terra. L'esperimento di Robotic Refueling Mission verrà installato durante l'unica La stiva di Atlantis con i portelli aperti dopo che sono trascorse poche ore dal lancio- passeggiata spaziale, dai membri dell'equipaggio della stazione, mentre Atlantis sarà attraccato. L'esperimento testera il concetto, le tecniche e gli attrezzi per poter rifornire in modo robotico un satellite in orbita. Il test utilizzerà le capacità robotiche della stazione, il primo test nello spazio del modo di rifornire i satelliti, compresi quelli non progettati per questo tipo di servizio. A bordo della stazione a dare il benvenuto ad Atlantis ed al suo equipaggio vi sono il Comandante di Spedizione 28, Andrey Borisenko e gli Ingegneri di Volo Alexander Samokutyaev, Ron Garan, Sergei Volkov, Mike Fossum e Satoshi Furukawa. STS-135 è il 135° volo di uno shuttle, il 33° di Atlantis e la 37° missione dedicata all'assemblaggio e manutenzione della stazione. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia dell'equipaggio o prima se necessario. L'equipaggio è previsto che si svegli appena prima delle 3 a.m. di sabato (le 10 ora italiana). Nella foto (Credit: NASA - STS135-S-025) l'equipaggio dei quattro astronauti NASA di Atlantis saluta i giornalisti prima di imbarcarsi sul pulmino che li porterà alla rampa di lancio 39A. Nella foto in basso (Credit: NASA TV) la stiva di Atlantis con i portelli aperti dopo che sono trascorse poche ore dal lancio. Si vede bene il modulo logistico multi-funzione MPLM Raffaello, costruito in Italia, all'interno della stiva.

QUI IL VIDEO (NASA) DEL PARTICOLARE SALUTO CHE HANNO VOLUTO FARE I MEMBRI DEL CLOSE OUT CREW PRIMA DI LASCIARE LA RAMPA DI LANCIO PER L'ULTIMA VOLTA:



IN QUESTO VIDEO (NASA) IL DIRETTORE DI LANCIO MIKE LEINBACH FA GLI ULTIMI SALUTI ALL'EQUIPAGGIO DI ATLANTIS PRIMA DEL DECOLLO:



ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA PRIMA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #01

Il Pilota Doug Hurley (a destra) ed il Comandante Ferguson (a sinistra) ai comandi della navetta Atlantis- 09/07/2011 - Giorno 2 - L'ultimo equipaggio di una navetta ha iniziato il primo giorno completo nello spazio con un coro di saluti eseguito da alcune persone delle molte che gli hanno permesso di essere li. "Good Morning, Atlantis!" hanno detto i dipendenti della NASA nel loro messaggio registrato prima del lancio. "Il Centro di Volo Spaziale Marshall spera che vi divertiate in orbita. Vi auguriamo una missione di successo ed un sicuro ritorno a casa." Il Marshall Space Flight Center di Huntsville, in Alabama, è responsabile del sistema propulsivo dello Space Shuttle - i tre motori principali della navetta, i due booster a propellente solido ed il serbatoio esterno. Il messaggio è stato preceduto dalla prima musica di sveglia della missione, "Viva la Vida" dei Coldplay, dedicata al Pilota Doug Hurley ed avvenuta alle 2:59 a.m. CDT (le 9:59 ora italiana). Con questo incoraggiamento l'equipaggio della navetta spaziale Atlantis - Hurley, il Comandante Chris Ferguson e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim - hanno iniziato il lavoro del secondo giorno di attività. L'obiettivo principale della giornata è stato quello di dare un'occhiata ravvicinata allo scudo termico dello shuttle per verificare che non abbia subito danni durante la salita di Atlantis verso l'orbita. Per fare questo Ferguson, Hurley e Magnus hanno utilizzato il braccio robotico della navetta spaziale e la speciale prolunga di 15 metri per vedere da vicino il bordo di attacco delle ali dello shuttle ed il muso. Una serie di telecamere poste nella parte terminale della prolunga hanno catturato immagini video e laser del carbonio rinforzato al carbonio che protegge lo shuttle dalle più alte temperature che può sperimentare. Gli esperti di immagini a Terra poi analizzeranno questi dati per essere sicuri che lo scudo termico sia in buone condizioni. L'ispezione è iniziata alle 7:19 a.m. CDT (le 14:19 ora italiana) ed è terminata circa sei ore dopo. Nessun problema è stato riscontrato ad una prima osservazione. Se le analisi più dettagliate dei team a Terra rivelassero delle Lo Specialista di Missione Rex Walheim al lavoro sul ponte mediano di Atlantis- indicazioni di possibili danni potrebbe essere chiesto all'equipaggio di effettuare una ispezione mirata nell'area sospetta. Mentre l'ispezione era in corso Walheim ha trascorso gran parte del pomeriggio sul ponte mediano di Atlantis lavorando per preparare le cose portate in orbita al trasferimento sulla stazione spaziale. Oltre al materiale che si trova nel ponte mediano, Atlantis trasporta alla stazione il modulo logistico multifunzione Raffaello, carico di rifornimenti ed attrezzature per la stazione. Raffaello sarà estratto dalla stiva ed installato sul nodo Harmony della stazione nelle prime ore di lunedì. Dopo lo scarico del materiale verrà riempito con scarti della stazione ed altro materiale non più utile e riportato sulla Terra all'interno del vano di carico. Walheim ha in seguito lavorato assieme ad Hurley per controllare le varie attrezzature che verranno utilizzate da Atlantis durante il randez-vous e l'attracco con la Stazione Spaziale Internazionale previsto per domenica. Intanto Ferguson e la Magnus hanno installato la telecamera nell'oblò del boccaporto della navetta per avere una visuale che aiuterà le fasi di allineamento di Atlantis con la stazione spaziale. L'attracco con il laboratorio orbitante è previsto poco dopo le 10 a.m. CDT di domenica (le 17 ora italiana). L'equipaggio si è recato a dormire appena prima delle 6:30 p.m. CDT (le 1:30 ora italiana di domenica). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia dell'equipaggio o prima se necessario. Nella foto in alto (Credit: NASA S135-E-006297) il Pilota Doug Hurley (a destra) ed il Comandante Ferguson (a sinistra) ai comandi della navetta Atlantis. Nella foto a sinistra (Credit: NASA TV) lo Specialista di Missione Rex Walheim al lavoro sul ponte mediano di Atlantis.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA SECONDA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #02 - STS-135 MCC Status Report #03

La navetta Atlantis fotografata dagli astronauti della stazione spaziale durante l'avvicinamento finale- 10/07/2011 - Giorno 3 - L'equipaggio della navetta spaziale Atlantis ha iniziato il suo terzo giorno nello spazio alle 2:29 a.m. CDT (le 9:29 ora italiana), appena poche ore prima del previsto attracco finale di uno space shuttle alla Stazione Spaziale Internazionale. La sveglia per il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim è arrivata con il brano musicale "Mr. Blue Sky" degli Electric Light Orchestra e dedicata a Ferguson. La navetta ha accorciato la distanza fra se e la stazione spaziale fin da quando ha raggiunto l'orbita venerdì, e con l'aiuto di un ultima accensione dei prupulsori dello shuttle, effettuata per le 7:29 a.m. CDT (le 14:29 ora italiana), ha completato l'avvicinamento verso le 9:06 a.m. CDT (le 16:06 ora italiana). A quel punto, la navetta si è trovata direttamente sotto la Stazione Spaziale Internazionale, e pronta per effettuare la manovra di randevous con rotazione, una capriola che ha esposto le mattonelle della parte ventrale dello shuttle alla stazione spaziale, da dove i membri dell'equipaggio erano in attesa di documentare con le macchine fotografiche le sue condizioni. Agli oblò del segmento Russo della stazione spaziale, l'Ingegnere di Volo Ron Garan ha utilizzato un obiettivo da 800mm per riprendere immagini dello scudo termico di Atlantis mentre l'Ingegnere di Volo Satoshi Furukawa aveva a disposizione un obiettivo da 400mm, e l'Ingegnere di Volo Sergei Volkov uno da 1000mm. La capriola è durata circa otto minuti. Le immagini ottenute sono state inviate al controllo missione dove verranno valutate da esperti che le osserveranno attentamente in cerca di possibili danni. Una volta completata la manovra, Ferguson ha fatto muovere Atlantis ad un punto che si trova a circa 100 metri direttamente di fronte alla stazione spaziale ed ha iniziato un lento avvicinamento che l'ha portata, alle 10:07 a.m. CDT (le 17:07 ora italiana) all'attracco. L'attracco è avvenuto proprio come previsto. "Atlantis è arrivata," ha detto l'Ingegnere di Volo Ron Garan facendo suonare la campana cerimoniale della stazione, "Benvenuta alla stazione per l'ultima volta." Dopo una pausa che ha permesso al movimento relativo residuo fra le due astronavi di essere ammortizzato e dopo una serie di controlli di tenuta della pressione, i portelli fra i due veicoli sono stati aperti alle 11:47 p.m. CDT (le 18:19 ora italiana). I membri dell'equipaggio dello shuttle sono entrati nella stazione pochi momenti dopo per iniziare la loro permanenza di poco più di una settimana, accolti calorosamente dall'equipaggio di Spedizione 28 che si trova sulla ISS. Per prima cosa si è subito tenuta una riunione sulla sicurezza per i nuovi arrivati e poi è iniziato il lavoro. Ferguson ed Hurley hanno utilizzato il braccio robotico della navetta per prendere la prolunga OBSS della lunghezza di 15 metri, che era stata estratta dalla sua posizione nella stiva di Atlantis Il Comandante di Atlantis, Ferguson, e gli altri membri dell'equipaggio salutati dai residenti della ISS appena dopo l'apertura dei portelli delle due astronavi- per mezzo del Canardam 2 della stazione. Il passaggio della prolunga da un braccio robotico all'altro è fatto in preparazione di un'eventuale ispezione supplementare allo scudo termico della navetta in settimana, se ve ne fosse necessità. La Magnus ha preparato l'impianto TV mentre Walheim ha trasferito nella stazione le tute spaziali e gli altri attrezzi occorrenti per la passeggiata spaziale. I controllori di volo hanno iniziato a tenere sotto controllo un rapporto del Comando Strategico del Dipartimento della Difesa che segnale un pezzo di detrito orbitale che potrebbe passare vicino al complesso composto dalla stazione e dalla navetta verso il mezzogiorno di martedì. Il detrito, parte del satellite COSMOS 375, è uno dei 500 mila pezzi di detriti che orbitano attorno alla Terra. Il team attende un aggiornamento sulla traiettoria a seguito dell'attracco di oggi per determinare se vi è necessità di una manovra per evitare il detrito utilizzando i getti della navetta. Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia dell'equipaggio o prima se necessario. L'equipaggio di Atlantis andrà a dormire appena prima delle 6 p.m. CDT (la una ora italiana di lunedì) e verrà svegliato appena prima delle 2 p.m. CDT (le 9 ora italiana). Nella foto in alto (Credit: NASA - SS028-E-015554) a navetta Atlantis fotografata dagli astronauti della stazione spaziale durante l'avvicinamento finale. Nella foto a destra (Credit: NASA TV) il Comandante di Atlantis, Ferguson, e gli altri membri dell'equipaggio salutati dai residenti della ISS appena dopo l'apertura dei portelli delle due astronavi. Nella foto di copertina (Credit: NASA TV) la navetta Atlantis attraccata alla ISS per l'ulima missione.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA TERZA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #04 - STS-135 MCC Status Report #05

Il modulo Raffaello mentre viene estratto dalla stiva di Atlantis per mezzo del braccio robotico della ISS- 11/07/2011 - Giorno 4 - L'equipaggio della navetta spaziale Atlantis ha centrato il primo degli obiettivi principali della missione oggi, quando ha installato temporaneamenteil modulo logistico multi-funzione Raffaello sul nodo Harmony della Stazione Spaziale Internazionale ed ha iniziato a scaricarne il contenuto. L'equipaggo ha iniziato il suo quarto giorno nello spazio alle 2:02 a.m. CDT (le 9:02 ora italiana) dopo essere stati svegliati con la canzone "Tubthumping" dei Chumbawamba e dedicata alla Specialista di Missione Sandy Magnus. Magnus, assieme al Pilota Doug Hurley, era ai controlli del braccio robotico della stazione a cominciare dalle 4:09 a.m. CDT (le 11:09 ora italiana) per rimuovere il modulo Raffaello dalla stiva della navetta ed installarlo sul nodo Harmony della stazione, circa 30 minuti dopo, alle 5:45 a.m. CDT (le 12:45 ora italiana). Una volta completato questo compito, Magnus ha lavorato assieme al Comandante Chris Ferguson per assicurarsi che l'aggancio fosse a tenuta e per preparare il portello del modulo la cui apertura è avvenuta prima delle 12, quando invece era prevista alle 12:39 a.m. CDT (le 19:39 ora italiana). Per martedì è previsto l'inizio dello scarico da parte dell'equipaggio dei 4.264 kg di rifornimenti che Raffaello ha portato nello spazio. Il modulo verrà poi successivamente caricato con circa 2.500 kg di attrezzature e rifiuti non più necessari alla stazione. Lunedì 18 luglio Raffaello verrà quindi nuovamente sganciato dal nodo Harmony e riposto nella stiva di Atlantis. Diverse ore dopo gli equipaggi dei due veicoli spaziali si saluteranno e chiuderanno i propri portelli. Ora la partenza di Atlantis dalla stazione è prevista per la sera alle 11:56 p.m. CDT (le 6:56 ora italiana di martedì 19 luglio). I responsabili della missione hanno deciso lunedì che la permanenza di Atlantis alla stazione verrà estesa di un giorno. La prima opportunità di atterraggio di Atlantis al Kennedy Space Center è prevista per le 4:56 a.m. CDT (le 11:56 ora italiana) del 21 luglio. L'atterraggio era previsto per il 20 luglio ma il minor consumo di energia e consumabili ha reso possibile l'estensione. Inoltre i responsabili della missione hanno deciso che, dopo l'ispezione allo scudo termico di Atlantis avvenuto sabato, non sono necessarie ulteriori ispezioni e quindi l'ispezione finale verrà eseguita, come di solito, dopo che Atlantis avrà lasciato la stazione. Fra le altre attività della giornata Ferguson e lo Specialista di Missione Rex Walheim hanno iniziato a movimentare verso la stazione altri 1.034 kg di cargo che si trovano sul ponte mediano di Atlantis. Verso la fine della giornata, l'intero equipaggio dello shuttle si è incontrato con gli Ingegneri L'Ingegnere di Volo Sandy Magnus all'interno dello stipato modulo Raffaello- di Volo della stazione, Ron Garan, Satoshi Furukawa e Mike Fossum per rivedere le procedure della passaggiata spaziale della missione. Fossum e Garan effettueranno la passeggiata spaziale di martedì che inizierà alle 7:45 a.m. CDT (le 14:45 ora italiana). Garan e Fossum, che hanno eseguito assieme tre attività extraveicolari durante la missione STS-124 nel giugno 2008, lasceranno il modulo di decompressione Quest per l'uscita di 6,5 ore. Fra le principali attività della passeggiata spaziale i due dovranno recuperare una pompa guasta, del peso di circa 635 kg, e riporlo nella stiva della navetta spaziale per essere riportato sulla Terra, l'installazione di un esperimento di rifornimento per satelliti e la sistemazione di materiali per esperimenti. Intanto qui sulla Terra, i controllori di volo sono stati in grado di verificare che la traiettoria del pezzo di detrito orbitale che hanno iniziato a seguire sabato non sarà una minaccia per la navetta e la stazione. Non saranno quindi necessari aggiustamenti dell'orbita dello shuttle o della stazione per evitare il detrito, parte del satellite COSMOS 375 ed uno degli oltre 500 mila pezzi di detriti individuati nell'orbita terrestre. L'equipaggio andrà a dormire appena prima delle 6 p.m. CDT (le 1 ora italiana di martedì mattina) e verrà svegliato appena prima delle 2 a.m. di martedì (le 9 ora italiana). Nella immagine in alto (Credit: NASA TV) il modulo Raffaello mentre viene estratto dalla stiva di Atlantis per mezzo del braccio robotico della ISS. Nella foto a destra (Credit: NASA S135-E-007420) l'Ingegnere di Volo Sandy Magnus all'interno dello stipato modulo Raffaello.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA QUARTA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #06 - STS-135 MCC Status Report #07

Lo spacewalker Ron Garan mentre, issato sul braccio robotico della stazione, sposta il modulo pompa guasto verso Atlantis- 12/07/2011 - Giorno 5 - Oggi i lavori di trasferimento sono stati eseguiti dentro e fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale mentre l'equipaggio ha eseguito la prima ed unica passeggiata spaziale della missione STS-135. L'equipaggio della navetta spaziale Atlantis è stato svegliato alle 1:59 a.m. CDT (le 8:59 ora italiana) dalla canzone "More" di Matthew West e dedicata allo Specialista di Missione Rex Walheim. Walheim ha coreografato dall'interno della ISS la passeggiata spaziale che è stata eseguita fuori dagli Ingegneri di Volo di Spedizione 28, Mike Fossum e Ron Garan. Come già sperimentato durante STS-134 i due spacewalker non hanno eseguito la solita procedure di 'campeggio' all'interno del modulo Quest ma hanno effettuato una serie di esercizi fisici prima di uscire fuori dalla stazione. Questa nuova procedura permette di eliminare l'azoto in eccesso che potrebbe essere dannoso durante le fasi di decompressione con la tuta spaziale. I due astronauti della Stazione Spaziale Internazionale hanno completato la passeggiata spaziale della durata di 6 ore e 31 minuti alle 2:53 p.m. CDT (le 21:53 ora italiana) di martedì recuperando una pompa guasta per il suo ritorno sulla Terra, installando due esperimenti e riparando una nuova base per il braccio robotico della stazione. L'inizio previsto per la passeggiata spaziale era fissato per le 7:44 a.m. CDT (le 14:44 ora italiana). Fossum e Garan hanno utilizzato quel braccio, il Canadarm 2, nel loro primo e più lungo compito, il recupero del modulo contentente la pompa, del peso di circa 635 kg, del sistema di raffreddamento della stazione che si era guastata lo scorso anno. Garan ha guidato il braccio sul piano dove era stivato il modulo contenente la pompa e Fossum l'ha rimossa. Ancora sul braccio, manovrato dal Pilota di Atlantis Doug Hurley e dalla Specialista di Missione Sandra Magnus dalla Cupola della stazione, Garan ha portato il modulo con la pompa all'interno della stiva di Atlantis. Qui Fossum ha assicurato, per mezzo di bulloni, l'attrezzatura per il suo ritorno sulla Terra. La pompa si era guastata nel 2010 ed era stata temporaneamente parcheggiata sulla piattaforma esterna di stivaggio numero 2 durante la missione STS-133 eseguita all'inizio dell'anno. Il ritorno di questo pezzo sulla Terra permetterà agli ingegneri di dare un'occhiata sul motivo del guasto e poi risistemarla per utilizzarla come ricambio. Guidati dall'ufficiale intraveicolare, l'astronauta Rex Walheim, con l'aiuto del capo comunicazioni spacewalker ed astronauta Steve Bowen, che si trovava nella sala di controllo di volo della stazione, i due astronauti si sono mossi verso il loro prossimo compito, l'installazione dell'esperimento di Missione di Rifornimento Robotico. Questo esperimento è stato ideato per aiutare nello sviluppo di un sistema per rifornire in modo automatico i satelliti nello spazio. Fossum ha eseguito la sua settima attività extraveicolare e Garan la quarta (tutte assieme a Fossum). I due hanno rimosso l'esperimento di rifornimento dalla stiva e Fossum, ora lui Lo spacewalker Fossum mentre, issato sul braccio robotico della stazione, sposta l'esperimento di rifornimento robotico verso la ISS- issato sulla parte terminale del braccio robotico, ha portato l'esperimento alla piattaforma dove si trova Dextre, lo Special Purpose Dexterous Manipulator (la 'mano' del Canadarm 2). Fossum ha rimosso i fermi per i piedi dalla parte terminale del Canadarm 2 che lui e Garan avevano utilizzato e si sono spostati sulla parte anteriore del modulo Zarya. Qui lo spacewalker ha liberato un cavo rimasto impigliato in uno dei blocchi di chiusura di un Data Grapple Fixture (un punto di ancoraggio con connessioni elettriche e dati) che era stato installato durante la missione STS-134 a maggio. Il punto di ancoraggio potrà essere utilizzato come base per il Canadarm 2, estendendo considerevolmente il suo raggio di azione. Intanto Garan installava un esperimento sui materiali, sempre portato su durante STS-134, su una piattaforma del traliccio di destra della stazione. L'ottavo in una serie di esperimenti sui materiali è focalizzato sui materiali riflettenti e non era stato istallato durante il volo precedente a causa di un problema di degassamento dall'isolante dell'esperimento Alpha Magnetic Spectrometer, installato precedentemente nella stessa missione. Tornando assieme, i due astronauti si sono spostati verso il PMA-3 (Pressure Mating Adapter-3 - un boccaporto di attracco ora non più utilizzato) che si trova sul nodo Tranquillity. Qui i due hanno installato una copertura isolante sulla parte terminale del PMA, una zona esposta in modo considerevole alla luce solare. Questo compito era l'ultimo in programma ed i due astronauti sono rietrati nel modulo Quest completando l'unica EVA prevista nella missione. Intanto, all'interno del complesso shuttle-stazione, il trasferimento dei materiali dal modulo logistico multi-funzione Raffaello è iniziato. Il lavoro di scarico di circa 4.260 kg di rifornimenti ed attrezzature portate su da Raffaello e poi il carico di circa 2.585 kg di attrezzature, equipaggiamenti e rifiuti per essere riportati a casa proseguirà per gran parte della permanenza di Atlantis alla stazione. L'equipaggio si è recato a dormire appena prima delle 6 p.m. (le 1 ora italiana di mercoledì). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia dell'equipaggio o prima se necessario. L'equipaggio verrà svegliato appena prima delle 1:30 a.m. CDT di mercoledì (le 8:30 ora italiana). Nell'immagine in alto (Credit: NASA TV) lo spacewalker Ron Garan mentre, issato sul braccio robotico della stazione, sposta il modulo pompa guasto verso Atlantis. Nella foto in basso a destra (Credit: NASA SI35-E-007547) o spacewalker Fossum mentre, issato sul braccio robotico della stazione, sposta l'esperimento di rifornimento robotico verso la ISS.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA QUINTA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #08 - STS-135 MCC Status Report #09

Gli Specialisti di Missione Rex Walheim (a sinistra) e Sandra Magnus sul ponte mediano di Atlantis alle prese con le liste di scarico del materiale- 13/07/2011 - Giorno 6 - L'equipaggio della navetta spaziale Atlantis ha ricevuto oggi una speciale chiamata per la sveglia che ha dato l'avvio al sesto giorno di volo della missione STS-135. "Buongiorno, Atlantis, questo è Elton John," ha esordito il cantante Britannico in un messaggio pre-registrato. "Vi faccio i miei migliori auguri per il successo della vostra missione. Un grosso grazie a tutti gli uomini e le donne della NASA che hanno lavorato allo shuttle negli ultimi tre decenni." Il messaggio è stato seguito dalla canzone della sveglia giornaliera di Elton John "Rocket Man" che è stata eseguita alle 1:29 a.m. CDT (le 8:29 ora italiana). Non è stata questa la prima volta che questo brano è stato suonato nello spazio - Rocket Man ha svegliato quattro equipaggi delle navette nella storia trentennale dello shuttle, ed è stata uno delle prime 40 canzoni di sveglia che sono state votate durante un concorso per commemorare le ultime missioni della navetta Discovery e Endeavour. In questo concorso sono stati ricevuti quasi 5.000 voti del pubblico. L'equipaggio di Atlantis, aiutato dal Comandante della stazione Andrey Borisenko e gli Ingegneri di Volo Sergei Volkov e Satoshi Furukawa, sono stati occupati nelle operazioni di trasferimento. Il traguardo di scaricare oltre 4.260 kg di materiali da Raffaello è stato considerevolmente ridotto. Il direttore di volo della stazione, Chris Edelen ha detto nel briefing del pomeriggio che circa la metà del carico è stato spostato da Raffaello e dal ponte mediano della navetta verso la stazione spaziale. Circa 2.585 kg di attrezzature non più necessarie e rifiuti verranno poi caricate a bordo del modulo per il loro ritorno sulla Terra. Le attività di trasferimento possono essere stancanti. Sebbene le sacche di materiale siano senza peso, esse hanno comunque una massa. Metterle in movimento richiede comunque uno sforzo, cambiare la loro direzione richiede uno sforzo ed anche fermare il loro movimento lo richiede. L'equipaggio ha aperto il PMA-3 (Pressurized Mating Adaptor-3) che si trova agganciato al nodo Tranquillity ed hanno stivato una parte del materiale proveniente da Raffaello qui dentro. Martedì i due spacewalker avevano piazzato una copertura isolante all'esterno del PMA-3 per proteggerlo dalle temperature estreme. Poco prima di mezzogiorno CDT (le 19 ora italiana) tutti e quattro i membri dell'equipaggio hanno parlato con i rappresentanti della WBNG-TV e della WICZ-TV di Binghamton, N.Y., vicino a Apalachin, la residenza del Pilota Doug Hurley e la KGO-TV di San Francisco. Lo Specialista di Missione Rex Walheim proviene vicino da San Carlos. L'equipaggio si è recato a dormire appena prima le 4:30 p.m. CDT (le 23:30 ora italiana). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia dell'equipaggio o prima se necessario. Nella foto (Credit: NASA - S135-E-007696) gli Specialisti di Missione Rex Walheim (a sinistra) e Sandra Magnus sul ponte mediano di Atlantis alle prese con le liste di scarico del materiale.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA SESTA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #10 - STS-135 MCC Status Report #11

Una bella immagine della navetta Atlantis attraccata alla Stazione Spaziale Internazionale- 14/07/2011 - Giorno 7 - Il settimo giorno della missione STS-135 è iniziato con una serenata dedicata all'equipaggio di Atlantis. Con uno speciale messaggio registrato a Venezia, in Italia, prima del lancio, Michael Stipe, il cantante solista del gruppo musicale dei R.E.M. ha cantanto una versione a cappella della canzone "Man on the Moon" seguita poi da un saluto agli astronauti. "Buongiorno Atlantis," ha detto, "Sono Michael Stipe dei R.E.M. Via auguro il successo della missione e grazie a tutti gli uomini e le donne della NASA che hanno lavorato allo shuttle per tre decenni. Dalla Terra una buona mattinanata a tutti voi. Ancora gran parte della giornata di oggi è stata dedicata allo scarico del materiale dal modulo logistico multi-funzione Raffaello da parte dell'equipaggio di Atlantis composto dal Comandante Chris Ferguson, dal Pilota Doug Hurley e dagli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim. Lo scarico di Raffaello è giunto quasi alla metà e si prevede il completamento dell'operazione venerdì o sabato. Dopo il modulo verrà ricaricato con altri 2.585 kg di materiali provenienti dalla stazione e non più necessari come attrezzature utilizzate e spazzatura. Il modulo verrà poi riportato all'interno della stiva di Atlantis lunedì mattina per il ritorno sulla Terra. Comunque vi è stato anche qualche momento dedicato ad alcuni eventi speciali. Alle 5:59 a.m. CDT (le 12:59 L'equipaggio della navetta Atlantis durante il collegmanto con i giornalisti sulla Terra- ora italiana) Fergusone la Magnus parleranno con i giornalisti della Fox News Radio, della KTVI-TV e della KSDK-TV di St. Louis. Ancora, alle 8:19 a.m. CDT (le 15:19 ora italiana) tutto l'equipaggio sarà intervistato dalla WBBM-TV di Chicago, la KTVU-TV di Oakland, California e dalla WTXF-TV di Philadelphia. Dopo queste attività l'equipaggio della navetta ha avuto gran parte del pomeriggio libero ed anche l'equipaggio della stazione ne ha potuto usufruire di un poco, sempre nel pomeriggio. Inoltre sia l'equipaggio della navetta che quello della stazione hanno avuto l'opportunità di gustare un 'cibo tutto americano' con barbeque di bistecca o di pollo alla griglia, fagioli, mais del sud-ovest della torta di mele, ed il pubblico è invitato ad unirsi a loro, virtualmente. Originariamente il pranzo 'Tutto Americano' era stato previsto per il 4 di luglio, festa nazionale, ma è stato eseguito oggi a causa del rinvio del lancio di Atlantis inizialmente previsto per il 28 giugno. Visitate il sito http://go.nasa.gov/AllAmericanMeal per le ricette o le 'formulazioni' che possono essere richieste agli scienziati alimentari della NASA e trovare informazioni, video ed immagini. Il pasto degli equipaggi della navetta e della stazione è avvenuto alle 7:19 a.m. CDT (le 14:19 ora italiana). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo il risveglio dell'equipaggio o prima se necessario. L'equipaggio si recherà a dormire appena prima delle 3:30 p.m. CDT (le 22:30 ora italiana) e verrà svegliato alle 11:29 p.m. CDT (le 6:29 ora italiana). Nella bella immagine in alto (Credit: NASA TV) la navetta Atlantis attraccata alla Stazione Spaziale Internazionale mentre a sinistra (Credit: NASA TV) l'equipaggio della navetta Atlantis durante il collegmanto con i giornalisti sulla Terra.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA SETTIMA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #12 - STS-135 MCC Status Report #13

Una bella immagine della navetta Atlantis attraccata alla Stazione Spaziale Internazionale e, sullo sfondo una verde aurora australe nell'amosfera terrestre- 15/07/2011 - Giorno 8 - Sir Paul McCartney ha svegliato oggi l'equipaggio di Atlantis con un messaggio speciale e la canzone "Good Day Sunshine", dando il via alla giornata dell'equipaggio dell'ultima missione dello shuttle che avrà il suo apice con una telefonata del Presidente degli Stat Uniti Barack Obama. "Buongiorno ragazzi! ha esordito McCartney all'equipaggio dell'ultima missione shuttle in un messaggio registrato prima del lancio. "Sveglia! E buona fortuna per quest'ultima vostra missione. Ben fatto! La sveglia di McCarteny è arrivata alle 11:59 p.m. CDT di giovedì (le 6:59 ora italiana di venerdì), 30 minuti più tardi di quando era stata prevista la sveglia dell'equipaggio di Atlantis. Il ritardo è stato necessario per dare tempo all'equipaggio di recuperare il sonno perso nel corso della notte a causa di un guasto ad uno dei cinque computer di bordo della navetta (General Purpose Computer o GPC). Alle 5:07 p.m. CDT (le 0:07 ora italiana) un allarme guasto è risuonato a bordo di Atlantis, segnalando un problema con il computer generale n.4 (GPC-4). Il computer si era inaspettatamente spento dopo circa un'ora e mezzo che l'equipaggio si era recato a dormire. Solo due computer della navetta sono necessari per orbitare attorno alla Terra e quindi le funzioni di quel computer sono state trasferite ad un altro computer. Ma l'equipaggio ha comunque dovuto trascorrere 40 minuti del proprio periodo dedicato al sonno nel fare questa operazione ed ecco che è stato deciso di farli dormire 30 minuti di più. Il Comandante Chris Ferguson e il Pilota Doug Hurley hanno poi trascorso un'ora assieme questa mattina per ripristinare il computer che aveva segnalato il guasto ripristinandolo ma utilizzandolo però come riserva. Gran parte del resto della giornata dell'equipaggio è stata trascorsa trasferendo i materiali da e per il modulo logistico multi-funzione Raffaello. Ormai siamo circa al 70 per cento del materiale trasferito. Gli Specialisti di Missione Rex Walheim e l'Ingegnere di Volo Mike Fossum hanno lavorato alla sistemazione delle tute spaziali americane che verranno lasciate sulla stazione. Ma l'equipaggio ha avuto anche alcuni momenti di pausa - rispettivamente alle 5:45 a.m., alle 7:04 a.m. ed alle 8:24 a.m. (le 12:44, le 14:04 e le 15:24 ora italiana) per parlare con i giornalisti sulla Terra. Nella prima intervista Ferguson ed Hurley hanno parlato con i giornalisti della CBS Radio, della KYW-TV di Philadelphia e l'Associated Press. Nella seconda serie di interviste tutto l'equipaggio ha parlato con la WPVI-TV e la KYW Radio, entrambe di Philadelphia e la Reuters. Nell'ultima conferenza stampa di 45 minuti i membri dell'equipaggio di Atlantis ed i sei colleghi della stazione, tutti assieme all'interno del Laboratorio Giapponese Kibo, hanno risposto alle domande dei giornalisti che si Un momento della chiamata del Presidente Obama all'equipaggio della ISS e di Atlantis- trovavano in quattro centri della NASA, nel quartier generale della NASA e in Giappone. Prima di recarsi a dormire hanno avuto un altra sosta per rispondere alle domande di una chiamata proveniente dalla Casa Bianca, infatti il Presidente Obama si è collegato con l'equipaggio di Atlantis e della Stazione Spaziale Internazionale alle le 11:30 a.m. (le 18:30 ora italiana). "Tutti noi vi vediamo come 10 persone che lavorano assieme come un'unica squadra," ha detto Obama. "Il vostro esempio ci permette di vedervi non solo come Americani ma come cittadini del pianeta Terra. Il programma spaziale è sempre stato un simbolo del nostro senso di avventura, di esplorazione e di coraggio. Il Presidente ha poi ringraziato tutti quelli che hanno supportato il programma Space Shuttle durante gli ultimi 30 anni e tutti gli uomini e le donne della NASA che hanno permesso che il Paese fosse leader nell'età dello spazio. Il Comandante Ferguson di Atlantis ha detto che tutti i partner sulla stazione sono onorati di rappresentare le loro nazioni di origine in questo sforzo multinazionale. L'Ingegnere di Volo della stazione Sergei Volkov ha descritto gli equipaggi della ISS e della navetta, provenienti da 3 nazioni, come 'una grande famiglia'. L'equipaggio si è recato a dormire appena prima delle 1:30 p.m. CDT (le 20:30 ora italiana) e verrà svegliato appena prima delle 10:30 p.m. CDT (le 5:30 ora italiana). Nella foto in alto (Credit: NASA ISS028-E-016368) na bella immagine della navetta Atlantis attraccata alla Stazione Spaziale Internazionale e, sullo sfondo una verde aurora australe nell'amosfera terrestre. Nella foto a destra (Credit: NASA TV) un momento della chiamata del Presidente Obama all'equipaggio della ISS e di Atlantis.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELL'OTTAVA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #14 - STS-135 MCC Status Report #15

Gli equipaggi della Stazione Spaziale Internazionale e di Atlantis in posa con la bandiera americana portata su con la navetta- 16/07/2011 - Giorno 9 - L'equipaggio dell'ultima missione dello Space Shuttle è stato svegliato oggi per avere i saluti da un vicino di qualche sorta. "Buongiorno, Atlantis! ha esordito la cantante nativa di Houston, Beyonce Knowles, in un messaggio preregistrato per gli astronauti di STS-135. "Questa è Beyonce, Sandy, Chris, Doug e Rex, voi ci ispirate tutti ad avere il coraggio di far vivere i nostri sogni e sapere che siamo intelligenti e forti abbastanza per farli avverare." Il messaggio è stato preceduto dalla canzone della Knowles "Run the World (Girls)," e prima che la cantante facesse il suo saluto ha eseguito un urlo speciale per il membro femminile dell'equipaggio, lo Specialista di Missione Sandy Magnus. "Questa canzone è dedicata per la mia ragazza Sandy," ha detto, "ed a tutte le donne che sono andate nello spazio assieme a lei ed alle ragazze che saranno i nostri futuri esploratori." Tutti e quattro i membri dell'equipaggio di Atlantis hanno poi lavorato sabato per spostare le attrezzature e gli equipaggiamenti fra la Stazione Spaziale Internazionale e il modulo logistico multi-funzione Raffaello. Il Comandante Chirs Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Rex Walheim e Sandy Magnus, con l'aiuto dei loro colleghi della stazione, sono arrivati quasi al termine delle attività di trasferimento. Quasi tutti i 4.260 kg di attrezzature portate su da Raffaello sono state spostate nella stazione e il carico di 2.585 kg di cose da far tornare è quasi terminato. Raffaello verrà sganciato dal nodo Harmony della stazione e riportato nella stiva della navetta nelle prime ore di lunedì. Sabato Ferguson e Hurley hanno fissato uno sportello del pavimento del ponte mediano di Atlantis. Il sistema di rivitalizzazione dell'aria che si trova nel compartimento sotto questa porta ospita dei contenitori di idrossido di litio utilizzato per espellere l'anidride carbonica dall'atmosfera della cabina della navetta. Il sistema sarà necessario una volta che i portelli fra Atlantis e la stazione saranno chiusi alle 8:30 a.m. CDT (le 15:30 ora italiana) di lunedì. E' previsto che Atlantis si sganci dalla stazione alle 1:30 a.m. CDT di martedì (le 8:30 ora italiana) ed atterri al Kennedy Space Center appena prima delle 5 a.m. di giovedì. La Magnus ha trascorso circa un'ora e mezza sabato mattina a prelevare campioni di aria nella stazione. Questi campioni torneranno assieme ad Atlantis per essere studiati ed analizzati. Walheim ha proseguito il suo lavoro con le attrezzature e gli equipaggiamenti utilizzati durante la passeggiata spaziale. Alcuni di questi verranno lasciati sulla stazione e saranno disponibili per l'imminente passeggiata spaziale Russa dal compartimento di attracco Pirs. Trascorrerà circa un anno prima che una nuova attività extraveicolare prenda l'avvio dal modulo di decompressione USA Quest. Gli astronauti hanno anche registrato un messaggio come tributo ad Atlantis, all'interno Programma Space Shuttle e team. Nel messaggio Ferguson ha parlato circa la bandiera americana esposta dietro di lui e che aveva già volato nella prima missione shuttle STS-1. Ed ora questa bandiera ha volato con questa missione per essere presentata all'equipaggio della stazione spaziale e rimanere esposta a bordo della stazione fino a che il prossimo equipaggio proveniente dagli Stati Uniti la recupererà per riportarla sulla Terra. E poi volerà di nuovo nello spazio con il prossimo equipaggio che, lanciato dagli Stati Uniti, inizierà un viaggio di esplorazione al di fuori dell'orbita terrestre. L'equipaggio si è recato a dormire appena prima delle 2 p.m. CDT (le 21 ora italiana). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia di sabato dell'equipaggio prevista per le 9:59 p.m. CDT (le 4:59 ora italiana di domenica), o prima se necessario. Nella foto (Credit: NASA - S135-E-008051) - gli equipaggi della Stazione Spaziale Internazionale e di Atlantis in posa con la bandiera americana portata su con la navetta.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA NONA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #16 - STS-135 MCC Status Report #17

La Specialista di Missione Sandra Magnus si rilassa guardando fuori dalle finestre di Cupola- 17/07/2011 - Giorno 10 - Dopo diversi giorni di sveglie da parte di celebrità, l'equipaggio di STS-135 ha iniziato il decimo giorno di missione con alcune delle stelle del Programma Space Shuttle. "Buongiorno, Atlantis dai vostri amici dello Stennis Space Center," hanno detto gli impiegati dello Stennis in un messaggio registrato prima del lancio. "E' il momento di accendere i motori - laissez les bons temps rouler!" "laissez les bons temps rouler!" è una frase Francese che tradotta significa "Fate che i buoni momenti vadano avanti". Lo Stennis Space Center si trova nel sud dello stato del Mississippi, a circa 80 km da New Orleans, ed è la sede dei test che verificano che ogn'uno dei motori principali che aiutano a spingere la navetta spaziale in orbita bassa terrestre - compresi i tre utilizzati nel lancio di STS-135 - funzionino bene prima di essere installati. Il messaggio è stato anticipato dalla canzone "Celebration" di Kool and the Gang, e dedicata alla Specialista di Missione Sandy Magnus. La sveglia è avvenuta alle 9:59 p.m. CDT (le 4:59 ora italiana di domenica). Oggi è stato completato il trasferimento di tutti e 4.260 kg di attrezzature e rifornimenti dal modulo logistico multi-funzione alla Stazione Spaziale Internazionale. Il carico di Raffaello con quasi 2.585 kg di attrezzature non più utili sulla stazione e rifiuti è anch'esso quasi terminato. Il modulo Raffaello è previsto che venga sganciato nelle prime ore di lunedì dal nodo Harmony della stazione ed assicurato nella stiva di Atlantis per il suo ritorno sulla Terra. Ai controlli del braccio robotico Canadarm 2 vi sarà la Specialista di Missione Sandra Magnus, che ha svolto il compito di capo nell'operazione di trasferimento, ed il Pilota Doug Hurley. Dopo il pranzo di oggi la Magnus ed il Comandante Chris Ferguson hanno lavorato per circa un'ora allo spostamento di esperimenti ed attrezzature da e per il ponte mediano di Atlantis. Dopo questo l'equipaggio della navetta ha avuto gran parte del pomeriggio libero. I dati elaborati dagli esperti del Controllo Missione hanno dichiarato che il computer GPC n.4 di Atlantis sta bene dopo il suo spegnimento di giovedì. Il computer è tornato alle normali operazioni nel suo normale ruolo nel sistema di gestione dei sistemi della navetta. Il GPC 1 rimane a sovraintendere alla guida, alla navigazione e come computer di controllo mentre GPC 2 e 3 rimangono pronti. Ad iniziare dalle 5:10 a.m. CDT (le 12:10 ora italiana) Hurley e lo Specialista di Missione Rex Walheim hanno risposto alle domande poste dagli studenti della scuola NASA Explorer. Si è trattato dell'ultima occasione per i membri dell'equipaggio di una navetta di rispondere alle domande degli studenti. L'equipaggio si è recato a dormire appena prima delle 1:30 p.m. (le 20:30 ora italiana) e verrà svegliato alle 9:29 p.m. CDT di domenica (le 4:29 ora italiana di lunedì mattina) o prima se necessario. Nella foto (Credit: NASA - ISS028-E-017042) a Specialista di Missione Sandra Magnus si rilassa guardando fuori dalle finestre di Cupola.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA DECIMA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #18 - STS-135 MCC Status Report #19

Il Comandante Ferguson mentre ringrazia l'equipaggio di Spedizione 28 appena prima della chiusura dei portelli- 18/07/2011 - Giorno 11 - La sveglia del giorno 11 per STS-135 è arrivata da Houston, come sempre, ma in un senso diverso dal solito. "Buongiorno, Atlantis, da tutti noi del Johnson Space Center," hanno esclamato un coro dell'affollato auditorio del Johnson pieno di dipendenti in un messaggio registrato prima del lancio di Atlantis. "Fate buona missione!" Il Johnson Space Center è la sede non solo del corpo astronauti ma anche del Controllo Missione e del Programma Space Shuttle. Il messaggio è stato preceduto, alle 9:29 p.m. CDT (le 4:29 ora italiana) dalla canzone "Days Go By" di Keith Urban e scelta appositamente per lo Specialista di Missione Rex Walheim. I membri dell'equipaggio di Atlantis e della Stazione Spaziale Internazionale si sono salutati ed hanno chiuso i portelli fra i due veicoli spaziali alle 9:28 a.m. CDT (le 16:28 ora italiana) concludendo le operazioni attraccate durate sette giorni, 21 ore e 42 minuti. Il Comandante della navetta, Chris Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandra Magnus e Rex Walheim hanno trascorso la notte con Atlantis ancora agganciata alla stazione. L'equipaggio di Atlantis inizierà il suo viaggio verso casa con lo sgancio, previsto attorno alle 1:30 a.m. CDT di martedì (le 8:30 ora italiana). A bordo della stazione il Comandante Andrey Borisenko e gli Ingegneri di Volo Alexander Samokutyaev, Ron Garan, Sergei Volkov, Satoshi Furukawa e Mike Fossum lavoreranno nei prossimi giorni per stivare le attrezzature ed i rifornimenti lasciati da Atlantis. Circa 4.260 kg sono arrivati a bordo di Raffaello, il modulo logistico multi-funzione. Altri 1.450 kg aggiuntivi di carico, comprese attrezzature scientifiche ed esperimenti, sono stati scaricati dal ponte mediano di Atlantis. I portelli che separavano Raffaello dalla stazione sono stati chiusi a partire dalle 12:03 a.m. CDT di lunedì (le 7:03 ora italiana) quando il portello del veicolo cargo è stato chiuso. Il modulo è poi stato sganciato dal nodo Harmony della stazione e riportato nella stiva di Atlantis da Magnus e Hurley utilizzando il Canadarm 2 della stazione. Raffaello ed il suo carico di ritorno di circa 2.585 kg di attrezzature non più utili e spazzatura della stazione, è stato assicurato fermamente al vano di carico poco dopo le 7 a.m. CDT (le 14 ora italiana). Quando Raffaello verrà svuotato una volta rientrato sulla Terra, i moduli logistici multi-funzione avranno riportato ben 20 tonnellate di materiale sulla Terra e trasportato altre 50 tonnellate nello spazio fin dalla loro prima missione, la STS-102, nel 2002. Alla cerimonia di saluto prima che l'equipaggio di Atlantis rientrasse nella Il modulo logistico Raffaello mentre viene riportato nella stiva di Altantis per mezzo del braccio robotico Canadarm 2- navetta, Ferguson ha presentato alla stazione la piccola bandiera degli Stati Uniti che aveva volato su STS-1. Questa bandiera rimarrà nel nodo Harmony della stazione fino all'arrivo di un astronauta lanciato con un veicolo spaziale USA e con questo tornerà sulla Terra. Ferguson ha detto poi che la bandiera volerà di nuovo con la prima missione spaziale al di fuori dell'orbita terrestre. Inoltre Ferguson ha mostrato un modellino di una navetta firmato dai responsabili del programma, dal capo delle missioni Shuttle e dai direttori di volo della stazione. "Quello che non vedete sono le firme di quelle decine di migliaia di persone che ci hanno aiutato a raggiungere l'orbita negli ultimi trentanni, ma vi è il loro spirito." ha detto Ferguson. Ferguson ha poi ringraziato il Comandante della stazione Andrey Borisenko per l'ospitalità e per l'aiuto dato dal suo equipaggio nel portare la missione al successo. L'Ingegnere di Volo della ISS, Ron Garan, ha detto che la miglior cosa che ha fatto Atlantis è stata quella di portare su la Magnus. "Sandy, non ti ringrazieremo mai abbastanza per tutto quello che hai fatto." La Magnus è stata in precedenza uno dei residenti della stazione ed ora ha svolto il ruolo di responsabile allo scarico/carico di Atlantis, ovvero di tutta l'attività di traferimento dei materiali fra i due veicoi spaziali. Appena dopo che i due portelli fra le astronavi sono stati chiusi, i membri dell'equipaggio di Atlantis hanno inziato i preparativi per lo sgancio. Ferguson ed Hurley hanno installato la telecamera di puntamento mentre i controlli di tenuta erano ancora in atto. In seguito Hurley e Walheim hanno fatto un controllo delle attrezzature necessarie per il randez-vous. La telecamera e le varie attrezzature forniranno tutte le informazioni necessarie all'equipaggio della navetta mentre porteranno Atlantis lontano dalla stazione. Lo sgancio è previsto per le 1:28 a.m. di martedì (le 8:28 ora italiana). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia dell'equipaggio, fissata per le 8:59 p.m. CDT di lunedì (le 3:59 ora italiana di martedì) o prima se necessario. Nella immagine in alto (Credit: NASA TV) il Comandante Ferguson mentre ringrazia l'equipaggio di Spedizione 28 appena prima della chiusura dei portelli. Si nota applicato sul portello la bandiera USA che aveva già volato con STS-1. Nell'immagine a destra (Credit: NASA TV) il modulo logistico Raffaello mentre viene riportato nella stiva di Altantis per mezzo del braccio robotico Canadarm 2.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA UNDICESIMA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #20 - STS-135 MCC Status Report #21

La navetta Atlantis ripresa dalla ISS durante la manovra di mezzo giro attorno alla stazione- 19/07/2011 - Giorno 12 - Il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim hanno iniziato la loro giornata alle 8:59 p.m. CDT (le 3:59 ora italiana di martedì) con la sveglia eseguita dal brano musicale "Don't Panic" dei Coldplay e dedicato a Hurley. Dopo 37 visite delle navette spaziali, durante i quali sono stati consegnati 10 moduli, quattro paia di pannelli solari, oltre 100 metri di traliccio e una lunga serie di esperimenti scientifici - senza dimenticare tutte le necessità per vivere ogni giorno nello spazio - la navetta Atlantis si è allontanata dalla navetta spaziale per l'ultima volta alle 1:28 a.m. CDT (le 8:29 ora italiana). Al momento dello sgancio la navetta Atlantis era rimasta attraccata alla stazione per otto giorni, 15 ore e 21 minuti. In totale Atlantis e le sue navette gemelle hanno trascorso un totale di 276 giorni, 11 ore e 23 minuti attraccate alla stazione. Dopo lo sgancio Atlantis si è mossa lentamente fino a raggiungere un punto a circa 200 metri di fronte alla stazione. Il Pilota Doug Hurley ha fermato la navetta prima di iniziare un ultimo volo attorno ad essa ma in un modo mai fatto prima. Prima che Atlantis iniziasse il mezzo giro attorno alla stazione, il laboratorio orbitante ha modificato il suo orientamento ruotando di 90 gradi verso destra. Questo ha permesso agli astronauti a bordo di Atlantis la possibilità di riprendere immagini e video di zone della stazione che, normalmente, non venivano documentate durante i precedenti voli. Le immagini verranno valutate dagli esperti a Terra per avere maggiori informazioni sulle condizioni esterne della stazione. I team in entrambe le sale di controllo del volo hanno lavorato agli ultimi turni per uno shuttle. Il Comandante di Atlantis, Ferguson, ha ringraziato il team orbitale n.1 dei controllori di volo shuttle. Egli ha voluto fare una breve pausa durante la manovra per "farsi un ricordo". Dalla sala controllo della missione, l'astronauta e Capcom Dan Tani, anche lui è stato membro di un equipaggio della stazione, ha detto a Ferguson che "E' stato un piacere ed un onore" fare da supporto alla missione. "Siamo fieri di essere l'ultima di una serie di squadre di controllo missione" che hanno potuto assistere alle navette in visita alla ISS. "La ISS non ci sarebbe senza lo shuttle." Ferguson ha replicato, "E' stato un viaggio incredibile. A nome di tutti noi quattro un grande apprezzamento per avere avuto l'opportunità di lavorare con voi in questa cruciale missione." Dopo L'interno della sala controllo missione dello shuttle di Houston durante la missione STS-135- aver completato il mezzo giro, Atlantis ha effettuato due separate accensioni, la seconda alle 3:18 a.m. CDT (le 10:18 ora italiana) per allontanarsi dalla stazione. Dopo il pranzo, Ferguson, Hurley e la Specialista di Missione Magnus hanno effettuato l'ispezione dello scudo esterno di Atlantis, concentrandosi sui punti coperti dal carbonio rinforzato del bordo di attacco alare e del muso. Per fare questa operazione hanno utilizzato il braccio robotico e la sua prolunga fornita di sensori e telecamere (l'OBSS - orbiter boom sensor system) controllando prima l'ala destra, poi il muso ed infine l'ala sinistra. I dati ottenuti dall'ispezione sono stati poi trasmessi a Terra per essere valutati dagli esperti. L'atterraggio di Atlantis al Kennedy Space Center è fissato appena prima delle 5 a.m. CDT di giovedì (le 12 ora italiana). L'equipaggio si è recato a dormire alle 1 p.m. CDT (le 20 ora italiana). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia dell'equipaggio, fissata per le 8:59 p.m. di martedì (le 3:59 ora italiana di mercoledì). Nella foto a sinistra (Credit: NASA - ISS028-E-174501) la navetta Atlantis ripresa dalla ISS durante la manovra di mezzo giro attorno alla stazione. Nella foto a destra (Credit: NASA - JSC2011-E-063812) l'interno della sala controllo missione dello shuttle di Houston durante la missione STS-135.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA DODICESIMA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #22 - STS-135 MCC Status Report #23

Il piccolo satellite PicoSat è il parallelepipedo che si vede uscire dall'apposito contenitore posto sul fianco interno della stiva della navetta Atlantis.- 20/07/2011 - Giorno 13 - L'ultimo giorno completo nello spazio per l'equipaggio di Atlantis è iniziato con una fanfara - letteralmente - e con i saluti dalla Florida. Il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim sono stati svegliati alle 8:32 p.m. CDT (le 3:32 ora italiana di mercoledì) con la "Fanfare for the Common Man." di Aaron Copland seguita da un messaggio registrato dei dipendenti del Kennedy Space Center. "Tre... due... uno... Buongiorno Atlantis!" ha detto il gruppo. "Il Kennedy vi saluta. Ci rivediamo al momento dello stop delle ruote! Il Kennedy è, certo, la sede della flotta degli Space Shuttle, assieme alle sue rampe di lancio ed alle persone che hanno preparato le navette per ogni missione nello spazio. Atlantis atterrerà sulla pista Shuttle Landing Facility del Kennedy giovedì poco prima delle 5 p.m. CDT (le 12 ora italiana). La giornata di oggi ha visto l'equipaggio di Atlantis impegnato nel rilascio di un piccolo satellite, il controllo delle superfici aerodinamiche - timone e flap - e la sistemazione per il ritorno di tutte le attrezzature a bordo. Questo è l'ultimo atterraggio nel programma Space Shuttle ed Atlantis verrà in seguito esposta al Centro Visitatori del Kennedy Space Center. L'equipaggio ha iniziato lo stivaggio in cabina, in preparazione dell'atterraggio di giovedì, all'inizio della giornata di lavoro. Ferguson, Hurley e Walheim hanno trascorso poco più di un'ora, iniziando verso le 1:15 a.m. con il controllo delle superfici aerodinamiche, il timone ed i flap con i quali guideranno la navetta attraverso l'atmosfera. In seguito i tre astronauti hanno testato il sistema di controllo a reazione (i piccoli razzetti posti sia sul muso che sulla coda della navetta) che controlla l'orientamento di Atlantis prima che le superfici aerodinamiche diventino efficaci mentre lo shuttle discende nell'atmosfera. Alle 2:49 a.m. CDT (le 9:49 ora italiana) il PicoSat è stato rilasciato dalla stiva di Atlantis. Questi piccolo satellite è stato progettato per valutare le caratteristiche di una serie di celle solari di cui è ricoperto. Il piccolo satellite, del peso di circa kg e che misura 12x12x24 cm, fornirà un aiuto nello sviluppo di celle solari più performanti per l'utilizzo spaziale. PicoSat è stato il 180° ed ultimo carico utile rilasciato nella storia dello Space Shuttle. L'equipaggio La traiettoria di rientro di Atlantis all'orbita 200 della missione- della navetta ha poi avuto l'ultima occasione di parlare dallo spazio con i giornalisti sulla Terra. Un poco prima delle 4 a.m. CDT (le 11 ora italiana) l'equipaggio ha risposto alle domande provenienti dalla ABC News, CBS News, CNN, Fox News e NBC News. L'Empire State Building di New York City - immediatamente riconoscibile proprio come la navetta spaziale - ha eseguito un omaggio e celebrato il Programma Space Shuttle mercoledì notte illuminando la strada di casa per Atlantis ed il suo equipaggio. Per onorare i 30 anni di voli shuttle con le sue 135 missioni, l'Empire State Building si è illuminato di rosso, bianco e blu nella notte di mercoledì mentre Atlantis si prepara a tornare a casa completando l'ultima missione shuttle. Gli orari per l'ulluminazione si possono trovare al: http://www.esbnyc.com/
Una visione grafica di questo omaggio è invece disponibile qui: http://www.nasa.gov/mission_pages/shuttle/multimedia/empire_state.html
L'equipaggio si è recato a dormire appena prima delle 1 p.m. CDT (le 20 ora italiana). Il prossimo rapporto missione verrà pubblicato dopo la sveglia, prevista per le 8:29 p.m. CDT di mercoledì (le 3:29 ora italiana di giovedì), o prima se necessario. Nelle due immagini in alto a sinistra (Credit: NASA TV) il momento del rilascio del piccolo satellite PicoSat (è il parallelepipedo che si vede uscire dall'apposito contenitore posto) sul fianco interno della stiva della navetta Atlantis. Nell'immagine a destra (Credit: NASA TV) la traiettoria di rientro di Atlantis all'orbita 200 della missione.

ECCO IL BREVE VIDEO (NASA) DEL RIASSUNTO DELLA TREDICESIMA GIORNATA DI MISSIONE DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #24 - STS-135 MCC Status Report #25

Il momento dell'atterraggio notturno dell'ultima missione del Programma Space Shuttle- 21/07/2011 - Giorno 14 - L'ultimo giorno della missione space shuttle è iniziato alle 8:29 p.m. CDT (le 3:29 ora italiana) con una sveglia di una mitica canzone. Kate Smith ha cantato un'interpretazione della Irving Berlin "Good Bless America" che ha svegliato il Comandante Chris Ferguson, il Pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandy Magnus e Rex Walheim. A differenza di gran parte delle canzoni di sveglia, che venivano dedicate ad un particolare membro dell'equipaggio, questa è stata dedicata non solo all'intero equipaggio ma anche a tutti "gli uomini e le donne che hanno messo il loro cuore e la loro anima nel programma shuttle per tutti questi anni," ha detto il Capcom Shannon Lucid all'equipaggio. Ferguson ha risposto che questa era una canzone appropriata per il loro ultimo giorno nello spazio. "Grazie America, per aver sostenuto questo programma. Ci vediamo sulla superficie fra alcune poche ore, spero." I preparativi sono poi andati avanti per il 33° ed ultimo atterraggio di Atlantis, previsto per le 4:56 a.m. CDT (le 11:56 ora italiana) appena prima dell'alba in Florida. Le squadre a Terra hanno trascorso del tempo per dare una controllata alle condizioni meteo al Kennedy Space Center, che per il momento si prevedono favorevoli. La decisione di dare o meno il via alla manovra di accensione per l'uscita dall'orbita è stata data alle 3:49 a.m. CDT (le 10:49 ora italiana) ed ha immesso Atlantis sulla traiettoria verso casa. Se, per qualsiasi motivo, la prima occasione non poteva essere presa, una seconda occasione avrebbe comunque permesso ad Atlantis di atterrare in Florida alle 6:32 a.m. CDT (le 13:32 ora italiana). Per poter raggiungere questo atterraggio l'equipaggio avrebbe eseguito la manovra alle 5:25 a.m. CDT (le 12:25 ora italiana). Ulteriori opportunità sarebbero state disponibili venerdì mattina. La navetta spaziale ha toccato la pista 15 della Shuttle Landing Facility alle 5:57 a.m. EDT (le 11:57 ora italiana) del 21 luglio. Dopo 200 orbite attorno alla Terra ed un viaggio di 8 milioni e mezzo di km, l'atterraggio al Kennedy Space Center della NASA porta a chiusura 30 anni di voli degli space shuttle. ""Sebbene siamo stati noi a bordo per questo viaggio," ha detto il Comandante Chris Ferguson, a nome del suo equipaggio, "noi sicuramente ci auguriamo che tutti coloro che hanno lavorato, o toccato, guardato, ammirato e invidiato una navetta spaziale sia stato in grado di gustare anche solo una piccola parte del viaggio assieme a noi". Bill Gerstenmaier, responabile per le Operazioni Spaziali ha dichiarato, in una conferenza stampa effettuata dopo l'atterraggio ""Voglio veramente ringraziare il team dello Space Shuttle e il programma Space Shuttle per lo sforzo tremendo di oggi e per tutta l'intera storia del programma. Abbiamo affidato a loro una sfida tremenda per poter volare ed eseguire queste missioni e per concludere posso dire a voi oggi che la squadra ha raggiunto tutti questi obiettivi. Vorrei anche ringraziare la Nazione per averci permesso di poter utilizare per questi 30 anni le navette."
"E 'bello avere Atlantis di nuovo a casa dopo una missione di enorme successo - e per essere qui per rimanerci", ha dichiarato Bob Cabana, direttore del Kennedy Space Center, in riferimento all'esposizione di Atlantis al Visitor Complex del Kennedy. La scia di rientro di Atlantis nell'atmosfera terrestre fotografata da bordo della ISS- "Sono incredibilmente orgoglioso di essere qui in rappresentanza del Programma Space Shuttle e delle migliaia di persone in tutto il paese che compiuto il lavoro", ha dichiarato Mike Moses, Manager per l'Integrazione dello Space Shuttle Launch Manager. "Sentire i boom sonici quando Atlantis è arrivato a casa per l'ultima volta volando davvero verso la sua ultima dimora è stato per me il culmine del programma."
"I lavoratori del programma Space Shuttle di qui e in tutto il paese che hanno dedicato la loro vita, i loro cuori e le loro anime a questo programma, e non potrei essere più orgoglioso di loro," ha dichiarato Mike Leinbach, direttore di lancio dello space shuttle al Kennedy. Una cerimonia di benvenuto per gli astronauti si terrà venerdì, 22 luglio, a Houston. Il pubblico è inviato all'evento che inizierà alle 4 p.m. CDT (le 23 ora italiana) all'Hangar 990 della NASA a Ellington Field. I cancelli di Ellington Field verranno aperti alle 3:30 p.m. e la cerimonia verrà trasmessa in diretta da NASA Television. Nei quasi 13 giorni di missione, l'equipaggio di STS-135 ha consegnato alla Stazione Spaziale Internazionale oltre 4.263 kg di parti di ricambio, attrezzature ed altri rifornimenti all'interno del modulo logistico multi-funzione Raffaello, comprese 1.214 kg di cibo. I rifornimenti potranno sostenere le operazioni della stazione spaziale per tutto il prossimo anno. Raffaello, lungo 6,4 metri e del diametro di 4,5 ha riportato sulla Terra quasi 2.585 kg di materiali non più necessari alla stazione. Quello di oggi è stato il 19° atterraggio notturno al Kennedy Space Center ed il 78° atterraggio qui in Florida in ogni momento del giorno. Ci sono stati 54 atterraggi alla Base dell'Air Force di Edwards, in California, nel corso del programma, ed uno al White Sands Space Harbor nel New Mexico, per un totale di 133 atterraggi di navette spaziali in 30 anni. Nella foto (Credit: NASA - KSC-2011-5630) il momento dell'atterraggio notturno dell'ultima missione del Programma Space Shuttle.

ECCO IL VIDEO (NASA) DELL'ATTERRAGGIO DI STS-135:



Fonte: STS-135 MCC Status Report #26 - STS-135 MCC Status Report #27

werhsepd.gif (1132 byte)


L'equipaggio di Atlantis dopo il rientro sulla Terra mentre l'Amministratore della NASA Bolden parla ai giornalisti.

L'equipaggio di STS-135 in posa di fronte ad Atlantis dopo l'atterraggio: da sinistra gli Specialisti di Missione Rex Walheim e Sandy Magnus, il Pilota Doug Hurley ed il Comandante Chris Ferguson. A destra l'Amministratore della NASA Charles Bolden parla del Programma Space Shuttle. (Credit: NASA - KSC-2011-5687)

Addio Shuttle: 1981-2011.

 

werhsepd.gif (1132 byte)

 

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

 

Ultimo aggiornamento 08/07/2015

Torna alla Home page

 Sito curato da Massimo Martini