La navetta Endeavour decolla title

STS-99 / SRTM

werhsepd.gif (1132 byte)

La patch della missione STS-99

L'equipaggio di STS-99: Kevin R. Kregel, Dominic Gorie, Janet Kavandi, Janice Voss, Mamoru Mohri e Gerhard Thiele.

.............  

Qui sopra lo stemma della missione Shuttle STS-99 ed a destra l'equipaggio di STS-99 composto, dietro (da sinistra): Voss, Kregel, Gorie e Kavandi. Davanti (da sinistra): Mohri e Thiele. In alto a sinistra la navetta spaziale Endeavour lascia la rampa di lancio.

STS-99 (97) - OV-105 Endeavour (14)

 

Durata finale della Missione
11 giorni, 5 ore, 38 minuti e 42 secondi

Volo: STS-99/SRTM (missione dedicata principalmente alla Shuttle Radar Topography Mission)

Carico Utile: SRTM, EarthKAM e Spacelab Pallet system

Orbiter: OV-105 - Serbatoio esterno: n.c.- Razzi ausiliari:n.c.   - Motori principali (SSME): n.c.

Equipaggio:  6 astronauti - Comandante Kevin Kregel (4), Pilota Dominic Gorie (2), Specialisti di Missione Gerhard Thiele (ESA/Germania - 1), Janet Kavandi (2), Janice Voss (5) e Mamoru Mohri (NASDA/Giappone - 2)I numeri fra parentesi indicano il numero di voli spaziali effettuati dall'astronauta in questione compreso questo. MS sta per Mission Specialist. 

Lancio : 11 febbraio 2000 alle 17:43:39 UTC (le 18:43 italiane) dalla rampa 39A del Kennedy Space Center in Florida.

Rientro : 22 febbraio ore 23:22 UTC (le 0:22 italiane del 23 febbraio) sulla SLF del Kennedy Space Center in Florida

Durata della missione:  11 giorni, 5 ore, 38 minuti e 42 secondi

Orbite : 181

Inclinazione : 57°

Altezza al momento dell'inserimento in orbita: 228 km

Obiettivi della missione: Compiere mappatura ad alta risoluzione della superficie terrestre, fra i 60° Nord ed i 56° Sud, utilizzando una nuova tecnologia radar che si avvale di una lunga struttura rigida che sporge all'esterno del vano di carico della navetta. SRTM utilizza un radar ad apertura sintetica in banda C ed X (IFSAR). La precisione raggiunta dovrebbe essere sui 10 metri. Equipaggio diviso in due squadre, la rossa e la blu, per poter seguire continuativamente l'esperimento.

Statistiche:

 97esima missione Shuttle
1ma Missione Shuttle per il 2000

 

werhsepd.gif (1132 byte)

Cronologia pre-volo

Nella foto (Credit: NASA), la navetta Endeavour mentre esegue il rollout verso la rampa di lancio per la missione STS-99.

Rinvii e problemi tecnici -

STS-99 andò incontro ad una serie di rinvii dei lanci ed un annullamento prima di essere lanciato con successo. La missione era originariamente previsto per il volo il 16 settembre 1999. Ma a metà agosto la data di lancio venne spostata fino ad ottobre a causa del problema ai cavi di tutta la flotta di navette. Con così tanti cavi di Endeavour che richiedevano l'ispezione, la data di lancio venne spostata nuovamente al 19 novembre 1999. I responsabili dello Shuttle decisero in seguito di preservare l'opzione di lanciare sia STS-99 che STS-103, la terza missione di manutenzione al Telescopio Spaziale Hubble per prima. Venne poi deciso nell'ottobre 1999 che STS-103 avrebbe volato per primo e che il lancio di STS-99 sarebbe avvenuto il 13 gennaio 2000. A dicembre quella data venne sottoposta a revisione, ed una nuova data di lancio poteva essere non prima del 31 gennaio 2000.
Il lancio previsto il 31 gennaio 2000, venne rinviato a causa delle inaccettabili condizioni meteo. Però verso la fine del conto alla rovescia si era verificata anche un'anomalia nel controllore principale degli eventi (EMEC), che avrebbe comunque impedito il lancio quel giorno. L'EMEC venne rimosso e sostituito ed il lancio fissato per le 17:30 UTC dell'11 febbraio 2000. Circa tre ore prima del lancio previsto, un'inaspettato calo di pressione venne rivelato nel sistema idraulico 1. Il calo della pressione venne determinato essere stato causato di una normale sequenza di eventi pre-lancio. Le discussioni sul calo di pressione portarono ad un rinvio del lancio di 13 minuti e 40 secondi.

Fonte: Spacefacts

La missione giorno per giorno

werhsepd.gif (1132 byte)

Nella foto (Credit: NASA), l'equipaggio di STS-99 si avvia al pulmino che lo porterà alla rampa di lancio.

11/02/2000 - Venerdì - Giorno 1

Con sei astronauti a bordo, Endeavour è volato oggi in orbita sotto il cielo nuvoloso del Kennedy Space Center per iniziare la Radar Topoghaphy Mission, il primo volo spaziale del 21esimo secolo.
Il Comandante Kevin Kregel, il Pilota Dom Gorie e gli Specialisti di Missione Janice Voss, Janet Kavandi, Gerhard Thiele e Mamoru Mohri sono decollati dopo 14 minuti dall'apertura della finestra di lancio disponibile di due ore alle 11:44 a.m. CET (le 18:44 italiane) dopo un conto alla rovescia senza problemi ed è arrivato in orbita 8 minuti e mezzo dopo. Il leggero ritardo nel lancio di Endeavour è stato necessario per concedere del tempo al team di terra di risolvere un piccolo problema tecnico prima di procedere con la fase finale del conto alla rovescia.
Una volta in orbita sono state aperti i portelloni del vano di carico, e la Squadra Rossa di Kregel, Kavandi e Thiele anno iniziato l'attivazione dello strumento radar e si sono preparati al dispiegamento della struttura lunga 60 metri sopra l'ala sinistra dell'orbiter. Il dispiegamento del traliccio è iniziato alle 5:27 p.m. CST (le 0:27 di sabato ora italiana), circa 5 ore e mezzo dall'avvio della missione. Dopo 17 minuti tutti ed 87 i segmenti in fibra di carbonio rinforzato con acciaio e titanio so sono dispiegati.
L'equipaggio ha manovrato lo shuttle nel giusto orientamento per la fase di mappatura. Questo punta il vano di carico della navetta - e le sue antenne interne ed esterne - verso la Terra. La quota operativa della navetta era di circa 241 km, inclinazione 57°, periodo orbitale di 90 minuti e la Squadra Rossa iniziava una serie di accensioni dei propulsori di manovra per testare la capacità dell'antenna di assorbire le forze durante le previste manovre per allineare le antenne. Questo allineamento è cruciale per gli scienziati che hanno bisogno di combinare le immagini radar ricevute con le due antenne.
La missione SRTM raccoglierà dati in banda radar C ed X e questi dati verranno processati per ottenere una mappa 3D della Terra che sarà trenta volte più precisa di quelle attualmente utilizzate. Queste mappe saranno importanti per gli scienziati di molte discipline, dall'ecologia alla geologia all'idrologia come per un gran numero di applicazioni commerciali e militari. Mentre la Squadra Rossa compiva le procedure di controllo, la Squadra Blu, composta da Dom Gorie, Janice Voss e Mamoru Mohri, attivava i computer portatili e poi iniziava un breve periodo di sei ore di riposo alle 3:44 p.m. (le 22:44 italiane). I tre verranno svegliati alle 9:44 p.m. (le 4:44 italiane) per iniziare la mappatura radar nel corso della notte.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA) l'equipaggio di STS-99 si avvia al pulmino per la rampa di lancio.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #01 / NASA STS-99 Status Report #02

Nella foto (Credit: NASA), il lungo traliccio che sostiene la seconda antenna radar al di fuori del vano di carico di Endeavour.

12/02/2000 - Sabato - Giorno 2

Gli astronauti di Endeavour hanno iniziato le operazioni di mappatura della missione Shuttle Radar Topograpy Mission (SRTM) che permetterà di avere una mappa della Terra con una precisione ed uniformità senza precedenti. Il primo passaggio è iniziato mentre l'orbiter sorvolava l'Asia meridionale e proseguiva fino a che Endeavour raggiungeva la costa occidentale del continente e si spostava sopra l'Oceano Pacifico settentrionale. La mappatura proseguirà per tutta la missione fino a che il traliccio dell'antenna non sarà ritratta prima dell'atterraggio.
La prima sveglia dell'equipaggio per oggi è stata data con il brano musicale "Eye in the Sky" degli Alan Parsons Project.
Dato che l'attività a bordo di Endeavour prosegue per 24 ore al giorno, i sei membri dell'equipaggio sono divisi in due turni. La Squadra Blu, composta da Gorie, Voss e Mohori, ha iniziato la prima mappatura coprendo un passaggio, largo 225 km a circa le 11:31 p.m. CST di venerdì (le 6:31 italiane). Si è trattato dell'inizio di una copertura di circa il 70 percento della superficie emersa terrestre. La mappatura coprirà un'area fra i 60° Nord ed i 56° Sud, dove vive il 95 percento della popolazione terrestre.
Alle 5:30 a.m. (le 12:30 italiane) Voss e Gorie hanno tenuto una conferenza stampa in diretta con i giornalisti di NBC e CNN. La Squadra Rossa, Kregel, Kavandi e Thiele si sono svegliati verso le 7 a.m. (le 14 italiane) con il brano musicale "Some Guys Have All The Luck" di Robert Palmered ed hanno preso in consegna la mappatura dalla Squadra Blu poco dopo. I tre, che avevano fatto il turno precedente si sono recati a dormire verso le 14 (le 21 italiane) e verranno svegliati alle 10:14 di questa sera (le 5:14 italiane).
La mappatura è proseguita per tutto il giorno e la prima immagine in banda X dell'area attorno a White Sands, New Mexico, è stata pubblicata questo pomeriggio e gli scienziati hanno espresso i loro complimenti per la qualità dell'immagine.
Nelle prime ore del pomeriggio Kregel ha acceso i propulsori di manovra con brevi impulsi per misurare i movimenti del traliccio esteso sopra l'ala sinistra di Endeavour. I controllori di volo hanno segnalato che la struttura si è mossa di appena 30cm, entro le previsioni. Queste accensioni erano necessarie per determinare che effetto avrebbero avuto sul traliccio, prima di eseguire imminenti manovre per alzare l'orbita di Endeavour.
Endeavour ha trasmesso sulla Terra un video realizzato all'interno della cabina della navetta al momento del lancio fornendo una prospettiva unica di un lancio senza problemi. Sia i sistemi della navetta che il carico utile continuano a funzionare tranquillamente.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA), il lungo traliccio che sostiene la seconda antenna radar al di fuori del vano di carico di Endeavour.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #03 / NASA STS-99 Status Report #04

Nella foto (Credit: NASA), i sei membri dell'equipaggio di STS-99 in orbita.

13/02/2000 - Domenica - Giorno 3

La sveglia dell'equipaggio della Squadra Rossa per oggi è stata data con il brano musicale "Jumpin' Jive" di Cab Calloway ed eseguita da Joe Jackson.
La prima accensione 'flycast maneuver' è stata completata senza problemi dai membri dell'equipaggio di Endeavour, nelle prime ore di domenica. Un poco più tardi, il Payload Operation Center ha segnalato che la Shuttle Radar Topography Mission aveva già mappato con successo circa 20 milioni di km quadrati. La flycast maneuver era ideata per ridurre lo sforzo sui quasi 60 metri di traliccio che si estende dal vano di carico di Endeavour. L'orbiter, che vola con la coda in avanti durante le operazioni di mappatura, si è ruotato con il muso in avanti e con il traliccio esteso verso l'alto. Un breve impulso del sistema di controllo a reazione ha dato il via alla manovra. Il traliccio si è flesso leggermente indietro e poi è rimbalzato in avanti. Una volta raggiunta la posizione verticale, è stata applicata una forte spinta, che ha arrestato il movimento del traliccio ed aumentato la velocità orbitale.
Per questa missione Endeavour si trova su un'orbita relativamente bassa, ed è rallentata dagli strati superiori dell'atmosfera terrestre, causando una perdita di quota. L'equipaggio eseguirà la manovra flycast giornalmente per mantenere il veicolo spaziale alla giusta quota per la mappatura. La Squadra Rossa di Endeavour, composta dal Comandante Kevin Kregel e dagli Specialisti di Missione Janet Kavandi e Gerhard Thiele, ha iniziato il loro periodo di sonno poco dopo l'accensione. La Squadra Blu sono entrati in servizio verso le 12:30 a.m. (le 18:30 italiane) di domenica dopo la sveglia con il brano musicale "Linus and Lucy" di Vince Guaraldi.
Tutti i sistemi di bordo funzionano regolarmente ed i membri dell'equipaggio ed i controllori di volo di Houston continuano a tenere d'occhio i getti di azoto che vengono emessi dalla parte finale dell'antenna SRTM. Stanno controllando il consumo del propellente e la mancanza di spinta di quel getto, progettato per mantenere la posizione del traliccio. Il getto guasto non ha effetto sulle attività di mappatura della missione. Sebbene l'azoto passi nelle valvole, viene prodotta poca o nessuna spinta. L'equipaggio ha provato ad aprire e chiudere la valvola nel tentativo di risolvere il problema. I controllori pensano di lasciare chiusa la valvola per diverse ore nel tentativo di quantificare l'utilizzo del propellente. Questo getto era stato ideato per mantenere il traliccio stabilizzato in risposta alla gravità terrestre e rimuovere la necessità di ulteriori accensioni dei motori di manovra per mantenere la posizione dell'antenna. Senza il getto dell'antenna, i membri dell'equipaggio dovranno eseguire più accensioni dei motori di quanto previsto.
Al termine della giornata gli scienziati al suolo hanno segnalato che già il 38 percento delle terre emerse è stato mappato e, nonostante il piccolo problema al getto di azoto, entrambi i radar, quello in banda C e quello in banda X stanno funzionando come previsto. "Stiamo iniziando a vedere i risultati preliminari ottenuti dalle antenne ed i dettagli sono fantastici," ha dichiarato il Professor Michael Kobrick, scienziato del progetto SRTM. "Sebbene a questa bassa risoluzione, possiamo vedere molte strutture topografiche che erano completamente invisibili nelle migliori mappe che abbiamo oggi."
Due membri della Squadra Blu - Dom Gorie e Mamoru Mohri - hanno trascorso alcuni minuti parlando con il Professor Bob Ballard, scopritore del Titanic e fondatore della fondazione JASON, un programma educativo progettato per spargere negli studenti l'interesse e nella tecnologia. Inoltre i due hanno anche risposto a domande della Fox News Network.
Mentre la Squadra Blu terminava la terza giornata nello spazio, la Squadra Rossa prendeva posto per proseguire la mappatura poco dopo la sveglia di questa mattina. Gorie, Mohri e Voss daranno il cambio poco dopo le 2 p.m. (le 20 italiane) con una sveglia fissata alle 10:14 p.m. (le 4:14 italiane) di lunedì per iniziare il quarto giorno di attività di mappatura.
I controllori di volo stanno cercando di risolvere un problema con una delle telecamere di bordo dopo che Gorie aveva segnalato che il sistema che registra il tempo nel quale le immagini sono scattate non funzionava. I controllori sospettano che le batterie si siano scaricate a causa del ritardo del lancio di Endeavour. Le batterie scariche non dovrebbero avere effetti negativi sull'utilizzo della telecamera in supporto al programma di osservazione terrestre della NASA.
Dopo il riposizionamento del cavalletto della fotocamera sul ponte di volo, le operazioni EarthKAM continuano regolarmente. Nel tardo pomeriggio, circa 355 immagini erano già stata inviate sulla Terra dalla EarthKAM. Questo programma NASA permette agli studenti di utilizzare pagine web interattive per puntare obiettivi e selezionare le immagini da fotografare con macchina che si trova a bordo della navetta.
Tutti i sistemi di bordo di Endeavour funzionano regolarmente mentre la navetta orbita attorno alla Terra ogni 90 minuti ad una quota di circa 241 km.
Nella foto (Credit: NASA), i sei membri dell'equipaggio di STS-99 in orbita.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #05 / NASA STS-99 Status Report #06

Nell'illustrazione artistica (Credit: NASA), il funzionamento del sistema radar SRTM.

14/02/2000 - Lunedì - Giorno 4

La sveglia dell'equipaggio della Squadra Blu per oggi è stata data con il brano musicale "Journey to the Stars" colonna sonora del popolare anime giapponese Galaxy Express ed eseguito da Godiego.
I membri dell'equipaggio di Endeavour hanno completato con successo la loro seconda accensione 'flycast maneuver' nelle prime ore di lunedì, mentre il veicolo spaziale continuava ad acquisire dati che miglioreranno grandemente le nostre conoscenze topografiche della superficie terrestre. Gli scienziati hanno già espresso la loro soddisfazione anche con i dati preliminari a bassa risoluzione, che rivelano strutture non visibili nelle mappe attuali.
Nelle prime ore di lunedì mattina, circa 51,8 milioni di km quadrati erano stati ripresi. Per il termine della missione oltre 116 milioni di km quadrati saranno stati ripresi per due volte. Il processamento di quest'immensa mole di dati ottenuti da Endeavour - abbastanza per riempire circa 13.500 CD se tutto andrà secondo i piani - permetteranno di avere mappe 30 volte più accurate dei migliori dati disponibili globalmente ora. Le mappa avranno inoltre un'uniformità senza precedenti.
I membri della Squadra Blu, il Pilota Gorie e gli Specialisti di Missione Voss e Mohri, continuano a gestire il Payload High Rate Recorders, cambiando i nastri ad alta densità che registrano i dati di mappatura della Terra. Circa 270 di questi nastri si stima saranno riempiti. Intanto i membri della Squadra Rossa, il Comandante Kregel e gli Specialisti di Missione Kavandi e Thiele, stavano dormendo e sono stati svegliati alle 10:14 a.m. CET (le 16:14 italiane) con il brano musicale "Radar Love" eseguito da Golden Earring.
"Siamo emozionati come un bambino il giorno di Natale," ha descritto l'ingegnere del progetto SRTM Ed Caro la sua reazione al progresso della missione di mappatura finora. Le operazioni a bordo di Endeavour continuano senza interruzioni, anche senza la disponibilità del piccolo propulsore ad azoto posto sulla parte finale del traliccio esteso. A metà giornata erano già 62 milioni di km quadrati mappati una volta e 23 milioni due volte. Questo è già oltre la metà della prevista copertura per la missione. Ogni minuto vengono mappati 100.000 km quadrati ed in solo tre giorni di missione sono stati triplicati i dati mondiali di elevazione del terreno.
Prosegue il problema con il piccolo getto di azoto posto sulla fine del traliccio, lungo 60 metri, anche se questo non ha grandi ripercussioni sulla missione. Tutti gli altri strumenti di bordo funzionano regolarmente. Mentre la loro giornata di lavoro volgeva al termine, i membri della Squadra Blu hanno trascorso alcuni minuti sul ponte di volo di Endeavour per discutere delle varie attività delle missioni. La Squadra Blu è andata a riposare poco dopo le 2 p.m. (le 20 italiane) con una sveglia fissata per le 10:14 a.m. (le 4 ora italiana). La Squadra Rossa verrà svegliata alcuni minuti dopo le 10 a.m. (le 16 italiane) per proseguire le operazioni di mappatura.
A questa mattina erano 525 le immagini riprese dagli studenti utilizzando la EarthKAM, che permette di fare foto della Terra utilizzando una fotocamera posta sulla navetta. Finora 20 delle 84 scuole partecipanti al programma hanno richiesto e ricevuto le foto. Tutti i sistemi di Endeavour funzionano regolarmente.
Nell'illustrazione artistica a sinistra (Credit: NASA), il funzionamento del sistema radar SRTM.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #07 / NASA STS-99 Status Report #08

Nella foto (Credit: NASA), gli Specialisti di Missione Gerhard Thiele e Janet Kavandi durante la missione STS-99.

15/02/2000 - Martedì - Giorno 5

La sveglia dell'equipaggio della Squadra Rossa per oggi è stata data con il brano musicale "New York, New York" eseguito da Frank Sinatra
Nelle prime ore di martedì gli astronauti di Endeavour hanno completato la mappatura di oltre metà della superficie terrestre prevista, e gli scienziati continuano ad esprimere soddisfazione sulla qualità delle informazioni che stanno vedendo. Oltre il 20 percento delle terre previste è già stato mappato due volte e la missione Shuttle Radar Topography Mission ha coperto il 3 percento di tre volte. Le aree sorvolate sono almeno pari a quelle di Africa, Nord America ed Australia messe assieme.
Endeavour sta acquisendo dati quattro volte più rapidamente di quanto il proprio sistema avanzato di comunicazione possa inviare sulla Terra. Una 'prima occhiata' ai dati inviati, con meno dettagli di quelli che saranno disponibili dai nastri ad alta densità che vengono riempiti a bordo dell'orbiter, stanno già mostrando strutture che non sono visibili nemmeno nelle migliori mappe di oggi.
Le nuove immagini radar del Brasile, Sud Africa ed Isola Meridionale della Nuova Zelanda sono stati svelati questo pomeriggio dagli scienziati della missione SRTM. "Queste riprese della Terra saranno utilizzate nei decenni a venire," ha detto il vice capo scienziato del progetto, il professor Tom Farr.
Mentre Endeavour prosegue ad acquisire dati che permetteranno di realizzare una mappa senza precedenti per accuratezza ed uniformità, i controllori di volo sono ancora alle prese con il problema al getto di gas freddo che non funziona sull'estremità dell'antenna. I getti aiutano a mantenere la posizione appropriata per il traliccio - la struttura rigida più lunga mai dispiegata nello spazio. Il sistema dei getti di controllo a reazione dell'orbiter vengono utilizzati per questa funzione. I controllori di volo stanno sviluppando ulteriori procedure per conservare il propellente e sono fiduciosi che queste misure permetteranno ad Endeavour di completare le previste operazioni di mappatura.
I membri della Squadra Blu, il Pilota Dom Gorie e gli Specialisti di Missione Janice Voss e Mamoru Mohori sono andati in televisione nelle prime ore del mattino per rispondere alle domande dei giornalisti di CNN, Today Show della NBC e KGO Radio di San Francisco. Voss ha utilizzato un globo terrestre gonfiabile per spiegare la missione SRTM, Mohri ha ripreso foto dai finestrini del comandante e poi, assieme a Gorie, hanno sostituito i nastri del registratore ad alta capacità.
I membri della Squadra Rossa, il Comandante Kevin Kregel e gli Specialisti di Missione Janet Kawandi e Gerhard Thiele, si trovavano intanto nel loro periodo di sonno e sono stati svegliati alle 10:14 a.m. CST (le 17:14 italiane) con il brano musicale "Canon in D" di Johann Pachebel ed eseguito da George Winstoned. I tre hanno ripreso prontamente le operazioni di mappatura. Questo pomeriggio Kregel e Kawandi hanno risposto alle domande degli studenti di Kansas Cosmosphere di Hutchinson, KS; Sitting Bull College di Ft. Yates, ND; e Houston High School di San Antonio, TX. Questi eventi fanno parte dello sforzo della NASA per incoraggiare gli studenti ad intraprendere le carriere scientifiche, ingegneristiche e matematiche.
Tutti i sistemi di Endeavour funzionano normalmente mentre orbita attorno alla Terra ogni 90 minuti ad una quota di 241 km. Nella foto a sinistra (Credit: NASA), gli Specialisti di Missione Gerhard Thiele e Janet Kavandi durante la missione STS-99.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #09 / NASA STS-99 Status Report #10

Nella foto (Credit: NASA), sistemi nuvolosi ripresi dai finestrini di Endeavour durante STS-99.

16/02/2000 - Mercoledì - Giorno 6

La sveglia dell'equipaggio della Squadra Blu per oggi è stata data con il brano musicale "We Saw the Sea" eseguita dalla The Naval Academy Glee Club.I tre astronauti hanno compiuto, durante il loro turno di servizio diverse attività. Mohri ha parlato con gli studenti giapponesi di Tokio E Kagoshima.
L'ottimismo in orbita e nel Controllo Missione che Endeavour abbia abbastanza propellente ed energia per completare la sua prevista mappatura di oltre il 70 percento della superficie terrestre continua ad aumentare. I responsabili del Controllo Missione hanno informato gli astronauti che la EarthKAM che si trova a bordo di Endeavour ha già trasmesso con successo oltre 1.000 immagini per gli studenti delle scuole medie.
Gli scienziati segnalano nelle prime ore di mercoledì il 67,2 percento dell'area prevista - 82,8 milioni di km quadrati - è stata mappata. Si tratta di circa il 65 percento di tutte le terre emerse del pianeta. Oltre il 32,5 percento dell'area è stata mappata con due passaggi. SI tratta di circa 40 milioni di km quadrati equivalenti all'area combinata di Africa ed Australia.
La EarthKAM, montata sull finestrino del ponte di volo anteriore che guarda verso il lato sinistro, permette agli studenti delle scuole medie di riprendere immagini della Terra. Essi utilizzano una pagina web interattiva per selezionare le foto. Nei quattro voli precedenti, la EarthKAm ha raccolto oltre 2.000 immagini. Gli astronauti hanno completato la quarta accensione, aggiustando la posizione dell'orbiter utilizzando la 'flycast maneuver'. Questa delicata manovra serve ad aggiustare l'orbita di Endeavour impartendo minimi sforzi sul lungo traliccio - 60 metri - che sporge dal vano di carico.
I controllori di volo seguono sempre con attenzione il problema con i piccoli getti di azoto che si trovano al termine del traliccio.
La sveglia all'equipaggio della Squadra Rossa, Kregel, Kavandi e Thiele, per oggi è stata data con il brano musicale "Smack Dab in the Middle" eseguita da Ray Charles. Riguardo alle operazioni di mappatura Milt Heflin, Vice Capo Direttore di Volo della NASA ha detto "Ci siamo quasi."
Le operazioni scientifiche proseguono regolarmente quando siamo a metà della missione di 11 giorni. "Qui abbiamo sei facce sorridenti," ha segnalato Gerhard Thiele dopo aver appreso di quanto procedono bene le operazioni di mappatura. Oggi sono state rilasciate nuove immagini radar della Penisola della Kamchatka, nell'estremo oriente russo, e della parte nord-occidentale della Mongolia. La immagini della SRTM promettono di aiutare gli scienziati ed i responsabili della pianificazione a comprendere meglio alcuni problemi potenziali come le inondazioni fluviali e l'erosione del suolo.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA), sistemi nuvolosi ripresi dai finestrini di Endeavour durante STS-99.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #11 / NASA STS-99 Status Report #12

Nella foto (Credit: NASA), l'astronauta Janice Voss di STS-99 in orbita.

17/02/2000 - Giovedì - Giorno 7

La sveglia dell'equipaggio della Squadra Rossa per oggi è stata data con il brano musicale "Moldau Symphony" eseguito dalla The Boston Symphony Orchestra.
La massa di dati che risulteranno nelle mappe topografiche saranno le migliori di quelle finora disponibili e continuano a fluire sui registratori ad alta capacità mentre Endeavour entra nella seconda metà della sua Shuttle Radar Topography Mission. Gli sforzi per controllare il propellente e l'energia continuano a pagare, con i responsabili che prendono maggiore fiducia che l'intera operazione di nove ore per nove giorni sarà completata.
Nelle prime ore di giovedì oltre il 77 percento dell'area, pari a 94,2 milioni di km quadrati sono stati mappati almeno una volta. Questo equivale all'Asia, America ed Australia messe assieme, circa due volte l'area della superficie lunare. Oltre 52,4 milioni di km quadrati sono stati mappati due o più volte. Endeavour raccoglie dati da 103.500 km quadrati ogni minuto di sorvolo delle terre emerse. A questa velocità SRTM mappa un'area delle dimensioni della Florida ogni 90 secondi.
Il propellente per il sistema di controllo a reazione della navetta potrebbe diventare un problema dopo il guasto di un piccolo getto di gas freddo che si trova sulla parte terminale del traliccio di 60 metri che si estende dal vano di carico di Endeavour. Il piccolo getto era stato ideato per controllare l'assetto del traliccio. Senza di esso il lavoro deve essere svolto dal sistema di controllo a reazione dell'orbiter. Questo incremento nel consumo del propellente ha richiesto una serie di passi per risparmiare il carburante dell'orbiter e permettergli di completare la missione di mappatura.
Le operazioni di mappatura non hanno subito ripercussioni da questo problema e gli scienziato continuano ad esprimere soddisfazione sulla qualità dei dati, anche quelli grezzi, inviati da SRTM per confermare il funzionamento. Il radar acquisisce dati ad una velocità che è quasi quattro volte più rapida di quanto l'orbiter possa inviare. Quindi di dati vengono memorizzati su circa 270 nastri ad alta capacità (che possono contenere le stesse informazioni di 13.500 CD). Ma anche i primi dati grezzi visti dagli scienziati mostrano strutture che non sono visibili nelle migliori mappe di oggi.
La Squadra Blu, composta dal Pilota Gorie e dagli Specialisti di Missione Voss e Mohri, sono rimasti in servizio fin verso mezzogiorno CST. Mohri ha parlato con il Primo Ministro giapponese Keizo Obuchi e con il Ministro di Stato per la Scienza e Tecnologia, Hirofumi Nakasone, alle 6:22 a.m. (13:22 italiane). In seguito egli ha raggiunto Gorie e Voss per essere intervistato da The Weather Channel e due stazioni televisive. Kavandi li ha raggiunti brevemente per salutare la sua città natale di Springfield, MO. La Squadra Rossa, del Comandante Kregel e degli Specialisti di Missione Kawandi e Thiele è stata svegliata oggi con il brano musicale "Take a Little Less" - performed by Barton and Sweeney alle 10:14 a.m. (le 17:14 italiane).
A mezzogiorno la mappatura era arrivata all'81 percento, oltre 101 milioni di km quadrati, mappati almeno una volta ed almeno il 47 percento due o più volte. E' stato l'astronauta Chris Hadfield dal Controllo Missione a trasmettere le buone notizie all'equipaggio di Endeavour mentre tutti e sei gli astronauti erano svegli e conducevano il cambio turno.
Gli esuberanti scienziati hanno presentato oggi nuove immagini radar della faglia di San Andreas, in California, il bacino di Los Angeles, le montagne San Gabriel nella California meridionale e l'isola di Hokkaido, in Giappone, casa natale dell'astronauta Specialista di Missione Maoru Mohri. "Siamo sulla via per realizzare la migliore mappa topografica di tutti i tempi," ha detto il Professor Diane Evans, capo scienziato dell'Ufficio Scienze della Terra del Jet Propulsion Laboratory. "Siamo entusiasti di questi nuovi dati," ha detto sul livello dei dettagli nella mappa risultanti da questa missione SRTM che potrebbero aiutare gli scienziati a comprendere meglio i terremoti e le colate di fango.
Le operazioni scientifiche continuano nel settimo giorno di missione, con un solo problema minore da segnalare, ad uno dei sei registratori dati ad alta capacità. I registratori sono utilizzati per registrare i dati raccolti durante la missione SRTM su 270 nastri.
La EarthKAM continua a fornire prestazioni record. Come carico utile secondario montato su una finestra superiore del ponte di volo di Endeavour, EarthKAM viene utilizzata dagli studenti delle scuole medie per prendere foto digitali della superficie terrestre. Finora sono state inviate a Terra oltre 1.355 foto. Nei quattro voli precedenti della EarthKAM erano state riprese un totale di circa 2.000 foto.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA), l'astronauta Janice Voss di STS-99 in orbita.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #13 / NASA STS-99 Status Report #14

Nella foto (Credit: NASA), la stiva di carico di STS-99 in orbita con il lungo traliccio che sporge.

18/02/2000 - Venerdì - Giorno 8

La sveglia dell'equipaggio della Squadra Blu per oggi è stata data con il brano musicale "Rawhide" eseguita da Frankie Laine.
Con un dettaglio senza precedenti di oltre metà delle terre emerse già registrate al sicuro a bordo, l'equipaggio dell'Endeavour prosegue la mappatura senza interruzione della Terra anche questa mattina, marciando verso il nono giorno completo di osservazioni radar grazie al successo delle misure di risparmio propellente.
Nelle prime ore di oggi Endeavour ha completato la sua sesta accensione 'Flycast Maneuver', una leggera accensione dei motori per mantenere l'orientamento dello Shuttle attorno ai 241 km per un lavoro di mappatura precisa. L'accensione data oggi alla navetta è stata leggermente più forte di quelle dei giorni precedenti, una misura che permetterà ai controllori di risparmiare carburante eliminando la successiva accensione di sabato. La prossima accensione è infatti ora prevista per il mezzogiorno di sabato. Finora gli strumenti della Shuttle Radar Topography a bordo di Endeavour hanno mappato l'88 percento, quasi 111 milioni di km quadrati, una volta (un'area più grande delle Americhe, Africa ed Australia messe assieme). Oltre il 57 percento delle zone previste, oltre 70 milioni di km quadrati, sono stati mappati due o più volte.
Oltre ai cambiamenti nelle accensioni dei motori di manovra, altre misure di risparmio carburante a bordo di Endeavour hanno compreso il cambio del modo nel quale l'acqua in eccesso viene espulsa fuori, allentando leggermente le stringenti guide linea dell'assetto e limitando l'utilizzo di alcune attrezzature. All'inizio della missione, il guasto ad un piccolo propulsore posto nella parte terminale del lungo traliccio di 60 metri che si estende fuori dal vano di carico di Endeaovur ha costretto ad utilizzare maggiormente i getti della navetta ed il relativo consumo dei loro propellenti. Giovedì, i controllori di volo hanno notato che un piccolo getto di azoto sembra aver fornito una piccola spinta, una tendenza che potrebbe migliorare ulteriormente il consumo di propellente della navetta.
Intanto, mentre le operazioni di mappatura proseguono, la fotocamera utilizzata dagli studenti e montata su uno dei finestrini di Endeavour ha fissato un nuovo record. Finora, l'esperimento chiamato EarthKAM, ha inviato quasi 1.700 foto della Terra agli studenti delle scuole medie.
Lavorando 24 ore su 24, l'equipaggio di Endeavour è diviso in due turni. La Squadra Blu, composta dal Pilota Dom Gorie e dagli Specialisti di Missione Janice Voss e Mamoru Mohri hanno parlato questa mattina delle riprese televisive in alta definizione della Terra con i registratori ad alta capacità ed utilizzando la HDTV (High-Definition Television Camera). I nastri ad alta capacità registrano i dati di mappatura radar. Circa 270 nastri saranno incisi, contenendo il volume di dati che potrebbe riempire 13.500 CD. I dati permetteranno di realizzare mappe topografiche della Terra con una precisione diverse volte superiore a quelle disponibili oggi. La telecamera HDTV a bordo di Endeavour è uno dei primi passi della transizione NASA all'alta qualità televisiva.
La sveglia dell'equipaggio della Squadra Rossa per oggi è stata data con il brano musicale "Magic Carpet Ride" eseguita da Steppenwolf. Il Comandante Kevin Kregel e gli Specialisti di Missione Janet Kawandi e Gerhard Thiele sono stati svegliati alle 10:14 a.m. CST (le 17:14 italiane). L'equipaggio al completo ha partecipato ad una conferenza stampa tenuta alle 11:59 a.m. di oggi (le 19 italiane), rispondendo alle domande di giornalisti americani e giapponesi dai centri NASA. Successivamente Thiele, Kregel e Kawandi hanno parlato con il Ministro della Ricerca tedesco Edelgard Buhlmann.
Nel tardo pomeriggio i responsabili della missione hanno annunciato un'estensione di nove ore nella porzione di missione di acquisizione dati. Questo significa che la mappatura della Terra proseguirà ora fino alle 6 a.m. di lunedì (le 13 italiane). L'astronauta Chris Hadfield del Controllo Missione di Houston ha dato la buona notizia poco prima delle 4 p.m. ed il Comandante Kregel è stato felice di sentirlo.
Le operazioni scientifiche sono proseguite senza problemi nell'ottavo giorni di missione, con tutti gli strumenti radar e di supporto che continuano a funzionare meglio di quanto sperato. "Tutto è perfetto. E' incredibile." ha osservato Marian Wener, responsabile del progetto X-SAR per l'Agenzia Aerospaziale Tedesca, che fornisce il sistema radar in banda X utilizzato dalla missione SRTM.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA), la stiva di carico di STS-99 in orbita con il lungo traliccio che sporge.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #15 / NASA STS-99 Status Report #16

Nella foto (Credit: NASA), immagine radar del bacino di Los Angeles ripreso dalla missione SRTM.

19/02/2000 - Sabato - Giorno 9

La sveglia dell'equipaggio della Squadra Blu per oggi è stata data con il brano musicale "One after 909" dei The Beatles
Dopo la decisione di ieri da parte dei responsabili della missione per estendere le operazioni di mappatura, gli astronauti di Endeavour raccoglieranno i dati ancora fino alle 5:44 a.m. CET (le 12:44 italiane) di lunedì. A questo punto inizieranno i preparativi per lo stivaggio del traliccio lungo 60 metri per il resto della missione. Quest'estensione di nove ore permetterà di arrivare quasi al 100 percento della copertura prevista per la missione SRTM.
L'obiettivo dell'area di mappatura della missione comprende circa 123 milioni di km quadrati. A mezzogiorno il 92 percento, circa 114 milioni di km, dell'area prevista è stata mappata almeno una volta. Oltre il 65 percento del previsto - quasi 80 milioni di km quadrati - erano stati mappati due o più volte. Solo 207.000 km quadrati, in gran parte nel Nord America, rimarranno non mappate al termine delle operazioni. In fondo mappe topografiche altamente accurate di queste zone esistono di già.
Gli scienziati hanno rilasciato nuove immagini di Oahu, Molokai, Lanai e Maui occidentale, nelle Hawaii; Dallas, in Texas; Salalah, in Oman; e Tasmania, in Australia. Sono stati resi pubblici anche video di Hokkaido, in Giappone, casa dello Specialista di Missione Mamoru Mohri, e del Brasile. "Credo che gli scienziati di tutto il mondo faranno un'ovazione al team SRTM," osservava il Prof. Jeffrey Plaut, uno scienziato ricercatore presso il Jet Propulsion Laboratory. Egli ha detto che le mappe ottenute con i dati SRTM aiuteranno gli archeologi a studiare le civiltà antiche e le terre che essi abitavano, e permetteranno di comprendere meglio le ragioni del loro declino.
Le operazioni scientifiche sono proseguite come previsto nel corso del nono giorno di missione, con tutti i sistemi radar che funzionano regolarmente. Nelle prime ore di oggi l'equipaggio ha compiuto la settima accensione dei motori di manovra. Questa 'flycast maneuver' mantiene il veicolo spaziale nel giusto assetto per la mappatura e riduce lo sforzo sul traliccio e minimizza i carichi nella parte finale. Questa eseguita oggi era l'ultima manovra di questo tipo previsto durante la missione.
La sveglia dell'equipaggio della Squadra Rossa per oggi è stata data con il brano musicale Catch the Moments As They Fly By" musica tradizionale celtica, alle 10:14 a.m. CST (le 17:14 locali) mentre l'equipaggio della Squadra Blu è rimasto in servizio fino alle 11:59 a.m. CST (le 18:59 italiane). Mentre i due equipaggi erano assieme hanno tenuto una conferenza stampa comune. Oggi Kregel e Thiele hanno risposto a domande a rappresentanti dei media della Germania che si trovavano presso il Centro Spaziale Tedesco di Oberpfaffenhofen ed a Monaco. In seguito hanno parlato con politici presso lo Houston Livestock Show and Rodeo.
La EarthKAM, una fotocamera digitale montata su un finestrino del ponte di volo di Endeavour, continua a registrare record. Poco dopo le 4 a.m. CST (le 11 italiane) di domenica, i controllori di volo hanno segnalato che erano state inviate oltre 2.018 immagini, un numero che supera il totale ottenuto nelle quattro missioni precedenti. La fotocamera riprende immagini per gli studenti delle scuole medie. Attraverso internet, i centri operativi delle loro scuole sono collegati con il Centro Missioni Operative EarthKAM presso l'Università di California a San Diego. Eccetto per la preparazione, il puntamento iniziale della fotocamera ed il cambio lenti, nessuno dell'equipaggio della navetta è richiesto nello svolgimento delle normali operazioni.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA), immagine radar del bacino di Los Angeles ripreso dalla missione SRTM.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #17 / NASA STS-99 Status Report #18

Nella foto (Credit: NASA), il Comandante Kevin R. Kregel (a sinistra), e Gerhard P.J. Thiele mentre con un modellino spiegano la tecnica di mappatura della missione.

20/02/2000 - Domenica - Giorno 10

La sveglia dell'equipaggio per oggi è stata data con il brano musicale "Walk Don't Run" eseguito dai California Guitar Trio.
La mappatura radar della Terra è proseguita senza problemi anche nell'ultimo giorno completo da parte dell'equipaggio di Endeavour che terminerà le operazioni domattina alle 5:32 a.m. CT (le 12:53 italiane). A mezzogiorno di oggi, il 99 percento, equivalenti a 121,7 milioni di km quadrati delle zone previste sono state mappate almeno una volta. Oltre l'87 percento delle zone previste - quasi 108,7 milioni di km quadrati - sono state mappate due volte.
Con altri 10 minuti di operazioni di mappatura aggiunte, verrà completata la mappatura dell'Australia con le isole Flinders all'angolo nord-est della Tasmania e queste saranno le ultime zone ad essere mappate. La ritrazione del traliccio, lungo 60 metri, dovrebbe iniziare alle 8:14 a.m. (le 15:14 italiane) e per le 7:50 di domattina il sistema radar e la piattaforma saranno disattivati.
Gli ulteriori 10 minuti di mappatura porteranno il tempo totale a nove giorni, 18 ore, 10 minuti, che equivale al 99,96 percento dell'area prevista da mappare durante la missione. L'area di copertura si estende dalla Baia di Hudson a nord fino alla punta del Sud America, un'area equivalente a 123,2 milioni di km quadrati. Solo 208.000 km quadrati dell'area prevista - delle dimensioni dello stato della Virginia - rimarranno non mappate al termine delle operazioni. Comunque la maggior parte di queste zone non mappate si trovano in Nord America e sono già state accuratamente osservate.
Nelle immagini rilasciate oggi vi sono Oahu, alle Hawaii; Miquelon Island e St. Pierre Island, Newfoundland; Kamchatka, Russia; e Oberpfaffenhofen, Germania (sede dell'Agenzia Aerospaziale Tedesca. Altre nuove immagini mostrano Katmandu, Nepal; Cotopaxi, Ecuador; and Baikal, Russia. I dati dei siti vulcanici nel mondo come le Hawaii ed il Kamchatka, saranno utili per lo studio della storia dell'attività dei vulcani dormienti, così come per i pericoli delle aree attive. Fra le aree mappate oggi vi sono lo Yellowstone National Park; Mauna Loa, Hawaii; ed Ayers Rock, Australia.
Earnest Paylor, scienziato del programma SRTM ha descritto la missione come "uno svolgimento magnifico," sottolineando he le regioni equatoriali della Terra erano precedentemente non mappate a causa di costanti coperture nuvolose che sono trasparenti ai radar di SRTM. Tom Hennig, responsabile del programma SRTM presso la National Imagery and Mapping Agency, ha definito la missione "assolutamente meravigliosa."
Domani l'equipaggio di Endeavour volgerà la sua attenzione al ritorno a casa, che è previsto per le 3:52 p.m. CT (le 22:52 italiane) di martedì pomeriggio presso il Kennedy Space Center in Florida. I controlli delle superfici di manovra ed i getti dell'orbiter sono previsti verso mezzogiorno. Dopo che il controllo dei sistemi sarà stato completato l'equipaggio inizierà a riporre le attrezzature in cabina per l'atterraggio di martedì. La EarthKAM, la fotocamera digitale montata sulle finestre del ponte di volo di Endeavour, ha inviato circa 2.200 immagini finora ed il numero continua a crescere. Nei precedenti quattro voli la EarthKAM aveva inviato in tutto 2.018 immagini. La fotocamere riprende immagini per gli studenti delle scuole medie per i loro progetti di scienza della Terra, geografia, scienza dello spazio ed altri temi. Attraverso internet, i loro centri operativi della missione a scuola sono collegati con il Mission Operations Center EarthKAM presso l'Università di California a San Diego, che raccoglie gli obiettivi delle foto e riceve le immagini. Eccetto per la preparazione, l'iniziale puntamento della fotocamera ed il cambio lenti, nessuno dell'equipaggio di bordo è richiesto per le normali operazioni.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA), il Comandante Kevin R. Kregel (a sinistra), e Gerhard P.J. Thiele mentre con un modellino spiegano la tecnica di mappatura della missione.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #19 / NASA STS-99 Status Report #20

Nella foto (Credit: NASA), lo Specialista di Missione Mamoru Mohri, dell'agenzia spaziale giapponese NASDA, con una telecamera ad alta definizione.

21/02/2000 - Lunedì - Giorno 11

La sveglia dell'equipaggio per oggi è stata data con il brano musicale “Stay” Frankie Valli & Four Seasons.
Oggi gli astronauti di Endeavour hanno completato con successo le operazioni di mappatura della Shuttle Radar Topography Mission (SRTM) nelle prime ore del mattino, poi hanno ritratto il lungo traliccio all'interno del contenitore posto nel vano di carico della navetta. Il traliccio, la più lunga struttura rigida mai dispiegata nello spazio, ha sostenuto l'antenna esterna per oltre 222 ore di acquisizione dati che hanno permesso di mappare quasi il 100 percento di tutti i siti previsti nel mondo.
L'operazione di ritrazione è iniziata alle 7:17 a.m. CT (le 14:17 italiane) ed è durata circa 18 minuti. L'equipaggio ha prima ripiegato la struttura con le antenne nella posizione di rientro e poi ha dato inizio alla ritrazione del traliccio. Ognuno degli 86 segmenti che formavano il traliccio è rientrato nel contenitore in spirali concentrici, come quelli di una canna di fucile.
Il completamento della parte finale dello stivaggio del traliccio SRTM è stato rinviato quando tre ganci che bloccano la struttura principale non si sono attivati. Si sospetta che le temperature molto fredde che il traliccio ha subito mentre era dispiegato hanno ridotto la flessibilità del sistema ed i controllori di volo hanno consegnato agli astronauti delle procedure per riscaldare il contenitore del traliccio mentre incrementano la torsione nei motori di ritrazione. Lo sforzo dell'equipaggio di Endeavour e del Controllo Missione ha avuto successo ed alle 9:50 a.m. CT (le 16:50 italiane) tutti e tre i fermi sono stati richiusi, assicurando il carico utile SRTM per il viaggio verso la Terra.
Nella foto (Credit: NASA), il Pilota Dominic L. Gorie ai comandi della navetta Endeavour. L'acquisizione dei dati radar si è conclusa alle 5:54 a.m. CT (le 12:54 italiane) dopo l'ultimo passaggio sull'Astralia, Durante le 222 ore e 23 minuti di mappatura le immagini radar hanno riempito 332 nastri ad alta capacità e coperto circa il 99,98 percento dell'area da mappare - le terre emerse fra i 60° di latitudine Nord ed i 56° di latitudine Sud - ed almeno il 94,6 percento due volte. Solo circa 208.000 km quadrati sono rimaste non mappate, la gran parte in Nord America ma queste sono già mappate con altri metodi. I dati sono sufficienti a riempire l'equivalente di 20.000 CD.
Mike Kobrick, scienziato del progetto SRTM, ha definito SRTM "Un risultato davvero eccezionale." Nuove immagini rilasciate oggi mostrano le Fiji, la Baia di San Francisco, Pasadena, California e la faglia di San Andreas, vicino a Palmdale, California, oltre ad un sorvolo animati da Pasadena a Palmdale attraverso la faglia di San Andreas.
La EarthKAM, la fotocamera digitale montata su un finestrino del ponte di volo di Endeavour, è stata spenta per il resto del volo, dopo aver inviato sulla Terra circa 2.600 immagini digitali della superficie del pianeta, un vero record.
Questo pomeriggio, il Comandante Kevin Kregel, il Pilota Dom Gorie e l'Ingegnere di Volo Janet Kavandi hanno testato le superfici di controllo del volo ed i getti dei sistemi di controllo a reazioni. La disattivazione e lo stivaggio dell'attrezzatura radar e dell'antenna Ku è stato completato ed i membri della Squadra Rossa - Kregel, Kavandi e Gerhard Thiele - hanno iniziato a riporre le attrezzature in cabina. La Squadra Blu - Gorie, il comandante del carico utile Janice Voss e l'astronauta giapponese Mamoru Mohti - completeranno le operazioni di stivaggio domattina. La Squadra Blu ha iniziato il periodo di sonno alle 5:44 p.m. (le 1:44 italiane di martedì) e verrà svegliato alle 1:14 a.m. (le 8:14 italiane) di martedì. Vi sono tre opportunità di atterraggio disponibili domani, due al Kennedy Space Center in Florida e la terza a Edwards, California. La prima opportunità porterebbe Endeavour al KSC alle 3:50 p.m. Central (le 22:50 italiane). Vi è una seconda occasione all'orbita successiva con atterraggio al KSC alle 5:22 p.m. Central (le 0:22 italiane di mercoledì). La terza occasione vedrebbe Endeavour atterrare ad Edwards alle 6:48 p.m. Central (le 1:48 italiane di mercoledì). Le precedenti 20 missioni shuttle sono terminate tutte con atterraggio al KSC. L'ultimo atterraggio ad Edwards è stato STS-76, nel marzo 1996. I dubbi per l'atterraggio al KCS riguardano i forti venti ed uno strato basso di nubi. Le condizioni meteo al KSC non migliorerebbero fino a mercoledì o giovedì e potrebbero peggiorare a Edwards dopo martedì.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA), lo Specialista di Missione Mamoru Mohri, dell'agenzia spaziale giapponese NASDA, con una telecamera ad alta definizione. Nella foto a destra (Credit: NASA), il Pilota Dominic L. Gorie ai comandi della navetta Endeavour.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #21 / NASA STS-99 Status Report #22

Nella foto (Credit: NASA), l'atterraggio della navetta Endeavour al termine della missione STS-99.

22/02/2000 - Martedì - Giorno 12

I sei astronauti a bordo dello Space Shuttle Endeavour hanno compiuto un atterraggio perfetto al Kennedy Space Center al tramonto di oggi, completando la loro missione di 11 giorni per la mappatura della Terra, il primo volo umano del 21esimo secolo.
Con il Comandante Kevin Kregel ai comandi, l'Endeavour ha toccato la pista 33 alle 5:22 p.m. Central Time (le 0:22 italiane di mercoledì 23 febbraio 2000) sulla Shuttle Landing Facility lunga quasi 5 km e completare così la missione che ha percorso 7,5 milioni di km. Il Pilota Dom Gorie e l'Ingegnere di Volo Janet Kavandi e lo Specialista di Missione Janice Voss si unirà a Kregel sul ponte di volo per l'ingresso e l'atterraggio. Lo Specialista di Missione Mamoru Mohri della NASDA, l'agenzia spaziale giapponese, e l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea Gerhard Thiele erano invece seduti sul ponte mediano.
Il termine della missione STS-99 segna il 21esimo atterraggio consecutivo nello Spazioporto della Florida. Dopo aver saltato la prima occasione di atterraggio della giornata a causa dei forti venti al sito di atterraggio, all'equipaggio è stato dato un 'go' per eseguire l'accensione del motore alle 4:24 p.m. Central Time (le 23:22 italiane) e far si che Endeavour scendesse dalla sua quota di 241 km per iniziare il suo viaggio verso casa al Kennedy Space Center.
I dati portati a casa dall'equipaggio di Endeavour raccolti per oltre 222 ore di mappatura radar giorno e notte sono sufficienti a riempire 20.000 CD. Le informazioni raccolte durante la missione STS-99 SRTM verranno utilizzate per produrre mappe globali molto più dettagliate di quelle disponibili finora.
L'equipaggio di STS-99 trascorrerà la serata in Florida prima di rientrare ad Hoston mercoledì. L'equipaggio dovrebbe atterrare ad Hellington Field di Houston, vicino al Johnson Space Center verso le 1:30 p.m. Central Time (le 20:30 italiane) quando i sei astronauti saranno ricevuti dai responsabili ed impiegati del JSC. La cerimonia di ritorno dell'equipaggio avverrà presso l'Hangar 990 e sarà aperto al pubblico generale. Questo evento non verrà trasmesso dalla NASA Television.
Nella foto a sinistra (Credit: NASA), l'atterraggio della navetta Endeavour al termine della missione STS-99.

Fonti: NASA STS-99 Status Report #23 / NASA STS-99 Status Report #24



Fonti: NASA missione STS-99 - Audio - Immagini - Video

L'equipaggio di Endeavour dopo il rientro sulla Terra.

L'equipaggio di STS-99 in posa di fronte all'Endeavour dopo l'atterraggio: da sinistra il Comandante Kregel, la Specialista di Missione Janet Kawandi, il Pilota Dominic Gorie, l'Amministratore della NASA Dan Goldwin e gli Specialisti di Missione Gerhard Thiele e Mamoru Mohri. Nella foto manca la Specialista di Missione Janice Voss. (Credit: NASA)

 

werhsepd.gif (1132 byte)

 

WB01540_.gif (632 byte)  Come funziona?

WB01540_.gif (632 byte)  Lista delle missioni

 

Ultimo aggiornamento 03/03/2017

Torna alla Home page

 Sito curato da Massimo Martini