Logo del sito Astronautica.us

Programma Spaziale Umano Cinese

TianGong-2


linea gialla

Il 15 settembre 2016 è stato inviato in orbita il secondo laboratorio spaziale Cinese ribattezzato TianGong-2 (Palazzo del Cielo). Questo secondo avamposto spaziale Cinese vedrà la visita della missione abitata da due astronauti, Shenzhou-11, che dovranno vivere e lavorare nel laboratorio per circa 30 giorni. Dopo la partenza della Shenzhou-11, la Cina lancerà verso questo avamposto, agli inizi del 2017, il suo primo veicolo automatico di rifornimento, il Tianzhou, che attraccherà al Tiangong-2. In questa pagina seguiremo la missione Tiangong-2.

linea gialla

Illustrazione artistica del laboratorio spaziale Cinese TianGong-2.

Nell'illustrazione artistica (Credit: CNSA) del laboratorio spaziale Cinese TianGong-2 nello spazio.

Veicolo di lancio: Lunga Marcia CZ-2FT

Data di lancio: 15 settembre 2016 ore 14:04 UTC-

Sito di lancio: Jiuquan Satellite Launch Center (ai margini del deserto della Mongolia Interna)

Durata della missione:

Numero di orbite:

Dati orbitali:

Data prevista del rientro:

Foto del laboratorio spaziale Cinese TianGong-2 in fase di preparazione al lancio.

Foto (Credit: CNSA) del laboratorio spaziale Cinese TianGong-2 in fase di preparazione al lancio.

linea gialla

18/02/2016 - I prossimi passi del programma spaziale umano cinese -

I prossimi astronauti cinesi saranno lanciati quest'anno, dopo tre anni dall'ultima missione, a bordo del veicolo spaziale Shenzhou-11. Il loro obiettivo sarà il laboratorio spaziale TianGong-2, che probabilmente verrà messo in orbita alcune settimane prima di loro. L'equipaggio consisterà, quasi sicuramente, in tre astronauti con il Comandante che avrà già volato in una delle missioni precedenti. Esattamente chi saranno i tre membri dell'equipaggio non è ancora chiaro anche se, molto probabilmente gli astronauti che hanno già compiuto due missioni saranno esclusi.
L'equipaggio di Shenzhou-11 sarà l'unico a visitare il TianGong-2, a differenza di quanto avvenuto con TianGong-1 che ricevette due visite di astronauti, nel 2012 e nel 2013, rispettivamente con la Shenzhou-9 e Shenzhou-10.
Vi possono essere diverse ragioni per questo cambio di strategia. Il motivo principale è legato al fatto che il programma dei laboratori orbitali TianGong è solo un test per il programma della Stazione Spaziale Cinese, la cui realizzazione è prevista a partire dal 2018. Se la missione Shenzou-11 a TianGong-2 avrà successo non c'è motivo di proseguire oltre e la Cina potrà passare direttamente all'assemblaggio della più grande stazione.
Ma quanto rimarranno gli astronauti a bordo del laboratorio TianGong-2? Secondo molti analisti occidentali i tre astronauti potrebbero soggiornare per maggiore tempo rispetto alle precedenti missioni a bordo del TianGong-1. L'equipaggio di Shenzou-9 rimase attraccato al laboratorio orbitante 6 giorni e quello di Shenzhou-10, 11 giorni. Per Shenzhou-11 si potrebbe arrivare a un mese di permanenza, anche se, rimane il problema delle provviste. E' vero che durante la missione TianGong-2 è previsto l'invio del primo veicolo cargo, il TianZhou-1, al laboratorio orbitale. Purtroppo, essendo i laboratori TianGong dotati di un solo portello di attracco, questa missione avverrà solo dopo la partenza degli astronauti e quindi il veicolo cargo non potrà essere utilizzato per il suo compito principale. I test con TianZhou-1 riguarderanno l'attracco e, molto probabilmente, la possibilità di alzare l'orbita del laboratorio per mezzo dei propulsori dal cargo, un po come avviene con i Progress alla ISS.
La Cina potrebbe ridurre l'equipaggio a due soli astronauti per prolungarne la permanenza a bordo del laboratorio orbitante ma questa opzione sembra poco plausibile. Infatti la Cina pare aver ottimizzato gli equipaggi per i TianGong a tre, così come avverrà per le prime fasi abitative della Stazione Spaziale Cinese.
Dato l'estremo riserbo della Cina nel divulgare le proprie notizie astronautiche non ci resta che attendere i prossimi mesi per saperne di più.
Nella foto (Credit: Space.com/CCTV) il TianGong-2 in fase di costruzione.

Fonti: Spacedaily - Spaceflight News

29/02/2016 - La Cina prevede di lanciare TianGong-2 nel terzo trimestre di quest'anno -

Fonti ufficiali del programma spaziale cinese hanno rivelato domenica che la Cina invierà il suo secondo laboratorio spaziale orbitale Tiangong-2 nello spazio nel terzo trimestre di quest'anno. Si prevede inoltre che il primo veicolo cargo automatico, il Tianzhou-1, verrà lanciato nella prima metà del prossimo anno per andare ad agganciare il Tiangong-2.
Come parte del programma laboratorio spaziale del Paese, la Cina prevede il lancio del veicolo spaziale abitato Shenzhou-11, con due astronauti a bordo, nel quarto trimestre di quest'anno per un'attracco previsto con il Tiangong-2.
Dopo una prima serie di test presso il centro lancio satelliti di Wenchang, nella provincia meridionale cinese di Hainan, il razzo di nuova generazione Lunga Marcia-7 porterà nello spazio il primo veicolo cargo Tianzhou-1, che letteralmente significa 'vascello del cielo' nella prima metà del 2017 con un attracco al Tiangong-2 per condurre una serie di esperimenti.
Il portavoce del programma spaziale ha detto che durante queste missioni la Cina verificherà tecnologie chiave compresa quella del trasporto cargo, il rifornimento di propellente in orbita, la permanenza a medio termine di astronauti nello spazio così come la conduzione di esperimenti scientifici ed applicativi su relativamente larga scala.
I preparativi del programma per il laboratorio spaziale proseguono senza problemi.
Gli astronauti che saranno a bordo di Shenzhou-11 stanno effettuando l'addestramento, mentre il Tiangong-2, la Shenzhou-11, i due razzi vettori Lunga Marcia-2F che verranno utilizzati per portarli nello spazio, il razzo Lunga Marcia-7 e la Tianzhou-1 sono in fase di assemblaggio o di esami e test.
Il programma multi-miliardario della Cina, una fonte di orgoglio per il Paese, si prefigge di mettere in servizio una stazione spaziale abitata permanente attorno al 2022. Sempre secondo il portavoce statale, verso il 2020 la costruzione della prima stazione orbitante del Paese dovrebbe essere completata. La stazione spaziale consisterà in tre parti - un modulo centrale al quale verranno agganciati due laboratori, ognuno pesante circa 20 tonnellate.
Per conoscere le passate missioni del programma spaziale cinese abitato visita la nostra pagina dedicata.
Nell'illustrazione artistica (Credit: CCTV) la prima stazione spaziale permanente cinese.

Fonte: ParabolicArc - Doug Messier

22/04/2016 - La Cina prevede di inviare in orbita nel 2018 il primo modulo della propria stazione spaziale -

Secondo quanto dichiarato da un ingegnere anziano della Corporazione Cinese per la Tecnologia e Scienza Aerospaziale la Cina lancerà il modulo centrale, del peso di circa 20 tonnellate, della sua prima stazione spaziale entro il 2018. Due laboratori spaziali saranno lanciati in seguito e si agganceranno al modulo centrale, 'Tianhe-1', ha detto Wang Zhongyang, portavoce di un istituto di ricerca chiave che fa parte della corporazione.
La costruzione della stazione spaziale dovrebbe essere completata per il 2022, aggiunge Wang.
Intanto la Cina piazzerà il secondo laboratorio spaziale del Paese, il Tiangong-2, nello spazio entro il terzo quadrimestre di questo anno. Il laboratorio permetterà condizioni di maggiore abitabilità per l'equipaggio, ha aggiunto giovedì il portavoce. Secondo Wang, il nuovo laboratorio orbitale sarà dotato di una cabina ermetica per gli esperimenti, sarà progettato per fornire agli astronauti aria più pulita ed una temperatura ed umidità più confortevole. Inoltre il modulo laboratorio sarà dotato di pannelli solari, batterie e propellente per i propulsori.
"Abbiamo modificato appositamente l'interno del nuovo laboratorio spaziale per rendere più confortevole una presenza a medio termine degli astronauti," ha detto Wang prima della Giornata dello Spazio festeggiata dalla Cina il 24 aprile per ricordare il lancio del primo satellite cinese, 46 anni fa.
Il Tiangong-2 è il secondo laboratorio spaziale cinese destinato agli esperimenti e test di riparazione per preparare la strada alla prima stazione orbitale del Paese che dovrebbe entrare in servizio nel 2022. Il Tiangong-1, lanciato nel settembre 2011 con una vita operativa iniziale prevista di due anni, ha appena completato il suo servizio e le operazioni orbitali dopo 1.630 giorni duranti i quali è stato raggiunto dai veicoli spaziali Shenzhou-8, Shenzhou-9 e Shenzhou-10 e durante i quali sono stati realizzati una serie di esperimenti.
"A differenza del Tiangong-1, il Tiangong-2 sarà il nostro primo vero laboratorio spaziale," ha detto Wang. Notizie iniziali dicono che il Tiangong-2 sarà agganciato dal veicolo spaziale Shenzhou-11, che dovrebbe decollare nell'ultimo quadrimestre dell'anno e trasportare due astronauti maschi per una missione di 30 giorni nel nuovo laboratorio spaziale prima del rientro sulla Terra. Gli astronauti sono attualmente nelle fasi di addestramento.
Nel 2017, il Tiangong-2 vedrà l'arrivo e l'aggancio della prima nave spaziale cargo cinese, la Tianzhou-1, che sarà lanciata nella prima metà del prossimo anno a bordo di un razzo di nuova generazione, il Lunga Marcia-7. Gli scienziati verificheranno le tecnologie chiave per il processo di rifornimento di propellente mentre si troverà in orbita.
L'impresa multi-miliardaria cinese è diventata fonte di un'emergente orgoglio nazionale e una pietra miliare nella statura globale e conoscenza tecnica della Cina. Il Paese ha inviato il suo primo astronauta nello spazio nel 2003, la terza nazione dopo Russia e Stati Uniti a raggiungere l'indipendenza nel volo spaziale umano. Nel 2008 gli astronauti a bordo della Shenzhou-7 compirono la prima passeggiata spaziale cinese.
Nell'illustrazione artistica (Credit: China Manned Space Engineering) la futura stazione spaziale cinese.

Fonti: Spacedaily - Staff Writers / Xinhua

14/07/2016 - Tiangong-2 inviato al centro di lancio -

Il secondo laboratorio orbitante cinese, il Tiangong-2, che permetterà a due astronauti di vivere nello spazio fino a 30 giorni consecutivi, è stato inviato al Centro di Lancio Satelliti Jiuquan.
In un comunicato dell'ufficio di ingegneria spaziale abitata cinese è stato comunicato che il laboratorio è stato spedito da Pechino giovedì per ferrovia ed ha raggiunto il centro di lancio sabato, dando così il via alla preparazione della missioni abitate del Tiangong-2 e della Shenzhou-11. L'assemblaggio ed i test inizieranno presso il centro mentre il lancio del laboratorio è previsto per settembre.
Secondo il comunicato, il Tiangong-2 sarà in grado di ricevere navi spaziali abitate e cargo, e permetterà di testare i sistemi per le medie permanenze e per il rifornimento nello spazio. Inoltre vedrà anche lo svolgersi di esperimenti in medicina aerospaziale, scienze spaziali, manutenzione orbitale e tecnologie per la stazione spaziale.
Il primo laboratorio spaziale cinese, il Tiangong-1, venne lanciato nel settembre 2011 con una vita operativa prevista di due anni ed è uscito di servizio all'inizio di quest'anno. Ad esso hanno attraccato i veicoli spaziali Shenzhou-8, Shenzhou-9 e 10 e vi sono stati svolti una vasta serie di esperimenti. L'ufficio di ingegneria spaziale abitata ha detto a marzo di quest'anno che l'orbita di Tiangong-1 scenderà gradualmente nei prossimi mesi fino a bruciare nell'atmosfera.
Con due capsule per condurre esperimenti e risorse a bordo, il Tiangong-2 ospita diverse migliorie rispetto al suo predecessore, compreso un aggiornamento dei sottosistemi. Il nuovo laboratorio spaziale trasporterà inoltre tre esperimenti progettati dai vincitori di un concorso di una scuola media di Hong Kong. Il comunicato specifica anche che i razzi vettori per lanciare sia il Tiangong-2 che la Shenzhou-11 saranno inviati a Jiuquan il mese prossimo. La Shenzhou-11, che trasporterà due astronauti i quali attraccheranno il Tiangong-2 nello spazio, ha superato i test iniziali ed i suoi membri dell'equipaggio sono sottoposti ad addestramento intensivo.
Intanto la nave appositamente realizzata per tracciare le missioni spaziali e mantenere i collegamenti durante l'orbita, la Yuanwang-7, ha iniziato un primo viaggio di prova della durata di 60 giorni. Il vascello, progettato in Cina, segna un nuovo livello per la tecnologia di tracciamento spaziale. La costruzione della nave era iniziata il 10 ottobre 2014 presso i cantieri navali Jiangnan Shipyard (Group) Co., Ltd.. La nave è lunga 220 metri, larga 40 ed ha un dislocamento di 25.000 tonnellate. La Yuanwang-7 è in grado di resistere a forti tifoni e trasporta rifornimenti per almeno 100 giorni.
La Cina dispone di una flotta di sette navi Yuanwang per il tracciamento delle missioni spaziali al di fuori dei confini del Paese. Esse hanno compiuto oltre 70 missioni per un totale di 1,5 milioni di miglia nautiche nel Pacifico, Atlantico ed Oceano Indiano. La prima generazione di vascelli per il tracciamento, la Yuanwang-1 e 2 vennero varate nel 1979 facendo della Cina il quarto Paese al mondo a padroneggiare questa tecnologia, dopo gli Stati Uniti, la Russia e la Francia.
Nella foto (Credit: Xinhua) il Tiangong-2 durante le ultime fasi di allestimento.

Fonti: Spacedaily - Redazione / Xinhua - 10/7/2016 / Xinhua - 12/7/2016

09/09/2016 - Il Tiangong-2 è stato trasferito sulla rampa di lancio -

Il secondo laboratorio spaziale della Cina, il Tiangong-2 verrà inviato nello spazio fra il 15 ed il 20 settembre, secondo quanto riportato oggi dall'ufficio del programma spaziale abitato cinese.
Il laboratorio spaziale, con il suo veicolo di lancio, è intanto stato trasferito venerdì alla rampa di lancio del Centro Lancio Satelliti di Jiuquan, nel nord-ovest della Cina, prosegue un comunicato dell'ufficio. Ci sono voluti 90 minuti per completare il trasferimento dal centro di assemblaggio fino alla rampa di lancio. "Il completamento del trasferimento segna che la missione Tiangong-2 è entrata nella fase di lancio," specificava il comunicato. I tecnici hanno completato i test e l'assemblaggio del laboratorio e del razzo dopo che gli stessi erano stati inviati, a luglio, separatamente al centro di lancio.
Nei prossimi giorni, il centro di lancio proseguirà i test sul razzo e sul rifornimento dei propellenti prima del decollo. Il Tiangong-2 permetterà a due astronauti di vivere nello spazio fino a 30 giorni, ed è in grado di accogliere veicoli spaziali abitati e navi cargo che verranno utilizzati per testare i sistemi ed i processi per le lunghe permanenze nello spazio ed il rifornimento. A bordo si svolgeranno esperimenti di medicina aerospaziale, scientifici, manutenzione orbitale e tecnologie legate alle stazioni spaziali.
Il primo laboratorio spaziale cinese, il Tiangong-1, venne lanciato nel settembre 2011, ed ha completato il suo servizio operativo all'inizio di quest'anno. Ad esso si agganciarono le navi spaziali Shenzhou-8, Shenzhou-9 e Shenzhou-10 permettendo tutta una serie di esperimenti.
Nella foto (Credit: Xinhua) il veicolo di lancio Chang Zheng (Lunga Marcia) 2F/T2 con il laboratorio spaziale Tiangong-2 mentre esce dall'edificio di assemblaggio per raggiungere la rampa di lancio (operazione di 'rollout', ndr).

Fonti: Xinhua - Xiang Bo / NASAspaceflight - Rui C. Barbosa

Nell'illustrazione artistica (Credit: CNSA) il Tiangong-2 in orbita.

15/09/2016 - In orbita Tiangong-2 -

In una nuvola di fumo, il secondo laboratorio spaziale abitato della Cina, Tiangong-2, è decollato dalla rampa LC 43/921 del Centro di Lancio Satelliti Jiuquan a bordo di un razzo Lunga Marcia-2FT (CZ-2FT) alle 10:04 ora di Pechino (le 16:04 ora italiana).
Il Tiangong-2, che pesa circa 8,5 tonnellate al lancio, è entrato regolarmente in orbita circa 10 minuti dopo il decollo. "Tiangong-2 opera normalmente e l'inserimento in orbita è ottimale ed anche i pannelli solari si sono dispiegati," ha detto il Generale Zhang Youxia, comandante in capo del programma dei voli spaziali abitati della Cina. "Possiamo dichiarare che il lancio della missione del laboratorio spaziale Tiangong-2 è un completo successo."
Il fallimento nel lancio del razzo Lunga Marcia-4C dello scorso 31 agosto con un satellite di osservazione cinese non ha interferito con il lancio odierno. Le indagini hanno tracciato il problema nel terzo stadio del CZ-4C, una parte del vettore che non ha relazione con il razzo che oggi ha lanciato in orbita il Tiangong-2. L'orbita preliminare ellittica raggiunta è di 200 x 384 km che, nei prossimi giorni, verrà innalzata con i propulsori di bordo fino a diventare circolare a 393 km. Questa è la quota ottimale per la missione Shenzhou-11 il cui lancio è previsto per la metà di ottobre con un'equipaggio di due astronauti che attraccheranno al Tiangong-2 e rimarranno a bordo del laboratorio per circa 30 giorni. In seguito verrà testato il veicolo cargo di rifornimento 'Tianzhou' che arriverà al Tiangong-2 e dovrà eseguire un attracco automatico e dimostrare di poter rifornire di propellente il laboratorio orbitale.
Al momento i nomi dei due astronauti che svolgeranno la missione Shenzhou-11 non sono stati indicati. Il Tiangong-2 lanciato oggi è molto simile al suo predecessore, Tiangong-1, lanciato nel settembre 2011, ma gli ingegneri hanno lavorato per migliorare l'interno del laboratorio e renderlo più confortevole per gli astronauti, più utile agli scienziati e con molte strutture che verranno poi utilizzare nella futura stazione spaziale permanente cinese.
Il Tiangong-1 era un veicolo spaziale obiettivo per completare gli esperimenti di aggancio con i veicoli spaziali Shenzhou, mentre il Tiangong-2 è un vero laboratorio spaziale," dice Wu Ping, vice direttore dell'Agenzia Spaziale Abitata della Cina. "Esso ha due compiti principali: primo trasportare esperimenti scientifici su larga scala nello spazio, compresi quelli medici e secondo supportare la permanenza a medio termine degli astronauti in orbita, dimostrare il rifornimento di propellente e la manutenzione orbitale. Queste sono le tecnologie chiave per la costruzione delle stazioni spaziali."
Come il suo precursore, Tiangong-1, anche il modulo Tiangong-2 misura circa 10,4 metri di lunghezza e 3,4 di diametro. I suoi due pannelli solari sono lunghi 18,4 metri da un lato all'altro una volta dispiegati nello spazio. "Tiangong-1 e Tiangong-2 hanno lo stesso aspetto esterno ma per compiere le missioni sopra citate... abbiamo fatto un sacco di innovazioni," dice Wu. "Per prima cosa abbiamo la possibilità di svolgere diverse attività, comprese la scienza spaziale, l'osservazione terrestre, la ricerca scientifica ed applicazione di nuove tecnologie e strutture per esperimenti medici."
Inoltre, a differenza della missione precedente, il Tiangong-2 è attrezzato per ricevere rifornimenti di propellente. Anche i quartieri abitabili del Tiangong-2 sono stati migliorati. "Abbiamo provato a rendere gli interni, dove vivere e lavorare, più confortevoli, ha detto Shu Congpeng, capo progettista del laboratorio spaziale Tiangong-2, durante un'intervista alla televisione cinese di stato CCTV. "Abbiamo progettato con attenzione l'illuminazione e le decorazioni per renderle più rilassanti. Inoltre abbiamo installato delle attrezzature per rendere la vita più comoda." Ad esempio gli astronauti avranno a disposizione degli auricolari Bluetooth senza filo per comunicare con il controllo missione, invece delle cuffie a filo. Wu aggiunge che il Tiangong-2 è dotato anche di attrezzature per l'esercizio fisico e per la ricreazione, assieme a zone per dormire e per pranzare. Un miglioramento è stato compiuto anche nel sistema di circolazione dell'aria del modulo ed il Tiangong-2 è dotato anche di un braccio robotico per testare le tecnologie con le quali gli astronauti potranno eseguire dei lavori di manutenzione ed assemblaggio.
A bordo del Tiangong-2 si trovano oltre 40 esperimenti, compreso un orologio atomico così come un sistema di navigazione satellitare. Un piccolo microsatellite, chiamato Banxing-2 si trovava a bordo del razzo accanto al Tiangong-2 e raccoglierà immagini esterne del laboratorio spaziale. Altri carichi scientifici a bordo della missione Tiangong-2 comprendono uno studio in collaborazione con la Francia per misurare le condizioni cardiovascolari degli astronauti della Shenzhou-11 in microgravità. Un altro esperimento sviluppato da Cina, Svizzera e Polonia studierà i raggi gamma con lo scopo di acquisire dati in modo da scoprire la loro origine.
Dopo il Tiangong-2 la Cina prevede l'avvio della costruzione della loro prima stazione spaziale permanente, con il lancio del modulo centrale Tianhe-1, nel 2018, seguito poi da altri due moduli di ricerca dotati di grandi pannelli solari. Nel 2022 la stazione dovrebbe essere operativa con equipaggi di tre persone a rotazione. La Cina ha poi un progetto per sviluppare un potente osservatorio astronomico della stessa classe di Hubble da tenere in orbita vicino, e potenzialmente poter attraccare, alla stazione spaziale.
Il Tiangong-2, così come oggi il Tiangong-1, verrà abbandonato quando la Cina inizierà l'assemblaggio della stazione spaziale.
Quello di oggi è stato il 57esimo lancio orbitale del 2016, il 56esimo a concludersi con successo.
Nella foto (Credit: Xinhua) il decollo del razzo CZ-2FT con il laboratorio spaziale Tiangong-2. Nell'illustrazione artistica in alto a sinistra (Credit: CCTV) il Tiangong-2 in orbita.

Fonti: Spaceflight Now - Stephen Clark / Xinhua / Space Launch Report - Ed Kyle / Spaceflight101

linea gialla




Aggiornato il 21 dicembre 2016

Torna al menu' dei voli Spaziali Umani Cinesi

Torna alla pagina iniziale del sito


a cura di

Massimo Martini

Valid XHTML 1.0 Transitional

Valid CSS!