logo astronautica.us

Missione Test Orion Pad Abort-1

Avvio del test Pad Abort 1

Qui sopra il momento del decollo del LAS con la capsula Orion durante il test Pad Abort 1.



Volo:

missione Test Orion Pad Abort 1 senza equipaggio.

Lancio:

6 maggio 2010: alle ore 13.03 UTC (le 15.03 ora italiana) rampa LC-32 White Sands Test Facility (New Mexico).

Durata della missione:

circa 100 secondi.

Altezza:

circa 1.600 metri al momento di maggiore altezza raggiunta dal complesso.

Obiettivi della missione:

testare il sistema di aborto al lancio con separazione della capsula Orion, apertura dei paracadute e recupero del veicolo spaziale.


Aggiornamenti

(i piu' recenti in cima alla pagina)

le fasi principalei del test Pad Abort 1

Nella foto (Credit: NASA7TV) una sequenza di immagini tratte dal video e che mostrano il test del Pad Abort 1."


Fonte: NASA


10/07/2007 - Prende forma il sistema di salvataggio di Orion - La ATK ha vinto un contratto del valore di 62,5 milioni di dollari per il motore principale del LAS (Launch Abort System) della capsula CEV/Orion. Il LAS, una torre posta sulla cima della capsula verrà utilizzata in caso di emergenza per portarla lontano dal vettore di lancio Ares I in caso di problemi durante il lancio. La Orbital Sciences Corporation, che si occupa come subcontraente della Lockheed Martin per lo sviluppo del LAS avrà a sua volta come fornitore per il motore principale la ATK con il suo LAM (Launch Abort Motor). Questo particolare motore a combustibile solido ha la particolarità di poter sviluppare la spinta in direzione quasi opposta a quella in cui è montato permettendo di non danneggiare la capsula che si troverà sotto. Il LAS agirà durante tre fasi del lancio: la prima quando Ares I si trova ancora sulla rampa di lancio separando la capsula dal resto del razzo e portandola a distanza di sicurezza con ammaraggio per mezzo dei paracadute principali di fronte alla costa di Cape Canaveral, la seconda, chiamata 'metà altitudine' funzionerebbe fino a circa 50 chilometri e prevederebbe anche l'entrata in funzione dei paracadute di frenata vista la velocità elevata raggiunta e l'ultima che funzionerebbe fino a circa 100 chilometri di quota che poi è il momento della separazione nominale per il LAS. Inoltre la rampa di lancio sarà fornita di un nuovo sistema di evacuazione rapido per mezzo di una specie di montagna russa chiamato Rollercoaster Emergency Egress System (EES). A differenza del sistema utilizzato sulle vecchie capsule Apollo il LAS ha un'entrata in funzione di pochi millisecondi ma è molto meno "duro" per quanto riguarda le forze G applicate agli astronauti all'interno della capsula ed inoltre sarà anche più leggero visto l'utilizzo di materiali avanzati. Sono previsti due test in scala del LAM questa estate.

Fonte: NASAspaceflight.com


Torna alla pagina dedicata ad Orion

Torna alla Home Page

Aggiornato il 15/01/2011



Valid XHTML 1.0 Transitional

Valid CSS!